La roccia che brucia (n.634/635/636)

Pagina 17 di 19 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18, 19  Seguente

Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da AANGELO il Mar 17 Lug 2018 - 16:40

x me , la parola detrattore, detta da Burattini, è un complimento


detrattore :Chi toglie meriti a qualcuno (bisogna avere meriti perchè qlc te li possa togliere)

_________________________________________________
avatar
AANGELO
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1394
Data d'iscrizione : 07.02.18
Località : nord Milano

Visualizza il profilo https://www.deviantart.com/aangeloo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da toro seduto il Mar 17 Lug 2018 - 17:38

Spirito senza scuse ha scritto:
@Kramer76 ha scritto:
@Tonka ha scritto:
Ah vi piace uno Zagor riflessivo e turbato?...c’è … perché nel bruciare i copri dei due nemici il re di Darkwood si fa travolgere dal rimorso d’aver …seppur involontariamente …causato l’immane  stravolgimento di un essere umano… e quello …è Zagor.

la conoscenza zagoriana di Burattini è profonda e imbattibile

da solo vale 1000 detrattori

Non esistono detrattori. Esistono soltanto lettori affezionati che vorrebbero non un altro Zagor, ma un altro modo di scrivere scevro da flashback e verbosismi maniacali che sono pari a inutili orpelli.
...90 minuti di applausi !!! Exclamation Exclamation Exclamation
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Mar 17 Lug 2018 - 21:34

I detrattori esistono. Ora io non so se qualcuno qui ne faccia parte perché ne li ho seguiti in precedenza e in altri lidi ne li conosco per poterlo affermare ma che esistono è sicurissimo. Il Dorian Gray di vecchia data ne è la prova provata

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da AANGELO il Mar 17 Lug 2018 - 21:54

chi è dorian gray ?

_________________________________________________
avatar
AANGELO
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1394
Data d'iscrizione : 07.02.18
Località : nord Milano

Visualizza il profilo https://www.deviantart.com/aangeloo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Kramer76 il Mer 18 Lug 2018 - 9:08

I lettori normali quando se ne vanno se ne vanno per sempre

I detrattori si reincarnano, senza pace...
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3012
Data d'iscrizione : 19.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Smash il Mer 18 Lug 2018 - 9:50

@Thunderman78 ha scritto:
Io comunque non ho visto assolutamente Zagor turbato o col rimorso di bruciare i corpi o aver causato le morti dei due, ma spiegare soltanto freddamente cosa era successo.

Idem, in effetti Zagor si limita soltanto a rendere edotto Cico e i lettori che aveva bruciato i corpi.

francamente meglio così. Tu guarda se oltre alle spiegazioni e radiocronache mentali mi sarei dovuto sorbire anche la paranoia moralista di Zagor di mostrarsi dispiaciuto della morte di due pazzoidi pericolosi.
avatar
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2545
Data d'iscrizione : 21.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 18 Lug 2018 - 12:32

@Tonka ha scritto:I detrattori esistono.  Ora io non so se qualcuno qui ne faccia parte perché ne li ho seguiti in precedenza e in altri lidi ne li conosco per poterlo affermare ma che esistono è sicurissimo. Il Dorian Gray di vecchia data ne è la prova provata

Era Robert Gray, non Dorian Gray. Esistono alcuni soggetti che se le inventano di tutte pur di attaccare Burattini anche sul personale con motivazioni assurde, il problema è che lui nei "detrattori" vi include anche quelli che criticano in modo costruttivo, serenamente o parzialmente insoddisfatti dello Zagor attuale. E fare di tutti un minestrone non va bene.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da AANGELO il Mer 18 Lug 2018 - 14:23

ma questo Robert Gray è stanno bannato/ bloccato ? non esistono + i suoi post....

mi fai un esempio, se ti ricordi , di attacchi assurdi su Burattini ? tanto x capire cosa intendi

io per esempio, avevo scritto , che se continua a girare l'Italia a pubblicizzare i suoi libretti, come fa a gestire Zagor ( è un attacco personale ?) non penso : ha a che fare col lavoro in Bonelli, poi ognuno è libero di pensarla come preferisce

_________________________________________________
avatar
AANGELO
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1394
Data d'iscrizione : 07.02.18
Località : nord Milano

Visualizza il profilo https://www.deviantart.com/aangeloo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 18 Lug 2018 - 14:38

@AANGELO ha scritto:ma questo Robert Gray è stanno bannato/ bloccato ? non esistono + i suoi post....

Bannato permanentemente.
Comunque Robert Gray non c'entrava nulla con le critiche a Burattini, lui ce l'aveva con Nuccio.


mi fai un esempio, se ti ricordi , di attacchi assurdi su Burattini ? tanto x capire cosa intendi
io per esempio, avevo scritto , che se continua a girare l'Italia a pubblicizzare i suoi libretti, come fa a gestire Zagor ( è un attacco personale ?) non penso : ha a che fare col lavoro in Bonelli, poi ognuno è libero di pensarla come preferisce

Intendo che ne so...Mortimer non va bene perché si è ispirato a un personaggio già esistente, quando Nolitta pure si ispirava a B-movie e romanzi d'avventura.
La tua è una critica che ci sta.



_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da newprincevaliant il Gio 19 Lug 2018 - 1:26

@Devil Mask ha scritto:
@LuxorAlfa ha scritto: mi piacerebbe che questa storia venga ricordata soprattutto attraverso il volto di Zagor che si può ammirare nella seconda vignetta a pagina 37. L’espressione è di una profondità evocativa da brivido, secondo me. È una sintesi di stupore e malinconia, di speranza e meraviglia.[/size][/size]

Concordo come sulla perfetta rappresentazione di Marcus, e tra i volti che esprimono una grande profondità anche quelli negli scambi di sguardi con Thunderman in procinto di morire con Zagor. Molto merito ai Bros.

Concordo perfettamente. Il saper raccontare lo stupore,l'angoscia e le varie emozioni dell'animo umano, dipende molto dal talento del disegnatore. Per cui..... molto merito agli Esposito Bros.

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
avatar
newprincevaliant
FORUMISTA D'ASSALTO
FORUMISTA D'ASSALTO

Messaggi : 733
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Spirito senza scure il Gio 19 Lug 2018 - 11:21

@Walter Dorian ha scritto:
@Tonka ha scritto:I detrattori esistono.  Ora io non so se qualcuno qui ne faccia parte perché ne li ho seguiti in precedenza e in altri lidi ne li conosco per poterlo affermare ma che esistono è sicurissimo. Il Dorian Gray di vecchia data ne è la prova provata

Era Robert Gray, non Dorian Gray. Esistono alcuni soggetti che se le inventano di tutte pur di attaccare Burattini anche sul personale con motivazioni assurde, il problema è che lui nei "detrattori" vi include anche quelli che criticano in modo costruttivo, serenamente o parzialmente insoddisfatti dello Zagor attuale. E fare di tutti un minestrone non va bene.

Esatto!! E' proprio questo il problema, ogni singola critica, anche la più civile e costruttiva che si possa scrivere, viene gettata nel calderone delle contestazioni e come tale bruciata sul nascere. Mi rendo conto che Burattini non può certo trascorrere il poco tempo libero a disposizione leggendo ogni singola frase, per poi selezionare quelle buone da quelle cattive (che poi sarebbe un distinguo di parte...), ma questa situazione che si è creata è fastidiosa per tutti.
Forse il sottoscritto batte sempre sul medesimo punto, ma insisto nel dire che la rovina, il punto di non ritorno della faccenda, è stato lo sviluppo incontrollato dei gruppi FB. La differenza fra un Forum come il nostro (non l'unico) e il gruppo FB (uno in particolare...) è più o meno la stessa che passa fra essere democratici (nel senso più ampio del termine) o fascisti (nel senso più stretto stavolta...)! Ora non leggete questa mia affermazione dal punto di vista politico, vi prego. Sto solo cercando di far capire le ovvie differenze utilizzando una terminologia "forte".
Moreno si bea di quello che viene scritto dai "fascisti", chiaramente irregimentati e censurati, mentre schifa i Forum, dove invece potrebbe attingere per migliorare e migliorarsi. Lì è tutto un "Grande Moreno", "Super Moreno", "Moreno sei unico" ... secondo me non si rende conto di essere finito in un loop degradante. Per tantissimi anni ha predicato le sue origini, dichiarando di essere uno di noi, un lettore, prima ancora che un autore. Poi, per colpa di qualche imbecille (ma quelli si trovano ovunque nella vita, tranne che su FB  ...), di colpo prese le distanze da noi.
Non si rende più conto che troppo spesso, quando "mena" sul suo blog, si parla addosso e non risponde realmente alle singole critiche. Non c'è contraddittorio, come usano fare i politici, così gli animi si inaspriscono e le distanze fra lui e i lettori (tranne sempre i soldatini di FB) diventano siderali.
Ormai non si torna più indietro, impossibile sperare possa tornare quello di un tempo, a meno che, come auspico ogni giorno, non accada qualcosa al gruppo FB ... drunken

_________________________________________________
avatar
Spirito senza scure
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2208
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Abruzzo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Capitan Kidd il Gio 19 Lug 2018 - 16:22

Storia che conferma il solito andazzo di Burattini; geniale e vulcanico in quanto a soggetti, verboso, prolisso nei dialoghi e nel raccontare situazioni soprannaturali. Un Burattini che vince la sua sfida nel far tornare in modo plausibile Thunderman e Marcus e nella loro caratterizzazione, peccato che poi le scene vengano raccontate con poca naturalezza e spontaneità. Ma andiamo con ordine.

PRO

1)Burattini tratteggia un Thunderman che acquista spessore se confrontato al ladruncolo di mezza tacca che fu nel primo episodio di Sclavi. E' un Bannister molto cupo, più violento, meno cazzone e sbruffone di quello di Sclavi ma più concreto. Personaggio che acquista anche una certa tragicità (la cecità, il suo dolore e la paura di tornare sepolto, la rabbia repressa nel voler tornare ad essere un supereroe sparafulmini). Anche se poi è stato un aggiungere la cecità per diminuirne la portata dei poteri che sarebbe stata spropositata e lo avrebbe trasformato in un nemico invicibile.

2)Acquista spessore anche Marcus, che mette Zagor in difficoltà per bene due volte nel combattimento fisico. Burattini ne amplifica anche i suoi poteri ipnotici, cosa che nella storia di Ferri erano un elemento molto marginale. Oltre a recuperare il costume originale per me bellissimo e all'abilità di volare, non soltanto di planare a terra dagli alberi.

3)Le intere sequenze che vanno da quando i due antagonisti prendono il potere fino alla roccia che brucia è costruito con una buona maestria narrativa. I due come detto poc'anzi sembrano inarrestabili, e le scene sono di una lettura godibile e terminano con l'inaspettata rottura tra Marcus e Thunderman che toccata la roccia diventa folle e fuori controllo.

4)Per certi versi bello vedere anche Zagor braccato, ferito, in difficoltà. Il che dà un bel pathos a quelle sequenze.

CONTRO

1)I dialoghi. Verbosissimi quelli tra Marcus e Zagor che sembrano molto forzati per far sì che l'uomo volante spieghi non a Zagor ma al lettore le cose.
Una certa terminologia come "aura di energia" o "echi delle onde di energia", risulta totalmente fuori contesto rispetto al periodo di metà 800.

2)Spiegazionismo galoppante con flashback che stroncano la tensione finale. Per rendere credibili alcuni poteri di entrambi gli antagonisti Burattini ricorre a duemila spiegazioni, quando per citare "lo faceva anche Nolitta", occorrerebbe farlo in modo più naturale.

3)Il duello/non duello finale con Thunderman è piuttosto fiacco. Osservandone l'andamento, Zagor si limita a portarlo dove vuole lui con questo che spara saette a raffica, mentre il tutto è condito da radiocronache mentali per spiegare l'ovvio, perché sapevamo che Thunderman sentiva l'energia altrui (lo dice quando vede volare Marcus nel primo albo). Thunderman spara colpendo a vuoto e facendo cadere quel costone di roccia. Pathos pari allo zero.

4)Come è stato già detto non ricordo da chi, il fatto che Thunderman abbia risparmiato Marcus alla roccia che brucia quando ha fatto fuori tutti gli indiani, appare una forzatura. Sembra più un pretesto per provare a giustificare un finale con i due villains insieme piuttosto che una scena giustificata dalla narrazione. Un Thunderman folle e cattivo lo avrebbe dovuto far fuori senza problemi a Marcus.

Chiusura con qualcosa di buono: Zagor brucia i corpi di Bannister e Marcus, e Burattini sembra mandarci un messaggio in un pizzino "tranquilli che non ve li faccio tornare più". Nonostante tutto, una vicenda che a me non è dispiaciuta affatto, e dire che ero partito anche abbastanza prevenuto.

DISEGNI

Ottimi i Bros nelle campiture di nero, nella realizzazione dei piccoli indiani e nella realizzazione grafica dei due nemici.

Storia: 6,5
Disegni: 8


Ultima modifica di Capitan Kidd il Dom 22 Lug 2018 - 14:59, modificato 2 volte

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
avatar
Capitan Kidd
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 05.09.16

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Gio 19 Lug 2018 - 18:39

@Kramer76 ha scritto:I lettori normali quando se ne vanno se ne vanno per sempre

I detrattori si reincarnano, senza pace...

stella2

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Preacher il Gio 19 Lug 2018 - 23:23

@Capitan Kidd ha scritto:Per rendere credibili alcuni poteri di entrambi gli antagonisti Burattini ricorre a duemila spiegazioni, quando per citare "lo faceva anche Nolitta", occorrerebbe farlo in modo più naturale.

Quoto. Una cosa simile tra l'altro la fece con i simbionti in Tentacoli.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Il tessitore il Ven 20 Lug 2018 - 12:32

Finale che a me è piaciuto abbastanza, seppur con qualche tipo di dialettica stilistica di Burattini che riempie Thunderman e Zagor di pensieri ridondanti durante le scene di azione che francamente non servivano. Anche i dialoghi in certi frangenti mi sono sembrati troppo didascalici.
Cifra stilistica che permette a Burattini di ricreare alcune atmosfere marveliane nella caratterizzazione di questo Thunderman che è diventato molto cupo, sinistro, truce rispetto al ragazzotto sbandato dell'episodio di Sclavi. Un Thunderman spietato che uccide gli indiani senza pietà, mentre Marcus invece rimane fondamentalmente un pazzoide burlone, in grado di gabbare Zagor, Cicoe e l'indiano e di ipnotizzare.
Bel finale invece con Marcus ucciso per casualità, e con uno Zagor in difficoltà fino all'ultimo respiro che rende la conclusione un po' emozionante.
Bene i disegni degli Esposito sulla realizzazione dei due nemici, meno qualche volto di Zagor.

Storia 7
Disegni 8
avatar
Il tessitore
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 14:51

@Walter Dorian ha scritto:
@Tonka ha scritto:I detrattori esistono.  Ora io non so se qualcuno qui ne faccia parte perché ne li ho seguiti in precedenza e in altri lidi ne li conosco per poterlo affermare ma che esistono è sicurissimo. Il Dorian Gray di vecchia data ne è la prova provata

Era Robert Gray, non Dorian Gray. Esistono alcuni soggetti che se le inventano di tutte pur di attaccare Burattini anche sul personale con motivazioni assurde, il problema è che lui nei "detrattori" vi include anche quelli che criticano in modo costruttivo, serenamente o parzialmente insoddisfatti dello Zagor attuale. E fare di tutti un minestrone non va bene.

Giusto...pensavo a uno e scrivevo un altro... uno era marco l'altro era matto...simpaticamente matto

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 15:12

@Thunderman78 ha scritto:
@Tonka ha scritto:
Very Happy ... ma come poi ...giustamente affermi... c'è sempre una via di fuga ...quindi mi sento sicuro...in accordo con Kramer ...di pensare che Moreno è molto di più di quello che lo si crede basta leggere i suoi aforismi per capire le potenzialità e le capacità di dare che ha questo scrittore

L'abilità di sceneggiare Zagor non è che si misura con gli aforismi, però...
Io comunque non ho visto assolutamente Zagor turbato o col rimorso di bruciare i corpi o aver causato le morti dei due, ma spiegare soltanto freddamente cosa era successo.

certamente ...ma la capacità di stupire si...e Moreno stupisce quasi sempre

vera anche la seconda tua affermazione ma se devo scegliere tra il voler solo far sapere ai lettori che questi nemici non torneranno... cosa inutile perchè come oramai sappiamo niente è impossibile e nello specifico i corpi bruciati non li abbiamo visti... e riconoscere a Zagor la sua profondità d'animo.. io scelgo la seconda e dato che Moreno non lo ha specificato che Zagor brucia i corpi per essere sicuro che questi non torneranno... cosa tra l'altro ancor più assurda almeno per Marcus visto che dall'ombelico in su è una focaccia... se non rilevi che Moreno abbia così voluto... è però ammissibile che abbia lasciato quello spazio ad ogni animo dei lettori per trarre la conclusione a lui più consona.
Sicuramente se Sergio avesse fatto riviere la stessa morte al nemico devastato nell'io dalla medesima sperienza precedente vissuta...sarebbe stata l'apoteosi... allora lì si Zagor sarebbe stato colpito nell'anima

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 15:16

@Devil Mask ha scritto:
@LuxorAlfa ha scritto: mi piacerebbe che questa storia venga ricordata soprattutto attraverso il volto di Zagor che si può ammirare nella seconda vignetta a pagina 37. L’espressione è di una profondità evocativa da brivido, secondo me. È una sintesi di stupore e malinconia, di speranza e meraviglia.[/size][/size]

Concordo come sulla perfetta rappresentazione di Marcus, e tra i volti che esprimono una grande profondità anche quelli negli scambi di sguardi con Thunderman in procinto di morire con Zagor. Molto merito ai Bros.

concordo che i bros siano riusciti a dare quello che Moreno ha chiesto


Ultima modifica di Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 17:16, modificato 1 volta

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da wakopa il Ven 20 Lug 2018 - 15:22

@Tonka ha scritto:Sicuramente se Sergio avesse fatto riviere la stessa morte al nemico devastato nell'io  dalla medesima sperienza precedente vissuta...sarebbe stata l'apoteosi... allora lì si Zagor sarebbe stato colpito nell'anima
pero' adesso non e' che per difendere legittimamente Burattini dal tuo punto di vista,devi tirare in ballo sarcasticamente il Sergione ,
almeno la differenza tra Rivera e Digennaro dovrebbe essere chiara a tutti Very Happy benvenuto
avatar
wakopa
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5349
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 15:31

@wakopa ha scritto:
@Tonka ha scritto:Sicuramente se Sergio avesse fatto riviere la stessa morte al nemico devastato nell'io  dalla medesima sperienza precedente vissuta...sarebbe stata l'apoteosi... allora lì si Zagor sarebbe stato colpito nell'anima
pero' adesso non e' che per difendere legittimamente Burattini dal tuo punto di vista,devi tirare in ballo sarcasticamente il Sergione ,
almeno la differenza tra Rivera e Digennaro  dovrebbe essere chiara a tutti Very Happy benvenuto

Non l'ho tirato in ballo sarcasticamente... ho solo voluto far notare che per uno tutto per l'altro niente. A uno si perdona tutto all'altro niente. Poi che Sergio sia stato magnifico io non lo metto minimamente in dubbio anche se per me il più bel gol lo ha fatto Moreno... anzi due


Ultima modifica di Tonka il Ven 20 Lug 2018 - 17:15, modificato 2 volte

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Spirito errante il Ven 20 Lug 2018 - 16:38

@Tonka ha scritto: ho solo voluto far notare che per uno tutto per l'altro niente.

Forse perché uno sapeva preparare il finale con scene con costante tensione, mentre qui nelle scene tra Zagor contro Thunderman il duello viene raccontato in modo troppo didascalico. rolleyes
avatar
Spirito errante
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Thunderman78 il Ven 20 Lug 2018 - 23:56

@Tonka ha scritto:
@Thunderman78 ha scritto:
@Tonka ha scritto:
Very Happy ... ma come poi ...giustamente affermi... c'è sempre una via di fuga ...quindi mi sento sicuro...in accordo con Kramer ...di pensare che Moreno è molto di più di quello che lo si crede basta leggere i suoi aforismi per capire le potenzialità e le capacità di dare che ha questo scrittore

L'abilità di sceneggiare Zagor non è che si misura con gli aforismi, però...
Io comunque non ho visto assolutamente Zagor turbato o col rimorso di bruciare i corpi o aver causato le morti dei due, ma spiegare soltanto freddamente cosa era successo.

certamente ...ma la capacità di stupire si...e Moreno stupisce quasi sempre

vera anche la seconda tua affermazione ma se devo scegliere tra il voler solo far sapere ai lettori che questi nemici non torneranno... cosa inutile perchè come oramai sappiamo niente è impossibile e nello specifico i corpi bruciati non li abbiamo visti... e riconoscere a Zagor la sua profondità d'animo.. io scelgo la seconda e dato che Moreno non lo ha specificato che Zagor brucia i corpi per essere sicuro che questi non torneranno... cosa tra l'altro ancor più assurda almeno per Marcus visto che dall'ombelico in su è una focaccia... se non rilevi che Moreno abbia così voluto... è però ammissibile che abbia lasciato quello spazio ad ogni animo dei lettori per trarre la conclusione a lui più consona.
Sicuramente se Sergio avesse fatto riviere la stessa morte al nemico devastato nell'io  dalla medesima sperienza precedente vissuta...sarebbe stata l'apoteosi... allora lì si Zagor sarebbe stato colpito nell'anima

Mah, sulla sua capacità di stupire a me sembrano colpi di scena molto sparati e poco preparati, come quello di Wendigo che appare nel Finale di partita su invocazione di Zagor...

Non serviva neanche quella puntualizzazione che avesse bruciato i corpi. Va bene che è tornato anche Ben Stevens nella serie, ma insomma, due persone schiacciate sotto le macerie fatico solo minimamente a pensare che possano tornare, quindi non è che quella precisazione di Zagor era fondamentale.

_________________________________________________
http://www.mitiemisteri.it/index.html
avatar
Thunderman78
SAPIENTONE DI ZAGOR
SAPIENTONE DI ZAGOR

Messaggi : 842
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Lapalette il Sab 21 Lug 2018 - 0:29

Piccolo inciso: il Thunderman di Burattini ricorda molto Electro de L'uomo ragno.

avatar
Lapalette
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Sab 21 Lug 2018 - 0:37

@Thunderman78 ha scritto:
@Tonka ha scritto:
@Thunderman78 ha scritto:

L'abilità di sceneggiare Zagor non è che si misura con gli aforismi, però...
Io comunque non ho visto assolutamente Zagor turbato o col rimorso di bruciare i corpi o aver causato le morti dei due, ma spiegare soltanto freddamente cosa era successo.

certamente ...ma la capacità di stupire si...e Moreno stupisce quasi sempre

vera anche la seconda tua affermazione ma se devo scegliere tra il voler solo far sapere ai lettori che questi nemici non torneranno... cosa inutile perchè come oramai sappiamo niente è impossibile e nello specifico i corpi bruciati non li abbiamo visti... e riconoscere a Zagor la sua profondità d'animo.. io scelgo la seconda e dato che Moreno non lo ha specificato che Zagor brucia i corpi per essere sicuro che questi non torneranno... cosa tra l'altro ancor più assurda almeno per Marcus visto che dall'ombelico in su è una focaccia... se non rilevi che Moreno abbia così voluto... è però ammissibile che abbia lasciato quello spazio ad ogni animo dei lettori per trarre la conclusione a lui più consona.
Sicuramente se Sergio avesse fatto riviere la stessa morte al nemico devastato nell'io  dalla medesima sperienza precedente vissuta...sarebbe stata l'apoteosi... allora lì si Zagor sarebbe stato colpito nell'anima


Mah, sulla sua capacità di stupire a me sembrano colpi di scena molto sparati e poco preparati, come quello di Wendigo che appare nel Finale di partita su invocazione di Zagor...

Non serviva neanche quella puntualizzazione che avesse bruciato i corpi. Va bene che è tornato anche Ben Stevens nella serie, ma insomma, due persone schiacciate sotto le macerie fatico solo minimamente a pensare che possano tornare, quindi non è che quella precisazione di Zagor era fondamentale.

Partendo dal fondo... abbiamo detto la stessa cosa... che bisogno c'era di specificarlo? c'era se l'affermazione apre la strada ad un'altra ipotesi quella che ho sostenuto io e non quella di garantire il non ritorno di chi ...logicamente.. non potrebbe tornare.

La tua prima affermazione ...lo sai anche in cuor tuo... non è accettabile. Io non posso minimamente credere che gli innumerevoli colpi di scena che Moreno ha sparso in moltissimi dei suoi racconti siano colpi di culo tirati così alla belino di cane... è solo blasfemo pensarlo. Sappiamo bene tutti e due che non servirebbe elencarli e sappiamo tutti e due che sono colpi di genio ben studiati e ponderati ... alla Mortimer.. guarda caso il suo personaggio più riuscito. Poi per meditarci su basta aprire l'ultima tavola dell'ultimo atto mortimeriano e lasciarsi sconvolgere l'anima.

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Sab 21 Lug 2018 - 0:40

@Lapalette ha scritto:Piccolo inciso: il Thunderman di Burattini ricorda molto Electro de L'uomo ragno.



no-ta

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 17 di 19 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18, 19  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum