La roccia che brucia (n.634/635/636)

Pagina 5 di 19 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 12 ... 19  Seguente

Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Preacher il Dom 20 Mag 2018 - 16:05

@graziano ha scritto:
caro curatore mi sa che alla fine seguirò il tuo consiglio,se non ti piace zagor non comprarlo,

No, Graziano, così la dai vinta a tutti coloro che vorrebbero spegnere le voci critiche.
Continua a comprarlo, anche se le storie non ti soddisfano e giudichiamo poi.
Zagor è nostro. benvenuto cincin

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da toro seduto il Dom 20 Mag 2018 - 16:45

@Preacher ha scritto:
@graziano ha scritto:
caro curatore mi sa che alla fine seguirò il tuo consiglio,se non ti piace zagor non comprarlo,

No, Graziano, così la dai vinta a tutti coloro che vorrebbero spegnere le voci critiche.
Continua a comprarlo, anche se le storie non ti soddisfano e giudichiamo poi.
Zagor è nostro. benvenuto cincin
...Giustissimo Preacher ...noi leggiamo e giudichiamo ...troppo facile dire non comprate piu' !!! Very Happy no-ta
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Devil Mask il Lun 21 Mag 2018 - 9:51

@graziano ha scritto:non ho capito l'utilità di questo albo,sarebbe scusate??sembra un riassunto di un bambino di quinta elementare,tra l'altro mi chiedo a cosa è servito visto che queste storie sono state rilette da poco sulla ristampa repubblica,tra l'altro come al solito vengono stravolte le caratteristiche di entrambi,ridicolo marcus con il cappuccio e cosa è un aquila del tibet? thunderman che era un mezzo mammalucco è diventato il genio del crimine,ma per favore
caro curatore mi sa che alla fine seguirò il tuo consiglio,se non ti piace zagor non comprarlo,
grazie
dai che ci sono almeno altri 100 ritorni da fare,mi raccomando continua come hai fatto fin'ora,dai la tua versione di loro e sii minuzioso nel raccontare i minimi dettagli del loro passato,dai che vai bene,ci sono schiere di adepti che pendono dalle tue labbra
saluti benvenuto

Graziano, condivisibile su tutto, ma Marcus volava anche ne L'uomo volante n.3, e Burattinini lo ha presentato con lo stesso identico costume, diversamente da Thunderman.

_________________________________________________
Maurizio
avatar
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2749
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Lun 21 Mag 2018 - 15:21

@toro seduto ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@graziano ha scritto:
caro curatore mi sa che alla fine seguirò il tuo consiglio,se non ti piace zagor non comprarlo,

No, Graziano, così la dai vinta a tutti coloro che vorrebbero spegnere le voci critiche.
Continua a comprarlo, anche se le storie non ti soddisfano e giudichiamo poi.
Zagor è nostro. benvenuto cincin
...Giustissimo Preacher ...noi leggiamo e giudichiamo ...troppo facile dire non comprate piu' !!! Very Happy no-ta
Mi permetto di entrare una volta sola nel discorso, per "spezzare una lancia" in favore di Graziano, anche se anch'io una volta ero del parere tuo o di Preacher.
Vero che affermare che: " se non piace lo Zagor attuale non comprarlo " è una risposta che si commenta da sola e rende l' idea, per me, del "rispetto" del lettore che hanno i capataz della Bonelli ( anche ai tempi di Sergio Bonelli, per la verità, certe repliche, ad es, alle critiche sul Tex "barcollante" del periodo nero nizziano, erano dello stesso tenore e lo scrivo per esperienza personale );  ma, alla fine, se le storie non soddisfano più è comunque dura continuare ed in SBE, intanto, proseguono nell' iper produzione, negli improbabili ritorni e contro ritorni perdipiù consecutivi come in questo ultimo periodo, in certe storie decisamente "trash", nella qualità che resta oscillante e via discorrendo, beh......Farsi "scudo" del cosidetto "zoccolo duro" zagoriano che tanto tutto compra (  [,]  ) a me sembra una presa per i.....fondelli e tanti saluti alle critiche.....rolleyes  
P.S.: tengo a sottolineare come fra tutte le produzioni SBE, vecchie e nuove, Zagor zenith sia l' unica Serie che ancora acquisto regolarmente tutti i mesi ( del resto dei personaggi bonelliani poco o niente, ormai ). Esclusi alcuni albi extra come il Color o lo Speciale quest'anno. Proprio per il discorso di cui sopra. old

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da toro seduto il Lun 21 Mag 2018 - 16:44

@capelli d'argento ha scritto:
@toro seduto ha scritto:
@Preacher ha scritto:

No, Graziano, così la dai vinta a tutti coloro che vorrebbero spegnere le voci critiche.
Continua a comprarlo, anche se le storie non ti soddisfano e giudichiamo poi.
Zagor è nostro. benvenuto cincin
...Giustissimo Preacher ...noi leggiamo e giudichiamo ...troppo facile dire non comprate piu' !!! Very Happy no-ta
Mi permetto di entrare una volta sola nel discorso, per "spezzare una lancia" in favore di Graziano, anche se anch'io una volta ero del parere tuo o di Preacher.
Vero che affermare che: " se non piace lo Zagor attuale non comprarlo " è una risposta che si commenta da sola e rende l' idea, per me, del "rispetto" del lettore che hanno i capataz della Bonelli ( anche ai tempi di Sergio Bonelli, per la verità, certe repliche, ad es, alle critiche sul Tex "barcollante" del periodo nero nizziano, erano dello stesso tenore e lo scrivo per esperienza personale );  ma, alla fine, se le storie non soddisfano più è comunque dura continuare ed in SBE, intanto, proseguono nell' iper produzione, negli improbabili ritorni e contro ritorni perdipiù consecutivi come in questo ultimo periodo, in certe storie decisamente "trash", nella qualità che resta oscillante e via discorrendo, beh......Farsi "scudo" del cosidetto "zoccolo duro" zagoriano che tanto tutto compra (  [,]  ) a me sembra una presa per i.....fondelli e tanti saluti alle critiche.....rolleyes  
P.S.: tengo a sottolineare come fra tutte le produzioni SBE, vecchie e nuove, Zagor zenith sia l' unica Serie che ancora acquisto regolarmente tutti i mesi ( del resto dei personaggi bonelliani poco o niente, ormai ). Esclusi alcuni albi extra come il Color o lo Speciale quest'anno. Proprio per il discorso di cui sopra. old
...con i color e gli speciali ho chiuso anch'io ...per me solo regolare e maxi !!!!! no-ta
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da MASSIMO il Lun 21 Mag 2018 - 19:44

Sarebbe sufficiente solo una serie mensile di qualità e 2 maxi l'anno.
Non di più...
avatar
MASSIMO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2746
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Sant'Eufemia D'Aspromonte (RC)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Lun 21 Mag 2018 - 21:07

@toro seduto ha scritto: ...per me solo regolare e maxi !!!!! no-ta
Sì, anche per me. Però, se non cambia qualcosa ( in meglio, naturalmente ), la vedo parecchio dura, pard, parecchio......flower  old Wink

@MASSIMO ha scritto:Sarebbe sufficiente solo una serie mensile di qualità e 2 maxi l'anno.
Non di più...
Sfondi una porta, anzi un portone, con il sottoscritto. old

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Preacher il Lun 21 Mag 2018 - 22:24

Capelli d'argento, io mollerei veramente se tutte le storie fossero come Non Umani, questo sì.
Ma se la qualità è questa, migliorabile e discutibile no.
Non è che con un crollo delle vendite poi, cambieresti le cose.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Kramer76 il Mar 22 Mag 2018 - 9:31

@capelli d'argento ha scritto:
P.S.: tengo a sottolineare come fra tutte le produzioni SBE, vecchie e nuove, Zagor zenith sia l' unica Serie che ancora acquisto regolarmente tutti i mesi ( del resto dei personaggi bonelliani poco o niente, ormai ).

avverto il conflitto che è in te, lascia che l'odio vada via!
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3012
Data d'iscrizione : 19.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Tonka il Mar 22 Mag 2018 - 11:23

@LuxorAlfa ha scritto:Ho letto questo primo albo molto fiducioso, poiché l’accoppiata Burattini/Esposito bros ha sempre prodotto ottime storie. E infatti ho trovato questa prima parte strepitosa. È un albo introduttivo ma anche descrittivo e introspettivo allo stesso tempo. Geniale l’idea ( a sentire Burattini è un’idea di Nando Esposito) di far tornare insieme due vecchi nemici, che inoltre sono anche poco amati dal pubblico, soprattutto Thunderman. Dal punto di vista della costruzione narrativa e scenografica è una sfida nella sfida. Insomma non è un ritorno qualunque, l’impresa diventa sempre più difficile. Una doppia sfida per una doppia vendetta ( il titolo originale sarebbe dovuto essere vendetta per due, per fortuna è stato cambiato). E Burattini non si tira indietro. Molto adeguata (e anche necessaria) la scelta delle 38 pagine di flashback che presentano meglio le esperienze negative di Mark Raymond e Alfred Bannister. Non tutti i lettori veterani hanno una memoria di ferro, difatti io li ho trovati molto utili questi flash. E poi sarebbe stato poco elegante dal punto di vista editoriale, e del marketing in generale, trascurare le esigenze dei nuovi lettori. Secondo me bisogna ragionare considerando le cose nel  loro giusto rapporto. In fondo non si tratta di leggere 38 pagine di flashback su 94. La storia è molto più lunga. Sono tre albi, per cui stiamo parlando di 38 pagine in tre albi, e il tutto per presentare al pubblico due vecchi Villain, non uno solo. Per me ci sta. Dicevo che l’albo è anche introspettivo, infatti le novità introdotte da Burattini, come la cecità di Thunderman e la capacità di riacquistare i suoi poteri assorbendo l’energia vitale delle persone, ci restituiscono un personaggio più umano. La trovata della cecità non serve solo per evitare di essere ipnotizzato da Marcus, ma ci presenta anche un nemico con un handicap, la cui psiche ha sofferto e ha dovuto subire turbamenti e traumi non indifferenti. Traumi e sofferenze che si percepiscono quasi fisicamente attraverso i chiaroscuri darkeggianti degli Esposito bros.  La catalessi, cioè la morte apparente, e in seguito l’essere sepolti vivi, sono esperienze tremende. Il fatto di perdere ogni tanto i suoi poteri, per cui ha bisogno di ricaricarsi attraverso l’energia vitale altrui, fa di Thunderman un nemico vulnerabile, non più invincibile, con dei punti deboli( insieme alla cecità ) e quindi più umano. Anche il prigioniero Marcus esprime tutta la sua frustrazione per aver subito per anni la tortura della maschera che gli copriva il volto, riuscendo a non impazzire. Burattini dunque ci mostra abilmente alcuni aspetti intimi che riguardano la psiche di questi personaggi. Ma adesso parliamo dell’incipit ad alta tensione....Le prime 7 pagine senza dialoghi che introducono la storia sono disegnate magistralmente dagli Esposito bros , che dimostrano il loro enorme talento nella regia. Riescono a creare un’atmosfera  veramente thriller grazie ad un sapiente dosaggio dei chiaroscuri e ad una palpitante sequenza delle inquadrature. Qui siamo nel fumetto d’autore. Ma la scena più trash è quella dove Zagor cade nella trappola degli indiani pigmei. Situazione abbastanza grottesca con tanti nani che aggrediscono un gigante. Una scena indimenticabile da cineteca del fumetto. Del resto gli Esposito sono tra i migliori disegnatori della testata, non solo per il rapporto qualità/velocità( si dividono pure tra Zagor e Martin Mystère), ma anche per una questione di pura estetica. Hanno uno stile prepotente e spettacolare,e allo stesso tempo molto gradevole. La loro evoluzione artistica è influenzata da vari autori e scuole del fumetto. Si va dalla scuola francobelga alla scuola americana, da Moebius a John Buscema e Jack Kirby. Con un tale bagaglio tecnico non si accontentano di clonare Ferri.  Per concludere volevo far notare una curiosità. Nei flashback c’è una piccola modifica inserita da Burattini rispetto alla storia originale di Sclavi. In quella vecchia c’è la scena in cui il futuro Thunderman cerca di fuggire dal campo indiano con il carro che contiene la macchina della pioggia. Zagor cerca di fermarlo ma viene ferito al braccio con un pugnale. Mentre nella scena di Burattini Zagor non solo non viene ferito al braccio, ma insegue a cavallo il fuggitivo che si precipita verso la roccia che brucia. Insomma dopo le variant/cover adesso abbiamo anche i variant/flashback. Anche questo è marketing.

Volevo scivere qualcosa anch'io...ma letto questo...applaudo e quoto...

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
avatar
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3788
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Mar 22 Mag 2018 - 12:21

@Preacher ha scritto:Capelli d'argento, io mollerei veramente se tutte le storie fossero come Non Umani, questo sì.

Su questo non ci piove ! old

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Wolfenstein1976 il Mar 22 Mag 2018 - 12:50

Sono d'accordo anche io con LuxorAlfa
avatar
Wolfenstein1976
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 26.07.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da toro seduto il Mar 22 Mag 2018 - 18:07

@MASSIMO ha scritto:Sarebbe sufficiente solo una serie mensile di qualità e 2 maxi l'anno.
Non di più...
...certo meno uscite dovrebbero coincidere con piu' qualita' ....mi trovo daccordo !! no-ta
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Il tessitore il Sab 2 Giu 2018 - 21:12

Anche questo secondo albo mi sta piacendo.
Due nemici veramente in gamba che sembrano stringere un'alleanza per porre fine al regno di Zagor giocando sulla superstizione e sull'apparire degli spiriti scesi in terra agli indiani. Quello che ha acquistato da questa vicenda di Burattini è Thunderman, che è diventato molto più cupo e pericoloso. Di Marcus - che comunque è rimasto un po' il pazzoide dell'avventura dei n.2/3 - ho trovato un po' ridicolo che abbia risparmiato alla fine il capo dei pigmei dopo che lo ha tradito. flower
La parte più coinvolgente è vedere Zagor ferito, assaltato e dove sul piano fisico deve ricorrere a stratagemmi come una sassata per non soccombere, preoccupato, braccato, in difficoltà. Exclamation
Ma quando i due nemici si avvicinano alla roccia ecco che Burattini ci consegna un bel colpo di scena con la follia di Thunderman, ustionato ma che moltiplica il potere di scagliare fulmini ad intensità ancor più grande e un Marcus terrorizzato che va a chiedere aiuto a Zagor. Sarà davvero un aiuto quello chiesto o bluffa ? flower Ho molta voglia di leggere il terzo albo e vedere come finirà.
Molto positivi i disegni degli Esposito soprattutto nelle scene di azione e la perfetta rappresentazione di Marcus. Exclamation


Ultima modifica di Il tessitore il Sab 2 Giu 2018 - 21:54, modificato 2 volte
avatar
Il tessitore
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Wolfenstein1976 il Sab 2 Giu 2018 - 21:16

Un grande Burattini come sempre,scrive un secondo albo avvincente, pieno di phatos,con uno Zagor rabbioso, quasi ferito mortalmente,sempre in perenne difficolta', un Cico funzionale alla storia e non relegato a mera comparsa.Inoltre viene valorizzato il rapporto di amicizia tra i due.Dei nemici tosti,sopratutto Thunderman, dallo sguardo cupo, dark ,la scena inquietante della morte di Wapha e dei magnifici disegni completano il tutto.In quanto ai dialoghi, io ho trovato la lettura scorrevole e fluida con i giusti tempi di narrazione.Non e' certamente l'avventura piu' complessa di Burattini,ma devo dire che storie simil Marvel come questa ogni tanto ci stanno.insomma una storia molto ben costruita per ora.Sicuramente l'autore toscano ha fatto un ottimo lavoro per modernizzare i primi due episodi datati che vedevano protagonisti questi due villain trash.Sono molto curioso di leggere la parte conclusiva di questa avventura che potrebbe diventare anche un nuovo piccolo classico, se Burattini si giochera' bene le ultime carte.
avatar
Wolfenstein1976
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 26.07.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da zannabianca^ il Dom 3 Giu 2018 - 1:23

Bello ! La storia con quest'albo prende una decisiva impennata.
Ho trovato ancora qualche traccia di trash nelle scene con gli indianini nanerottoli con il capo che schiaffeggia Zagor, ma dalla fuga al ferimento di Zagor che emotivamente coinvolge e dà un sapore di tragico alla vicenda, la storia comincia a piacere. Evento dopo evento si arriva al faccia a faccia con Marcus, alle tribù assoggettate, i dialoghi meno ridondanti e senza quei flashback inutili e la storia ingrana, mi coinvolge e devo dire che è intrigante, al pari dei disegni (molto riusciti gli indiani nani da parte degli Esposito).
Anche Cico abbastanza ben utilizzato, sia nel siparietto con i nani, sia nell'insolito ruolo di omicida che salva la pelle a Zagor. Thunderman infine in questa versione da folle senza controllo mi piace.
avatar
zannabianca^
New Entry
New Entry

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.03.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da toro seduto il Dom 3 Giu 2018 - 10:37

Molto buona anche questa 2' parte di storia ...mi e' particolarmente piaciuto lo Zagor in grande difficolta' seriamente ferito ...questo lato umano fondamentale che ultimamente mancava ...Bravo Moreno ...tutto questo grazie anche agli splendidi disegni degli Esposito ..ora speriamo in un gran finale ... no-ta
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Lapalette il Dom 3 Giu 2018 - 17:45

Albo con scene crude, da horror/Marvel e splatter anche belle riuscite, un po' appesantito da alcuni dialoghi di Zagor e tra Thunderman e Marcus troppo didascalici a volte. Tuttavia plaudo Burattini per aver dato una bella caratterizzazione a Thunderman molto più mefistofelica, a un Cico molto dinamico durante la vicenda, mentre ho trovato un po' troppo affrettato che gli Shawnee credano e obbediscano subito a Thunderman nonostante i poteri mostrati da quest'ultimo.
Tuttavia il finale mi ha coinvolto trovando riuscito il tentativo di movimentare con la pazzia di Thunderman e la rottura con il suo alleato, e in tutto ciò anche i disegni degli Esposito aiutano.
avatar
Lapalette
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da natural killer il Dom 3 Giu 2018 - 17:58

Secondo albo non scontato e addirittura imprevedibile.

Zagor e Cico riescono a sfuggire ai pigmei.
La ferita di Zagor lo rende più umano.
Cico si rivela ancora una volta indispensabile.

La strana coppia scoppia.
Marcus pecca ingenuamente di eccesso di sicurezza.
Thunderman ricongiunto alla roccia che brucia ne diviene emanazione vivente, perdendo l'autocontrollo.

Climax di chiusura dell'albo intermedio con Marcus che va da Zagor... ennesima trappola?

Disegni che mantengono quanto di buono fatto vedere nel primo albo.

_________________________________________________
the haematologist
avatar
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 13157
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Walter Dorian il Dom 3 Giu 2018 - 18:53

Seconda parte che mi è piaciuta in modo smodato e che cancella gli odiosi e inutili prolungati flashback della prima.
Molto emozionante vedere Zagor prima ferito, poi in difficoltà addirittura a lanciare una scure, poi braccato da due nemici che sembrano essere veramente invincibili e temibili messi insieme, in quanto i poteri di lanciare i fulmini e ricaricarsi nella roccia che brucia e quelli ipnotici di Marcus, sembrano un connubio che li rende come due ostacoli insormontabili.

Devo dire che non mi dispiace neanche questa trasformazione di Thunderman da briccone ladro lanciatore di fulmini (anche se come ripeto, la cecità l'avrei evitata perché non è conseguenza della fine che aveva fatto della precedente storia, né aggiunge nulla al personaggio) a un tetro e gelido assassino con superpoteri. Mentre Marcus mantiene la sua linea da pazzoide un po' mitomane e un po' sbruffone.

Ma quando i due raggiungono l'apice dell'ascesa al loro potere, braccando Zagor e conquistando le tribù, ecco l'imprevisto spiazzante della roccia che trasforma Thunderman in una scheggia impazzita e Marcus che alla fine sembra quasi consegnarsi a Zagor. Un bel cliffhanger molto coinvolgente e interessante col quale Burattini chiude questa seconda parte. E' una trappola di Marcus, o davvero l'uomo volante ora tende la mano a Zagor poiché Thunderman sembra veramente pericoloso e invincibile ? Staremo a vedere. Una cosa è certa, è una seconda parte che mi sfizia molto nell'attesa di leggere la terza che è quella finale. Vedremo, se Burattini non si incarta nel finale, può uscire un'ottima storia.

Ottimi i disegni dei Bros, tratto nitido e pulito, e ottima la resa di Marcus.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Dom 3 Giu 2018 - 23:06

Mah……
Io non ho tutto l' entusiasmo di chi mi ha preceduto.
Inizio di questa seconda parte con Zagor legato insieme a Cico che grida ( letteralmente ) vendetta, "tremenda vendetta" contro dei nanerottoli….. Rolling Eyes
Poi sono passati tanti anni e tante storie, ma che Zagor appaia quasi moribondo, dopo che è stato colpito da una freccia ( fosse almeno stata avvelenata la punta… ) "di poco sotto la pelle", afferma Cico, beh mi pare esagerato. Lo SCLS ne ha viste senz' altro di ben peggio.
Magari sbaglio io e ricordo male.
Dopo di che si palesa Marcus ( in 4/5 paginette ), due volteggi, due piroette e toc ! si becca un sasso in testa da Zagor e se ne torna a cuccia. Sai che lotta e che pericolo….. flower
Le pagine successive, parecchie, sono poi appannaggio dei due "temibili" nemici che si mostrano ai nanerottoli e agli shawnee i quali rimangono soggiogati dai poteri mostrati loro. E passi….
Ma, alla fine, colpo di scena finale con Thunderman che finisce quasi arrosto dopo aver toccato la roccia ( sempre lì e sempre "accesa" dopo anni ) e con Marcus che, stando anche alle anticipazioni della SBE e se non è un "depistaggio", sarà l' ennesimo "redento" che andrà ad "aiutare" Zagor.
Cico ben utilizzato.
Fino a qua, per me, storiella da sufficienza stentata. Vedremo il finale.
Disegni discreti, pur se nelle pagine con i nanerottoli le proporzioni non mi sono sembrate particolarmente centrate.
Hasta luègo.

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da zannabianca^ il Dom 3 Giu 2018 - 23:18

Immagino una freccia conficcata alla schiena non ridurrà in fin di vita, ma fa male, al punto che causa debolezza per qualche giorno e c'è bisogno di riposo come successo a Zagor.
Non ci vedo nulla di sbagliato personalmente.
avatar
zannabianca^
New Entry
New Entry

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.03.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Dom 3 Giu 2018 - 23:25

Pensa a quanto riposo il Nostro avrebbe dovuto osservare, allora…. clap
P.S. bello il tuo avatar sul Comandante Mark. Wink

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Wolfenstein1976 il Dom 3 Giu 2018 - 23:42

Eh se non si legge Zagor con entusiasmo e con un po di sano spirito fanciullesco e' dura.
avatar
Wolfenstein1976
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 26.07.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da capelli d'argento il Dom 3 Giu 2018 - 23:52

Sarà….. [,]

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
avatar
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1096
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La roccia che brucia (n.634/635/636)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 19 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 12 ... 19  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum