Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

+2
Andrea67
Admin
6 partecipanti

Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Admin Sab 07 Mar 2015, 15:40

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) 2e217ix

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) 2i0sxvq Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) 23w6wqf

Soggetto e sceneggiatura: Gianluigi Bonelli
Disegni: Giovanni Ticci
Copertina: Aurelio Galleppini


Nel Grande Nord, le Giubbe Rosse di Jim Brandon sono alle prese con una brutta gatta da pelare: una tribù di indiani Fox, rifornita di armi e whisky in cambio di pepite dal bieco cacciatore Stan Jordan, si sbarazza dei nemici trafiggendoli con frecce nere, dopo averli legati a sinistre croci.

L’arrivo dei quattro pards a Winnipeg, chiamati nel Grande Nord da Jim Brandon, non passa inosservato: Paul Bonnet, uno dei capi del traffico di armi e alcol, messo sull’avviso da un suo uomo, tenta inutilmente di spedire sottoterra i pericolosi avversari. Tex intuisce che, dietro lo sporco tentativo di fomentare una rivolta indiana, si nascondono cospicui interessi economici e convince l’avvenente Rita Duchesne – una maliarda che la banda usa per incantare i gonzi – a passare dalla sua parte e rivelare quel che sa, prima che sia troppo tardi per salvarsi.

Sulla pista per Fort Black, dov’è di stanza Jim Brandon, i pards vengono intercettati dai Fox, allertati dal meticcio Lacoste e dal suo aiutante Ko-Wan. Lacoste, con la sua baracca di pietra sulle rive del Saskatchewan, funge da punto di scambio per le pepite con cui gli indiani pagano le armi. Prima di finire all’inferno, il mezzosangue spiffera l’inghippo a Tex: il vero obiettivo di monsieur Bonnet è mettere le mani sui ricchi giacimenti d’oro di quelle fredde terre! Ma intanto Kit Willer è caduto negli artigli dei bellicosi pellerossa, che già calcano il sentiero di guerra…

Kit è legato al palo della tortura! Tex, Carson e Tiger Jack – fiancheggiati dalle Giubbe Rosse di Jim Brandon – lo liberano con un’azione da commando: gli indiani che li inseguono, fatti saltare in aria dai pards su un ponte roccioso naturale, precipitano sul fondo della gola dove gettavano i loro nemici dopo averli crocifissi! Uno dei superstiti, lo stregone Ho-Kuan, decide di accordarsi direttamente con il capobanda Bonnet. Ma ormai il destino della cricca di speculatori è segnato: lo sciamano ci lascia le penne e l’oro accumulato dalla banda cola a picco nella baia dell’Hudson.
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3443
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Admin Sab 07 Mar 2015, 15:41

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3443
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Ospite Lun 09 Mar 2015, 13:04

tra le più belle storie dell'intera testata, un racconto mitico, una sceneggiatura impeccabile, sopportata dai perfetti disegni di un ticci stratosferico.
In poche parole un capolavoro, sia nella sceneggiatura che nei disegni!!!

Voto sceneggiatura : 10 e lode
Voto disegni : 10 e lode

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Andrea67 Ven 03 Apr 2015, 21:30

Capolavoro di Gianluigi Bonelli dalle magiche atmosfere e dai suggestivi scenari. Non c'é niente da dire, il grande Nord fa sempre il suo effetto, e in questa storia fa anche di più. C'é tutto: il mistero, l'avventura allo stato puro, Il Tex dei tempi migliori ed i quattro pards tutti insieme. E poi c'é uno stratosferico Ticci.
Voto alla storia: 10
Voto ai disegni: 10

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4924
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da lukas luke Lun 04 Mag 2015, 23:35

Questa è in assoluto la mia storia di Tex preferita, un capolavoro con la C maiuscola, scritto da un G.L. Bonelli al top dell'ispirazione e disegnata in modo perfetto da Giovanni Ticci.
Tex è un forza della natura che non si ferma davanti a niente e a nessuno, gli altri pards non sono da meno e a turno si prendono la scena alla grande.
Anche i nemici sono tutti di gran livello, su tutti lo stregone ventriloquo Ho-Kuan con la sua cornacchia "parlante" sempre sulla spalla.
Un capolavoro con tante scene epiche e dialoghi perfetti.

Chi di voi ha il numero 122 con il poster? Cool

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15648
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Ospite Ven 08 Mag 2015, 13:10

io ce l'avevo, ma poi il poster lo staccai e l'attaccai alla porta di camera. Poi è andato distrutto.
Lo stesso dicasi per di zagor.
Ad esempio il portachiavi di zagor della sbe lo utilizzai proprio come portachiavi, ed adesso, pur possedendolo, è scolorito e con la catenina spezzata. Magari se lo ristrutturassi potrebbe ridiventare decente.
All'epoca ero un ragazzotto e non avevo idea di cosa fosse il collezionismo.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Ospite Ven 08 Mag 2015, 14:03

ma quanto è bella quest'avventura? Exclamation

Rimando al prossimo giro ulteriori commenti su questa storia. Per ora dico solo: immenso GLB e immenso Ticci.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da wakopa Ven 08 Mag 2015, 15:24

kit carson ha scritto:All'epoca ero un ragazzotto e non avevo idea di cosa fosse il collezionismo.

Sergio Bonelli ci ha regalato un'infanzia da favola,chissenefrega del collezionismo cincin
di questa storia e' stato detto tutto,io preferisco lasciarmi andare a qualche ricordo nostalgico,di quando ad esempio andai in campagna con mio nonno e mentre lui lavorava io mi leggevo "giubbe rosse":tex e mio nonno due miti della mia infanzia winki
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 7142
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Ospite Ven 08 Mag 2015, 17:47

scavando nei ricordi come Wakopa io lessi questa storia nel 1992 e il primo Tutto Tex che comprai in edicola (gli altri erano tutti comprati tra negozi di fumetti e bancarelle) è proprio Giubbe Rosse. Cavolo se lo ricordo bene... a fine albo c'era anche la pubblicità di quel capolavoro di Il figlio di Mefisto Exclamation

Non cambierei per nulla al mondo l'infanzia che ho avuto leggendo fumetti e Tex. Grazie a Sergio che li ha pubblicati e a mio padre che mi ha trasmesso questa passione.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da lukas luke Ven 08 Mag 2015, 21:17

kit carson ha scritto:io ce l'avevo, ma poi il poster lo staccai e l'attaccai alla porta di camera. Poi è andato distrutto.
Lo stesso dicasi per  di zagor.
Ad esempio il portachiavi di zagor della sbe lo utilizzai proprio come portachiavi, ed adesso, pur possedendolo, è scolorito e con la catenina spezzata. Magari se lo ristrutturassi potrebbe ridiventare decente.
All'epoca ero un ragazzotto e non avevo idea di cosa fosse il collezionismo.

Orpo, io invece sono sempre stato collezionista "dentro" e ho sempre conservato gelosamente i miei tesori...ho il 122 di Tex sia in versione inedita che nella ristampa Tre Stelle con il poster attaccato, il 141 Zenit Zagor con il poster attaccato e il portachiavi di Mister No (quelli di Tex e Zagor non li ho mai avuti).

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15648
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da wakopa Gio 17 Mar 2016, 11:34

@lukas luke ha scritto:Dodicesima uscita:

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Tex110

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Tex210Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Tex310
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 7142
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Ospite Ven 22 Apr 2016, 20:12

@lukas luke ha scritto:
kit carson ha scritto:io ce l'avevo, ma poi il poster lo staccai e l'attaccai alla porta di camera. Poi è andato distrutto.
Lo stesso dicasi per  di zagor.
Ad esempio il portachiavi di zagor della sbe lo utilizzai proprio come portachiavi, ed adesso, pur possedendolo, è scolorito e con la catenina spezzata. Magari se lo ristrutturassi potrebbe ridiventare decente.
All'epoca ero un ragazzotto e non avevo idea di cosa fosse il collezionismo.

Orpo, io invece sono sempre stato collezionista "dentro" e ho sempre conservato gelosamente i miei tesori...ho il 122 di Tex sia in versione inedita che nella ristampa Tre Stelle con il poster attaccato, il 141 Zenit Zagor con il poster attaccato e il portachiavi di Mister No (quelli di Tex e Zagor non li ho mai avuti).

pensa che il portachiavi di mister no è il più raro dei tre ..perchè è stato il meno richiesto
hai un buon valore Wink Wink Wink

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Kandrax il druido Lun 13 Apr 2020, 16:39

Questa storia come avete già scritto voi è un capolavoro e non sarò di certo io a smentirlo . La trama è tutto sommato abbastanza originale , o per lo meno l'ambientazione canadese rappresenta magnificamente da Ticci che a mio avviso , dalla sua ultima storia a questa ha fatto graficamente dei passi da gigante principalmente nei volti che stanno diventando veramente belli . Inoltre il paesaggio canadese è veramente ben rappresentato con le foreste , i laghi e gli animali come alci e gufi . Il più grande pregio dell'intera storia a mio avviso è stato l'utilizzo dei pards e di Jim Brandon : MAGISTRALE . In pochissime altre occasioni (ad esempio la gola della morte o incubo )ogni pard ha avuto lo spazio che si merita come in questa storia dimostrando di essere se non come Tex , alla sua altezza . Un Tex cazzutissimo che fa volare banditi al soldo di Bonnet da tutte le parti per il solo interesse della giustizia e diventa ancora peggio quando Kit viene catturato , infischiandosene delle leggi e della burocrazia. Fantastica la sequenza della fuga di Kit e la dinamite che fa esplodere il ponte con gli indiani . Una storia veramente coinvolgente che mi ha tenuto incollato agli albi fino all' una del mattino .
Ma ora mi aspetta una storia con mefisto 😎

Aggiornamento delle mie storie texiane preferite :
1) il giuramento
2) sulle piste del nord
3) tra due bandiere

STORIA : 10
DISEGNI : 8,5
Kandrax il druido
Kandrax il druido
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 958
Data d'iscrizione : 12.02.19
Località : Port Whale

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Magico Vento Gio 31 Dic 2020, 16:34

Per me, "Sulle piste del Nord" è il capolavoro per eccellenza di G.L.Bonelli! Di capolavori ne ha scritti ovviamente molti, ma questa è la mia storia preferita di Tex scritta da lui, insieme a "Il figlio di Mefisto" e "La cella della morte".
Il perchè è semplice: è perfetta in ogni particolare, dalla stupenda trama ai dialoghi perfetti, alla fantastica gestione dei quattro pards nella storia, che è un impareggiabile mix di azione, pathos, momenti di dialogo (mai noiosi e che non rallentano il ritmo) e incredibili colpi di scena! Per non parlare anche del fantasmagorico ritorno di Jim Brandon (il mio comprimario preferito, insieme al buon Gros Jean) e dei nemici della storia, davvero tosti. La gestione dei quattro pards, a cui accennavo prima, è incredibile: viene dato il giusto spazio a ognuno. Anche Tiger (il mio pard preferito) ha tantissimo spazio dove mostrare di essere in gamba come non mai: magnifica la scena in cui affronta un drappello di indiani nella foresta.
Già l'inizio della trama è intrigantissimo, in cui assistiamo alla crocifissione di un bianco da parte di alcuni indiani. Tra gli indiani, conosciamo anche due dei cattivi (magnifici) della vicenda: Sokami e lo sciamano Ho-Kuan, che, con le sue doti di ventriloquo, fa credere che il suo corvo parli.
La scena cittadina a Winnipeg, quando la leggevo, mi sembrava fantastica, ma dopo ho scoperto che le scene successive nelle foreste sono ancor migliori! Geniale il modo con cui Tex incastra il sergente al soldo di Mister Bonnet. Mister Bonett è un antagonista che, per quanto possa sembrare non molto originale, è molto bello, come anche quello dell'affascinante nemica Madame Duchesne. Ingegnoso anche il modo con cui Tex e gli altri si creano un alibi dopo aver incendiato la casa di Bonnet.
Dopo la parte cittadina, bellissimo lo scontro nelle foreste tra Jim e i quattro pards contro degli indiani bellicosi e quello successivo in cui Tiger da solo deve fronteggiarne un gruppetto.
Ma la scena migliore della storia è, probabilmente, quella della liberazione di Kit (che era stato infatti catturato): ricca d'azione ed epica, in qui Tex e i suoi amici devono fronteggiare un centinaio (e forse più!) di indiani inferociti. Ingegnosa l'idea di far saltare il ponte con la dinamite.
Ottima la scena finale, in cui si chiude definitivamente il conto lasciato aperto con Bonnet e Maxon. Impeccabile quindi la storia di G.L.Bonelli, che realizza la sua miglior storia, oltre che una delle più belle di tutta la serie.
Ticci generalmente non mi fa impazzire, ma in questa storia mi è piaciuto. Meravigliose le sue ambientazioni e i suoi paesaggi, molto realistici.
Immense anche le copertine dei tre albi ad opera di Galep. Quella che preferisco, tra le tre, è quella di "Tamburi di guerra", molto spettacolare!
Capolavoro, uno degli apici di Tex e del fumetto italiano.

Soggetto/Sceneggiatura: 10 e lode
Disegni: 8,5
Magico Vento
Magico Vento
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6790
Data d'iscrizione : 03.12.19
Località : Blizzard

Torna in alto Andare in basso

Sulle piste del nord (n.121/122/123/124) Empty Re: Sulle piste del nord (n.121/122/123/124)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.