Sentieri selvaggi (n.303/304)

Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015, 15:35

Sentieri selvaggi (n.303/304) UpkPfA5XLjiwHv03sJPD60K1j5E5uXd09F9fXtPTy3zdPNMFBjPR6Bl6o5OIB8dE-- Sentieri selvaggi (n.303/304) WoTTVPi1MxqBSpFEjF4TRzp19HKTvKS3m2VBkLaOdDqwOcpue7JrOgpmyrMPytjC--

Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri

“Big” Maldon, detto “il Re della Frontiera”, ha fatto parte dei leggendari Rangers di Rogers e, negli ultimi trent’anni, ha partecipato a tutte le guerre combattute in piene regioni selvagge. È una specie di eroe.
Ma adesso ha costruito Maldontown, una avamposto nel territorio dei bellicosi Kainah. Che, inferociti per l’invasione, scatenano un bagno di sangue!
Zagor è a Maldontown, per evitare che muoia Martin, il giovane figlio di Kaminsy, un pioniere ucciso da “Scar”, uno degli uomini di “Big” Maldon, che uccide e deruba la gente di Maldontown all'insaputa del capo. Ma sarà possibile sfuggire all'ira dei Kainah? Forse sì, grazie al sacrificio di un uomo testardo, egocentrico, ma generoso…
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015, 15:35

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Kramer76 il Mar 24 Feb 2015, 10:06

Sentieri selvaggi (n.303/304) UgMcJfr

sentieri selvaggi
numeri 303 e 304, testi toninelli, disegni ferri
i disegni sono molto belli, un trionfo della natura ferriana, tra raggi che attraversano gli alberi, foglie autunnali, mandrie impazzite, quadruple...
ma non è accettabile che zagor venga trattato così male, messo a dormire ogni volta che apre bocca, come un uomo dei boschi qualunque...
se il fumetto non si chiamasse "zagor", la storia potrebbe anche essere interessante, con l'insistente uso della violenza che anticipa burattini
vedi la brutali aggressioni al trapper e all'indiano, l'ultima battaglia di "big" maldon, uno contro tutti, il controfinale "cattivo" ma giusto...
ma visto che il fumetto si chiama "zagor", bisogna essere altrettanto "severi", zagor è ormai un peso morto in una darkwood abbruttita...
se questo è lo zagor più maturo che aveva in mente toninelli, l'abbiamo scampata bella... 
molto bella la prima copertina

voto 6-


Ultima modifica di Kramer76 il Gio 17 Dic 2020, 16:29, modificato 9 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa

Messaggi : 5171
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Ospite il Lun 02 Mar 2015, 22:29

Una buona storia, il personaggio di Maldon mi è piaciuto, il duro uomo di frontiera che dopo un atto di vigliaccheria si rifà nel finale... Un finale devo dire ottimo!
Tutto sommato storia che ho gradito!
voto 6.5

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da strepa il Lun 02 Mar 2015, 23:15

Ottima storia dalle tipiche atmosfere western. Gli ingredienti ci sono tutti: il nuovo insediamento costruito in territorio indiano, un capo carismatico, determinato e spietato, gli indiani che non ci stanno, la battaglia senza quartiere, persino la carica dei bisonti.
C'è anche l'eroe, il mito della frontiera che risolve la situazione: Zagor.
Questa volta neanche le botte in testa danno fastidio: entrambe arrivano a tradimento, alle spalle, e Zagor non può aspettarsele, specie la seconda.
Bello il personaggio di Maldon, duro e arrogante all'inizio, poi costretto a fare i conti con una impensabile debolezza ed infine pronto al sacrificio per riscattarsi.
A proposito di Maldon, Zagor probabilmente arrotonda la sua età per difetto: se ha fatto parte dei Rangers di Rogers, anche se era molto giovane, deve avere una decina di anni in più dei sessanta che gli dà, ma questo non toglie nulla al personaggio.
Molto serrato il ritmo della narrazione che non è mai noiosa.
Bellissimo e tragico il doppio finale con il sacrificio di Maldon e Scar legato al palo della tortura.
Ottimi i disegni di Ferri, anche se talora disegna Martin un poco troppo simile Zagor da giovane.
Uno dei migliori Toninelli in assoluto.

Voto alla storia: 8,5
Voto ai disegni: 8,5

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da wakopa il Mar 03 Mar 2015, 11:08

@strepa ha scritto:
Bellissimo e tragico il doppio finale con il sacrificio di Maldon e Scar legato al palo della tortura.

almeno questo e' un punto a favore di Toninelli,oggi e' difficile sfuggire al solito finale con loffia battutina ridanciana stella2
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6847
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Andrea67 il Gio 05 Mar 2015, 13:45

Molto bello questo sprazzo di vecchio e vero west. Doveva essere il terzo Speciale ed invece, con qualche pagina in più, eccolo sulla serie regolare.
Toninelli ricama una piacevolissima storia su un personaggio che dice di aver combattuto in un Corpo di Rangers realmente esistiti, Big Maldon, che ne esce distrutto, forse anche troppo, nel confronto con Zagor, che alla fine risulta impietoso.
L’avventura è un susseguirsi di momenti di pura azione tra i quali non ci si annoia mai e che vedono Zagor giganteggiare (nonostante le due, ormai routinarie, botte in testa) sia tra i trappers che tra gli indiani.
Big Maldon alla fine si riscatta, con la sua stoica resistenza, rivelando, tramite i suoi pensieri, persino un’umanità irreale ed improbabile per come si era fatto conoscere fino allora.

Voto alla storia: 8
Voto ai disegni: 9,5


_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4787
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Marco65 il Mer 14 Ott 2015, 18:56

Senza dubbio una versione di lusso di Toninelli anche se aiutata da i favolosi disegni di Ferri. Giganteggia il personaggio di Big Maldon, più ancora che il suo sacrificio finale colpisce la sua trasformazione in preda al panico nel vedere la morte in faccia e poi la successiva vergogna.
Scar è un classico cattivo dark Ferriano ma riesce a farsi odiare ben oltre la media, tanto da far gustare al lettore l'ultima sequenza in cui si indugia sul coltello che gli riserverà lo stesso trattamento delle sue vittime (un colpo di teatro).
L'avventura è un omaggio agli uomini che spinsero oltre la frontiera americana con i loro pregi e i loro difetti. Anche il giovane Martin è un personaggio riuscito con i suoi sogni e i suoi miti disillusi tra cui Maldon. Sia il vecchio che il giovane capiranno i propri errori anche grazie a Zagor e per il secondo non sarà troppo tardi.
La storia è un po' breve ma doveva essere destinata ad un albo speciale.
VOTO 7/8
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da wakopa il Gio 15 Ott 2015, 10:39

@strepa ha scritto:Ottima storia dalle tipiche atmosfere western. Gli ingredienti ci sono tutti: il nuovo insediamento costruito in territorio indiano, un capo carismatico, determinato e spietato, gli indiani che non ci stanno, la battaglia senza quartiere, persino la carica dei bisonti.
Sentieri selvaggi (n.303/304) Sz8ig1
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6847
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 13 Ott 2016, 12:11

Riletta questa gran bella storia, uno dei colpi di coda di Toninelli prima di abdicare definitivamente.
Il bello della vicenda è che tutto procede a ritmo spedito senza un attimo di pausa: tra torture, confessioni, agguati, inseguimenti.
Molto belle le figure di Scar, un vero assassino bastardo delineato benissimo. Da apprezzare come soluzione narrativa questo dualismo che esce fuori tra due personaggi che all'inizio sembravano poter essere amici e alleati, tra il vecchio Maldon e Scar: il primo che agisce per una questione di territorialità, il secondo solo per denaro.
Pezzo forte è il vecchio Maldon: orgoglioso, testardo, sofferente alla presenza di Zagor.
Zagor fa lo Zagor, cercando di redimere Martin da una vendetta per la morte del padre ed evitare una guerra.
Bella ed epica la fine di Maldon che decide di sacrificarsi per la sua gente, e riscattare quegli attimi di cedimento e vigliaccheria che ha avuto di fronte a Corno Rosso che gli puntava il fucile. Un finale suggestivo, agghiacciante e amaro che tinge molto bene questa storia. Exclamation
Contro: Zagor come al solito viene sorpreso un po' ingenuamente troppe volte(prima da Scar al forte, poi da Maldon), troppo in una storia di un albo e mezzo.


Storia: 8+
Disegni: 9,5

_________________________________________________
ZAGORIANITA' SITO UFFICIALE
ZAGORIANITA' PAGINA FACEBOOK
Walter Dorian
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 12813
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Preacher il Gio 13 Ott 2016, 23:12

Uno dei finali più drammatici e inusuali della serie, tanti ce ne vorrebbero così.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Sentieri selvaggi (n.303/304) Empty Re: Sentieri selvaggi (n.303/304)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.