Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

+6
Preacher
wakopa
Marco65
Andrea67
Kramer76
Admin
10 partecipanti

Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Admin Sab 17 Gen 2015, 15:24

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) SIk+uYXy53wT0+K+F9CNuwEaNmd7fnbAlSzKTge+jGY0AVws187hIKPUCLTOI+E+-- Il tesoro della città fantasma (n.281/282) WoTTVPi1MxqhUaRCNHolcioo9syZp+3bfAufE3Tk5F6pGlghr3m1rt4meSUtelD0--

Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri

Tre banditi, Jess, Ogden e il Guercio, evadono dal carcere di Sun Valley. Jess vuole attraversare il deserto per raggiungere la ghost town in cui ha nascosto il bottino della rapina che avevano compiuto prima di essere arrestati, ma il Guercio (l’unico che conosce la zona) muore nell’evasione. Per loro fortuna, i criminali trovano Zagor e lo costringono a far loro da guida: ma perché lo Spirito con la Scure è così insolitamente arrendevole?
Braccati dai cacciatori di taglie, Zagor, Cico e i due evasi devono attraversare un infuocato deserto per raggiungere la sperduta ghost-town in cui Jess ha nascosto il bottino di una rapina compiuta in passato. L’unico ad arrivare è però quest’ultimo, che lascia Zagor e Cico a morire nel deserto. Ma non è così facile uccidere lo Spirito con la Scure...
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3443
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Admin Sab 17 Gen 2015, 15:24

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3443
Data d'iscrizione : 01.01.14

https://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Kramer76 Sab 21 Feb 2015, 17:52

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) DUOWfKY

il tesoro della città fantasma
numeri 281 e 282, testi toninelli, disegni donatelli
dopo lo shock di "incubi", arriva un altro shock, quello di uno zagor toninelliano ancora più remissivo del solito, nemmeno cico lo riconosce più...
è un bluff... ma anche se non lo fosse, è la vera "odissea" toninelliana/donatelliana, il vero "viaggio nella paura", altro che la storiella con beau...
sembra una versione zagoriana dei film horror in cui i protagonisti vengono presi in ostaggio e ne passano di tutti i colori, in balia del cattivo...
mai il deserto è stato reso così bene su zagor, neanche su "terre bruciate", vedi la caldera con tutte quelle piante grasse, didascalie onnipresenti
tra l'altro "terre bruciate" è stata rovinata nella ristampa, è stata aggiunta ad esempio una vignetta in cui i nostri riescono comunque a dissetarsi
qui invece toninelli tiene il punto, sadico fino alla fine, c'è una capra morta e l'acqua non si può bere, con conseguente delirio dei protagonisti...
una storia felicemente anomala e sgradevole, jess "lo spietato" di nome e di fatto: il pepe di cayenna, lo sparo in faccia 
bello anche il finale ambientato nella ghost town, che riconcilia con il vero zagor: lo "spettro" in una cornice texiana
infine due copertine straordinarie, ferri in netta ripresa dopo i primi anni ottanta 

voto 8+


Ultima modifica di Kramer76 il Mar 05 Gen 2021, 23:32 - modificato 13 volte.
Kramer76
Kramer76
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa/Europeo
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa/Europeo

Messaggi : 5791
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Andrea67 Lun 02 Mar 2015, 18:38

Prima ed ultima volta che vedremo uno Zagor così passivo, anche se bisognava rispettare il copione.
Però, se si fosse trattato di una fuga dei nostri, insieme a gente innocente, dai sanguinari cacciatori di evasi, sarebbe stata sicuramente un’avventura più avvincente.
Invece, l’arrendevolezza di Zagor che, in quindici giorni di marcia nel deserto (a proposito, ma di quale deserto si trattava? E non sono troppi tutti quei giorni?) non è riuscito a trovare l’occasione di ribaltare la situazione, ha reso il tutto poco credibile, per il lettore innanzitutto e, soprattutto, per Jess che, in una storia più realistica, non avrebbe mai potuto non capire che Zagor non poteva essere diventato suo complice con la motivazione, piuttosto deboluccia per la verità, che sarebbe stato scambiato per un complice degli evasi.
Ed ecco così Zagor costretto a subire insulti e minacce da un rapinatore di mezza tacca ed a sopportare che lo stesso uccida senza pietà i suoi nemici che, seppur odioso, facevano soltanto il loro lavoro che, non dimentichiamolo, era dalla parte della legge.
Donatelli rende bene i paesaggi desertici ma mostra qualche lacuna nei volti.

Voto alla storia: 6,7
Voto ai disegni: 7,5


Ultima modifica di Andrea67 il Mer 09 Gen 2019, 23:14 - modificato 1 volta.

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4938
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Ospite Lun 02 Mar 2015, 20:06

Questa storia la reputo tra le migliori scritte da Toninelli. E’ un’avventura puramente western con un soggetto semplice e classico (il bandito che evade per recuperare la refurtiva), però la storia è ben strutturata, scorre fluidamente e si legge con molto piacere.
Le scene nel deserto sono molto belle e suggestive, rappresentate degnamente dai disegni del bravo Donatelli, mi sono piaciute particolarmente le tavole che mostrano i volti dei protagonisti, esausti e provati dalla durissima traversata. Donatelli li rappresenta così bene che mi sono sentito trasportare all’interno della storia : mi sembrava di essere nel deserto con la gola arsa e con l’acqua della mia borraccia che scarseggiava!!!
Un’altra scena di grande impatto è quando Jess emerge da sotto un cumolo di sabbia per freddare l’indiano che li inseguiva. Questa sequenza si era già rivista nell’avventura “arrestate billy boy”, quando Pablo esce da sotto una duna di sabbia per sorprendere il nostro eroe comunque, anche se già vista, l’ho gradita.
Jess sembra il tipico bandito che si trova negli albi di Tex sceneggiati da GL Bonelli : duro, carogna, un cattivo a tutto tondo, che non mostra pietà per nessuno e non esita a sacrificare i suoi stessi compagni d’avventura al fine di recuperare la refurtiva; quindi un plauso a Toninelli per questo personaggio, molto ben riuscito.
All’inizio dell’albo si nota uno Zagor abbastanza arrendevole e questo mi ha fatto un pò sorgere il naso, in quanto questo comportamento cozza con l’indole del nostro eroe (infatti lascia perplesso persino Cico), comunque Toninelli è molto bravo a svelare l’arcano solo alla fine dell’albo, con una spiegazione logica che giustifica pienamente l’atteggiamento del nostro eroe.
L’unica piccola pecca, che comunque non sminuisce la godibilità del racconto, è il comportamento di Jess quando incontra i nostri eroi per la prima volta : dato che conosce Zagor di fama, e quindi è conscio della sua pericolosità, sarebbe stato logico immobilizzargli le mani, invece lo lascia libero giustificando la sua azione dal fatto che, se il nostro eroe fosse fuggito, il cacciatore di taglie che li segue avrebbe pensato che anche Zagor fosse uno dei suoi complici che ne ha organizzato l’evasione e quindi l’avrebbe perseguito. Questa spiegazione sinceramente non regge perchè, se lo Spirito con la Scure avesse impacchettato Jess ed i suoi compari, la sua estraneità con la banda sarebbe stata ampiamente provata. Zagor non attacca i banditi perchè, come spiegato da Toninelli nel finale, intende recuperare la refurtiva, ma però questo Jess non lo sapeva, quindi ha agito con leggerezza.
Un’altra nota positiva è il comportamento di Zagor, risoluto e deciso, che non si lascia mai sorprendere : Jess lo stende con un colpo alla testa, ma solo e solamente perchè il nostro eroe stava combattendo contro il cacciatore di taglie.
Altra sequenza da brivido è l’apparizione di Zagor nella ghost town con Jess che, terrorizzato, lo scambia per un fantasma. La rappresentazione grafica di questa scena è magistrale, Zagor sembra apparire dal nulla, bravo Donatelli!!!
Per concludere quindi una bella storia, un plauso a Toninelli.


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Marco65 Mer 30 Set 2015, 17:47

Storia a mio parere un po' sottovalutata soprattutto dalla critica che la annovera tra le peggiori.
D'accordo non si può dire che sia bella, il canovaccio e i cattivi sono di ordinaria amministrazione,
non convince il trucco dell'arrendevolezza di Zagor per tutti quei giorni in mezzo al deserto, ma le scene in questo frangente sono piuttosto gustose anche grazie agli ottimi disegni di Donatelli e altrettanto si può dire all'interno della ghost town. Tra i cattivi si segnala il cacciatore di taglie Mac Callan mentre delude un po' il tanto misterioso Dexter da cui nel finale ci si aspettava qualcosa di più che venire subito ammazzato. Molto belle le copertine e a difesa di questa avventure si può anche dire che paga il fatto di essere stata schiacciata da una storia epocale come "Incubi" pubblicata appena prima.
VOTO 6,5
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da wakopa Gio 01 Ott 2015, 11:05

Kramer76 ha scritto: questa storia è felicemente breve ed anomala, direi "sgradevole". si concentra sulle terre bruciate, offrendo vignette memorabili,

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Snfgd2
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 7218
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Ospite Gio 22 Ott 2015, 16:23

Tra le migliori di Toninelli! Storia che mi è piaciuta molto. Ottime le sequenze della traversata nel deserto realizzate graficamente da un grandissimo Donatelli. Exclamation
Fortunatamente l'arrendevolezza di Zagor stavolta è tutto un bluff, che serve solo per scoprire dove Jess ha nascosto il malloppo della rapina. Invece è un pò debole la giustificazione con cui Jess costringe Zagor a seguirlo nel deserto... "perchè altrimenti lo avrebbero scambiato per un suo complice" Idea
Bella la scena nel ghost town quando Dexter becca Jess col malloppo, e questi dopo una colluttazione lo scaraventa fuori dalla finestra e dopo lo fa fuori a colpi di fucile! Exclamation
Come già scritto bellissimi i disegni di Donatelli.
voto storia: 9
voto disegni: 9

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Kramer76 Gio 14 Mar 2019, 17:08

La mia top 5 di "Jess lo spietato", storia "speciale" da rivalutare (per chi ancora non lo avesse fatto)

5. In "Terre bruciate" tutti si ricordano la scena in cui Zagor e company impazziscono perchè trovano la sorgente avvelenata...
Nella ristampa Tutto Zagor, Bonelli (non Burattini) ha "rovinato" quella sequenza, inserendovi una nuova vignetta disegnata presumibilmente da Corteggi..... il senese va fino in fondo e questo è uno dei momenti migliori della storia, quando la disperazione e la stanchezza sopraffanno i personaggi...

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) IiwLe1W

4. Il finale che riconcilia con ilverozagor, finale classico zagoriano tipo "lo spettro" in una cornice texiana: da questo finale si comprende come la storia sia anomala nel senso buono (certo se si sta lì solo a cercare incongruenze da correggere non la si apprezzerà mai), Toninelli è sadico con Zagor ma per il suo bene, sono altre le storie in cui veramente lo ha umiliato...
Nella sua ira, Zagor distrugge un edificio addosso a Jess lo spietato!

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) AFR1SiF

3. Jess lo spietato e il pepe di cayenna! (poveri cani)

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) YFR19iM

2. Mai il deserto è stato reso così bene su Zagor, due albi di tortura zagoriana, didascalie a ruota libera, è un approfondimento donatelliano di "Terre bruciate" (quando penso a zagor:le origini o agli spin off penso a questo, non ai punti oscuri da chiarie ma alle potenzialità da sfruttare) ma "Jess lo spietato" è anche la piccola "INCUBI" di Toninelli, non a caso è la storia che segue "Incubi", che shock per i lettori prima con "la fine del mondo" e poi con questa storia in cui Zagor sembra non essere più lui...

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) E4bUWzY

1. La tinaja: lo scontro tra cacciatori e prede nel suggestivo scenario della caldera e delle piante grasse...

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) W8CYKRE
Kramer76
Kramer76
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa/Europeo
Vincitore Champions league/Europa league/Supercoppa/Europeo

Messaggi : 5791
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Preacher Gio 14 Mar 2019, 20:53

Io metterei la risata isterica di Jess quando non trovano la seconda sorgente per bere.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6780
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Il tessitore Sab 16 Mar 2019, 00:47

Carina e brillante, mi piacque molto l'idea della finta e apparente passività di Zagor di fronte ai due evasi e in particolare di fronte a Jess, un nemico di tutto rispetto.
Ben riuscita e ben rappresentata l'atmosfera asosa e la calura del sole durante la traversata del deserto da un Donatelli spettacolare!!!!
Il tessitore
Il tessitore
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1018
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Spirito errante Sab 16 Mar 2019, 13:57

Nonostante qualche incongruenza come il fatto che Zagor abbia rischiato di attraversare quella fornace quando poteva benissimo acciuffare i due e risalire al bottino per vie meno tortuose, la storia riesce ad appassionare con bei momenti dove le difficoltà di Zagor e tutta la combriccola vengono esaltate.

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1759
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Walter Dorian Sab 16 Mar 2019, 15:41

Preacher ha scritto:Io metterei la risata isterica di Jess quando non trovano la seconda sorgente per bere.

Anche Jess che spazza la faccia di McCallan con una fucilata in pieno volto.

_________________________________________________
ZAGORIANITA' SITO UFFICIALE
ZAGORIANITA' PAGINA FACEBOOK
Walter Dorian
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14232
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Kandrax il druido Gio 04 Giu 2020, 16:41

È una storia che mi è piaciuta tantissimo e che mi ha ricordato molto terre bruciate di Nolitta : personalmente ho il pallino delle storie con delle sequenze nel deserto dove i personaggi sono allo stremo delle forze e senza un goccio d'acqua . Bellissimo lo scambio di sguardi tra Jess e il suo ex socio di rapine , tutta la sequenza nel deserto , il combattimento nella vallata dei cactus ma la mia scena preferita è quella dove i nostri eroi giungono alla seconda fonte d'acqua per bere ma vi trovano una frana che la ricopre . Lo sconforto e la tristezza dei personaggi è qualcosa di incredibile ! Poi ovviamente non si tratta di un capolavoro ma è una grande storia di Toninelli molto sottovalutata .
STORIA : 8
DISEGNI : 7
Kandrax il druido
Kandrax il druido
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 968
Data d'iscrizione : 12.02.19
Località : Port Whale

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Spirito errante Gio 04 Giu 2020, 19:40

Vero Kandrax. La versione toninelliana di Terre bruciate per alcuni versi.

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1759
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Preacher Sab 06 Giu 2020, 03:25

La cosa grandiosa di questa storia sono soprattutto le location (penitenziario, deserto, ghost town).

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6780
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Il tessitore Lun 08 Giu 2020, 01:23

Preacher ha scritto:La cosa grandiosa di questa storia sono soprattutto le location (penitenziario, deserto, ghost town).

Grande merito più di Donatelli a rappresentare bene la calura asfissiante durante la traversata nel deserto.

_________________________________________________
Forse un mattino andando in un’aria di vetro,
arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.
Il tessitore
Il tessitore
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1018
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Torna in alto Andare in basso

Il tesoro della città fantasma (n.281/282) Empty Re: Il tesoro della città fantasma (n.281/282)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.