Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

2 partecipanti

Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da jsteele88 Ven 16 Gen 2015, 14:34

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) 28qywi1 Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) 18yu7d Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) K4gygg

Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Marco Bianchini & Marco Santucci
Copertina: Claudio Villa

New Orleans, città di intrighi e di misteri, dove due bande rivali, quella di Diamond Johnny, re dei gangster di colore di Storyville, e quella di Gaston Lagrange, boss indiscusso del Quartiere Francese, si dividono zone d'influenza e imprese criminali... Ma un inafferrabile “fantasma” e alcuni bizzarri delitti rischiano di rovinare gli affari a entrambi. Tex e Carson, giunti in città per aiutare lo sceriffo Nat Mac Kennett a dipanare il complicato e sanguinoso groviglio, si trovano subito a combattere su più fronti: da un lato, gli intraprendenti criminali, che hanno annusato profumo di dollari, e, dall'altro, l'enigmatico avversario, che uccide per procurarsi il segreto nascosto in certi antichi libri d'alchimia...

I topic nel vecchio forum: http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=8434&highlight=&mforum=ramath
jsteele88
jsteele88
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 378
Data d'iscrizione : 15.01.15

Torna in alto Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Re: Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 17:42

OMICIDIO IN BOURBON STREET
Bellissima storia, Boselli dà una dimostrazione di come si scrive un giallo, in questa prima parte vi sono tutte le sue caratteristiche essenziali, ossia mistero, suspence, trama molto coinvolgente. Tutti i personaggi presenti nella storia sono molto intriganti, in questo numero non si capisce assolutamente chi possa essere coinvolto in questo omicidio, i nostri rangers indagano in maniera eccelsa, sviluppando le ricerche grazie alla loro sagacia ed al loro acume investigativo, e non perchè aiutati da terze persone che origliano alle porte. I dialoghi sono sempre interessanti e mai cadono nel banale, con i nostri sempre molto carismatici e con un Carson che finalmente è il VERO Carson : non fa mai domande sciocche aTex, anzi dimostra intuito e capacità di muoversi efficacemente da solo, indaga parallelamente aTex e dimostra di essere il degno pard di Aquila della Notte. Da applauso la scena in cui Carson si presenta di fronte ai due negri che inseguono il complice della bella Mercedes e li stende dimostrando una vigoria degna di un ventenne; che sequenza, da sola vale il prezzo dell’albo, bravissimo Boselli!!!!!!
Stupenda l’entrata di Carson nella sala da gioco, sprezzante di fronte al nugolo degli scagnozzi del boss nero (non mi ricordo il nome) che controllavano la sala e dimostrando quindi di non avere nessun timore nell’infilarsi nella tana del lupo.
Anche quando Kit si rende conto che la situazione sta precipitando non perde mai il suo sangue freddo e l’ironia che lo contraddistingue, riuscendo poi a liberarsi di tutti gli scagnozzi e portando Mercedes fuori dal locale, la quale rimane indubbiamente affascinata dal carisma e dalla personalità dell’anziano ranger.
Poi soccombe in quanto colpito alle spalle con un bastone mentre è in un vicolo, però non viene umiliato, esce a testa alta dal confronto mantenendo la sua fierezza da combattente nato. Questo è il Carson che piace a me, granitico, carismatico, arguto e mai domo, che mai abbassa la testa di fronte all’avversario.
Anche l’entrata in scena di Tex in mezzo alle nebbie del lago è da incorniciare, con il nostro ranger che ancora una volta dà provia della sua maestria nell’uso della “sei colpi”, centrando la mano che intendeva colpire il suo anziano compagno.
Mi è piaciuta anche la figura del commissario parigino, penso che nel prossimo numero ci riserverà delle sorprese, inoltre l’inquietate presenza che aleggia durante tutto l’albo di questo “uomo della mezzanotte” dà quel tocco di surreale a tutta la storia. Sono veramente ansioso di leggerne il proseguo, in quanto, se conferma l’alta qualità vista nella prima parte, leggeremo una storia capolavoro.
I disegni sono bellissimi, ma questo è una costante per la saga texiana, che dispone solitamente di eccellenti disegnatori

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Re: Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 17:44

L VECCHIO DI MEZZANOTTE

Un altro stupendo albo, giallo veramente avvincente e ben strutturato, in cui tutte le varie sottotrame si incastrano in maniera impeccabile, il mistero è molto fitto e Boselli è bravissimo a non fare trapelare assolutamente niente, mantenendo il lettore in apprensione. L’inizio dell’albo è molto bello, con i due pards impegnati in una sparatoria dove, seppure in inferiorità numerica, riescono ad avere la meglio. Ho molto apprezzato come, da soli, riescono a togliersi dai guai mandando a fuoco il casinò, dimostrando quindi di mantenere inalterato il loro sangue freddo e di usare la loro materia grigia in ogni situazione. Io sono un grandissimo estimatore di Kit Carson (è il pard che preferisco tra tutte le saghe della SBE), quindi la sua spettacolare entrata in scena con entrambe le colts in pugno urlando “tex sono qui” è stata un puro godimento. Questo è il Kit che amo, un vero tizzone d’inferno abile e scaltro, il degno compagno di un raddrizzatorti come Tex, con il quale forma la coppia di rangers più abile e temuta del West!!!! I nostri due eroi sono sempre al centro delle ricerche, dimostrano sagacia investigativa, riescono ad arrivare a delle deduzioni logiche grazie al loro ragionamento e non perchè aiutati da terze persone che per “caso” avevano udito qualcosa e gli spiattellavano tutto. Anche quando vengono catturati nello scantinato non si perdono d’animo, reagiscono con lucidità e probabilmente sarebbero riusciti a cavarsela anche senza l’aiuto dell’amico Nat.
Trama stupenda, che scorre fluidamente senza un solo attimo di pausa, le sequenze sono incalzanti e non si capisce assolutamente chi può essere convolto negli omicidi, nè se esiste veramente il tesoro di Lafitte o se gli assassini sono spinti solamente dalla ricerca dell’eliser che dona lunga vita. L’ultima sequenza nelle paludi è spettacolare e raccapricciante, chi è realmente il Vecchio di Mezzanotte? Che mistero nasconde? Qual è il ruolo del commissario francese? E’ veramente interessato ad acciuffare gli assassini o anche lui sta ricercando il famigerato elisir?
Se il terzo albo sarà sulla falsa riga dei precedenti sicuramente verrà fuori una storia Capolavoro, per adesso posso dire che mi sta piacendo da impazzire, sicuramente una delle più belle storie di Tex degli ultimi anni, bravissimo Boselli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Inoltre i disegni sono meravigliosi, accuratissimi e molto dettagliati, la rappresentazione delle paludi e della casa abbandonata sono da brivido, spero di rivedere presto Bianchini & Santucci di nuovo all’opera su Tex.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Re: Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 17:46


LA CASA DEL'ALCHIMISTA

Bellissimo albo, perfettamente in linea con i precedenti, sicuramente la più bella avventura degli ultimi anni ed il più bel giallo dell’intera saga. Boselli ha fatto un meraviglioso lavoro, io lo considero un autentico capolavoro.
In quest’ultimo albo prevale l’azione, la lotta tra gli indiani ed i nostri è meravigliosa, stupendamente rappresentata dai sublimi disegni, la palude è spettacolare, perfettamente dettagliata, sembra proprio di esserci immersi. La rappresentazione degli indiani che escono dall’acqua attaccati alla canna per respirare è veramente inquietante, per poi non parlare della casa, che infonde terrore.
L’entrata nella casa dei nostri eroi in groppa al cavallo e con le pistole in pugno è spettacolare, scena veramente adrenalitica. In tutta quest’avventura Tex e Carson sono molto sagaci, oltre che le colt dimostrano di sapere usare la loro materia grigia, hanno ottime deduzioni e sono sempre in prima fila nella conduzione delle indagini.
I due rangers sono delle furie umane mai dome e la loro catture, prima da Lagrange e successivamente da Robinson, sono molto “onorevoli”, ossia non vengono sminuite le loro qualità combattive, ma sono logiche conseguenze in quanto costretti a soccombere per via del sovrannumero degli avversari.
Da quanto avevo letto fino ad allora avevo pensato ad una soluzione più “reale”, ossia non legata alla vera esistenza del filtro di eterna giovinezza, Boselli è stato bravissimo nel riuscire a mascherare tutto questo fino alla fine. Anche il fatto che il commissario francese fosse nientemeno che Raphael Tenebres è stato un bel colpo di scena, così come lo scoprire che Robinson era l’artefice di tutti i delitti ed il condottiero degli indiani.
L’unica cosa che non ho troppo gradito è stato il perdono a Lagrange, che considero un ingrato opportunista, una buona “ripassata” da parte di Tex mi avrebbe fatto piacere. Comunque questa è una “quisquiglia” che non intacca minimamente questa stupenda opera.
Quindi complimenti al bravissimo Boselli, che si consolida come uno tra i migliori sceneggiatori della SBE ed un grande plauso al disegnatore, le cui tavole sono delle autentiche opere d’arte, degne di essere incorniciate. Queste sono le storie di Tex che vorrei sempre leggere, quelle che appena finito di leggere l’albo ti fanno venire voglia che sia già il mese successivo per potere riacquistare l’inedito.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Re: Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da Andrea67 Dom 25 Gen 2015, 17:53

Tra quelle di Boselli, tutte belle, una delle minori, condita com'è di magia mischiata ad azione. I personaggi ci sono, ed anche memorabili, ma la storia e' tirata un po' per le lunghe.
Voto alla storia: 7,5
Voto ai disegni: 9

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5000
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Omicidio in Bourbon Street (576/577/578) Empty Re: Omicidio in Bourbon Street (576/577/578)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.