La mano del morto (593/594/595)

2 partecipanti

Andare in basso

La mano del morto (593/594/595) Empty La mano del morto (593/594/595)

Messaggio Da jsteele88 Ven 16 Gen 2015, 11:10

La mano del morto (593/594/595) As5jr La mano del morto (593/594/595) 2nuojed La mano del morto (593/594/595) S46yp5

Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Alfonso Font
Copertine: Claudio Villa

Mentre Kit Carson difende un piccolo ranch dall'attacco di una banda di sicari, senza riuscire a salvarne il proprietario, Tex e Kit, a Phoenix, assistono a un misterioso e spettacolare delitto, in cui viene ferito gravemente il loro amico sceriffo Patterson. I due fatti di sangue non sembrano avere niente in comune, tranne una città nel passato delle due vittime: Deadwood. Sulla pista degli assassini, i tre pards stanno per imbattersi in un oscuro intrigo le cui tappe sono scandite da cinque carte da gioco: due assi, due otto e un fante di quadri...

Il topic nel vecchio forum: http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=8420&highlight=&mforum=ramath
jsteele88
jsteele88
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 378
Data d'iscrizione : 15.01.15

Torna in alto Andare in basso

La mano del morto (593/594/595) Empty Re: La mano del morto (593/594/595)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 18:36

LA MANO DEL MORTO

Albo molto godibile, Boselli, come al solito, è molto bravo, inserendo nella storia perfino le ultime ore di vita di una leggenda del West come Wild Bill Hickok e facendo ritornare il mitico Buffalo Bill. Quindi un soggetto estremamente ambizioso e nel contempo non facile da gestire in un fumetto come Tex. Di conseguenza sono doverosi dei doppi complimenti a Boselli, il primo per il coraggio di tale scelta, ed il secondo per la maestria mostrata in questa difficile sceneggiatura.
Magnifica l’introduzione dei due pards, ossia di Kit Carson e Kit Willer, che in questo inizio rubano la scena a Tex.
Dato che sono un fanatico di Carson, ho molto apprezzato come è stato rappresentato e di come è riuscito a districarsi anche senza l’aiuto di Tex. Finalmente Boselli ha ridato la giusta dignità al vecchio ranger, che dimostra di essere un vero fulmine, riuscendo, da solo, a sconfiggere una banda di malviventi. E’ stato un puro godimento vedere la sua entrata in scena a pag 21 e di come si sbarazza dei due banditi (pag 21, 22, 23, 24).
Anche Kit Willer esce dall’ombra del padre e dimostra di esserne il degno figlio, riuscendo, prima ad intuire da dove sia provenuto lo sparo che uccide Deadwood Dick, e successivamente ad entrare in azione con l’agilità di un puma e con la velocità di una folgore.
Notevole anche la ricostruzione del processo a Curly Jack Mc Call, il presunto uccisore di Wild Bill.
La trama inoltre è in puro stile Boselliano, ossia ben articolata e ricca di interessanti personaggi. A parte le due leggende del Far West sopra menzionate, ho trovato molto interessante anche il barbuto ed enigmatico Mister Black.
Il mistero è molto fitto ed al momento è difficile capire tutte le varie interconnessioni tra i personaggi, prevedo un eccellente prossimo volume, dove i vari arcani saranno svelati.
Quindi un’ottimo inizio che fa ben sperare nel proseguo. Secondo me Boselli è uno dei migliori sceneggiatori della SBE, lo considero un autentico fuoriclasse, che solitamente mi fa molto sognare.

Quantunque ritenga che Font sia molto migliorato rispetto alle sue prime prove, i suoi disegni non mi esaltano più di tanto, principalmente per la rappresentazione dei pards, che trovo abbastanza brutti. Il volto di Carson è improponibile, mentre quelli di Kit Willer e di Tex lasciano abbastanza a desiderare. Peccato, perché le sue rappresentazioni paesaggistiche sono belle.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La mano del morto (593/594/595) Empty Re: La mano del morto (593/594/595)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 18:40

DEADWOOD
Storia bellissima, con l’ultimo albo molto avvincente (degno dei precedenti), con colpi di scena che si susseguono fino all’ultima pagina. Quindi un Boselli stratosferico, che sale in cattedra dando lezioni di alta sceneggiatura, la quale praticamente è perfetta, non ho notato nessuna incongruenza nel dedalo di sottotrame che compongono la complessa storia.
Sebbene abbia tirato in ballo personaggi molto difficili da gestire, ossia delle leggende del West come Will Bill e Calamity Jane con le quali è molto facile cadere nel già visto, Mauro ha scritto una storia molto originale ed impeccabile, tutte le sottotrame collimano perfettamente l’una con l’altra senza nessuna stonatura e tengono il lettore incollato all’albo in quanto roso dalla curiosità su ciò che accadrà.
Il finale è da incorniciare, mi ha stupito la maestria di tale epilogo, fino all’ultima pagina non si riesce ad intuire chi sia il colpevole : quando ho visto il gestore del saloon a terra ho pensato che fosse lui il responsabile, ma con Boselli non c’è mai niente di scontato, ed ecco così l’ultimo e spettacolare colpo di scena che stravolge il tutto.... semplicemente geniale!!!!! Boselli is the best!!!!!
La sequenza in cui Carson si gira sul cavallo in corsa, facendo fuoco sugli inseguitori è pura libidine, spettacolare, meravigliosa, ho sentito un brivido percorrermi la schiena, da sola vale il prezzo di dieci albi, mi sono fermato un paio di minuti su tale scena per gustarmela a fondo; questo è il vero Kit Carson, autentico fulmine e leggenda del west, il pard ideale di quel tizzone d’inferno di Tex!!!!
Molto simpatiche ed ironiche i suoi scambi di battute con l'ex-bandito Luke Harrigan, mi hanno veramente divertito.
Anche Kit Willer viene rappresentato come il degno figlio di Tex, risoluto e deciso in ogni momento, mai domo anche nelle situazioni più drammatiche.
Il racconto è molto articolato, quindi per gustarselo appieno sarebbe opportuno leggere i 3 albi in sequenza, questo comunque sarà un piacevole esercizio che farò sicuramente a breve. Infatti il dovere aspettare un mese tra un albo e l’altro riduce la piacevolezza della lettura.

Font non è certamente il disegnatore che preferisco, in quanto non mi piace come rappresenta i pards, però devo ammettere che i suoi paesaggi sono veramente belli. Comunque con una sceneggiatura così strepitosa i disegni mi sono passati in secondo piano

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La mano del morto (593/594/595) Empty Re: La mano del morto (593/594/595)

Messaggio Da Andrea67 Dom 25 Gen 2015, 18:54

Storia ben orchestrata da Boselli che a tratti entusiasma.
Il giudizio complessivo é positivo.
Che il vendicatore fosse Calamity Jane l'avevo capito da quando Kit dice di aver visto delle impronte di un uomo di bassa statura.
Di solito non mi piacciono le storie nelle quali vengono inseriti personaggi realmente esistiti, ma si sa che Boselli usa farlo spesso e, devo dire, in maniera anche molto competente.
Voto alla storia: 7,8
Voto ai disegni: 8

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5000
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

La mano del morto (593/594/595) Empty Re: La mano del morto (593/594/595)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.