Salt River (627/628)

2 partecipanti

Andare in basso

Salt River (627/628) Empty Salt River (627/628)

Messaggio Da jsteele88 Ven 16 Gen 2015, 10:35

Salt River (627/628) W7mtk5 Salt River (627/628) Rv9cgn


Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Stefano Andreucci
Copertina: Claudio Villa

Sulle tracce dell’imprendibile Jack Curtiss, rapinatore dongiovanni, ma non per questo meno spietato, Tex e Carson riescono a sgominare la sua banda, ma non riescono a mettere le mani su di lui. Aggrappandosi a un’esile pista che li conduce alle pendici del Tonto Rim, i pards scoprono che Curtiss potrebbe cercare di attaccare una delle cittadine della regione. Perciò si dividono i compiti. Kit, unitosi a loro per caso, sceglie di recarsi a Green City, dove ha fatto la conoscenza di una bella e simpatica giovane dottoressa...

Il topic nel vecchio forum: http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=9423&highlight=&mforum=ramath
jsteele88
jsteele88
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 378
Data d'iscrizione : 15.01.15

Torna in alto Andare in basso

Salt River (627/628) Empty Re: Salt River (627/628)

Messaggio Da Ospite Dom 25 Gen 2015, 17:16

Non è certamente la migliore pubblicazione di Boselli, però la sua innata maestria si nota e ciò che ne scaturisce è una godibilissima storia. Boselli tra l’altro è uno dei pochi sceneggiatori (a parte chiaramente GL Bonelli) che riesce a gestire armonicamente i 4 pards, dando a ciascuno il dovuto spazio, anche se qui il privilegiato è Kit Willer. Ritengo che Piccolo Falco sia un personaggio molto difficile da gestire, in quanto vive nell’ombra dell’ingombrante padre, quindi c’è sempre il grosso rischio di farne una “brutta copia” di tex. Però ciò non accade in questo racconto, in quanto Boselli riesce a tirarne fuori il carisma e la sua propria personalità.

La storia è un puro stile boselliano, ossia con molta azione e priva di tempi morti ed inoltre carica di interessanti personaggi.
La storia inizia nei migliori dei modi, con una bella sparatoria in cui Tex e Carson dimostrano di essere degni della loro nomea di autentici “tizzoni d’inferno” ed il loro bagno fuori programma dipende esclusivamente dalla mala sorte e non dalla loro dabbenaggine, come ci aveva abituato una nostra vecchia conoscenza.
Come da consuetudine Boselliana, l’ubicazione della seguente scena viene completamente cambiata ed entra in azione Kit willer con l’introduzione di Miss Sarah, personaggio estremamente intrigante e ben caratterizzato, che cattura immediatamente le simpatie.. ed anche qualcosa di più, del rampollo di tex. Interessante la scena in cui kit difende sarah dai due energumeni, dimostrando di essere il degno figlio di aquila della notte e riscuotendo la piena ammirazione della ragazza anche se dopo, suo malgrado, gli gioca un brutto tiro. A questo punto ho intuito che sarah doveva essere in combutta con i banditi, ma questo non ha tolto piacevolezza al racconto.
L’inseguimento ai banditi è molto godibile, con una sequenza molto cruda (però molto realistica al tempo del far west) mostrante l’impiccagione dei banditi da parte della posse : la vignetta con i 3 farabutti che penzolano dall’albero è eccellente!!
Bella la scena in cui kit balza sul treno in corsa e poi, seppure sorpreso, riesce a sbarazzarsi di 2 malviventi, ma anche qui, per la seconda volta, viene beffato da sarah. Probabilmente, se la ragazza fosse stata meno avvenente, kit avrebbe potuto avere dei sospetti, ma quando, come accade a kit, si è in pura tempesta ormonale, è difficile ragionare razionalmente.....
Anche Jack è molto ben caratterizzato, un’autentica canaglia che non esita ad abbandonare a sua compagna, che comunque nulla può contro le micidiali colt di tex.
L’ultimo colpo di scena, con la corda che avvolgeva il collo della ragazza, spezzato dal precisissimo tiro dei due kit è la classica ciliegina su questo divertente racconto.
Nell’ultima vignetta viene fuori l’esperienza di vita e l’eccellente battuta
del vecchio carson che, da buona “linguaccia” non si smentisce : “sarai ancora abbastanza giovane e bella da abbindolare altri polli”, grande, bravo Boselli!!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Salt River (627/628) Empty Re: Salt River (627/628)

Messaggio Da Andrea67 Dom 25 Gen 2015, 17:55

Con Boselli non ci si annoia mai, ed infatti neanche questa volta mi sono annoiato. Però non mi sono divertito come altre volte, e non perché l'avventura era incentrata più su Kit che sugli altri due pards, bensì perché l'ho vista povera di azione, quantomeno da parte dei Nostri.
Splendido comunque l'inizio, come quasi tutti gli inizi Boselliani.
Kit si fa valere anche da solo, dimostrandosi, però, troppo pollo nella scena del treno, quando entra e rivela tutto ad un emerito sconosciuto, che tutto sembrava tranne che un tranquillo viaggiatore. Nell'inganno tesogli dalla bella Sarah, invece, temo che ci saremmo cascati tutti. E ci sarebbe cascato anche Tex, come già successo in passato.
Peccato per il finale affrettato. Avrei visto bene, ad esempio, una punizione più severa per i membri della posse da parte di Tex.
Disegni di Andreucci più che discreti.
Voto alla storia: 7,6
Voto ai disegni: 8

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5000
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Salt River (627/628) Empty Re: Salt River (627/628)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.