Serie TV

+26
Winter Snake
Kramer76
superpippo
OLIMPIA
Smash
Devil Mask
Spirito errante
Lapalette
AANGELO
doctorZeta
mohican63
Digging David
natural killer
chinaski89
Claudio L.
lukas luke
urizen
gigi brivio
osages
Fabri73
Preacher
never
Walter Dorian
Andrea67
wakopa
graziano
30 partecipanti

Pagina 15 di 29 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16 ... 22 ... 29  Successivo

Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Dom 11 Ott 2020, 13:05

Disney Plus: le riprese della serie di Obi-Wan Kenobi inizieranno a marzo

Ewan McGregor indosserà presto di nuovo le vesti Jedi di Obi-Wan Kenobi per una serie firmata Disney Plus, le riprese inizieranno a marzo.

Durante un’apparizione su Zoom al The Graham Norton Show della BBC venerdì sera, McGregor ha rivelato che la serie di Disney Plus Obi-Wan Kenobi inizierà finalmente le riprese nel marzo del 2021.
È la storia di Obi-Wan Kenobi, suppongo. Non sarà tutta sul mio personaggio, ma sicuramente ci sarà molto della sua storia, il che è positivo. Inizieremo le riprese a marzo del prossimo anno. Ha detto McGregor all’inizio dell’intervista.

Sebbene la serie incentrata su Obi-Wan sia stata annunciata per la prima volta nell’agosto 2019 e intendesse iniziare le riprese l’anno successivo, le riprese sono state ritardate quando lo scrittore Hossein Amini ha lasciato il progetto nel gennaio 2020.

Amini è stato infine sostituito da Joby Harold nell’aprile del 2020 e le riscritture della sceneggiatura hanno costretto la produzione a ritardare l’uscita nel 2021.

Poi, la pandemia COVID-19 ha colpito. Deborah Chow, che ha diretto una parte di The Mandalorian di Disney Plus, rimane al timone della serie.

Durante l’intervista, McGregor ha anche espresso il suo apprezzamento per Alec Guinness, che ha interpretato Kenobi nella trilogia originale di Star Wars ed è morto nel 2000.

La cosa divertente di interpretare Obi-Wan quando ero molto più giovane era cercare di immaginare Alec Guinness, come avrebbe interpretato queste scene da ragazzo? Mi ha portato a guardare alcuni dei suoi primi lavori, che non avevo mai visto prima. Film brillanti, film meravigliosi in cui aveva recitato e mi sono divertito così tanto a studiarlo in quei film. Ha detto McGregor.

McGregor ha interpretato Kenobi nella trilogia prequel di Star Wars e da allora ha ripreso il ruolo nei cameo vocali per The Force Awakens del 2015 e The Rise of Skywalker del 2019. La serie Disney Plus su Kenobi non ha ancora una data di uscita.


https://leganerd.com/2020/10/11/disney-plus-le-riprese-della-serie-di-obi-wan-kenobi-inizieranno-a-marzo/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 16 Ott 2020, 00:32

Sky: Anna, ecco il teaser della serie tv di Niccolò Ammaniti

Vediamo dal teaser trailer le prime immagini di Anna, la serie creata e diretta da Niccolò Ammaniti, tratta dal suo romanzo omonimo, uno fra i più amati della sua produzione.

Anna è il secondo progetto per la TV dello scrittore Premio Strega, ancora con Sky dopo il successo de Il Miracolo. È una serie Sky Original commissionata da Sky Studios per Sky Italia, prodotta da Mario Gianani e Lorenzo Mieli.

Niccolò Ammaniti sarà showrunner e regista della serie, di cui firma la sceneggiatura con Francesca Manieri (Veloce come il vento, Il Primo Re, Il Miracolo, We Are Who We Are). Anna arriverà prossimamente, in esclusiva su Sky e NOW TV.

Anna è un racconto distopico di un mondo distrutto, devastato da un virus che uccide gli adulti e risparmia i più piccoli. L’Esordiente Giulia Dragotto (13 anni, scelta fra oltre duemila candidate) è la ragazzina protagonista, che parte alla ricerca del fratellino rapito, Astor – interpretato da Alessandro Pecorella (9 anni, anche lui alla sua prima apparizione in TV).

Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un’isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come unica guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela . E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono più: dovrà inventarne sempre di nuove.
 

https://leganerd.com/2020/10/15/sky-anna-ecco-il-teaser-della-serie-tv-di-niccolo-ammaniti/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Sab 17 Ott 2020, 01:01

All Rise: la prima stagione è in arrivo su Infinity dal 17 ottobre

In arrivo su Infinity la prima stagione di All Rise, la nuova serie che apre il sipario sul sistema giudiziario e mostra le caotiche, fiduciose e a volte assurde vite di giudici e avvocati zelanti mentre lavorano con ufficiali giudiziari, cancellieri, poliziotti e giurati per rendere giustizia agli abitanti di Los Angeles.

Simone Missick interpreta l’appena nominata giudice Lola Carmichael, nota per la sua impressionante carriera. Non ha intenzione di starsene seduta in panchina nel suo nuovo ruolo, ma è intenzionata ad allargare i confini e sfidare le aspettative di ciò che un giudice può fare.

I consiglieri di Lola sono il suo malizioso migliore amico e collega Mark Callan, interpretato da Wilson Bethel, un vice procuratore distrettuale di successo che vede ora i confini mutevoli del loro rapporto personale e professionale; il giudice di sorveglianza Benner, interpretata da Marg Helgenberger, un’influente e potente figura che ha il compito di sovrintendere la transizione di Lola nel suo nuovo lavoro; e l’efficiente e pragmatica assistente giudiziaria di Lola, Sherri Kansky (Ruthie Ann Miles), che non è entusiasta alla prospettiva di formare una giudice inesperta.

In mezzo a un sistema legale imperfetto, questi uomini e queste donne dedicano la loro vita a riequilibrare la bilancia della giustizia. All Rise, è una delle novità della scorsa stagione televisiva della CBS, novità in molti sensi: sia per stile che per cast, molto lontane dallo stile serioso delle serie del canale. La serie adesso è pronta a debuttare in Italia, dopo un rinvio da parte di Mediaset Premium che aveva programmato la serie a settembre.

Il pilot di All Rise è stato scritto da Greg Spottiswood ed è prodotto da Warner Bros. All Rise ha rappresentato un cambio di guardia all’interno della CBS perché il canale è sempre stato criticato per la mancanza di rappresentanza di diverse culture e etnie. All Rise rappresenta questa CBS più inclusiva e rappresentativa, ma attenzione non è solo una questione di numero di attori presenti all’interno del cast, o di tematiche.

https://leganerd.com/2020/10/16/all-rise-la-prima-stagione-e-in-arrivo-su-infinity-dal-17-ottobre/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Sab 17 Ott 2020, 01:29

Helstrom della Marvel è ora in streaming sulla piattaforma Hulu

La maggior parte del fandom dell’MCU non sa cosa pensare della prima produzione veramente spaventosa dell’azienda. Tutto su Helstrom sembra prendere le distanze da tutto ciò che è accaduto prima.

Ma non è esattamente una cosa negativa in quanto c’è spazio per esplorare più storie all’interno delle mura dell’impero dei media Marvel. In effetti, molti fan sperano che un buon inizio per Helstrom sia di buon auspicio per le altre proprietà della Marvel Television in quanto si riferiscono al ripristino di quei personaggi.

Ci piace evidenziare quanto sia diverso Helstrom da tutto ciò che l’ha preceduto su Marvel Television o l’MCU vero e proprio. Quella che una volta avrebbe dovuto lanciare la propria sottosezione dell’Universo Cinematografico Marvel.

Helstrom raggiungerà Hulu nel giro di pochi giorni come una serie completamente indipendente, che presenta una coppia dei personaggi più macabri della Marvel.

È l’ultima offerta live-action di Jeph Loeb e Marvel Television e, come tale, è pronta a cadere nelle stesse insidie ​​che hanno altre offerte televisive: esposizione noiosa, budget ridotti e simili. Anche Così, Helstrom è senza dubbio la cosa più singolare che la Marvel Television abbia presentato fino ad oggi per gli amanti del genere.

Dal primo fotogramma della serie, il tono per la narrazione è impostato. La pioggia si riversa su un manicomio nel Pacifico nord-occidentale mentre infuria un temporale, la fotografia e la scenografia ricordano molto qualcosa di strappato direttamente da L’esorcista. È qui che vediamo una dottoressa Louise Hastings, interpretata dalla deliziosa June Carryl. Qui, gestisce il manicomio in cui è detenuta Victoria Helstrom (Elizabeth Marvel) e funge da madre surrogata dei fratelli Helstrom.

Helstrom è pronto per una prima stagione di 10 episodi su Hulu. Austen è affiancata da Sydney Lemmon nei panni della sorella di Helstrom Ana, mentre Elizabeth Marvel interpreta la loro madre, Victoria. Inoltre, il trailer mostra Robert Wisdom nei panni del misterioso Custode; Ariana Guerra nel ruolo di Gabriella Rosetti; June Carryl nel ruolo della dottoressa Louise Hastings; e Alain Uy nel ruolo di Chris Yen.

https://leganerd.com/2020/10/16/helstrom-della-marvel-e-ora-in-streaming-sulla-piattaforma-hulu/amp/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 19 Ott 2020, 11:39

Sandman: le riprese sono iniziate, presto l’annuncio del cast

L’adattamento di Sandman da parte di Netflix è finalmente partito: le riprese sono iniziate e presto verrà annunciato il cast.

Neil Gaiman ha confermato su Twitter l’inizio delle riprese dell’adattamento di Sandman da parte di Netflix. Si tratta dell’opera più famosa dell’autore, che è attivamente coinvolto nel progetto, e che ha anche anticipato che presto verrà reso noto il cast della serie TV.

Attualmente infatti i nomi coinvolti sono ancora avvolti nel mistero, anche se ci sono numerose voci a riguardo: Tom Sturridge sarebbe il principale candidato per interpretare il protagonista Morpheus, e stando ad altre voci Liam Hemsworth e Dacre Montgomery, che abbiamo visto in Stranger Things nei panni di Billy, sarebbero tra i favoriti per un altro ruolo chiave, quello del Corinzio.

Gaiman qualche tempo fa ha detto che l’adattamento di Netflix darà una reinterpretazione moderna alla storia originale.

 Per fare la serie TV di Netflix è come se avessimo detto “Okay, è il 2020, diciamo che ho iniziato a fare Sandman nel 2020, cosa potremmo fare? Come cambieremmo le cose? Di che genere sarebbe questo personaggio? Chi sarebbe questa persona? Cosa succederebbe?”.

L’autore ha poi spiegato che secondo lui nonostante ci sia gente che da anni tenti di fare un adattamento televisivo o cinematografico di Sandman, il motivo per cui nessuno ci sia riuscito è perché hanno voluto strafare con gli effetti speciali, mentre avrebbero dovuto concentrarsi più sui contenuti:

Devi arrivare a pensare che lo storytelling a lungo termine sia un vantaggio piuttosto che uno svantaggio. E il fatto che abbiamo 75 volumi di Sandman più, sostanzialmente, 13 libri completi pieni di materiale, è davvero una buona cosa. Non è un freno, è un vantaggio. Così come il fatto che viviamo in un mondo in cui possiamo prendere cose che esistevano solo nei fumetti, e farli esistere anche nella realtà.

https://leganerd.com/2020/10/19/sandman-le-riprese-sono-iniziate-presto-lannuncio-del-cast/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 19 Ott 2020, 13:23

WandaVision non arriverà a novembre

I fan avevano sperato che WandaVision potesse arrivare a Novembre, ma stando all’ultimo tweet promozionale di Disney, non sembra essere il caso.

Niente WandaVision a Novembre. I fan ci avevano sperato dopo aver visto il trailer qualche settimana fa e dopo che la pagina prodotto è stata aggiornata con uno speranzoso “Coming Soon” sul sito di Disney+, ma dovranno aspettare ancora un po’, perlomeno stando all’ultimo tweet promozionale del colosso dell’intrattenimento.

Nel tweet sono infatti menzionati la seconda stagione di The Mandalorian, lo speciale natalizio di LEGO Star Wars, Black Beauty e altri prodotti in arrivo sul catalogo, ma appunto non viene fatto il nome di WandaVision.

La serie con Elizabeth Olsen e Paul Bettany, che interpretano Scarlet Witch e Vision dunque, arriverà presumibilmente a Dicembre, dato che era stata annunciata entro la fine del 2020. Staremo a vedere.

Lo show è stato uno degli innumerevoli prodotti la cui produzione è stata interrotta dalla pandemia. Le riprese sono però ripartite di recente, e la produzione sta per essere completata, per cui Disney potrebbe decidere di annunciarne la data d’uscita ufficiale a breve.

Una volta fatto, resterà poi da decidere in che giorno e con che tempistica lanciarne gli episodi: come abbiamo detto c’è The Mandalorian 2 in dirittura d’arrivo, e troviamo improbabile che Disney decida di scatenare una concorrenza interna

https://leganerd.com/2020/10/19/wandavision-non-arrivera-a-novembre/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 19 Ott 2020, 21:22

Watchmen - Lindelof - HBO: Rivoluzione e innovazione fa rima con rivisitazione

Per gli appassionati di serie tv la HBO è come Wembley per un calciatore degli anni '90, come la camera dei comuni per un aspirante politico, come Woodstock per un chitarrista. E' una sorta di tempio virtuale dove rifugiarsi in qualsiasi momento e ritrovare l'equilibrio perduto, l'entusiasmo sopito.

Damon Lindelof è, invece, una sorta di messia seriale. Un uomo che ha sperimentato assurde teorie, messo in scena peculiari realtà, più o meno parallele, avuto visioni non sempre facili da acciuffare. Ci ha tramortiti con Lost, ha spiazzato tutti con quel finale ancora oggi oggetto di ampio dibattito, ci ha traumatizzato e risollevato con la celestiale vacuità di The Leftovers, con la classe e la leggiadria del santone, di chi sa di saperne più di te, di chi sa di aver messo in scena atmosfere e sensazioni solitamente difficili da trasmettere su uno schermo.

Watchmen è il Dark Side of the moon di ogni NERD, o per essere blasfemi, la bibbia fumettosa che ogni essere umano dovrebbe avere in bella vista in libreria.

Nel 2018 giunse la news che portò quella vibrazione, quell'eccitazione palpabile, cross-mediale tra i milioni di fan della graphic novel, quelli a cui era piaciuto il film e quelli che di Lindelof e della HBO non si sarebbero stancati facilmente.

La HBO ordinò una stagione da 10 episodi ispirata alla graphic Novel di Alan Moore.

Al timone Damon Lindelof.

Tra la diffusione della notizia e la messa in onda del pilot successe di tutto. Il dibattito raggiunse vette di sana follia e un grado di partecipazione globale di Gameofthronesiana memoria.

Fu lo stesso Alan Moore ad alzare il livello della polemica, o quantomeno della polarizzazione fandomica, bollando a priori come illegittima quell'operazione.

In pratica il creatore della graphic novel più esiziale del mondo boicottò la nascente trasposizione seriale.

E via con la guerra sul web, a colpi di tweet, dichiarazioni, smentite e chi più ne ha più ne metta.

Alcuni chiedevano la chiusura prima ancora che la serie potesse mettere giù la prima pietra, altri criticavano il Dio Moore, altri tremavano all'idea che Lindelof potesse rovinare la serie, altri ancora non vedevano l'ora che il pilot andasse in onda.

Il nostro caro Damon fece pochino per tranquillizzare i milioni di fan around the world, basti pensare che sino ad un istante prima della messa in onda si rifiutò di indicare se si stesse andando incontro ad un sequel, un prequel, una trasposizione, un riadattamento, un remake del film e cosi via.

Mistero totale.

Vi erano solo rassicurazioni sul fatto che, data la sacralità del materiale originale, HBO e Lindelof si erano avviati ad un lavoro che era nato solo grazie ad un grado di sicurezza e confidenza elevatissimo nella sua riuscita finale.

E come si suol dire, il resto è storia.

Una storia che verrà tramandata, raccontata ai nipotini che, divenuti adolescenti, chiederanno di quella vecchia serie tv mandata in onda quando in U.S.A. era Donald J. Trump il presidente e la discrimazione razziale esisteva ancora.

In una multinazionale la chiamerebbero "a success story", nel mondo reale è semplicemente l'incontro fra un emittente intelligente, un autore geniale ed una storia senza tempo.

Eppure il pilot non aveva dato l'impressione che la serie sarebbe potuta essere quella che poi si è rivelata.

A ripensarci, era stato accolto con positività ma anche con riserva. Della serie: "aspettiamo qualche episodio prima di giudicare".

Quell'episodio è , poi, arrivato e dal quinto al nono è stato un pullulare di: "questo è l'episodio più bello dell'anno, impossibile fare meglio"; salvo essere smentiti puntualmente 7 giorni dopo.

Little Fear of Lighting, This extraordinary being (vincitore di un emmy 2020), An almost religious Awe, A God Walks into Abar, sono tutti episodi che presi singolarmente potrebbero essere il miglior episodio di un qualsiasi anno, in un qualsiasi universo.

Ma aldilà della specificità delle singole puntate, se Watchmen è stato il successo che è stato è merito dell'impostazione che si è data alla serie, del ragionamento che ha portato Lindelof e compagni a realizzare il tipo di serie che abbiamo visto.

L'autore di Lost e The Leftovers ha evitato qualunque tipo di scopiazzatura del materiale originale, con il quale chiunque sarebbe uscito sconfitto da un confronto ad armi pari, riproponendone però lo spirito in maniera fedele. Un'operazione difficile e intelligente che si è rivelata anche efficace. Lindelof è, infatti, riuscito a rispettare il materiale originale, rinnovarlo, attualizzarlo. Questa impostazione ha trovato il favore di tutti. Non solo pubblico e critica ma le varie fazioni che componevano il pubblico, e le critiche, intese proprio come preventive e "partitiche" polemiche che hanno preceduto la serie stessa.

Per fare un breve recap spoiler free, e soprattutto per dare contesto all'Osanna fin qui recitato in favore di Watchmen, è importante sottolineare come la serie sia di fatto un sequel rispetto agli eventi del 2 Novembre 1985 avvenuti a New York, è ambientato ai giorni nostri e sostituisce la paranoia antisovietica con quella razziale.

La guerra fredda è stato un periodo buio per la storia dell'umanità, un periodo che ha saputo ispirare romanzi, fumetti, film, come forse nessun altro periodo storico prima e dopo, generando, di riflesso una paranoia verso la Madre Russia che è entrata sotto pelle ad ogni cittadino americano,ad ogni occidentale.

Lindelof ha evitato di riproporre una guerra "vecchia" come quella fredda, ha saltato, da bravo ostacolista, la bomba paranoide anti-russa e anti atomica trasponendo quelle stesse ansie, quelle stesse angoscie, quello stesso livore, ai giorni nostri.

Questa volta sarebbe stata Tulsa il centro del mondo e la nequizia suprematista il tema attorno a cui organizzare il suo personalissimo Watchmen.

Tristemente ritornato alla ribalta in questo 2020, cruciale per il movimento Black Lives Matter, il cosiddetto massacro di Tulsa apre il Watchmen seriale. Per rispolverare un pò di storia, tale evento vide l'uccisione e il ferimento di centinaia di afroamericani nel 1921 ad opera di suprematisti bianchi a cavallo tra il 31 maggio ed il 1 giugno. Una tragedia dimenticata che Watchmen ha tirato fuori dal cassetto e che è nuovamente tornata all'ordine del giorno anche grazie alla scelta di Donald Trump di aprire la sua campagna elettorale proprio a Tulsa, a 99 anni di distanza da quell'abominio, segno che, quasi un secolo dopo, tanta strada è stata fatta ma tanta ce ne è ancora da fare. Notizia recente è che il cestista più forte e famoso degli ultimi 20 anni, Lebron James, produrrà un documentario proprio sul massacro di Tulsa.

Il primario obiettivo di qualsiasi autore, sia esso uno scrittore, regista, sceneggiatore, pittore, scultore, è, presumibilmente, quello di lasciare il segno, risvegliare le coscienze, far riflettere.

E' innegabile che il Watchmen di HBO abbia avuto il coraggio di affrontare un tema troppo spesso taciuto, mettendo un'opera cardinale, come quella di Alan Moore, al servizio di un messaggio tanto universale quanto cruciale per la contemporaneità.

Lo ha fatto tenendo altissima l'asticella sia della componente action che di quella diegetica.

Il risultato finale è stato imponente.

Lindelof non solo è riuscito a portare sullo schermo un'opera di una complessità assoluta ma ha anche avuto il merito, troppo spesso ignorato, di aver trattato il materiale originale con un garbo ed entusiasmo encomiabili.

Sono rilevanti gli easter eggs sparsi all'interno dei 10 episodi, e minuziose sono le attenzioni riservate a personaggi classici come Ozymandias, Dr. Manhattan, Rorshach, Spettro di Seta, tanto per citarne alcuni. Ad essi ha affiancato anche nuovi personaggi come Angela Abar (il premio Oscar Regina King e vincitrice dell'Emmy 2020 per la sua interpretazione di sister night), Looking Glass e Lady Trieu tanto per citare i più importanti.

Tutti hanno avuto un ruolo fondamentale nell'economia della storia, ognuno ha raggiunto, ad un certo punto della storia, una sorta di epifania di svolta, e ad ognuno di loro è stato concesso l'approfondimento necessario per elevarli a personaggi scritti e sviluppati divinamente.

Ed è anche Dio, il divino un aspetto ampiamente affrontato in questa serie. Dr. Manhattan è sempre stato una figura ibrida e controversa da questo punto di vista, sia nella graphic novel che nel film e che anche nella serie, soprattutto nella serie ha assunto una posizione tanto indecifrabile quanto affascinante. Il tema di fondo, e qui torna la linearità, l'affinità "spirituale" fra il materiale originale e la serie, è sempre quello dell'annientamento della fede, della religione, della spiritualità in un'umanità che un giorno si è risvegliata con la notizia che un uomo, uno scienziato, era stato vittima di un incidente che lo aveva reso un mostro di laboratorio, un mostro divino, con capacità intellettive e fisiche superumane, capace di teletrasportarsi e di vivere contemporaneamente su più linee temporali.

Qui, Lindelof affronta l'annichilimento finale, quello del Dr Manhattan stesso, stanco di essere qualcuno al di fuori, più che al di sopra, del genere umano. E ancora una volta Lindelof riesce a restituirci un Dr. Manhattan classico e totalmente nuovo allo stesso tempo, quasi come se avesse ereditato le capacità superumane dell'uomo blu.

Ma è l'intera serie ad essere un perfetto bilanciamento tra il rispetto quasi religioso della graphic novel ed il coraggio nell'adattare storie, messaggi e personaggi ai giorni nostri.

Un esempio catodicamente commovente è dato dal sesto episodio, This Extraordinary Being, dove la scritta Watchmen sparisce e lascia spazio a quella Minutemen. Eroi in calzamaglia che nel fumetto hanno avuto tanto spazio e che hanno rappresentato la nascita e l'evoluzione degli eroi nell'universo di Moore.

Lindelof dedica un intero episodio ad essi, riuscendo, con grazia, tatto e sana incoscienza, a non essere mai didascalico, creando una nuova mitologia coerente con se stessa e perfettamente incasellata nella mitologia preesistente.

Un lavoro certosino, minuzioso, da vero artigiano delle parole, della messa in scena e dello sviluppo di trame e personaggi.

Scottato, forse, dalle infinite polemiche seguite alla messa in onda del finale di Lost, Lindelof ha costruito, stavolta, un finale molto più lineare ed esplicativo, forse troppo.

Ha di certo sciolto tutti i nodi ma ha snaturato leggermente quello che per 9 episodi è stato un prodotto imprevedibile e complicato. E' stato comunque un buon finale, un ottimo finale, che di certo non scalfisce quanto di clamoroso è stato fatto nell'arco di tutta la stagione. Una stagione che dovrebbe essere autoconclusiva visto che, nonostante le richieste incessanti di pubblico e critica, Lindelof ha più volte dichiarato che per lui Watchmen finisce qui, a meno di idee pazzesche e degne di essere trasposte all'interno dell'universo che lui ha contribuito ad espandere. Forse è un bene, forse no. Da un lato rimpiangeremo il non poter ammirare nuove pennellate Lindelofiane, dall'altro è bello poter contare sull'immutabilità di un'opera cosi perfetta e per questo intoccabile.

C'è un passaggio del fumetto, una storia raccontata da Rorshach che, anche se fuori contesto, sarebbe bene ricordare, anche solo per rendere onore allo spessore dell'opera di Moore.

La storia recita cosi:

Un uomo va dal dottore. Gli dice che è depresso, che la vita gli sembra dura e crudele. Gli dice che si sente solo in un mondo minaccioso.

Il dottore dice: «La cura è semplice. Il grande clown Pagliacci è in città. Lo vada a vedere. La dovrebbe tirar su.»

L'uomo scoppia in lacrime. «Ma dottore,» dice, «Pagliacci sono io.»

Lindelof è stato il nostro Pagliacci, un Pagliacci che ci ha tirato su ma soprattutto ci ha fatto riflettere, ci ha reso probabilmente migliori, intrattenendoci e meravigliandoci continuamente. Una versione di Pagliacci sicuramente meno depressa e, anzi, soddisfatta di aver costruito un capolavoro che resterà a lungo un caposaldo della serialità contemperanea e non solo.

Non è un caso se Watchmen abbia dominato la stagione dei premi 2020, conclusasi con il trionfo agli Emmy 2020 (di cui qui trovate un'analisi dettagliata).

La sensazione è quella di essere stati testimoni diretti di un epocale cambiamento, nel modo di approcciare un materiale sacro come quello di Alan Moore, nel modo di "trattare" il genere supereroistico, nel modo di attualizzare perfettamente storie e personaggi apparentemente fuori dal tempo.

Possiamo chiamarlo capolavoro?

Trama: 9,5
Sviluppo Personaggi: 9
Complessità: 10
Originalità: 10
Cast: 9,5
Impatto sulla serialità contemporanea: 10
Comparto tecnico: 9,5
Regia: 9
Intrattenimento: 9
Coinvolgimento emotivo: 9,5
Soundtrack: 9

https://www.serialfiller.org/post/watchmen-lindelof-hbo-rivoluzione-e-innovazione-fa-rima-con-rivisitazione

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Mar 27 Ott 2020, 15:27

The Walking Dead: World Beyond 1×05, la sinossi ufficiale dell’episodio intitolato “Madman Across The Water”

Episodio 1×05 – “Madman Across The Water”. Il gruppo deve attraversare un fiume; Il piano messo in atto per costringere il gruppo a tornare indietro subisce una battuta d’arresto.

Questa nuova serie avrà forti collegamenti con la trilogia di film su Rick Grimes (Andrew Lincoln). Quindi è del tutto possibile che l’emittente americana sfrutterà lo spin-off per “trasportarci” nel contesto delle pellicole dedicate all’ex-sceriffo. La serie è ambientata 10 anni dopo le vicende della serie principale e ci mostrerà come vivono gli abitanti del nuovo mondo in quello che una volta era lo stato del Nebraska. La prima stagione sarà composta da 10 episodi. La serie vede al centro della storia dei ragazzi che non conoscono il mondo com’era prima dell’apocalisse zombie. Alcuni tra questi ragazzi diventeranno eroi, altri saranno dei villain.

https://www.nerdpool.it/2020/10/26/the-walking-dead-world-beyond-1x05-la-sinossi-ufficiale-dellepisodio-intitolato-madman-across-the-water/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Mar 27 Ott 2020, 15:28

They Where Ten: da domani alle 21 su FOX la serie dal capolavoro di Agatha Christie con l’attrice italiana Matilda Lutz

They Where Ten arriva su Fox (112, Sky) in anteprima mondiale ogni martedì alle 21 a partire dal 27 ottobre. La serie è un adattamento contemporaneo del capolavoro di Agatha Christie, il romanzo poliziesco più venduto di tutti i tempi.

Un nuovo thriller psicologico diretto dall’acclamato regista francese Pascal Laugier, noto per i suoi thriller di successo tra i quali The Secret – Le verità nascoste con Jessica Biel.

Nel cast Matilda Lutz, attrice e modella italiana già nota al pubblico italiano per aver recitato nel film di Gabriele Muccino L’Estate Addosso, nella serie I Medici e nei film pulp Revenge e horror The Ring 3. Oltre all’attrice italiana nel cast anche gli attori francesi Samuel Le Bihan, Guillaume de Tonquedec, Marianne Denicourt, Romane Bohringer, Patrick Mille, Samy Seghir, Nassim Si Ahmed, Manon Azem, Isabelle Candelier.

Dieci persone, cinque donne e cinque uomini, sono invitate in un hotel di lusso su un’isola tropicale deserta. Ben presto si renderanno conto che sono completamente isolati, tagliati fuori dal mondo e da tutti i mezzi di comunicazione. L’isola diventerà rapidamente il loro peggior incubo. Perché sono stati attirati in questa trappola morbosa?

La risposta è nascosta nel loro passato che ognuno ha cercato di seppellire e che oggi, sotto il sole caldo dell’isola, stanno incominciando a pagare. Uno dopo l’altro saranno uccisi ponendo l’ultima domanda: chi è l’assassino?

They Where Ten debutta su Fox (sky, 112) martedì 27 ottobre alle 21 ed è composta da 6 episodi da 60 minuti.

https://www.nerdpool.it/2020/10/26/they-where-ten-da-domani-alle-21-su-fox-la-serie-dal-capolavoro-di-agatha-christie-con-lattrice-italiana-matilda-lutz/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Mar 27 Ott 2020, 15:59

Netflix annuncia la serie live-action di Assassin’s Creed

Netflix ha annunciato oggi una nuova serie live-action basata sul popolare franchise di giochi Assassin’s Creed di Ubisoft.

Oltre a un’immagine teaser estremamente breve, Netflix ha rivelato che Jason Altman e Danielle Kreinik di Ubisoft serviranno come produttori esecutivi della nuova impresa. Ulteriori dettagli sono scarsi al momento, ma il fatto che sia in fase di sviluppo è eccitante.

"Per più di 10 anni, milioni di fan in tutto il mondo hanno contribuito a plasmare il marchio Assassin’s Creed in un franchise iconico, ha affermato Jason Altman, capo di Ubisoft Film & Television – Los Angeles. Siamo entusiasti di creare una serie di Assassin’s Creed con Netflix e non vediamo l’ora di sviluppare la prossima saga nell’universo di Assassin’s Creed."
 
"Siamo entusiasti di collaborare con Ubisoft e dare vita alla narrativa ricca e multistrato per cui Assassin’s Creed è amato, ha affermato Peter Friedlander, Vice Presidente, Original Series, Netflix. Dai suoi mondi storici mozzafiato e dall’enorme attrattiva globale come uno dei franchise di videogiochi più venduti di tutti i tempi, ci impegniamo a creare con cura un intrattenimento epico ed emozionante basato su questo distinto IP e fornire un tuffo più profondo per i fan e i nostri membri in tutto il mondo."

Questa, ovviamente, non è la prima volta che il franchise di Assassin’s Creed è stato adattato ad altri mezzi. Sebbene ci siano stati un paio di progetti animati minori, l’adattamento più grande e noto deve essere il film live-action del 2016, Assassin’s Creed, con Michael Fassbender. Il film presentava una sua storia originale separata dai giochi, e alla fine non si è comportata particolarmente bene al botteghino. Questa serie Netflix è il primo nuovo progetto live-action da allora.

A questo punto, non è chiaro quando il nuovo spettacolo live-action di Assassin’s Creed potrebbe essere pubblicato su Netflix. Assassin’s Creed Valhalla, l’ultimo e il più grande del franchise di giochi, uscirà il 10 novembre per PlayStation 4, Xbox One, Xbox Series X | S, Stadia e PC. Uscirà anche per PlayStation 5 quando la console uscirà il 12 novembre.

https://leganerd.com/2020/10/27/netflix-annuncia-la-serie-live-action-di-assassins-creed/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Mer 28 Ott 2020, 10:23


_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 30 Ott 2020, 07:10

The Crown, il trailer della quarta stagione:

https://youtu.be/Pfagi-8TLf4

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 30 Ott 2020, 07:22

Brave New World, NBC Universal ha cancellato la serie

Tramite un comunicato Peacock, la piattaforma streaming di NBC Universal, ha reso nota la decisione di aver cancellato dopo una sola stagione Brave New World, serie dal romanzo omonimo di Aldous Huxley

Brave New World, è stata cancellata. Ad annunciarlo in comunicato è stata Peacock TV, la piattaforma streaming di NBC Universal. Nonostante la cancellazione della serie dopo una sola stagione, Universal Cable Productions tenterà di venderla ad altre piattaforme. Quindi c’è ancora una possibilità di vedere una seconda stagione. Nel Regno Unito Brave New World è andata in onda su Sky One, mentre il America Latina, Australia e alcune parti d’Europa è arrivata su Amazon Prime Video.

La serie tratta dal romanzo Il mondo nuovo di Aldous Huxley, vede protagonisti Bernard Marx e Lenina Crowne, cittadini di una nuova Londra dal rigido ordine sociale, in cui conoscono solo il farmaco perfetto chiamato Soma e una cultura di gratificazione istantanea e sesso diffuso ovunque. Decisi ad esplorare la vita oltre le censure che gli sono state imposte, i due decidono di andare in vacanza nelle Terre Selvagge, dove si ritroveranno coinvolti in una ribellione violenta e straziante. Salvati da John il Selvaggio, torneranno con questi a Nuova Londra, ma la presenza di uno straniero sovversivo minaccia di distruggere la stabilità dell’utopistica realtà in cui vivono.

Di seguito il comunicato di Peacock:

Non ci sarà una seconda stagione di Brave New World su Peacock. David Wiener ha creato un adattamento dalla qualità cinematografica in grado di far riflettere. Siamo grati al cast e alla troupe che hanno portato in vita questo mondo. Non vediamo l’ora di raccontare nuove storie insieme a David in futuro.
 

Protagonisti della serie sono Alden Ehrenreich, Jessica Brown Findlay, Harry Lloyd, Hannah John-Kamen, Kylie Bunbury, Nina Sosanya, Joseph Morgan, Sen Mitsuji e Demi Moore.

https://leganerd.com/2020/10/29/brave-new-world-nbc-universal-ha-cancellato-la-serie/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 30 Ott 2020, 07:30


_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 30 Ott 2020, 22:12

I Am Not Okay With This: ecco perché Netflix ha cancellato la serie

Nonostante sia stata approvata per una seconda stagione, Netflix ha cancellato I Am Not Okay With This dopo solo una stagione all’inizio di quest’anno.

La serie seguiva la storia di una ragazza di 17 anni che scopre di avere dei super poteri mentre affronta anche le prove e le tribolazioni del liceo. Al quadro si aggiungeva anche la complessità familiare e la sua sessualità in erba. La serie si era conclusa con una grande suspense e ora lo showrunner della serie Jonathan Entwistle si sta aprendo sul motivo per cui la serie è stata cancellata nonostante fosse pronta ad andare avanti.

Entwistle ha spiegato che c’erano una serie di fattori che hanno influenzato la cancellazione dello show, e non tutti sono dipesi dal COVID-19.

"Ovviamente c’era l’imminente sciopero degli scrittori, che è stata sicuramente una cosa enorme per Netflix, ha detto Entwistle. Stavamo lavorando quasi di settimana in settimana, non sapendo quanto tempo sarebbe durato prima che qualcuno premesse il grilletto su qualcosa che avrebbe avuto un effetto [su di noi]."

Quella posizione precaria è stata ulteriormente influenzata dalla pandemia, sebbene siano comunque riusciti a finire gli script per la seconda e ultima stagione pianificata. Tuttavia, anche con gli script completati, è diventato chiaro che i costi coinvolti nella realizzazione della seconda stagione con la pandemia sarebbero stati un problema.

Questi fattori hanno avuto un peso tutti insieme e secondo Netflix il costo dello spettacolo rispetto al suo valore percepito non era abbastanza per continuare la serie. La serie ha fatto buoni numeri per le sue dimensioni ma su una piattaforma enorme come Netflix, i numeri non erano poi così impressionanti, sarebbe quindi stato troppo costoso realizzare una seconda stagione.

Sfortunatamente per i fan e per coloro che sono coinvolti nella serie, ciò significa che non ci sarà una seconda stagione e nessun finale concreto per la serie, anche se Entwistle ha chiesto di ritagliare il finale della serie, Netflix ha rifiutato

https://leganerd.com/2020/10/29/i-am-not-okay-with-this-ecco-perche-netflix-ha-cancellato-la-serie/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Ven 30 Ott 2020, 23:05

TRUTH SEEKERS, LA RECENSIONE: UNA COMMEDIA SOPRANNATURALE CON UN’ATMOSFERA X-FILES

https://leganerd.com/2020/10/30/truth-seekers-la-recensione-una-commedia-soprannaturale-con-unatmosfera-x-files/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Dom 01 Nov 2020, 22:14


_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 02 Nov 2020, 16:05

Fox cancella sia Filthy Rich che Next causa COVID-19

Secondo Fox né Filthy Rich né Next sono riusciti ad ottenere risposte di pubblico abbastanza forti da meritare una seconda stagione dopo all’aumento dei costi causato dalla pandemia da coronavirus.

Nello specifico la prima ha attirato una media di soli 3,2 milioni di spettatori, con una valutazione di 0,5 tra gli adulti di 18-49 anni e sette giorni di visione in ritardo, mentre la seconda solo 2,8 milioni di spettatori per episodio con stessa valutazione e stesso ritardo. La notizia della doppia cancellazione da parte di Fox arriva dopo cinque episodi per Filthy Rich e appena due per Next.

Filthy Rich è incentrato sulle conseguenze di un incidente aereo che causa la morte del patriarca di una ricca famiglia del sud, famosa per aver creato una rete televisiva cristiana di grande successo. Dopo la sua presunta morte, sua moglie e la sua famiglia apprendono che l’uomo ha avuto tre figli illegittimi, i quali sono scritti nel suo testamento, minacciando così il loro nome e la loro fortuna. La serie è interpretata da Kim Cattrall, Gerald McRaney, Aubrey Dollar, Corey Cott, Benjamin Aguilar, Mark L. Young, Melia Kreiling, Steve Harris, David Denman e Olivia Macklin.

Next è un thriller basato sulla scoperta di un I.A. all’avanguardia, con protagonista un ex CEO brillante ma paranoico che si unisce a un Homeland Cybersecurity Agent per fermare la prima crisi al mondo causata da un’intelligenza artificiale: anarchica, potente oltre ogni immaginazione e con la capacità di migliorarsi continuamente. John Slattery recita al fianco di Fernanda Andrade, Michael Mosley, Gerardo Celasco, Eve Harlow, Aaron Moten, Evan Whitten, Elizabeth Cappuccino e Jason Butler Harner. Manny Coto è scrittore e produttore esecutivo


https://leganerd.com/2020/10/31/fox-cancella-sia-filthy-rich-che-next-causa-covid-19/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 02 Nov 2020, 16:30

The Mandalorian 2×01: tutto quello che c’è da sapere sui draghi Krayt e le loro perle

Venerdì 30 ottobre è arrivata su Disney+ la prima puntata della seconda stagione di The Mandalorian. L’episodio ci ha riportato nel fantastico mondo di Star Wars mostrandoci una nuova avventura di Mando e del Bambino (Baby Yoda).

S
P
O
I
L
E
R

Nel corso della puntata, Din Djarin (Pedro Pascal) ha affrontato, con l’aiuto dei Sabbipodi (o Tusken) e di Cobb Vanth (Timothy Olyphant), un drago Krayt.

Dopo aver sconfitto la creatura, vediamo i predoni Tusken scavare tra la carcassa del mostro per recuperare una perla gigante. Ma cosa è un Drago Krayt e cos’è questa perla gigante?

Per rispondere a questa sfrutteremo quanto visto in Knights of the Old Republic. Nel gioco, infatti, dopo aver completato una serie di missioni su Tatooine, e aver completato la caccia al drago Krayt, il giocatore riceve in premio proprio una perla gigante.

Grazie al videogioco, quindi, sappiamo che quella perla ha un significato particolarmente preciso nell’universo di Star Wars. Questa la descrizione che troviamo:
:Presa dalla gola del Krayt, questa perla cristallina sembra avere qualità refrattarie che potrebbero consentirle di funzionare come un cristallo kyber per una Spada Laser, se lavorata adeguatamente"


https://www.nerdpool.it/2020/11/01/the-mandalorian-2x01-tutto-quello-che-ce-da-sapere-sui-draghi-krayt-e-le-loro-perle/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 02 Nov 2020, 17:23


_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Lun 02 Nov 2020, 18:26

Sandman: Neil Gaiman rivela quali storie ci saranno nell’adattamento

L’adattamento televisivo di Sandman da parte di Netflix si avvicina sempre di più, e mentre i tanti fan sono curiosi di dare un primo sguardo alla serie, Neil Gaiman dà una succosa anticipazione sulle storie che saranno presenti nello show. L’opera più famosa dell’autore infatti conta 75 numeri, pubblicati tra il 1989 e il 1996, e alcuni di essi saranno presenti negli 11 episodi della prima stagione.

Al momento non si conoscono molti dettagli dello show, tra cui il cast: si dice che Tom Sturridge potrebbe interpretare il protagonista, mentre Liam Hemsworth e Dacre Montgomery sono tra i favoriti per il ruolo del Corinzio, ma nessuna di queste indiscrezioni è ancora stata confermata.

In una recente intervista però, lo stesso Gaiman si è un po’ sbottonato sulle storyline prese dal fumetto. Stando a quanto dichiarato dall’autore, lo show adatterà Dream a Little Dream of Me, in cui ci sarà un’apparizione del supereroe DC John Constantine; A Hope in Hell, che vedrà il protagonista alle prese coi cancelli dell’Inferno; The Sound of Her Wings, considerato da molti uno dei migliori numeri di Sandman, con la prima apparizione di Morte; infine Collectors, una storia ambientata durante una convention di serial killer.

L’autore ha anche confermato che la prima stagione coprirà 24 Hours, la famosa storia ambientata in un diner notturno, dove il Dottor Destino manipola la mente dei clienti, costringendoli a confessare i loro segreti più oscuri. Tutti gli elementi più oscuri e disturbanti del fumetto, assicura Gaiman, saranno presenti nello show

https://leganerd.com/2020/11/02/sandman-neil-gaiman-rivela-quali-storie-ci-saranno-nelladattamento/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Mer 11 Nov 2020, 18:44

Narcos: Messico, svelato il cast della terza stagione

Netflix ha rivelato che Luis Gerardo Méndez, Alberto Guerra, Luisa Rubino e Benito Antonio Martínez Ocasio sono i nuovi membri del cast della terza stagione di Narcos: Messico.

Dopo aver confermato Narcos: Messico per una terza stagione solo qualche giorno fa, ora Netflix ha svelato il nome degli attori che si uniranno alla serie che arriverà in streaming prossimamente. Le new entry sono Luis Gerardo Méndez, Alberto Guerra, Luisa Rubino e Benito Antonio Martínez Ocasio.

Luis Gerardo Méndez interpreterà Victor Tapia, poliziotto di Juarez che affronta un dilemma morale. Nonostante il suo timore di essere coinvolto, si ritroverà a dover indagare su una serie di misteriosi e brutali omicidi. Alberto Guerra vestirà i panni di Ismael “El Mayo” Zambada, trafficante di droga indipendente. Luisa Rubino sarà Andrea Nuñez, una giovane giornalista idealista ed ambiziosa, il cui scopo è esporre la diffusa corruzione la porterà a conoscere una storia più grande di quanto immaginasse. Infine Benito Antonio Martínez Ocasio, il cui nome da rapper è Bad Bunny, è Arturo “Kitty” Paez, membro della gang Narco Juniors. Ricco ragazzo dell’alta società, entrerà in contatto con il cartello per i soldi, la droga e la violenza.

Insieme a loro entrano nel cast come regular anche Alejandro Furth nel ruolo di Ramon Salgado, Lorenzo Ferro nel ruolo di Alex Hodoyan, José Zúñiga nel ruolo del generale Rebollo, Diego Calva nel ruolo di Arturo Beltran Leyva, Kristen Lee Gutoskie nel ruolo di Dani, Beau Mirchoff nel ruolo di Steve Sheridan.

La nuova stagione di Narcos: Messico sarà ambientata negli anni ’90 e vedrà Wagner Moura, interprete di Pablo Escobar nelle prime due stagioni, dirigere i due episodi. Ritornano Scoot McNairy (l’agente della DEA Walt Breslin); Jose Maria Yazpik (il boss del cartello Juárez Amado Carrillo Fuentes), Alfonso Dosal, Mayra Hermosillo e Manuel Masalva (i boss del cartello di Tijuana Benjamín, cioè Arellano Félix, Enedina Arellano Félix e Ramón Arellano Félix); Matt Letscher (l’agente della DEA Jaime Kuykendall); Gorka Lasaosa e Alejandro Edda (i boss del cartello di Sinaloa, ovvero Héctor Luis Palma Salazar e Joaquín “El Chapo” Guzmán) e Alberto Ammann (il boss del cartello Cali “Pacho” Herrera)

https://leganerd.com/2020/11/11/narcos-messico-svelato-il-cast-della-terza-stagione/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da doctorZeta Sab 14 Nov 2020, 15:52

S
P
O
I
L
E
R

The Mandalorian: ecco perché alcuni mandaloriani tolgono il casco mentre altri non lo fanno!

Nel corso dell’episodio 2×03 di The Mandalorian, disponibile da ieri su Disney+, abbiamo finalmente scoperto come mai alcuni mandaloriani tolgono il casco mentre altri, come Din Djarin, non lo fanno.

Se avete visto Star Wars: The Clone Wars e Rebels, saprete che nelle due serie animate si sono visti diversi mandaloriani senza casco. Per questo motivo, sin dalla prima stagione c’è sempre stata grande curiosità sulla particolare dedizione di Din Djarin nel seguire il credo e, di conseguenza, non togliere mai il casco.

Finalmente nel corso dell’ultimo episodio, abbiamo avuto una risposta chiara che ci ha spiegato il motivo del comportamento di Mando.

Durante la puntata un gruppo di mandaloriani, composto da Bo-Katan Kryze (Katee Sackhoff), Koska Reeves (Sasha Banks) e Axe Woves (Simon Kassianides), ha salvato Djarin (Pedro Pascal) e Il Bambino da una bruttissima situazione.

Pochi istanti dopo la fine del combattimento, Bo-Katan, Koska e Axe hanno tolto il loro casco davanti ad un incredulo Djarin. Dopotutto, il personaggio ha vissuto praticamente tutta la sua vita con la convinzione che che un mandaloriano non deve mai togliere l’elmetto.

A quanto pare, però, la convinzione di Djarin è tipica di un’antica setta “estremista”. Come spiega Bo-Katan Kryze nella serie, la setta che ha trovato Djarin da bambino e lo ha accolto, finì per diventare una setta radicale e separatista che aderiva alle più antiche norme mandaloriane, molto lontane dalle procedure quotidiane della società principale di Mandalore

https://www.nerdpool.it/2020/11/14/the-mandalorian-ecco-perche-alcuni-mandaloriani-tolgono-il-casco-mentre-altri-non-lo-fanno/

_________________________________________________
SENZA ORSATO CHE JUVE SAREBBE?

E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
ZAGORIANO INDISPENSABILE
ZAGORIANO INDISPENSABILE

Messaggi : 20067
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da Kandrax il druido Dom 15 Nov 2020, 16:50

Sono alla seconda stagione di Breaking bad ed è la mia prima serie TV. Niente male come primo bilancio: dopo i primi 2 splendidi episodi della prima stagione il ritmo secondo me cala un po' ma con la comparsa di Tuco si è alzato notevolmente il mio interesse per la serie .
Kandrax il druido
Kandrax il druido
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 958
Data d'iscrizione : 12.02.19
Località : Port Whale

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da superpippo Sab 12 Dic 2020, 17:15

oggi su rai 4 riparte supernatural, con la 14a stagione (mentre negli USA hanno già girato la 15a e ultima, vabbè...)
non vedo l'ora di rivedere i fratelli winchester e il loro pupillo Jack, la cui presenza ha contribuito molto a mantenere desto il mio interesse, perchè la serie è bella intricata e non sempre ho seguito tutto con la massima attenzione vabè

_________________________________________________
segui i miei racconti a fumetti, sul mio blog!!! hey  
https://gavialbabi.blogspot.com/

sono solo uno spettatore del mondo, seduto ad un gradino della vita...
superpippo
superpippo
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 291
Data d'iscrizione : 17.02.15
Località : nato a erice, cresciuto a calatafimi, poi trapiantato a... trapani

https://gavialbabi.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Serie TV - Pagina 15 Empty Re: Serie TV

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 15 di 29 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16 ... 22 ... 29  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.