Fumettisti nati oggi (continua....)

2 partecipanti

Pagina 1 di 21 1, 2, 3 ... 11 ... 21  Successivo

Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Dom 05 Set 2021, 23:03

Sergio Aragonés
Sergio Aragonés Domenech (San Mateo6 settembre 1937) è un fumettista e scrittore spagnolo naturalizzato messicano, noto soprattutto per i suoi contributi sulla rivista satirica Mad.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Nato a San Mateo, nella Comunità Valenzana, il 6 settembre del 1937, Aragonés e la sua famiglia dovettero rifugiarsi in Francia a causa dell'imperversare della guerra civile spagnola, per poi emigrare in Messico nel 1943, dove Sergio studiò architettura all'università. Successivamente, emigrò negli Stati Uniti nel 1962, all'età di 25 anni (attualmente vive ad Ojai, in California).
New York, riuscì ad entrare nello staff della rivista Mad grazie all'intercessione del cubano Antonio Prohías, autore della celebre striscia satirica Spy vs. Spy, di cui divenne uno dei contributori storici; nel 1980 insieme a Mark Evanier creò il personaggio creator-owned (cioè di cui detiene i diritti) di Groo (chiamato così perché non ha nessun significato in nessuna lingua), la cui serie è stata pubblicata negli anni da diversi editori (Pacific ComicsEclipse ComicsMarvel Comics/Epic ComicsImage ComicsDark Horse Comics).
Negli anni ha scritto anche storie umoristiche per le major Marvel e DC (FanboySergio Aragonés Massacres MarvelSergio Aragonés Destroys DCSolo).
Fumettisti nati oggi (continua....) Fresh536
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Dom 05 Set 2021, 23:04

Gō Nagai
Kiyoshi Nagai , noto come Gō Nagai (Wajima6 settembre 1945) è un fumettista e scrittore giapponese. Considerato uno dei più importanti mangaka di sempre, è autore di opere che hanno segnato la storia moderna del fumetto portando due importanti innovazioni nei manga e negli anime giapponesi: nel 1968 con l'accoglimento dell'erotismo nei manga destinati ai ragazzi con La scuola senza pudore (Harenchi Gakuen) e nel 1972 con l'introduzione dei mecha, enormi robot guidati da piloti posti al loro interno, a partire dall'anime Mazinga Z.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Inizia a lavorare nel mondo del fumetto nel 1965, collaborando con Shōtarō Ishinomori, ma già nel 1967 crea Meakashi Porikiki, il suo primo manga. Nel 1970 fonda la Dynamic Production, per produrre e distribuire i suoi lavori, che col tempo si dotò di filiali in tutto il mondo (anche in Italia, vedi sotto).
Profondo innovatore in ogni campo del fumetto giapponese, con il manga Mao Dante inizia la sua esplorazione delle tematiche religiose e demoniache che si interrompe per la chiusura della rivista su cui era pubblicato. Da quanto dichiarato da Nagai stesso durante la Napoli Comicon 2007, fonte di ispirazione per Mao Dante e successivamente per Devilman fu una copia della Divina Commedia di Dante Alighieri illustrata da Gustave Doré, che aveva avuto modo di leggere durante l'infanzia
Nagai allora crea, come soggetto per una serie televisiva sperimentale dedicata ad un pubblico più adulto, un "quasi remake" e nasce così Devilman (デビルマン Debiruman?), forse la sua opera più famosa a livello mondiale. Per supportare la serie TV ne crea anche un manga, molto meno edulcorato (la serie TV infatti presenta richiami all'iconografia del supereroe occidentale). In tempi più recenti verranno realizzati due OAV che riprenderanno più fedelmente la prima parte del manga, in cui introduce situazioni al limite dello splatter e un finale apocalittico imprevedibile, soprattutto a quei tempi.
Il 1972 è un anno importantissimo per Nagai, in cui crea Cutie Honey, che unisce le tematiche supereroistiche con quelle erotiche che tanto gli stanno a cuore, e finalmente Mazinga Z, il primo cartone animato con protagonista un super robot controllato dall'interno da un essere umano. Di quest'opera furono pubblicate varie versioni a fumetti, la più importante delle quali è quella sceneggiata da Nagai e disegnata da Gosaku Ota, che segue fedelmente la trama della versione televisiva accentuandone la violenza e introducendo anche alcune innovazioni (come l'episodio in cui l'esercito del Dottor Inferno conquista uno staterello africano). Inoltre, nel corso del fumetto e della serie televisiva viene introdotto il personaggio del Granduca Gorgon, primo esponente del popolo dei Micenei (o Mikenes) che darà battaglia al successore di Mazinga Z, Grande Mazinga.
Nel 1973 ha poi inizio la lunghissima epopea di Violence Jack, una serie in cui la penisola del Kantō (dove si trova Tokyo) viene isolata da un cataclisma e diventa teatro di selvagge lotte per la sopravvivenza, che Nagai interromperà e riprenderà ripetutamente, fino a completarla solo nel 1990.
La serie televisiva Il Grande Mazinger, apparsa nel 1974, approfondirà ed estremizzerà le tematiche presenti in Mazinga Z: questa volta il pilota del mecha non è un ragazzino inesperto, ma un vero e proprio soldato addestrato al compito e che ha come unico scopo nella sua vita la sconfitta del popolo dei Micenei, che si presentano nelle mostruose fattezze di enormi mostri robotici con teste umane incastonate solitamente nel ventre. Sempre nel 1974, Nagai dà di nuovo prova del suo genio e, assieme a Ken Ishikawa, inventa i "mecha componibili" con Space Robot (Getter Robot). Anche in questa serie ritorna la tematica del "nemico che viene dal passato", ovvero l'Impero dei Dinosauri, una razza di rettili umanoidi particolarmente intelligenti, rimasti in ibernazione per secoli e tornati a reclamare la Terra. Della serie TV vengono nuovamente create molte riduzioni a fumetti, la cui più importante è senza dubbio quella disegnata (e dopo i primi capitoli anche sceneggiata) da Ken Ishikawa, coautore di Getter, che è continuata fino al 2006, anno della sua morte. Questa "riduzione" comunque risulta essere radicalmente diversa dalla versione televisiva, mantenendo solo i presupposti di base. Sempre del '74 è il fumetto Kekko Kamen (Maschera libidinosa), un'ennesima fusione di supereroi ed erotismo in cui la protagonista combatte il crimine vestita della sola maschera.
Nel 1975 viene prodotto il seguito di Space Robot, Jet Robot (Getter Robot G) insieme a due serie che avranno molto successo in Italia, Jeeg robot d'acciaio (Kotetsu Jeeg) e Ufo Robot Goldrake (Ufo Robot Grendizer). Anche in questo caso ci sono innovazioni nei mecha: in Jeeg, il pilota si trasforma esso stesso nella testa del robot con una metamorfosi e le altre parti, agganciate magneticamente, vengono "sparate" da una piccola navetta volante, appunto chiamato Big Shooter. I nemici provengono di nuovo dal passato, per la precisione dall'antichità giapponese. In Goldrake, invece, il mecha può entrare o uscire da un vero e proprio disco volante che gli fa da mezzo di trasporto nell'aria e nello spazio. Da questo particolare deriva il nome Ufo Robot, sia nella errata traduzione dalla versione francese, Atlas Ufo Robot, sia nella recente denominazione nelle edizioni D/visual, Ufo Robot Grendizer. I temi sono questa volta più "classicamente" fantascientifici, con una vera e propria invasione aliena; la serie è notevole anche per una maggiore caratterizzazione dei personaggi e delle loro emozioni, non solo negli eroi ma anche e soprattutto nei nemici.
Goldrake ha avuto particolare fortuna in Europa, dove in alcuni stati (Francia e Italia) ha dato origine ad un vero e proprio fenomeno di costume, studiato perfino nelle facoltà di sociologia. In Italia, in particolare, Goldrake ha segnato ufficialmente l'ingresso degli anime nella programmazione televisiva. L'impatto che ebbe all'epoca fu molto forte, in quanto c'erano molte differenze, sia di tecnica d'animazione sia di tematiche, con le serie allora conosciute, come i cartoni animati della Warner Bros. o di Hanna-Barbera. Goldrake era veramente "un mondo a parte" in confronto ai suoi predecessori, tanto che la prima puntata trasmessa sulla RAI fu preceduta da una breve introduzione. Famosissime divennero anche le sigle italiane, create da Vince Tempera. Inoltre Goldrake dimostra finalmente che molti dei personaggi di Nagai appartengono tutti allo stesso "universo narrativo": nella serie compare Koji Kabuto (in Italia lo si è rinominato Alcor), pilota di Mazinga Z, alla guida di un innovativo mezzo volante a forma di disco. Inoltre saranno prodotti numerosi film e OAV in cui i super robot di Nagai si uniranno per una causa comune, tra i quali Ufo Robot Goldrake contro il Grande MazingaMazinga Z contro DevilmanIl Grande Mazinga contro Getta Robot e lo spettacolare team-up Il Grande Mazinga, Getta Robot G, UFO Robot Goldrake contro il Dragosauro.
Nel 1976 Nagai collabora a due serie forse meno originali, ma che pure sono state trasmesse in Italia con un buon successo: Gackeen, il robot magnetico (Magne Robot Ga-Kin) e Gaiking (Daiku Maryu Gaiking). Proprio per una disputa sui diritti di Gaiking si deve una violenta lite di Nagai con la Toei Animation, che fino a quel momento aveva prodotto tutte le sue serie, e la conseguente separazione.
Da questo punto in poi la carriera di Nagai prende una piega curiosa: oltre a produrre nuove opere, si dedicherà in maniera quasi maniacale alla "riscrittura" delle opere che lo hanno reso celebre, spesso aiutato nei disegni da Ken Ishikawa e poi anche da Yu Kinutani, ma anche da altri autori. In questo modo verranno riletti Mazinga (God MazingerZ MazingerMazinsaga), Devilman (Neo DevilmanDevilladyAmon - The Darkside of DevilmanAmon - The Apocalypse of DevilmanStrange Days - The Apocalypse of Devilman, Devilman Grimoire), Mao Dante (Shin Mao Dante) e Cutie Honey (Cutie Honey a Go GoCutie Honey SEED).
Oltre ai remake cartacei, produrrà anche molti remake e/o seguiti delle sue serie animate: Shin Cutie Honey (seguito della serie del 1972), Cutie Honey FRe:Cutie Honey (entrambi remake), tre remake di Getter Robot (Change!! Getter Robot, gli Ultimi Giorni del MondoNeo Getter Robot contro Shin Getter RobotGetter Robot), due remake/spin-off di Mazinga Z e del Grande MazingaMazinkaiser ed il successivo film Mazinkaiser contro il Generale Nero. Vi è anche la serie TV di Devil Lady, che tuttavia non segue il manga. Esiste infine una parodia umoristica super deformedIl pazzo mondo di Go Nagai (del 1991), in cui compaiono tutti i personaggi delle sue serie più celebri.
Fumettisti nati oggi (continua....) 5ihAwszFonKmTgCD5M12gD5wfNH
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Dom 05 Set 2021, 23:04

Mike Zeck
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcT1QRwb6BpVX665xUMjUEaUFXftVzURvpKE3LUDnr0sCY6xgR_YkFXkepvxSXq0R7qQB4o&usqp=CAU
Zeck è figlio di Michael e Kathryn Jean Zeck. Il suo primo ricordo dei fumetti è del 1953, in occasione di un ricovero per una tonsillectomia, quando il suo letto d'ospedale era ricoperto di fumetti.
Ha frequentato la Ringling School of Art, e ha cominciato la sua carriera nei fumetti nel 1974 creando le illustrazioni per la Charlton Comics. Nel 1977, Zeck cominciò a lavorare per la Marvel Comics sul personaggio Shang-Chi. Ha lavorato inoltre per la DC Comics per titoli quali AquamanLegends of the Dark KnightGreen LanternCaptain America, G.I. Joe e Deathstroke, The Terminator .
È maggiormente noto, però, per il lavoro del 1987, L'ultima caccia di Kraven, scritta da J. M. DeMatteis, e con protagonista l'Uomo Ragno, e per la miniserie Punisher del 1985-1986 (scritta da Steven Grant, raccolta in volume con il titolo Circle of Blood), oltre che per la miniserie Guerre segrete.
Fumettisti nati oggi (continua....) Fresh537
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 16:13

Dimitri Avramoglou
Dimitri Avramoglou è nato a Parigiil 6 settembre 1975.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z

 Tra il 1994 e il 2000, ha frequentato due scuole, Estienne e ENSAD, poi ha lavorato come libero professionista come illustratore e grafico. Nel 2003, ha pubblicato il suo primo album, Caravane. Nel 2008 ha incontrato Philippe Druillet. Da questa amicizia nascerà l'ambizione di continuare le avventure di Lone Sloane.
Lone Sloane "Babele" è pubblicato in Italia da Magic Press
Vive e lavora a Parigi.
Fumettisti nati oggi (continua....) Fresh538
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 16:18

6 settembre

  • Sergio Aragonés
  • Gō Nagai
  • Mike Zeck
  • Dimitri Avramoglou

claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 23:16

Massimo Fecchi
Massimo Fecchi (Città di Castello, 1946) è un disegnatore e fumettista italiano.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z

Studia per diventare un insegnante di disegno all'Istituto di Belle Arti di Roma. Nel 1964 comincia a collaborare col giornale "L'Unità" pubblicando sul supplemento "Il Pioniere" la striscia comica Picchio e Pacchio. Negli anni '60 lavora alla rivista bimestrale "Miao", contribuisce a Kriminal e Jacula tramite gli studi Rosi ed infine lavora alla rivista "Telezecchino" (per l'editore Campi) disegnandone quasi tutte le copertine e creando il personaggio di Giuseppe.
Massimo Fecchi è anche uno degli autori del periodico "Il Giornalino" per il quale crea il fumetto Globulo Rosso (premiato al Lucca Comics & Games nel 1967) e collabora su Serafino insieme ad altri autori. Negli anni '70 comincia a disegnare i principali personaggi appartenenti alla Warner Bros (da Tom & Jerry a Bugs Bunny e Woody Woodpecker).
Nel 1973 comincia una lunga collaborazione con l'autore tedesco Kauka Verlag che è durata fino al 1995. Durante questo periodo disegna per il pubblico tedesco alcuni tra i più amati e fortunati fumetti (Fix & Foxi e Lupo). Nel 1984 realizza anche un adattamento a fumetti del cartone tedesco Pumuckl. Dopo lo scioglimento di Fix & Foxi nel 1995, lavora su una parodia a fumetti dell'Odissea per la casa editrice tedesca Pabel-Moewig.
La sua collaborazione con la Disney comincia nel 1998 tramite la casa editrice danese Egmont, per cui disegna storie con protagonisti PaperinoTopolino ed Ezechiele Lupo. Per l'occasione Fecchi fonda un suo studio (i Fecchi Studios) per illustrare le sue storie. Ha lavorato come animatore per Hahn Film a Berlino e come illustratore per San Paolo e Ed. Paoline. Ha anche realizzato un adattamento a fumetti di Renada.Nel 2006 Fecchi torna a lavorare sulle storie di Fix & Foxi insieme ai suoi colleghi a Roma, doveva vive con sua moglie e i suoi figli.
Fumettisti nati oggi (continua....) Fresh539
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 23:24

Lele Vianello
Raffaele (Lele) Vianello (Venezia7 settembre 1951) è un fumettistaillustratore e umorista italiano.
Fumettisti nati oggi (continua....) 220px-Lucca2010_Vianello1
Da sempre appassionato di fumetti ama disegnare e studia attentamente gli autori preferiti da cui prende ispirazione. Il fumetto italiano dell'epoca (si pensi a Tex) non lo coinvolge particolarmente e si trova a studiare con più attenzione gli autori americani (Uomo mascherato e simili) e ad imitarne lo stile.
Dopo aver conseguito il diploma di Disegnatore Tecnico, grazie ad un'amica comune, stringe amicizia con Hugo Pratt, che scopre essere suo vicino di casa, dal quale assorbe la tecnica e lo stile. Pratt riesce a cogliere le capacità dell'autore; è colpito dal taglio cinematografico che Vianello sa dare alle vignette ed alle tavole, anche se lo stile è ancora acerbo, e gli dà una serie di utili consigli su come crescere e migliorare. Vianello si presenta più volte dal maestro a distanza di mesi fino a quando Pratt vedendo i suoi ultimi lavori gli fa capire che è finalmente pronto per la pubblicazione, tanto che lo stesso Pratt gli affida la collaborazione grafica delle sue opere.
L'autore quindi si presenta alla redazione de il Mago, rivista di fumetti d'autore ed inizia a collaborare con la testata. Tra gli altri periodici su cui pubblica agli inizi della carriera: HelpSimbad e il settimanale Venezia 7. Per queste riviste realizza prevalentemente fumetti di fantascienza.
La collaborazione con Hugo Pratt avverrà solo in un secondo momento e sarà lo stesso Pratt a contattare Vianello in un momento di bisogno per farsi aiutare negli ultimi ritocchi ad alcune tavole. Vianello aiuterà più volte Pratt fino a quando la collaborazione fra i due diventerà stabile e la presenza dell'autore nelle tavole di Pratt sarà sempre più incisiva.
Vianello affiancherà Pratt nel lavoro nell'arco di tutta la sua produzione, insieme all'altro grande amico/collaboratore di Pratt, Guido Fuga. Ma mentre Fuga aiutava Pratt nella realizzazione degli elementi più tecnici (automezzi, navi, treni e simili che Pratt non amava disegnare), Vianello d'altro canto lo affianca nella realizzazione dell'intera tavola (o meglio delle strisce visto che Pratt era solito lavorare organizzandosi il lavoro in strisce orizzontali) ed in effetti la vicinanza di tratto, stile e taglio delle vignette tra i due non può passare certo inosservata. Esempi di forte collaborazione tra Vianello e Pratt si hanno, tra gli altri, in Cato Zulu e in Mu (l'ultima avventura di Corto Maltese).
Questa stretta collaborazione con Pratt non lascia molto tempo a Vianello per dedicarsi ad altro e questo porterà l'autore a curare di meno opere più strettamente personali; proprio per questo che Lele Vianello non può vantare un gran numero di personaggi propri. Ad ogni modo l'autore ha realizzato racconti e creato personaggi per alcune delle più importanti riviste di fumetti pubblicate in Italia, riviste del calibro di Corto MalteseIl Grifo e Comic Art.
Nel 1980 realizza 170 tavole di una storia a fumetti su Venezia scritta da Umberto Franzoi, direttore dei Musei del Palazzo Ducale. Nel 1986 disegna per Corto Maltese la serie a fumetti Il Millantatore, pubblicata in Francia nel volume Le Fanfaron e Dick Turpin (versione romanzata di un brigante di strada realmente esistito); su Il Grifo invece adatta a fumetti alcune storie tratte da Jack London (vengono inoltre riprese le storie del Millantatore e di Dick Turpin).
L'autore ha pubblicato anche storie brevi in Italia e all'estero come il brevissimo racconto Neve pubblicato originariamente in Francia e riproposto in Italia dalla neonata rivista Talkink. Ma i suoi lavori non si limitano al mondo del fumetto, Lele Vianello realizza anche disegni ed illustrazioni fuori dall'ambito fumettistico.
Nel 1997 ha pubblicato con Guido Fuga Corto Sconto, una guida alternativa su Venezia, per la quale gli autori vincono il premio Franco Fossati.
Nel 2000 ha collaborato con la rivista nautica Bolina in cui ha creato un nuovo personaggio, Matko. La sua seconda guida legata sempre alla sua terra è del 2002 e si intitola Navigar in laguna, dove la storia ufficiale si lega con le fiabe e le leggende che ancora vivono a Venezia. Nel 2005 ha illustrato cinque avventure sull'aviazione, legate in modo diverso a Venezia, edite dall'Aeronautica Militare Italiana e raccolte nel volume Le ali del Leone. Nel 2007 esce Marco Polo. Testimonianze d'un viaggio straordinario, dove non è il viaggiatore veneziano a raccontarci le sue avventure, bensì alcuni personaggi che furono testimoni del suo passaggio: si delinea così la biografia di un Corto Maltese di otto secoli fa che raccoglie intorno a sé quelle suggestioni e quegli scenari tanto cari a Hugo Pratt. A Lanciano è stato premiato con Targa d'Argento nel 2001 Nel 2010 torna in coppia con Guido Fuga con il libro a fumetti Cubana, il sequel del celebre L'Uomo dei Caraibi di Hugo Pratt, dove Sven cambia nome e diventa Capitan Cudd. Il libro è edito dalla casa editrice Edizioni Voilier e viene presentato in anteprima nel corso di Fullcomics & Games, a Sarzana (SP). Nel Novembre del 2010 è uscito il volume a fumetti L'ultimo avamposto della frontiera con i testi e la sceneggiatura di Carlo Bazan, edito dalla Spazio Corto Maltese Edizioni, seguiti, nel 2011, da Sentiero di guerra e Attacco a Fort William Henry, pubblicati da Segni d'Autore. Nello stesso anno pubblica anche Garibaldi eroe di fatto, biografia a fumetti di Giuseppe Garibaldi, pubblicata dagli Editori del Grifo.
Nel 2012 esce Il grande Nord. Il libro è una raccolta di storie a fumetti di ambientazione nordamericana, ispirate ai racconti di Jack London, per la casa editrice Edizioni Segni d'Autore. Nel Novembre del 2012 esce Argentina atteso seguito di Cubana, pubblicato da Edizioni Segni d'Autore in occasione di Lucca Comics and Games 2012. Per lo stesso editore pubblica Le Fanfaron, dove compare un giovane Corto Maltese, e il portfolio Soldatini di Carta, presentanti entrambi alla manifestazione lucchese.
Per Davide Livieri ha illustrato i libri Immagini tra le nuvole e Gondola - Magia sull'acqua.
Nel 2014 vince il Romics d'oro e presenta per l'occasione una mostra di tavole originali e acquerelli inediti.
Risiede e lavora nel borgo di Malamocco, nel Lido di Venezia. Ama frequentare per diletto anche rassegne umoristiche con frequenti gratificazioni.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0120
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 23:35

Branislav Kerac
Branislav "Bane" Kerac (Novi Sad7 settembre 1952) è un fumettista e illustratore serbo.
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcS_knX1RU7z3bPi8C4o-OHa5jSLlFbgNqUK11vEH-RlI1EZx4B94MUDXeIZHJq7wf-kDDw&usqp=CAU
Branislav Kerac (meglio conosciuto con il nome di Bane), nasce in Serbia, a Novi Sad, il 7 settembre 1952. Esordisce nel 1975, creando, per una rivista locale, il fumetto bellico "Porucnik Tara" ("Tenente Tara"), a cui fa seguito "Kobra", avventure di uno stuntman. La sua supereroina "Cat Claw" lo fa conoscere anche all'estero, riscontrando un buon successo, particolarmente nei Paesi scandinavi. Per molti anni lavora per la Casa editrice Dnevnik, realizzando, negli '80, alcuni episodi di fumetti su licenza come "Il grande Blek", "Tarzan" e "Phantom". Con il nome di HM Baker, negli anni '90 collabora con la statunitense Dark Horse Comics, disegnando storie per "Ghost" e "Black Pearl". Sempre nei '90, incide due album e gira per concerti con la band GeroMetaL, in veste di batterista.
Nel 2012 disegna "Gangs" per il mercato francese (Jungle-Casterman) e, nel 2014, il terzo volume di "Ligne du front" per Delcourt. Fa il suo esordio bonelliano con il terzo Color Zagor, nell'agosto del 2015.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0121
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 23:44

Moreno Burattini
Moreno Burattini (San Marcello Pistoiese7 settembre 1962) è un fumettista italiano
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcQjZIPTn7E2PFJ-uFT1NxU81OsYm9ipdZmYZA&usqp=CAU
Moreno Burattini  è sceneggiatore di fumetti, scrittore, critico specializzato, curatore di mostre, libraio, collezionista di comics e autore teatrale.Da sempre appassionato di fumetti, oggetto anche della sua tesi di laurea in Lettere all'Università di Firenze, nel 1985 dà vita alla fanzine “Collezionare” che nei suoi 7 anni di attività ha cresciuto una piccola scuola di critici e di fumettisti: è su quelle pagine che crea il suo primo personaggio, Battista il Collezionista.
Nel 1992 è tra i fondatori della prozine “Dime Press”, dedicata ai temi bonelliani. Moreno ha contribuito con i suoi articoli alle più importanti riviste specializzate e ha pubblicato vari libri di critica fumettistica e numerosi saggi, interventi e prefazioni. Organizzatore di mostre in svariate sedi, alla sua attività di critico e sceneggiatore va aggiunta quella di conferenziere sul linguaggio e sulla storia del fumetto, e quella di insegnante di sceneggiatura in corsi e lezioni tenuti in tutta Italia.
Dopo aver scritto numerose storie di “Cattivik” e “Lupo Alberto”, è divenuto uno dei principali sceneggiatori e soggettisti di “Zagor” per Sergio Bonelli Editore. Dal 1991, anno in cui fu pubblicata il suo primo albo, Burattini è il primo autore per numero di storie del personaggio, superando il suo creatore, Sergio Bonelli (alias Guido Nolitta). Dal gennaio 2007 è il curatore della collana. A Burattini si devono anche alcuni racconti usciti sugli albi di un altro personaggio della casa editrice milanese, ovvero il “Comandante Mark”.Per la sua attività al servizio dei fumetti, Burattini è stato insignito nel 1995 con 2 premi: l'ANAFI come miglior soggettista e il Fumo di China come miglior autore umoristico. Un altro riconoscimento prestigioso gli è stato consegnato ex aequo con il collega Mauro Boselli durante il Lucca Comics del 2003: il Gran Guinigi in qualità di miglior sceneggiatore.
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Lun 06 Set 2021, 23:53

Yuji Shiozaki
Yuji Shiozaki  è un fumettista giapponese. La sua opera più famosa e che gli ha donato il successo è Ikkitousen.
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcRcbKGJhQ0gcgnNbi1n49nYxyPmegDB3netCLN6YzEMbAOW_fDKS9dFvtUZofay03SNNms&usqp=CAU

Nato il 7 settembre 1967, è alto 177 centimetri, pesa 65 chili ed ha vari hobby, tra cui il baseball, la guida ed i viaggi all'estero.
La sua carriera cominciò con la Shūeisha, che pubblicò alcune opere brevi, Karen (1997-1998), Happy Man (1999), e Nikkan Tachibana (2000). Nel 2000 cambiò editore e passò alla Wani Books dove, nell'aprile dello stesso anno, venne pubblicato il capitolo zero di Ikkitousen nel "Comic Gum".
Dopo la fama iniziale, Shiozaki ottenne vari progetti anche da altre case editrici, che gli commissionarono opere tra cui: Comedy Stadium Seven (2002), una versione di ZOIDS chiamata Zoids ZI (2002-2003), Battle Club della Shōnen Gahōsha (2004), e Frontier Roots (2004). Nel 2008 ha iniziato a pubblicare la seconda stagione di Battle Club, intitolata Battle Club 2nd Stage.
Fumettisti nati oggi (continua....) 00017
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 10:35

Bruno Angoletta
Bruno Angoletta (7 settembre 1889 - 7 gennaio 1954) è stato un illustratore, fumettista e pittore italiano.
Studente di diritto a Padova, a 18 anni lascia gli studi per trasferirsi a Roma e collaborare con Vittorio Podrecca, prima per la rivista Primavera, poi conme scenografo e costumista per il suo celebre "Teatro dei piccoli" (dall'esordio nel 1914), infine per il settimanale satirico L'Asino dello stesso Podrecca e di Galantara.
Nel 1914 illustra anche i volumi della collana "La bibliotechina della lampada" della Scolastica Editrice di Ostilia, diretta da Monicelli e Mondadori, e collabora con il settimanale satirico Numero di Golia. Parte poi volontario come ufficiale degli Alpini, è fatto prigioniero e liberato alla fine del conflitto, ricevendoe una medaglia al valore.
Collabora con il PasquinoLa Tribuna illustrata, la mondadoriana Giro giro tondo, le rizzoliane Novella e Donna.
Realizza numerose copertine per il Giornalino della domenica, la storica testata fondata da Vamba, soprattutto tutte quelle del 1925 edite da Mondadori.
Nel 1927 si sposa a Modena con Fidelia Mezzelani (da cui avrà delle figlie) e si trasferisce a Milano. Qui inizia la lunga collaborazione con il Corriere dei piccoli diretto da Silvio Spaventa Filippi, dando vita prima a Marmittone (gennaio 1928) e successivamente a molti altri personaggi. Dà vita, tra gli altri, a Sor Calogero Sorbara ("che a partire si prepara"), al giramondo Girometto, al dottor Centerbe Ermete e a Pampam della Micragna, nonché ai balillini Romolino e Romoletto.
Lavora anche per Il Balilla e per L'Ardita.
Illustra una popolare e particolare edizione del "Pinocchio" di Collodi.
Le collaborazioni come copertinista, illustratore e cartellonista si moltiplicano, soprattutto con Mondadori, per il quale nel 1933 disegna il famoso marchio della Medusa. Nell'ultimo squarcio del ventennio fascista collabora con il Guerin Meschino.
Con la nuova guerra, l'ingenuo disfattismo di Marmittone non sembra più opportuno, e il piccolo antieroe deve scomparire. Pubblica vignette sulle pagine del Bertoldo.
Dopo la guerra il suo Marmittone riappare sul Pinocchio del 1945-1946, poi ancora sul Corriere dei piccoli in un'operazione di nostalgico recupero voluta dal direttore Giovanni Mosca.
Dal 1950 collabora regolarmente con il settimanale Candido di Guareschi, e una sua vignetta "Partita a scacchi" (nel n. 17 del 1951) viene segnalata dall'Enciclopedia Britannica come esempio di disegno umoristico. Continua a disegnare anche quando "il solo tenere la penna tra le dita era divenuta per lui un'atroce sofferenza", come rivelerà il settimanale nell'annunciarne la scomparsa.
Infatti, dopo lunga malattia, muore a Milano (Italia) il 7 gennaio 1954.
Fumettisti nati oggi (continua....) Marmittone-13dafd54-f6c3-433d-b63b-2d9c553525b-resize-750
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 10:52

Warren Sattler
Warren Sattler (nato il 7 settembre 1934) è un  fumettista americano, che ha contribuito al lavoro di molte pubblicazioni popolari dai primi anni 1960 fino al 1990
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Residente per tutta la vita nel Connecticut, Warren Sattler ha iniziato a fare fumetti in tenera età ed è stato pubblicato per la prima volta su un giornale all'età di 15 anni.  Ha ricevuto la sua formazione presso la Wilcox Technical School di Meriden,nel Connecticut. In seguito insegnò alla Famous Artists School dal 1957 al 1962.  Nel 1960, è stato  assistente al disegno per le strisce di Barnaby The Jackson Twins. Sattler ha anche disegnato fumetti che sono apparsi sulla rivista Help sotto la direzione di Harvey Kurtzman. La sua striscia, Grubby,durò dal 1964 al 1997 (sindacata dall'Al Smith Service). 
Nel 1970, Sattler ha disegnato, in particolare Charlton Comics. Alcuni titoli a cui ha lavorato includono Billy the KidFightin' ArmyFightin' Marines, Ghost ManorGhostly HauntsYang. Inoltre, ha lavorato come illustratore per la rivista Cracked, National LampoonPlayboy. Sattler creò una seconda striscia a fumetti sindacata nel 1980: Swamp Brats,una striscia per sole domenicali. Ha fantasma su strisce di giornali come Bringing Up Father,Comics for Kids e Gil Thorp durante gli anni 1980 e 1990.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0frgr11
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 15:39

7 settembre

  • Massimo Fecchi
  • Lele Vianello
  • Branislav "Bane" Kerac
  • Moreno Burattini
  • Yuji Shiozaki
  • Bruno Angoletta
  • Warren Sattler

claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 23:02

Paolo Aldighieri
Paolo Aldighieri, noto con lo pseudonimo eriadan (Trento8 settembre 1976), è un fumettista italiano.
Fumettisti nati oggi (continua....) 2Q==
Dopo aver studiato disegno in un Istituto d'Arte laureandosi in ingegneria dei materiali, inizia negli anni 1990 a lavorare come fumettista. In seguito, tiene una striscia a fumetti nel portale di Alice.it e, nel 2006, in altri siti come Apogeonline.com e Wabbie. Ha studiato anche allo Studio d'Arte Andromeda ricevendo un incarico alla Facoltà d'Ingegneria all'Università degli Studi di Trento
Ha scritto in vari libri, come in un'antologia per l'editrice Einaudi di Loredana Lipperini, e gli è stato dedicato uno stand al Lucca Comics & Games. È anche autore di diverse avventure e scenari per giochi di ruolo
Sul proprio blog, dall'11 dicembre 2003, fa esordire eriadan (con l'iniziale minuscola, èriadan) un fumetto online a strisce come espediente per allenarsi nel disegno, usando il linguaggio grafico dei fumetti anziché il testo scritto come diario on-line. Il fumetto è caratterizzato dal bianco e nero, integrato a volte con colorazione, per lo più digitale, e occasionale uso della fotografia. Il fumetto, di carattere autobiografico, rappresenta la quotidianità dell'autore, riportata in chiave fantastica e umoristica nel corso degli anni: l'Università e la tesi di laurea, l'entrata nel mondo del lavoro, la vita di coppia e la nascita delle due figlie. La serie venne raccolta in 11 libri editi dalla Shockdom.
Dopo circa un anno di vita del blog personale di eriadan, Lucio Staiano della Shockdom Edizioni si interessa al lavoro di Aldighieri e gli propone di curarne la pubblicazione on-line e un'edizione. La serie viene così pubblicata dalla Shockdom Edizioni (che ha curato anche le successive uscite) in un volume omonimo datato 2004, contenente alcune delle strisce pubblicate fino ad allora, più alcuni inediti creati per l'occasione. Lo stesso anno viene pubblicato anche nella raccolta La Notte dei Blogger, dell'Einaudi. Un secondo volume viene pubblicato nel 2005 col titolo Ipermao e l'ultimo occhio dell'Ippocastano, dall'omonima storia a fumetti (la prima di eriadan) con protagonista Piagatto, che chiude la solita raccolta di strisce. Io, Duke e Lui viene messo alle stampe nel 2006 e questa volta il volumetto è concluso da un omaggio di due autori (Albo creatore di Mostrip e Lui creatore di Zorflick) nati sul web come eriadan, che dedicano qualche striscia inedita ad un crossover con eriadan stesso. Nello stesso anno esce anche il volume speciale Eriadan a colori, dove vengono raccolte illustrazioni e strisce a colori dal 2003 al 2006. Nel 2007 esce la quarta raccolta dal titolo Il blog è tratto mentre è in occasione del Lucca Comics & Games che viene pubblicata la quinta racconta, eriadan 5. Ancora in occasione della fiera di Lucca, nel 2008 viene presentato il sesto numero delle raccolte: prenaTales.
Per i disegni ha detto di ispirarsi a Sky Doll di Alessandro Barbucci e Barbara Canepa, ma anche a Bill WattersonWill Eisner Daniele Caluri e innumerevoli altri.
Il 7 gennaio 2007 viene a mancare il gatto del fumettista, Cianci detto il Piagatto, protagonista sin dall'inizio di innumerevoli strip. L'evento ha spinto diversi colleghi a manifestare la propria vicinanza all'autore con strisce commemorative.
Nella notte tra il 18 e il 19 gennaio 2010, l'autore annuncia di volersi prendere una pausa dal blog per poter considerare il fumetto, usando le parole dell'autore, "come un piacere e una passione e non, come invece accade ultimamente, un lavoro". Nelle settimane successive, a cadenza irregolare e anche nel weekend, sono apparse nuove strip a colori; a commento di queste comunicava ai lettori di aver avviato un progetto che aveva in programma da tempo, e l'irregolarità delle pubblicazioni era dovuta anche a quello. A partire dal 18 maggio, poi, l'autore annuncia il ritorno alle matite e a una pubblicazione più costante, seppur non riprendendo un ritmo quotidiano.
Nel 2010, pun anno e mezzo, per stesso parere dell'autore grazie al lavoro di promozione fatto da Lucio Staiano di Shockdom, eriadan diventa anche la strip ufficiale del portale Alice.it
Eriadan ha pubblicato anche tavole umoristiche su Jonathan Steele e, da luglio 2010, su Focus Brain Trainer.
Il 5 novembre 2014 viene comunicato un nuovo periodo di pausa dal blog senza specificare alcuna motivazione. Il blog rimane fermo fino al 25 gennaio 2015 quando con una nuova comunicazione viene indicato che la pausa è dovuta a "una tempesta… una bella tempesta, che ora è passata". Da allora la pubblicazione è rimasta ferma fino all'11 dicembre 2015, quando è stata pubblicata una nuova vignetta
Il 1º giugno 2016 pubblica sul proprio blog una breve lettera aperta con la quale comunica la fine della propria attività di disegnatore online.
Fumettisti nati oggi (continua....) 1334f-eriadan4
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 23:03

Archie Goodwin 
Archie Goodwin (Kansas City8 settembre 1937 – 1º marzo 1998) è stato un fumettistacuratore editoriale e artista statunitense. Dal 1976 al 1978 è stato curatore editoriale capo della Marvel Comics.
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcRnMxEzv6dH1xZYRwChogKOTDMxqZuuqItUZEQw6Lt0HQVdInyGvqIs-3tAYVW7M88efsA&usqp=CAU
Nel 1976 Goodwin divenne l'ottavo editore capo della Marvel Comics, subentrando a Gerry Conway, con la condizione che si sarebbe trattata di una posizione temporanea finché non si fosse trovato un nuovo sostituto. Goodwin si dimise nel 1978 e fu sostituito da Jim Shooter.
Archie Goodwin lavorò su numerose serie durante la sua carriera, ma è ricordato specialmente per l'adattamento fumettistico della saga cinematografica di Guerre stellari. Goodwin scrisse una serie di fumetti e delle strisce quotidiane basate sui personaggi dei film. Sceneggiò anche degli adattamenti dei film AlienBlade Runner e Incontri ravvicinati del terzo tipo. Come editore capo, assicurò alla Marvel i diritti di pubblicazione dell'adattamento di Guerre stellari e delle serie derivate. Le serie furono vendute con buoni risultati successivamente, favorite anche dalla scarsità di merchandising collegato a Guerre stellari, nel momento in cui la Marvel era in difficoltà e molti dirigenti stavano valutando la possibilità di abbandonare completamente il mondo dei fumetti. Alcuni, compreso Jim Shooter, hanno attribuito la sopravvivenza della Marvel al fatto che si fosse assicurata i diritti di Guerre stellari.
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 23:19

Austin Briggs
Austin Briggs (8 settembre 1908 – 10 ottobre 1973) è stato un fumettista e illustratore. 
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcSUCvF7IYt9jSO-vHfGKEMNSfri7VAbeiQTtg&usqp=CAU
Nato a Humboldt, Minnesota, è cresciuto a Detroit, Michigan prima di trasferirsi a New York da adolescente. Dopo aver lavorato per un po' in un'agenzia pubblicitaria,ha iniziato a fornire illustrazioni per la rivista pulp "di alto livello" Blue Book.  Briggs in seguito divenne assistente del fumettista Alex Raymond in Flash Gordon e gli succedette in Secret Agent Corrigan. Nel 1940 disegnò una striscia di Flash Gordon Daily su cui rimase fino al 1944 circa; è passato a creare illustrazioni per libri e riviste come Readers Digest e The Saturday Evening Post. È stato uno dei docenti fondatori della Famous Artists School. 
Nel 1969 fu eletto nella Hall of Fame della Society of Illustrators.
Morì di leucemia a Parigi,dove si era ritirato.
Fumettisti nati oggi (continua....) 00018
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mar 07 Set 2021, 23:34

Mario Milano
Fumettisti nati oggi (continua....) 2Q==

Nato l'8 settembre 1968 a Foggia, dove risiede e lavora, Mario Milano frequenta l'istituto d'arte e l'Accademia di Belle Arti della sua città, diplomandosi in Scenografia nel 1992. Dopo il diploma alterna all'attività di scenografo quella di fumettista, anche se ancora in un circuito semiprofessionale. L'esordio vero e proprio si ha nel 1994, quando inizia un rapporto di collaborazione tuttora attivo con Sergio Bonelli Editore.Disegna per Zona X e, a partire dal 1999, prima per Nick Raider e poi per Magico Vento. Nel 2006 fa il suo esordio nella serie regolare di Tex, per poi disegnare anche un Color Tex e un numero di Tex Romanzi a Fumetti.Attualmente è impegnato soprattutto sul mercato francese, trovando però anche il tempo di dedicarsi all'illustrazione e alla pittura ad aerografo.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0125
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 13:49

Carlos Alberto Pedrazzini
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Carlos Pedrazzini è un disegnatore argentino nato l'8 settembre 1944 a Buenos Aires.
Ha iniziato la sua carriera nel 1970 negli studi di Carlos, Enrique e Ricardo Villagrán,dove ha lavorato al fianco di Lucho Olivera, José Luis Salinas e Alberto Salinas. Nei primi anni 1980, Pedrazzini ha disegnato la striscia a fumetti 'Dick el Artillero' ('Dick the Gunner') che è stata distribuita attraverso il King Features Syndicate, precedentemente disegnato da José Luis Salinas e Lucho Olivera. Ha anche disegnato il fumetto di calcio "Claudio Corzi, pájaro y demonio" per il supplemento per bambini del quotidiano La Nación nel 1982.
Fortemente influenzato dallo stile di Domingo Mandrafina,inizia a lavorare per le case editrici Columba e Record. Ha creato un adattamento a fumetti del romanzo di Henri Charrière 'Papillón' per El Tony, e ha continuato le serie che sono state originariamente create da Ernesto Garcia Seijas, come 'Skorpio', 'Mandy Riley' e presumibilmente anche 'Helena'. Per Fierro, ha realizzato il serial "La Batalla de las Malvinas" con lo scrittore Ricardo Barreiro e l'artista Marcelo Perez nel 1984. La sua storia 'La Armada Invencible' è stata pubblicata su Fénix nel 1989
Ormai dotato di uno stile più personale, Pedrazzini era presente nelle pubblicazioni della casa editrice italiana Eura Editoriale, in particolare le riviste Skorpio e LancioStory. Per Skorpio, Pedrazzini e lo sceneggiatore Robin Wood hanno creato 'Munro' (1992), una serie ambientata nell'America del 1930 e conosciuta in Argentina come 'Morten'. Pedrazzini e Wood in seguito collaborarono alla serie 'Joan'. Nel 1996, è entrato a far parte del team artistico della serie di fumetti Eura sul nobile veneziano del 16 ° secolo diventato mercenario, che è stato creato in Argentina da Robin Wood e Alberto Salinas. Altre produzioni degli anni 1990 sono 'América mágica' e 'El Amigo', che è apparso in Argentina a Nippur Mágnum nel 1993, e in Italia in LancioStory alla fine del 1996. Ha disegnato storie con il personaggio 'Many Riley' per la rivista Puño Fuerte nel 1997
Con lo scrittore Carlos Albiac, ha realizzato la storia a fumetti "La marcha de los sueños – Adolfo contra los gorilas", che faceva parte della campagna del candidato presidenziale Adolfo Rodriguez Saa nel 2003. È anche presente nella rivista argentina Caballero con il fumetto 'Nieve roja'. Pedrazzini ha anche contribuito con l'arte al Robin Annual e allo Showcase della DC Comics negli Stati Uniti.
I suoi fumetti pornografici come Salomon Gründig sono stati pubblicati in tutta Europa. Tra i suoi lavori in questo genere ci sono 'The Black Czarina', due storie di 'Malena' e tre volumi di 'A Ruined Relationship'. 
Dal 2014 Pedrazzini è l'artista di 'Mild & Fromm', una serie a fumetti pubblicata nel fumetto svedese Fantomen.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0128
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 13:57

8 settembre

  • Paolo Aldighieri
  • Archie Goodwin 
  • Austin Briggs
  • Mario Milano
  • Carlos Alberto Pedrazzini

claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 22:51

Frank Robbins
Frank Robbins (Boston9 settembre 1917 – San Miguel de Allende28 novembre 1994) è stato un fumettista statunitense.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Incomincia a lavorare come cartellonista a metà degli anni Trenta, dopo un periodo di apprendistato in un'agenzia di pubblicità. Disegna i suoi primi fumetti nel 1938 e l'anno dopo l'Associated Newspapers gli propone di continuare le avventure di Scorchy Smith. Riporta questa serie agli antichi splendori (tanto che nel 1940 l'agenzia decide di produrre anche le tavole domenicali del pilota mirabilmente disegnato da Noel Sickles all'inizio degli anni Trenta) ma all'inizio del 1944 accetta la proposta del King Features Syndicate per la creazione di un nuovo personaggio. Nasce così il pilota Johnny Hazard, che lo terrà impegnato simo al 1977, anche se troverà il tempo di collaborare con la DC Comics negli anni Sessanta (disegnando alcune memorabili storie di BatmanThe Shadow e Unknown Soldier) e con la Marvel negli anni Settanta (firmando diverse avventure di DraculaGhost Rider e Capitan America). Dopo la sospensione di Johnny Hazard, si è ritirato a vita privata in Messico, dedicandosi alla pittura.
Muore a San Miguel de Allende (Messico) il 24 novembre 1994.

Fumettisti nati oggi (continua....) 0132
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 22:57

Claudio Nizzi
Fumettisti nati oggi (continua....) 2Q==
Nasce a Setif (Algeria) il 9 settembre 1938, ma l'anno dopo rientra con la famiglia in Italia. Completa gli studi a Roma e nel 1962 si trasferisce a Modena. Esordisce sulle pagine del Vittorioso all'inizio degli anni Sessanta, con racconti e storie brevi; dal 1963 al 1966 scrive tra l'altro la serie "Safari", disegnata da Renato Polese.
Ritorna al fumetto nel 1969 dopo un periodo in cui si è dedicato prevalentemente alle novelle e ai romanzi per le riviste femminili. Collabora a lungo con Il Giornalino creando numerosi personaggi, tra i quali possiamo ricordare almeno il popolare western Larry Yuma (1971, disegnato da Carlo Boscarato e Nadir Quinto), l'avventuroso Capitan Erik (1972, disegnato da Ruggero Giovannini e Attilio Micheluzzi), il comico Colonnello Caster Bum (poi Piccolo Dente, 1970, disegnato da Lino Landolfi). Sempre per Il Giornalino creerà anche Nico e Pepo (disegni di Carlo Boscarato), il Tenente Marlo (1977, disegni di Sergio Zaniboni) e Rosco & Sonny (1981, disegni di Giancarlo Alessandrini e Rodolfo Torti).
Nel 1987 lascia Il Giornalino e approda alla Sergio Bonelli Editore dove sceneggia alcuni episodi di Mister No prima di raccogliere la difficile eredità di Gianluigi Bonelli, creatore del popolarissimo Tex Willer, assumendosi la responsabilità del personaggio.
Nel 1988 dà vita a Nick Raider, grintoso agente della squadra omicidi di New York.
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 23:05

Vicente Segrelles
Nasce a Barcellona (Spagna) il 9 settembre 1940.
Fumettisti nati oggi (continua....) Z
Particolarmente portato per il disegno, a soli quattordici anni incomincia a collaborare alla realizzazione di cataloghi tecnici e disegni pubblicitari.
Nel 1960 illustra "Iliade" e "Odissea" per le edizioni Afha, una casa editrice per la quale in seguito disegnera varie altre opere di carattere divulgativo, continuando a lavorare per la pubblicità oltre che per diverse riviste.
Nel 1981 dà vita sulla rivista Cimoc al suo primo fumetto, il "Mercenario", una serie heroic fantasy realizzata con particolare cura e pubblicata con successo in una quindicina di paesi.
Fumettisti nati oggi (continua....) 0133
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 23:13

Kenshi Hirokane
Kenshi Hirokane (Yamaguchi9 settembre 1947) è un fumettista giapponese. È laureato in legge all'Università di Waseda, e dopo la laurea ha lavorato per quattro anni nella ditta Matsushita Electric. Ha debuttato come mangaka nel 1974, con il manga Kaze Kaoru.
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcR4u5djH5J84zzeMSV1BwPEdEopSTjW3JeATAavDQGMrRxwnpZusBZJv5TI22gMlaKPqAs&usqp=CAU
Hirokane è conosciuto per aver creato manga con una forte componente sociale, oltre che per il suo seinen bestseller Hello Hedgehog, che è stato adattato anche in un OVA dal titolo Domain of Murder. Ha ricevuto diversi premi, tra i quali lo Shogakukan Manga Award "Manga seinen/generale" nel 1985, per il manga Human Crossing, il Kodansha Manga Award "Manga generale" nel 1991 per Kachō Kōsaku Shima, ed il Premio Eccellenza al Japan Media Arts Festival del 2000, per il manga Tasogare Ryūseigun (Like Shooting Stars in the Twilight).
È sposato con un'altra mangakaFumi Saimon
Fumettisti nati oggi (continua....) 0134
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Mer 08 Set 2021, 23:26

Paul Grist
Paul Grist (Sheffield9 settembre 1960) è un fumettista britannico.
Fumettisti nati oggi (continua....) Images?q=tbn:ANd9GcQ9h_1HU8aR_7q_iQsVaMMqBQkRkoyCfKDEDw&usqp=CAU
Attivo dagli anni ottanta, si è distinto come uno dei fumettisti più innovativi e promettenti del panorama fumettistico d'oltre manica. Tra i suoi primi lavori di spicco vi è una storia breve realizzata con l'autore scozzese Grant Morrison (intitolata St.Swithin'Day), una storia su Grendel per i testi di Steven T. Seagle, e una storia per il popolare vigilante Judge Dredd realizzata con Robbie Morrison. Tra la fine degli anni novanta e i primi anni duemila arriva anche ad ottenere incarichi sporadici per Marvel Comics e DC Comics. I suoi più importanti lavori sono però autoprodotti attraverso una sua casa di produzione denominata Dancing Elephant Press. Tra questi vi sono Kane e Jack Staff, distribuiti negli Stati Uniti tramite la Image Comics che ha garantito la pubblicazione del materiale pubblicato in origine nel Regno Unito per poi distribuire anche storie inedite (tra il 2003 e il 2013). L'autore si cimenta anche su alcuni albi legati al celebre franchise del Doctor Who, personaggio protagonista della decennale serie televisiva trasmessa dalla BBC britannica. Realizza anche un paio di storie a fumetti basati sullo spin-off Torchwood.
Nel 2017 Paul Grist torna all'attenzione dei lettori statunitensi attraverso la Dark Horse Comics per la quale realizza i disegni della miniserie The Visitor: How and Why He Stayedspin-off della saga del celebre Hellboy, parte integrante del Mignolaverse. I testi sono dello stesso Mike Mignola. Il rilancio dell'autore lo porta a tornare a lavorare per la Marvel per la quale crea il nuovo super team The Union (nel 2020) di cui fa parte anche il super eroe britannico Union Jack, personaggio di cui Grist avrebbe da sempre voluto realizzare delle storie
Paul riesce a far pubblicare e distribuire le sue prime opere nel 1987. A dargli fiducia è la piccola casa editrice britannica Harrier Comics che gli affida la commissione di due storie per la rivista antologica !Gag!. Una viene pubblicata su !Gag! n.2 (del luglio 1987) e la seconda su !Gag! n.6 (dell'agosto 1988). In seguito viene scelto per realizzare i disegni per una storia della rivista antologica Bite n.1, i testi sono di Phil Elliot. La casa editrice è la storica Fantagraphics Books (ancora attiva), punto di riferimento per i comic alternativi e il fumetto d'autore d'oltreoceano e non solo. Successivamente collabora con l'autore scozzese Grant Morrison per il magazine Trident, della omonima casa editrice. I due realizzano una storia in più parti serializzata nei primi 4 numeri (distribuiti negli ultimi mesi del 1989). Nonostante la breve vita editoriale della serie e del suo publisher, sulla rivista si ritrovano a collaborare alcuni degli autori e artisti che vanno a formare la British Wave, movimento fumettistico che contribuisce a cambiare radicalmente i comic statunitensi tra la seconda metà degli anni ottanta e i primi anni novanta. Tra questi vi lavorano Neil GaimanMark MillarEddie Campbell e il già citato Grant Morrison. Paul realizza una storia anche per il n.8, per i testi di Andrew Hope. Nello stesso periodo (fine 1989) lavora anche per la Atomeka Press, per la quale collabora al n.2 del magazine A1 (del gennaio 1990). Sullo stesso albo vi sono storie di autori quali Alan Moore e Peter Milligan, anche loro protagonisti dell'ondata di fumettisti inglesi destinati a lasciare un segno indelebile sui comic anglo-americani. Da segnalare la collaborazione con l'autore scozzese Mark Millar (futuro fondatore dell'imprint Millarworld), con il quale crea la storia insiders serializzata in più capitoli sulla rivista Crisis della Fleetway, gli albi interessati sono i nn.54-59, pubblicati tra gennaio e giugno del 1991. Nei primi anni novanta Paul si appoggia alla Tundra Uk per distribuire le sue opere ed è per questa che pubblica il suo primo personaggio ideato per una serie indipendente. Si tratta di Burglar Bill del quale la Tundra pubblica però solo una storia prima di chiudere i battenti
L'autore si rivolge quindi al mercato statunitense che in quel periodo stava macinando risultati record per le vendite. Inoltre molti suoi colleghi e/o collaboratori britannici quali (tra gli altri) Grant MorrisonMark MillarPeter Milligan e l'ormai affermato Alan Moore, si erano fatti valere oltreoceano, appoggiati dall'editor DC Karen Berger, co-fondatrice nel 1993 dell'etichetta Vertigo. Sotto questo imprint vengono pubblicate negli anni novanta diverse opere di autori d'oltremanica, dal Sandman di Neil Gaiman al Preacher di Garth Ennis, che contribuiscono a ridefinire gli stilemi narrativi dei comic americani. Paul si propone alla DC con una sua idea ma viene rigettata Non è chiaro se riguardasse il rifacimento (in chiave revisionista) di un personaggio già esistente oppure fosse un soggetto originale. A questo punto decide di auto prodursi e fonda una piccola casa editrice indipendente quale la Dancing Elephant Press. La serie con cui debutta si intitola Kane e si basa sulla proposta rifiutata dalla DC. L'opera indipendente riesce a ritagliarsi un piccolo spazio tra gli indie-comics e prosegue per 31 albi, dal 1993 al 2001
Tra gli anni novanta e i primi anni duemila, Paul riesce a mettersi in discreta evidenza, meritandosi anche il plauso della critica. A differenza di altri autori suoi compatrioti e facenti parte della British Invasion non riesce però ad affermarsi nel mercato mainstream statunitense. Non pubblica opere di spicco per la Vertigo e non gli vengono assegnate serie di rilievo sui supereroi Marvel o DC Comics. In ogni caso prova sottoporre alla Marvel le sue idee per il rilancio del super eroe britannico Union Jack, ma la proposta viene rifiutata, evento già successo alla DC per il personaggio che poi sarebbe diventato Kane. Paul decide quindi di rivolgere la sua creatività verso il mercato indipendente puntando su personaggi creator-owned, garantendosi in questo modo una maggiore libertà creativa e una possibilità di essere pubblicato. D'altra parte la sua prima opera di rilievo, ovvero il Detective Kane di New Eden è un fumetto in bianco e nero distribuito esclusivamente per il Mercato Diretto, personaggio però rimasto poco conosciuto presso i lettori d'oltre oceano. Volendo portare avanti le idee su Union Jack, ne realizza una sua versione personale il cui costume ricalca palesemente quello della controparte Marvel, ma lo sviluppa in maniera asimmetrica, riprendendo comunque le geometrie e i colori della celebre Bandiera del Regno Unito. Come arma utilizza una singolare e (apparentemente) poco efficace asta, da cui il nome dell'eroe che include il termine Staff. In tutti i fumetti a lui dedicati viene presentato con la tagline: "Britain's Greatest Heroes!", ovvero Il più grande eroe della Gran Bretagna. La serie Jack Staff si presenta come un'opera dove l'autore riesce a dare pieno spazio alla sua creatività e volontà d'innovazione, il suo stile di disegno essenziale ma efficace si mescola a soluzioni narrative e impostazioni della griglia delle tavole che sfidano continuamente l'attenzione del lettore[ Il presunto protagonista della serie sembra essere adombrato da una pletora di personaggi apparentemente secondari che sviluppano le loro storie parallelamente alle vicende principali. Il tutto sembra dispersivo ma l'abilità di narratore di Grist emerge nei momenti in cui riesce a inquadrare ogni elemento all'interno di un affresco narrativo che assume dei toni epici difficilmente prevedibili. Ogni albo è imprevedibile sia per quanto riguarda le trame che si vanno a dipanare sia per la struttura delle tavole, le griglie non sono mai rigidamente impostate e nessuna tavola ripete la struttura di quella precedente[. A questo si aggiungono espedienti narrativi quali la rottura della quarta parete (utilizzato più volte da Grant Morrison), con personaggi a fumetti che sembrano leggere nella mente del lettore, una narrazione che non obbedisce necessariamente ad una linearità temporale. La capacità di rendere funzionali sperimentazioni visive ed elementi innovativi nella struttura della trama porta Paul Grist ad essere tenuto in grande considerazione da parte della critica britannica (e non solo) e viene considerato uno dei grandi innovatori del fumetto degli anni duemila, al pari di quanto fatto da Chris Ware, dai fratelli Hernandez (Gilbert, Mario e Jamie) e il fumettista norvegese Jason
Del talento dell'autore si accorge anche la Image Comics, il più importante editore indipendente del mercato statunitense, terza forza dell'indistria dei comic dopo le Big-Two (Marvel e DC). Dal 2003 viene quindi pubblicata dalla Image e distribuita dalla Diamond Comic Distributors una serie a fumetti (a colori) deducata a Jack Staff e distribuita a livello capillare nel vasto mercato diretto di lingua anglofona. La pubblicazione conta 20 albi ma nel 2009 viene cancellata in seguito alla scarsità delle vendite e al disinteresse dei lettori nei confronti dell'opera di Grist. Tale fallimento, il secondo (per Grist) nell'importante e competitivo mercato a stelle e strisce viene considerato come un limite del fumetto (commerciale) nel saper recepire opere innovative e realmente sperimentali. Probabilmente si tratta anche di un problema di offerta. Con un mercato saturo di super eroi (del duopolio Marvel-DC), un altro personaggio in costume creato per il mercato UK, con venature da fumetto underground, difficilmente trova stabilmente una sua nicchia di appassionati. Nonostante questo Grist crea appositamente per il mercato USA un nuovo super eroe teenager, distribuito dalla stessa Image. Si tratta di Mudman, un ragazzo di nome Owen Craig che oltre ad avere tutti i problemi tipici dell'adolescenza, si ritrova con uno dei superpoteri più bizzarri mai visti: si può trasformare in fango. Come molti dei personaggi e delle storie di Craig ci si trova di fronte ad una narrazione che all'apparenza riprende il genere mainstream dei comic statunitensi ma mette di fronte al lettore situazioni, impostazione delle vignette ed esposizione delle tematiche che fuoriescono dai consueti topoi del genere. Le vendite della serie Mudman non sono soddisfacenti, la pubblicazione termina con il n.6 (distribuito il 6 febbraio 2013). Con quest'opera Grist dimostra per l'ennesima volta di non voler cedere a compromessi di carattere commerciale, e ha infatti sfruttato pienamente (ma senza successo) la libertà creativa concessagli dagli editor della Image. Questo potrebbe essere un limite per il fumettista a cui si aggiunge la volontà di voler aver pieno controllo sul materiale pubblicato a suo nome; per opere quali KaneBurglar BillJack Staff e Mudman si impone infatti di voler essere l'autore dei plot, dei testi, dei disegni (matite e chine), della colorazione (per gli albi che l'hanno richiesta) e il lettering a cui si aggiungono le copertine. Questo tipo di impegno porta ad una notevole discontinuità di pubblicazione delle serie a fumetti. Grist, oltre ad essere oberato dalla necessità di partorire un albo completo nelle sue componenti, è anche un artista notoriamente lento nella lavorazione delle tavole, non tanto per i disegni (che non presentano particolari dettagli) ma quanto per la volontà di presentare qualcosa di nuovo e sorprendente per il lettore ogniqualvolta si giri la pagina di un suo fumetto. Jack Staff e Mudman, nonostante la pubblicazione Image Comics, risentono particolarmente della irregolarità di pubblicazione, elemento che allontana facilmente il lettore del mercato anglofono, già sommerso ogni settimana da una miriade di proposte e novità. Mudman, per esempio, nel momento in cui avrebbe dovuto cercare di radicarsi stabilmente in una base di lettori ha un improvviso rallentamento nella pubblicazione che porta alla distribuzione di soli 4 albi nell'arco di un anno (4 numeri in tutto il 2012). Questo nonostante gli venga affiancato il colourist Bill Crabtree su Mudman. Ancora più lenta e problematica è stata la distribuzione della serie Image per Jack Staff di cui sono usciti solo 3 albi nel 2004 (i nn.5-7) e un solo albo nel 2006 (il n.10), dove tra l'altro la copertina e parte della storia è dedicata ad un nuovo personaggio quale Claw. Diventa quindi difficile fidelizzare i lettori, considerando anche lo sviluppo a più trame e narrazione (talvolta) non lineare delle storie di Grist Bisogna sottolineare che con la serie dedicata al super eroe teenager Mudman, l'autore cerca di avvicinarsi ad uno stile narrativo decompresso e lineare tipico del Marvel-style. Le vicissitudini di Owen Craig, le difficoltà nel gestire super poteri e problemi adolescenzili, sono narrate ed esposte in maniera molto simile a quanto visto nei primi numeri dell'Ultimate Spider-Man di Brian Michael Bendis e Mark Bagley. Vi è inoltre l'evidente tentativo del fumettista britannico di voler concentrarsi sul protagonista evitando tramite e personaggi che avvolgono la storia all'interno di spirali narrative. Elementi che riprendono sue opere precedenti sono presenti ma non invasivi Per esempio nella prima pagina del primo albo vi è un monologo delirante di un'entità malvagia che si rivolge direttamente al lettore; lo avverte che il solo fatto di intraprendere la lettura di quella serie porterà alla distruzione del suo mondo e chiude lo sproloquio con un monito (apparentemente) insensato :«E finì tutto nel fango». Nonostante i buoni propositi e l'appoggio della Image, Mudman si rivela un delusione nelle vendite. La pubblicazione viene chiusa e il personaggio cade da allora nel limbo editoriale. I primi anni del duemiladieci sembrano quindi porre fine alle sue aspirazioni ad imporsi nel mercato d'oltreoceano e internazionale e, di fatti, i suoi lavori si diradano notevolmente.
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da claudio57 Gio 09 Set 2021, 10:11

Kevin Maguire 
Kevin Maguire (nato il 9 settembre 1960) è un fumettista americano, noto per il suo lavoro su serie come Justice LeagueBatman Confidential, Captain America X-Men.
Fumettisti nati oggi (continua....) 220px-10.18.09KevinMaguireByLuigiNovi

Il primo lavoro a fumetti pubblicato da Maguire fu The Official Handbook of the Marvel Universe vol. 2 #6 nel 1986. Ha debuttato alla DC Comics con illustrazioni in Who's Who: The Definitive Directory of the DC Universe #23 e 25. Nel 1987, Maguire fu il disegnatore del rilancio di Justice League scritto da Keith Giffen e J.M. DeMatteis. Maguire lasciò la serie con il numero #24 (febbraio 1989) ma tornò per l'ultima storia di Giffen e DeMatteis nel #60 (marzo 1992). I due sceneggiatori e Maguire si riunirono nel 2003 per la miniserie Formerly Known as the Justice League e il suo sequel del 2005, "I Can't Believe It's Not the Justice League" pubblicato in JLA Classified. Le collaborazioni di Maguire con Giffen e DeMatteis includono The Defenders alla Marvel nel 2005, un one-shot DC Retroactive: Justice League - The '90s nel 2011 e le storie di back-up di Metal Men nel revival del 2009 di Doom Patrol.
Maguire è stato uno degli artisti che ha lanciato la serie Team Titans nel 1992. Ha spesso collaborato con lo scrittore Fabian Nicieza in serie come Adventures of Captain AmericaX-Men Forevere Batman Confidential
Maguire e George Pérez si alternavano come disegnatori del revival della serie Worlds' Finest, scritta da Paul Levitz.  Maguire avrebbe dovuto riunirsi con Giffen e DeMatteis nella serie Justice League 3000, ma fu rimosso dal progetto dalla DC. Maguire e lo scrittore Marc Andreyko sono diventati il team creativo di Supergirl vol. 7 a partire dal numero #21 nell'agosto 2018
Fumettisti nati oggi (continua....) 0137
claudio57
claudio57
FORUMISTA IPERMAXIMUS
FORUMISTA IPERMAXIMUS

Messaggi : 16776
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni PV

Torna in alto Andare in basso

Fumettisti nati oggi (continua....) Empty Re: Fumettisti nati oggi (continua....)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 21 1, 2, 3 ... 11 ... 21  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.