LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

5 partecipanti

Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Dom 29 Ago 2021, 10:59

Apro questo topic dedicato agli argomenti di Storia.
La Storia è anche cultura. Per gli appassionati.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Dom 29 Ago 2021, 13:49

Sono tornato ieri da una settimana in Val d'Aosta, fra una camminata e l'altra ho visitato alcuni castelli e il Forte di Bard. Quest'ultimo è un'imponente costruzione che domina l'ingresso alla Valle e passaggio obbligatorio per chiunque voglia andare ad Aosta. Mi riservo di approfondire, perchè fra le tante notizie, non sapevo che Napoleone inviò un esercito verso Aosta e per una settimana 400 uomini, resistettero ai 40.000 dell'imperatore francese.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Dom 29 Ago 2021, 15:21

Claudio, ma tu non stavi scrivendo un libro di
storia, se ricordo bene?

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Dom 29 Ago 2021, 21:44

Si, e pubblicato, l'avevo anche postato da qualche parte nel forum.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da GIOB225 Dom 29 Ago 2021, 21:49

Rimetti qui il titolo. Io non ricordo di averlo visto....
GIOB225
GIOB225
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3931
Data d'iscrizione : 22.01.15
Località : vallecamonica (BS) (e Cuneo, ogni tanto...)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Dom 29 Ago 2021, 22:31

@GIOB225 ha scritto:Rimetti qui il titolo. Io non ricordo di averlo visto....

Anche a me è sfuggito. Dove si può trovare?

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Dom 29 Ago 2021, 22:58

Ecco la cover: L'avevo pubblicata nel topic:"Prima o poi disegnerò anche Zagor..." con altri miei disegni
LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  79824410

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Mar 31 Ago 2021, 07:21

@ Claudio :
I Confederati, a parte la conservazione dello schiavismo,
avevano motivazioni valide per opporsi agli Unionisti?

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Mar 31 Ago 2021, 20:17

Allora, discorso lungo e complesso. Vediamo di sfatare qualche luogo comune.
Prima di tutto la guerra non fu combattuta per liberare gli schiavi.

Lincoln ha sempre dichiarato negli scritti e alla stampa, che l’invasione del Sud aveva lo scopo di ripristinare l'Unione spezzata, e anzi per fare rientrare gli Stati secessionisti in seno all'Unione era disposto a lasciar loro la schiavitù. Era un abolizionista convinto su questo non ci piove, non credeva che nessun uomo dovesse essere proprietà di un altro, ma al contempo non credeva in nessun modo che bianchi e neri fossero due razze equivalenti e che queste non potessero vivere insieme infatti sua intenzione riportarli in Africa una volta finito il conflitto.
Il famoso proclama di Emancipazione del 1° gennaio 1863, fu una misura di guerra, in quanto liberava i neri degli stati della Confederazione, ma gli schiavi degli Stati rimasti con l'Unione rimanevano tali, per esempio il Delaware era uno Stato schiavista, ma non secessionista, così rimase col Nord, ma poté tenendo gli schiavi.
Il 13° emendamento del 1865, che aboliva la schiavitù, passò a pochi giorni dalla fine del conflitto e solo grazie a qualche magheggio (per chi ha visto il film ‘Lincoln’, sa di cosa parlo), quindi in pratica se la guerra finiva due mesi prima, il nord vinceva e la schiavitù era ancora prevista dalla Costituzione degli Stati Uniti.

Al Sud le cose erano diverse, volevano tenersi gli schiavi, ma certo non per malvagità, ma semplicemente perché nel Sud agricolo la manodopera era vitale e fu alimentata nei decenni dai mercanti di schiavi nordisti e inglesi. Tanti al Sud ormai pensavano che dovesse essere abolita, ma gradualmente, la paura di una abolizione immediata fu una delle cause che portò alla secessione, attenzione alla secessione non alla guerra. Un altro motivo fondamentale che causò la secessione del Sud furono i ‘Diritti degli Stati’ (States Rights), gli Stati volevano una maggiore autonomia, e non dover stare alle dipendenze del Governo centrale di Washington. Queste ed altre motivazioni portarono alla secessione di 7 Stati nell’arco di un paio di mesi, ma ognuno si proclamò Repubblica indipendente, nessuna intenzione di combattere se non quella di godersi l’indipendenza. Nei mesi di Stallo Lincoln cercò di riportare i ribelli a casa, ma tanto per rendere l’idea, i giornali del South Carolina (il primo Stato a secedersi nel dicembre 1860) la mattina seguente la secessione titolavano le notizie degli USA come ‘Notizie dall’estero’. Quando ormai le intenzioni di Lincoln, di non lasciare andare via i ribelli, erano chiare i sette stati si coalizzarono a formare la ‘Confederazione’. Dopo lo scoppio del conflitto altri Stati che mai avrebbero pensato che Lincoln attaccasse il Sud si staccarono dall’Unione.
Gli uomini al Nord erano spinti dalla propaganda e andare a combattere la guerra santa per liberare i neri (finita la guerra massacrarono i Rossi, ma questa è altra storia), gli uomini al Sud andavano a combattere per fermare l’invasore della loro terra. Tutti erano razzisti all’epoca, sia nordisti che sudisti, europei o americani, ma l’unico generale non bianco della guerra di secessione, fu un Cherokee, comandante di una divisione confederata. Il famigerato generale Forrest, aveva un’intera compagnia di neri e dopo la guerra ebbe a dire che furono i migliori uomini che avesse avuto ai suoi ordini.

Perchè scoppiò veramente la guerra? Ovviamente per i soldi. Nel 1800 il cotone era la più grande risorsa, era chiamato ‘King Cotton’, l’economia mondiale era dominata dal cotone. Chi aveva il cotone? Il Sud. Chi guadagnava dalla vendita del cotone? Il Nord, punto.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Mar 31 Ago 2021, 20:34

Che dire? Grazie della spiegazione e complimenti per
i tuoi studi. Come spesso accade, le cose sono più
complesse di quello che cercano di far passare.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Mar 31 Ago 2021, 21:59

Prego, ovviamente ho fatto un super sunto, ogni riga avrebbe bisogno di una decina di libri di approfondimento, inoltre molti argomenti li ho ignorati per non essere troppo lungo. Comunque gli americani stanno digitalizzando tutti gli archivi e nel sito della Library of Congress (LOC) si può trovare un'infinità di materiale, lettere, scritti, rapporti, biografie etc. Incredibile, ma vero! è più facile fare ricerche sulla storia americana che di quella italiana, per esempio ricerche storiche del 1800 italiano, si possono fare solo in polverose biblioteche dopo complicati iter burocratici.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Mer 29 Set 2021, 15:22

A proposito di Guerra Civile Americana :
Eccola qui, spiegata in modo avvincente da un  
grande storico che io ammiro, Alessandro Barbero:

https://www.youtube.com/watch?v=PbZ_uAez8b0

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Mer 29 Set 2021, 20:10

1 ora e venti, appena posso me lo guardo. Conosco Barbero, so che è competente, ho già visto dei suoi interventi sulla civil war, vediamo cosa dice in questa sede.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da chinaski89 Gio 30 Set 2021, 09:06

Interessanti tutti e tre gli interventi di Barbero al festival di Sarzana di quest'anno. Del resto Barbero non delude mai, soprattutto a Sarzana. Detto ciò resta irraggiungibile il tris sulle rivolte contadine medievali, soprattutto la puntata su quella dei ciompi. D'altronde Barbero pur essendo sempre molto preparato e preciso è un medievista, per cui su quel periodo spacca ancora di più
chinaski89
chinaski89
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3275
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Mar 12 Ott 2021, 16:10

Oggi si ricorda la scoperta dell'America di
Cristoforo Colombo. Gli antichi Greci
sapevano che c'era un altro continente
oltre l'Atlantico e ne avevano misurato
le dimensioni. Io sono tra quelli che
pensano che Colombo non scoprì il
nuovo continente ma lo conquistò.
Lo sapevano anche i sovrani di Spagna
e Portogallo, che volevano assicurarsi
nuove ricchezze.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Mar 12 Ott 2021, 18:45

Da genovese difendo il mio concittadino, la penso in maniera diversa.
-Non doveva andare nelle Indie ed è 'inciampato' in America?
-Se lo sapevano i sovrani di Spagna, magari lui ne era inconsapevole.
-E comunque non penso che il navigatore volesse conquistare un continente, al massimo poteva pensare di arricchirsi col commercio.
In tutti i casi confesso di non avere approfondito l'argomento.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Magico Vento Mar 12 Ott 2021, 19:58

Comunque, come tutti sanno, Colombo non ha scoperto l'America, dato che è ormai provato che i Vikinghi vi giunsero circa cinque secoli prima.
Magico Vento
Magico Vento
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6599
Data d'iscrizione : 03.12.19
Località : Blizzard

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Magico Vento Mar 12 Ott 2021, 20:02

@Claudio L. ha scritto:Allora, discorso lungo e complesso. Vediamo di sfatare qualche luogo comune.
Prima di tutto la guerra non fu combattuta per liberare gli schiavi.

Lincoln ha sempre dichiarato negli scritti e alla stampa, che l’invasione del Sud aveva lo scopo di ripristinare l'Unione spezzata, e anzi per fare rientrare gli Stati secessionisti in seno all'Unione era disposto a lasciar loro la schiavitù. Era un abolizionista convinto su questo non ci piove, non credeva che nessun uomo dovesse essere proprietà di un altro, ma al contempo non credeva in nessun modo che bianchi e neri fossero due razze equivalenti e che queste non potessero vivere insieme infatti sua intenzione riportarli in Africa una volta finito il conflitto.
Il famoso proclama di Emancipazione del 1° gennaio 1863, fu una misura di guerra, in quanto liberava i neri degli stati della Confederazione, ma gli schiavi degli Stati rimasti con l'Unione rimanevano tali, per esempio il Delaware era uno Stato schiavista, ma non secessionista, così rimase col Nord, ma poté tenendo gli schiavi.
Il 13° emendamento del 1865, che aboliva la schiavitù, passò a pochi giorni dalla fine del conflitto e solo grazie a qualche magheggio (per chi ha visto il film ‘Lincoln’, sa di cosa parlo), quindi in pratica se la guerra finiva due mesi prima, il nord vinceva e la schiavitù era ancora prevista dalla Costituzione degli Stati Uniti.

Al Sud le cose erano diverse, volevano tenersi gli schiavi, ma certo non per malvagità, ma semplicemente perché nel Sud agricolo la manodopera era vitale e fu alimentata nei decenni dai mercanti di schiavi nordisti e inglesi. Tanti al Sud ormai pensavano che dovesse essere abolita, ma gradualmente, la paura di una abolizione immediata fu una delle cause che portò alla secessione, attenzione alla secessione non alla guerra. Un altro motivo fondamentale che causò la secessione del Sud furono i ‘Diritti degli Stati’ (States Rights), gli Stati volevano una maggiore autonomia, e non dover stare alle dipendenze del Governo centrale di Washington. Queste ed altre motivazioni portarono alla secessione di 7 Stati nell’arco di un paio di mesi, ma ognuno si proclamò Repubblica indipendente, nessuna intenzione di combattere se non quella di godersi l’indipendenza. Nei mesi di Stallo Lincoln cercò di riportare i ribelli a casa, ma tanto per rendere l’idea, i giornali del South Carolina (il primo Stato a secedersi nel dicembre 1860) la mattina seguente la secessione titolavano le notizie degli USA come ‘Notizie dall’estero’. Quando ormai le intenzioni di Lincoln, di non lasciare andare via i ribelli, erano chiare i sette stati si coalizzarono a formare la ‘Confederazione’. Dopo lo scoppio del conflitto altri Stati che mai avrebbero pensato che Lincoln attaccasse il Sud si staccarono dall’Unione.
Gli uomini al Nord erano spinti dalla propaganda e andare a combattere la guerra santa per liberare i neri (finita la guerra massacrarono i Rossi, ma questa è altra storia), gli uomini al Sud andavano a combattere per fermare l’invasore della loro terra. Tutti erano razzisti all’epoca, sia nordisti che sudisti, europei o americani, ma l’unico generale non bianco della guerra di secessione, fu un Cherokee, comandante di una divisione confederata. Il famigerato generale Forrest, aveva un’intera compagnia di neri e dopo la guerra ebbe a dire che furono i migliori uomini che avesse avuto ai suoi ordini.

Perchè scoppiò veramente la guerra?  Ovviamente per i soldi. Nel 1800 il cotone era la più grande risorsa, era chiamato ‘King Cotton’, l’economia mondiale era dominata dal cotone. Chi aveva il cotone? Il Sud. Chi guadagnava dalla vendita del cotone? Il Nord, punto.
Interessantissima spiegazione. Ma Forrest poi non aderì al Ku Klux Klan?
Magico Vento
Magico Vento
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6599
Data d'iscrizione : 03.12.19
Località : Blizzard

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Fabri73 Mar 12 Ott 2021, 21:12

Colombo era inconsapevole ma chi lo
finanziava sapeva che avrebbe trovato un
nuovo continente.
È vero, i Vichinghi scoprirono l'America
ma la loro scoperta non cambiò la storia
del mondo, come invece è accaduto con
Colombo. Per questo il 1492 è una data
convenzionale di spartiacque stabilita
dagli storici.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.Elena (CA)

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Claudio L. Mar 12 Ott 2021, 22:44

@Magico Vento ha scritto:
@Claudio L. ha scritto:Allora, discorso lungo e complesso. Vediamo di sfatare qualche luogo comune.
Prima di tutto la guerra non fu combattuta per liberare gli schiavi.

Lincoln ha sempre dichiarato negli scritti e alla stampa, che l’invasione del Sud aveva lo scopo di ripristinare l'Unione spezzata, e anzi per fare rientrare gli Stati secessionisti in seno all'Unione era disposto a lasciar loro la schiavitù. Era un abolizionista convinto su questo non ci piove, non credeva che nessun uomo dovesse essere proprietà di un altro, ma al contempo non credeva in nessun modo che bianchi e neri fossero due razze equivalenti e che queste non potessero vivere insieme infatti sua intenzione riportarli in Africa una volta finito il conflitto.
Il famoso proclama di Emancipazione del 1° gennaio 1863, fu una misura di guerra, in quanto liberava i neri degli stati della Confederazione, ma gli schiavi degli Stati rimasti con l'Unione rimanevano tali, per esempio il Delaware era uno Stato schiavista, ma non secessionista, così rimase col Nord, ma poté tenendo gli schiavi.
Il 13° emendamento del 1865, che aboliva la schiavitù, passò a pochi giorni dalla fine del conflitto e solo grazie a qualche magheggio (per chi ha visto il film ‘Lincoln’, sa di cosa parlo), quindi in pratica se la guerra finiva due mesi prima, il nord vinceva e la schiavitù era ancora prevista dalla Costituzione degli Stati Uniti.

Al Sud le cose erano diverse, volevano tenersi gli schiavi, ma certo non per malvagità, ma semplicemente perché nel Sud agricolo la manodopera era vitale e fu alimentata nei decenni dai mercanti di schiavi nordisti e inglesi. Tanti al Sud ormai pensavano che dovesse essere abolita, ma gradualmente, la paura di una abolizione immediata fu una delle cause che portò alla secessione, attenzione alla secessione non alla guerra. Un altro motivo fondamentale che causò la secessione del Sud furono i ‘Diritti degli Stati’ (States Rights), gli Stati volevano una maggiore autonomia, e non dover stare alle dipendenze del Governo centrale di Washington. Queste ed altre motivazioni portarono alla secessione di 7 Stati nell’arco di un paio di mesi, ma ognuno si proclamò Repubblica indipendente, nessuna intenzione di combattere se non quella di godersi l’indipendenza. Nei mesi di Stallo Lincoln cercò di riportare i ribelli a casa, ma tanto per rendere l’idea, i giornali del South Carolina (il primo Stato a secedersi nel dicembre 1860) la mattina seguente la secessione titolavano le notizie degli USA come ‘Notizie dall’estero’. Quando ormai le intenzioni di Lincoln, di non lasciare andare via i ribelli, erano chiare i sette stati si coalizzarono a formare la ‘Confederazione’. Dopo lo scoppio del conflitto altri Stati che mai avrebbero pensato che Lincoln attaccasse il Sud si staccarono dall’Unione.
Gli uomini al Nord erano spinti dalla propaganda e andare a combattere la guerra santa per liberare i neri (finita la guerra massacrarono i Rossi, ma questa è altra storia), gli uomini al Sud andavano a combattere per fermare l’invasore della loro terra. Tutti erano razzisti all’epoca, sia nordisti che sudisti, europei o americani, ma l’unico generale non bianco della guerra di secessione, fu un Cherokee, comandante di una divisione confederata. Il famigerato generale Forrest, aveva un’intera compagnia di neri e dopo la guerra ebbe a dire che furono i migliori uomini che avesse avuto ai suoi ordini.

Perchè scoppiò veramente la guerra?  Ovviamente per i soldi. Nel 1800 il cotone era la più grande risorsa, era chiamato ‘King Cotton’, l’economia mondiale era dominata dal cotone. Chi aveva il cotone? Il Sud. Chi guadagnava dalla vendita del cotone? Il Nord, punto.
Interessantissima spiegazione. Ma Forrest poi non aderì al Ku Klux Klan?
Il Generale Forrest non aderì al Klan, ne fu un fondatore! Finita la guerra, il Sud subì, dopo la sconfitta, l'umiliazione dell'occupazione militare, inoltre ricchi imprenditori nordisti cominciarono ad acquistare terreni e case a chi era ridotto sul lastrico, il malcontento ed il risentimento erano forti e cominciarono a nascere dei movimenti clandestini per contrastare l'occupazione, uno di questi fu il KKK le cui mire erano gli invasori nordisti, solo che questi erano troppo forti e lentamente l'odio verso il nemico si sfogò verso la più debole popolazione di colore, il Klan diventò un gruppo razzista, Forrest a questo punto lasciò il Klan. Con la totale indifferenza del Governo nordista, che teoricamente aveva combattuto una guerra per liberarli, il Klan potè agire indisturbato praticamente per un secolo ai danni dei malcapitati neri.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7663
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Magico Vento Mar 12 Ott 2021, 22:48

Ah ecco no-ta Grazie mille per le informazioni.
Magico Vento
Magico Vento
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6599
Data d'iscrizione : 03.12.19
Località : Blizzard

Torna in alto Andare in basso

LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea  Empty Re: LA STORIA: Antica, medievale, moderna, contemporanea

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.