Lungo il fiume (Maxi n°39)

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da capelli d'argento il Mer 20 Mag 2020, 23:21

@MASSIMO ha scritto:Decisione convinta e sofferta: non lo acquisterò....
Decisione convinta e ( non ) sofferta. Lo lascio in edicola. Senza remore. Maxi storie brevi, dopo il primo, stop!
Gli "esperimenti" non fanno per me. Continui pure il curatore….old
Ciao, pard! Wink

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
capelli d'argento
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1873
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da natural killer il Gio 21 Mag 2020, 11:47

Quarto volume di Racconti di Darkwood.

Lungo il fiume.
Collante tra i vari episodi che Burattini ha scritto per  Voltolini, divenuto ormai il titolare di questa cornice essendo subentrato, fin dal secondo volume, al veterano Della Monica che aveva realizzato quella del primo Maxi dedicato ai Racconti di Darkwood.
Secondo lo schema ormai collaudato di questa formula è necessaria la presenza di chi racconta e di chi ascolta. In questo caso il secondo ruolo è impersonato da un giornalista che arriva in un Pleasant Point semideserto a causa della scomparsa del vecchio Peabody, alla cui ricerca sono andati tutti lasciando soltanto le tre ragazze del posto, che inizieranno quindi questa antologia di racconti. Mano a mano che si procede fanno la loro comparsa lo stralunato Drunky Duck, poi Cico, poi Zagor e alla fine lo scomparso Peabody con un finale a sorpresa.
Cornice senza pretese, ma funzionale allo scopo di collegare i racconti sviluppando un filo conduttore che Valdambrini disegna con perizia, anche se le tre ragazze di Pleasant Point perdono gran parte del fascino che avevano mostrato nella recente interpretazione degli Esposito.
voto 6

Il delitto impossibile
Episodio giallo con il classico delitto nella stanza chiusa in chiave Zagoriana che Burattini affida alle sempre più convincenti matite di Walter Venturi che mette in scena uno Zagor in versione Sherlock Holmes.
voto 7

La diga di ghiaccio
Classica caccia all'uomo raccontata da Burattini e resa graficamente da Alessandro Chiarolla che ha nell'elemento ghiaccio  il motivo conduttore mostrando come sfidare la natura sovente porta esiti fatali.
voto 6

L'ingrediente segreto
Bruno Enna, sceneggiatore di razza qui all'esordio su Zagor, porta una ventata di novità proponendo la presenza di una strana suora a Darkwood facendo ruotare tutto intorno a un Cico ottimamente caratterizzato assillato dall'ingrediente segreto che rende prelibata la zuppa di Sorella O'Hara. Buona la prova grafica di Oskar.
voto 7

Il confine
Fantelli e Coppola propongono la variante al femminile della comunità chiusa, apparentemente idilliaca che cela invece inconfessabili segreti dove Zagor e Cico se la dovranno vedere con forze ultraterrene.
voto 6,5

Ultima viene la neve
Sovrannaturale anche questo episodio della coppia Barbieri Barison in cui Zagor viene coinvolto in un sogno realistico che lo conduce a scoprire la verità su un vecchio delitto e a portare la pace a un ragazzo alla disperata ricerca della sorella.
voto 7

White River Express
Zamberletti e Spadavecchia ci mostrano come Zagor, con il determinante aiuto di Cico, riesca a sventare un ben organizzato tentativo di evasione in corso di traduzione fluviale di un pericoloso criminale.
voto 6

Valutazione complessiva 6,5

_________________________________________________
the haematologist
natural killer
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 18287
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da graziano il Gio 21 Mag 2020, 12:41

A me l ingrediente segreto a tratti mi ha ricordato una sceneggiatura alla alan ford, sicuramente insieme al primo episodio di burattini la migliore
graziano
graziano
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3198
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : falconara marittima

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Brunozagor il Gio 21 Mag 2020, 21:27

Ho iniziato solo stasera a leggerlo... a me personalmente piacciono questi Maxi.... I disegni di Venturi nella prima storia sono veramente eccezionali... secondo il mio modesto parere oggi è il miglior disegnatore di Zagor in circolazione.. non vedo l'ora di vederlo fra un anno nella serie regolare con Zagor ambientato in Europa e subito dopo la storia londinese di Della Monica... altro disegnatore tra i miei preferiti...

Brunozagor
New Entry
New Entry

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 30.04.20

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Walter Dorian il Ven 22 Mag 2020, 09:29

Preso e letto ieri sera, abbastanza scontento di questo Maxi. flower
Parto dalla storia che fa da cornice che per me è una "non storia", praticamente trattasi di una allegria rimpatriata di persone che si siedono attorno a un tavolo a raccontare alcune vicende su Zagor. Burattini ci mette la figura del giornalista-scrittore in mezzo (l'aveva usata per I tamburi della foresta e l'ha riusata anche per Darkwood Novels) che peraltro prima dice di voler fare un reportage sugli indiani, poi si accontenta di prendere appunti per scrivere sul suo giornale delle novelle su Zagor. flower
Venendo alle altre storie, la peggiore del lotto delle sei è sicuramente Il delitto impossibile. Qui Burattini porta all'ennesima potenza le doti investigative di Zagor, non c'è azione e tutta la storia si rivela un raduno generale di personaggi attorno a Zagor con quest'ultimo che ricostruisce e gli spiega come sono andati i fatti con dialoghi noiosi e lunghissimi I love you. Peraltro quando il fratello di Hammond viene accusato è incredibile come non accenni neanche a una reazione. Voto 4.
La diga di ghiaccio l'ho trovata un banale inseguimento dietro a due banditi con la sola variante di un fenomeno naturale che causa un disastro. Peraltro neanche in una storia di 40 pagine Burattini rinuncia al racconto coi flashback. Voto 6.
L'ingrediente segreto, storia umoristica, ma il personaggio della suora è poco credibile visto che non ha paura neanche di 4 banditi. Cico che si produce in una marea di chiacchiere inutili e non si capisce o almeno non è convincente cosa sia questo "ingrediente segreto". Voto 4.
La migliore che ho trovato è Il confine di Fantelli. Davvero bella l'idea della comunità femminista di sole donne dedite a riti pagani in un villaggio che sembra essere in un'altra dimensione. L'atmosfera è molto sinistra, straniante, colpisce l'atteggiamento folle di tutte le appartenenti alla comunità, anche se Zagor quando lo portano per farlo assistere al sacrificio umano avrebbero dovuto controllarlo meglio. Bello il finale drammatico. Voto 7,5.
Molto intensa e drammatica ho trovato anche Ultima viene la neve di Barbieri. Anche se ricorre all'espediente magico che l'uccisione di Kristen era un ricordo che quel medaglione gli aveva inviato la vicenda risulta ben costruita, drammatica e con momenti intensi, aiutata anche dai disegni di Barison che contribuiscono a dare un tono cupo. Voto 7.
L'ultima è quella di Zamberletti White river express che ho trovato un onesta storia di western e spionaggio con uno Zagor attivo e deduttivo ma senza esagerare. Bello il personaggio del bambino e l'uso di Cico simpatico e pasticcione. Voto 6,5.

DISEGNI. Tutti bene. Venturi sempre solido e convincente, Chiarolla non è mai stato tra i miei preferiti ma non mi è dispiaciuto, Scalco dimostra di aver centrato molto bene sia Zagor che Cico. Coppola anche mi è piaciuto, da rivedere qualche suo Zagor che a volte sembra troppo basso. Barison come detto dà un bel tocco cupo alla vicenda. Bene anche Spadavecchia con uno Zagor classico, riconoscibile, a volte pecca di qualche volto un po' troppo allungato ma come esordio non è male. Continua a convincere Voltolini anche se la sua Jenny confrontata con quella dei Bros è una racchia.

In definitiva, Maxi che boccio, per un'impostazione a ministorie che se inizialmente mi stava piacendo anche per via dell'entusiasmo della novità, adesso comincio a rivalutarla in negativo.


Storie: 5,5
Disegni: 8

_________________________________________________
ZAGORIANITA' SITO UFFICIALE
ZAGORIANITA' PAGINA FACEBOOK
Walter Dorian
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 12203
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da KLAIN il Ven 22 Mag 2020, 10:39

n maxi discreto, senza tonfi e senza picchi, storie da sufficienti a buone. Disegni idem, ma senza guest-star come le altre volte.
Voto globale 6,5.

Ecco i miei voti, sempre rapportati a storie di 40 pag circa:

Il delitto impossibile.
Zagor Poirot.
Sceneggiatura 8
Disegni 7,5

La diga di ghiaccio
Grande nord innevato.
Sceneggiatura 7
Disegni 6,5

L'ingrediente segreto
Zagor & Nonna Abelarda. Enna tra Saguaro e Topolino.
Storia 6
Disegni 7

Il confine
Zagor contro le amazzoni, variante al femminile del recente speciale.
Storia 6
Disegni 6,5

Ultima viene la neve
Tra realtà e magia, struggente.
Storia 8
Disegni 8

White river express
River-Cico e Zagor-Tex. Puro Zamberletti.
Storia 6
Disegni 6

Lungo il fiume.
Pleasant Point protagonista assoluto della cornice , con finale a sorpresa.
Storia 6
Disegni 7

_________________________________________________
ZAGROSKY , altrove...
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 2la5wyo

Rispetto per i Di Vitto e per Pini Segna, grazie!!!

Detrattore con la scure!!!
KLAIN
KLAIN
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2748
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : AVEZZANO

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da kento il Ven 22 Mag 2020, 19:21

Premesso che a me questi maxi con storie brevi generalmente piacciono (a parte la terribile raccolta ambientata ad Altrove), ecco le brevi recensioni delle storie contenute in queste volume..

Il delitto impossibile
Sono di parte, adoro il giallo classico all'inglese e i delitti nelle camere chiuse, quindi ho apprezzato particolarmente lo sforzo di Burattini. Quest'ultimo NON bara con i lettori, anzi è molto bravo nell'aggiungere anche un paio di scene tipicamente zagoriane ad una sceneggiatura che, per forza di cose, sarebbe stata di soli dialoghi, o quasi. Molto buono l'escamotage del delitto, quindi, che non viene inficiato molto allorché lo spirito con la scure si trasforma in novello Sherlock Holmes (il modo in cui azzecca la relazione dell'assassino con uno dei comprimari e le sue motivazioni). Leggermente meno curate del solito le tavole di Venturi, ma rimane un gran bel vedere. Voto: 8 (di parte Wink )

La diga di ghiaccio
Un racconto ordinario, nulla di eclatante ma le storie ambientate nel nord riscuotono quasi sempre il mio favore. Ma può essere che sia la versione a fumetti di "Disgelo", il breve racconto in prosa dello stesso Burattini apparso a margine degli albetti a strisce pubblicati lo scorso anno? Chiarolla fa il suo. Voto: 6

L'ingrediente segreto
La peggiore del lotto, nonostante i disegni bellissimi di Oskar. Da uno sceneggiatore quotato come Enna mi sarei aspettato molto di più, tutto invece si traduce in un racconto quasi umoristico in cui la fa da padrona l'antipaticissima coprotagonista, che maltratta a male parole il povero Cico (definito addirittura maiale! Shocked )ad ogni piè sospinto... zzzz Il messaggio di fondo e le intenzioni erano buone, la realizzazione molto meno. Ottimo Oskar, azzecca Cico (per me un aspetto fondamentale), le caratteristiche di tutti i comprimari, i paesaggi... Tutto! Speriamo sia arruolato presto nella serie regolare. Voto: 5 (mezzo voto in più per i disegni di Oskar).

Il confine
Non malaccio questo esordio di Fantelli, la cui sceneggiatura ha qualche punto in comune con "La notte del diluvio" e la recentissima "La valle dell'eden". Zero spiegazionismo, scontro con il demone di turno solo sfiorato (meno male!), dialoghi da rivedere. Ma ai nuovi va data sempre fiducia! Wink Buon esordio anche di Coppola, molto più a suo agio qui che su MM, il suo Zagor e le sue fanciulle sono azzeccate, Cico un po' meno... Ma migliorerà. Very Happy Voto: 6,5

Ultima viene la neve
Poetica storia di Barbieri e Barison, la migliore del lotto. Un racconto fatto di poesia, violenza, illusione, sogno... A Darkwood tutto può accadere. Bravissimo Barbieri, e bravo Barison, il cui tratto "adulto" di Barison è molto indicato per queste tematiche:!: Voto: 7,5

White River Express
Dimamica e veloce storia del buon Zamberletti, non memorabile ma condotta con stile e professionalità. Molto buono l'utilizzo di Cico e la piccola gag dell'ultima pagina. Spadavecchia strizza l'occhio in più di un'occasione al suo maestro Piccatto, e il risultato complessivo è gradevole, seppur non indimenticabile. Voto: 6,5

Lungo il fiume
Non era facile trovare un modo per permettere ai vari comprimari di raccontare piccole storie di Zagor. Burattini ci riesce abbastanza bene, con uno stile scanzonato che ben si addice a certe atmosfere. Discrete le tavole di Voltolini, anche se le fanciulle di Pleasant Point non gli vengono bene come a Laurenti, Rubini e gli Esposito. Voto: 6.

benvenuto

kento
kento
New Entry
New Entry

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 19.05.20

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:15

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 23oqTEd

lungo il fiume
sì alla fine l'ho comprato... per il rimorso di non aver comprato quello dell'anno scorso, che comunque era ben disegnato... poi se non diamo un sostegno noi zoccoloni duri... zagor va comprato... devo dire che non me ne sono pentito! non mi aspettavo questa stroncatura di WALTER, sinceramente... io consiglio caldamente l'acquisto, penso piacerà un pò a tutti, soprattutto a quelli che si vogliono disintossicare da altrove... ho notato una maggiore compattezza rispetto ai maxi con poe e cooper, coinvolti in storielle trascurabili, talvolta imbarazzanti... qui almeno c'è la "scusa" di una rimpatriata a tratti comica nel microcosmo zagoriano... l'albo mette il buon umore, ma stavolta funzionano anche gli episodi più cupi, perchè attinenti... come al solito uso questo commento per dare una valutazione complessiva dell'albo, ma vorrei spendere due parole anche per burattini e voltolini e questa loro "storia" di raccordo, in quanto alcuni passaggi mi hanno divertito: un drunky duck più paperinesco che mai... l'arrivo di zagor con duck che sobbalza e jenny che lo va ad abbracciare... un finale simpatico...

voto 7

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:16

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 MubWM9I

il delitto impossibile
ho deciso di non infierire... così, in cambio, posso alzare i voti alle altre storie... e lo faccio anche in un moto d'affetto verso moreno, assediato dagli hater... lasciamolo divertire, lasciamolo tornare sulla scena del delitto... cioè alla sua vecchia passione di una vita... vedo che i detrattori apprezzano, mah...... non ditemi che è per il fante di picche, la strizzata d'occhio al vecchio lettore sessantenne che vive di questi contentini, oramai... per me è la storia peggiore del maxi, mi si è rimaterializzato un incubo davanti gli occhi, lo zagor poirot che ormai sembrava un lontano ricordo... ho accusato gravi problemi di concentrazione durante la lettura... un tocco di ironia in più non avrebbe guastato, anzi... aridatemi le teste che scoppiano!!! venturi mi è piaciuto molto nel primo color e poi basta

voto 6

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:16

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 5PCNYLV

la diga di ghiaccio
una bella rinfrescata dopo l'estenuante zagor poirot... pur nei limiti della storia breve, un piacevole quadretto eastern, non western, bensì zagoriano a tutti gli effetti, con un bellissimo scenario (bella la diga, manca solo l'onda finale... dov'è finita?), una certa durezza di fondo (sulle piste del nord?), anche un pò di malinconia (il giuramento di nolittiana memoria), un pò di ironia... insomma già solo questa mi sembra superiore, ad esempio, alle storie del maxi a racconti precedente... un buon chiarolla che rievoca le atmosfere di groenlandia e zanne insanguinate

voto 7,5

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:17

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 92b6zit

l'ingrediente segreto
ENNA non mi delude, esordio molto interessante, un ritorno alle storie umoristiche di nolitta come "lo strano mister smith" oppure "natale calibro 45", tanto che la simpatica suora manesca si chiama pure o'hara come la locandiera barbuta... insomma un grande ritorno al cico di una volta, quasi da speciale cico ma di quelli fatti bene, dialoghi buoni, tanta ironia e anche un pò di retorica che su zagor ci sta sempre bene... un bravo anche al disegnatore oskar, con il suo stile minuzioso, cichiano ma sa far muovere bene anche zagor, va portato immediatamente sulla serie regolare insieme ad enna e anche a cavaletto... magari con le stesse modifiche alla gabbia bonelliana

voto 7,5

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:17

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 FV5vBBq

il confine
fantelli esordisce con la storia più dark del maxi, una versione vagamente erotica dello speciale "la valle dell'eden"... e io confesso che mi è piaciuto di più dello speciale, che è stato elogiato dai soliti detrattori solo perchè non è scritto da burattini e zagor viene trattato male (ma che problemi avete?), della storia di fantelli ho apprezzato la capacità di sintesi e alcuni dettagli simpatici: il compagno di cella impazzito, il mostro cornuto... già ci si aspettava il finale alla "testi", invece si tratta di un'apparizione velocissima, che lascia spazio all'immaginazione, molto più inquietante... e il finale amaro, quasi chiaverottiano, tralaltro il titolo è quello del dylan dog n°122... ho gradito i disegni di coppola, al netto di qualche imperfezione o vignetta brutta: penso che il primo piano di pagina 166 manderà in visibilio i vecchi lettori, il nuovo disegnatore ha azzeccato zagor

voto 7

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:18

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 FtCk8zL

ultima viene la neve
il mio voto è alto, però lo dò perchè questa, di tutte le storie presenti nel maxi, è quella che, secondo me, si presterebbe a una storia "intera", quantomeno un color oppure uno speciale: poteva venire fuori una sandy river contaminata con il fantasy... barbieri si riscatta decisamente dopo la storia del maxi su altrove, di cui non ricordo nemmeno più il titolo... l'inizio è folgorante, le prime due tavole di un grande barison, bellissimo il titolo, bella l'idea del "cambiamento climatico", e zagor alla fine non riesce a salvare la ragazza... c'è tutto: gli indiani, l'orso, il sogno, il medianismo, i fantasmi, la violenza sulle donne, le donne bianche rapite dagli indiani, la malinconia... molti storceranno il naso per questo zagor-medium con la sua teoria (sua, di burattini) sulla magia a darkwood, però mi è sembrato qualcosa di nuovo su zagor, quasi chiaverottiano, c'è perfino la poesia/filastrocca alla fine... ultima, ma non ultima, la rottura della gabbia bonelliana che si nota subito quando si prende in mano l'albo, dai bordi delle pagine

voto 8

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Kramer76 il Ven 22 Mag 2020, 20:18

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Rqwcj4P

white river express
è la storia più debole dell'albo, in confronto al pretenzioso giallo di burattini... zamberletti svolge il suo onesto compitino con uno zagor sceriffesco e i flashback e gli spiegoni burattiniani... diciamo che per essere la storia raccontata da zagor, non è un granchè, non si è sprecato... però c'è un buon cico, un finale ridanciano che ci sta... spadavecchia devo ancora inquadrarlo, ma non lo boccio, mi sembra un lavoro onesto anche il suo

voto 6

_________________________________________________
Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 7bmdqOt
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Smash il Sab 23 Mag 2020, 11:20

LUNGO IL FIUME. La storia cornice. Simpatica, divertente, con un Drunky Duck in forma e un finale allegro. La presenza del giornalista l'ho trovata invece un po' fuori luogo. Non è stata una grande cornice ma almeno tiene unite poi le varie storielle che da essa si snodano. Voto 6,5

IL DELITTO IMPOSSIBILE. Burattini scarica su una storiella di Zagor tutta la sua passione per il giallo trasformando il nostro in uno Zagor stile CSI. Su 40 tavole lette diverse volte ho chiuso l'albo per la noia, pensa se fosse stata una storia di due o più albi...Da sbadiglio, ottimo Venturi come sempre invece. Voto 5

LA DIGA DI GHIACCIO. Piacevole storia avventurosa, drammatica, con qualche battuta stile GLBonelli, così come è anche texiano l'atteggiamento di Zagor di puntare la pistola in testa ai nemici per farli parlare. Ottimo Chiarolla nel raffigurare le atmosfere innevate e dei ghiacci. VOTO 7

L'INGREDIENTE SEGRETO. E' la storia più di tutte fuori dai canoni che se presa per quello che è fa ridere. Fa ridere la suora burbera, una storia quasi più da Cico che da Zagor. Però oltre a far ridere non produce nulla di più sembra una storia da Alan Ford. Voto 6

IL CONFINE. Molto interessante e piacevole il soggetto di una comunità la cui vita apparentemente tranquilla e a contatto con le cose semplici e la natura nasconde invece cattive intenzioni verso gli ospiti. Una vicenda molto arcana, misteriosa, bello anche il finale dove temevo uno Zagor che prendesse a mazzate il mostro, invece Fantelli ci evita questo regalandoci anche un finale malinconico. Voto 8 Mi è piaciuto Coppola anche se migliorabile su alcune posture di Zagor, mi ricorda gli Esposito Bros.

ULTIMA VIENE LA NEVE. Malinconica, violenta, cruda, drammatica e con un finale tutt'altro che buonista. Bravo Barbieri a bilanciare bene la parte realistica e quella onirica, un finale quasi dylandogghiano per una storia ben costruita e valorizzata dagli ottimi disegni di Barison. VOTO 7,5

WHITE RIVER EXPRESS. Gialletto zamberlettiano senza alcun sussulto peraltro secondo me anche troppo complesso per rientrare in una storia di 40 pagine. Spadavecchia se la cava molto bene invece. VOTO 5
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3370
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Spirito errante il Sab 23 Mag 2020, 13:56

Su FB nel presentare il Maxi Burattini parla di Jenny innamorata di Zagor come se avesse dato chissà quale Hype: https://www.facebook.com/170283783059315/videos/590789534875053/

Non vedo tutta questa novità, non è la prima ragazza che sente una certa attrazione per Zagor.

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1016
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 23 Mag 2020, 15:12

@Kramer76 ha scritto:Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 MubWM9I

il delitto impossibile
vedo che i detrattori apprezzano,

Infatti anche a me ha stupito che alcuni amici notoriamente critici verso lo spiegazionismo burattiniano abbiano apprezzato questa storia molto cervellotica e poco movimentata. flower

_________________________________________________
ZAGORIANITA' SITO UFFICIALE
ZAGORIANITA' PAGINA FACEBOOK
Walter Dorian
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 12203
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da wakopa il Sab 23 Mag 2020, 16:28

Apprezzo questa formula perche' molteplici brevi storie attizzano la curiosita'e non sono pesanti da digerire  come un balenottero disegnato magari pure male;

Il delitto Impossibile
questa prima storia per i miei parametri e' insopportabile   scratch
zagor nelle vesti di Poirot e' ridicolo, innaturale  Suspect
anche la povera May nella cornice costretta a recitare:"la volta in cui zagor venne a capo dell'insolubile enigma del delitto della camera chiusa"
ma si puo' ? ^^77ò

Burattini e dai per favore,accantona le tue passioni quando scrivi zagor, te lo chiedo per pieta'  ghigli
La citazione del fante di picche poi a far specchietto per le allodole...
Venturi ai disegni assai deludente,sebbene sia una storia breve,non si contano gli zagor uno diverso dall'altro nel giro di poche vignette
affraid
ce ne sono poi alcune davvero imbarazzanti vedi pag .33 o quella senza naso di profilo a pag. 55,boh...
voto alla storia: 5
voto ai disegni:5

La diga di ghiaccio
eccellente il sudiciume western illustrato da mastro Chiarolla nel saloon dove Zane si stava trastullando con la ragazza  no-ta

e mentre lo stai apprezzando ti arriva la botta in testa della scure lanciata solo per stordire  Basketball
ti pare poi che un selvaggio Mic Mac non si producesse in una naturalissima   e dotta lezione sulla formazione della diga di ghiaccio naturale?
mutley1
loffio e poco sorprendente anche l'epilogo,mentre Chiarolla si fa ancora apprezzare per come illustra gli scenari ghiacciati Exclamation

voto alla storia:5,5
voto ai disegni:7

L'ingrediente segreto
Incredibile come un esordiente sulle pagine zagoriane si dimostri piu' abile nella conoscenza degli ingredienti giusti Shocked
curioso semmai che tocchi proprio ad un indiano raccontare la storia dell'amica suora di Cico:insomma il trionfo del grottesco, da sempre familiare sulla collana specialmente per le vicende che vedono abbastanza protagonista il messicano come in questo caso!
Definita grizzly e donna orso da trappers e indiani Very Happy   la suora che da del filo da torcere anche agli aguzzini che poi si dimostreranno compari del figlio debosciato;insomma storia divertente un po' Mellocelliana ma perfettamente zagoriana;
I disegni di Oskar molto omogenei  , anche se zagor non e' che mi convinca molto...
voto alla storia:7
voto ai disegni:6,5

Il confine
Ennesimo culto pagano con sacrificio annesso come visto nel recentissimo speciale,bisognerebbe stare piu' attenti alla programmazione
rolleyes
dove in realta' la vittima sacrificale e' la carnefice che sgozza a colpi di falce uno dei gaglioffi che zagor inseguiva;
per quanto assurda la storia riesce ad essere disturbante !Anche se come nello speciale si risolve piuttosto semplicisticamente con un calcio al braciere e l'incendio che divampa divorando tutto, evidentemente questi esordienti zagor lo considerano un cassonetto non un contenitore  *.*
ai limiti del potabile il dettaglio sulla giovinezza che permane solo ad una certa distanza dal quadro della divinita'  stella2

il disegnatore pare un pericoloso incrocio tra Venturi e Divitto ,con ogni tanto un volto fotocopiato da Ferri Surprised
voto alla storia:6,5
voto ai disegni:4,5

Ultima viene la neve
La storia dell'excusatio non petita:"A Darkwood accadono cose magiche e inspiegabili" :

la ragazza e' stata ammazzata un anno prima,ma zagor rivive ora  la scena per poterla raccontare al fratello ,grazie alle visioni indotte dai poteri sciamanici della stessa  Rolling Eyes

pure la poesia finale per dare un tocco di lirismo al tutto ;
insomma l'ho trovata un po' pretenziosa e fastidiosa nella frase giustificatrice di cui sopra;
Barison disegna uno zagor troppo ingrugnito e feroce, qui la scure viene lanciata solo per ammazzare *.*
voto alla storia:6
voto ai disegni:6

white river express  
la storia piu' canonica e prevedile la racconta zagor,eppure dovrebbe essere lui quello dal repertorio piu' vasto  bounce
storia di battelli,boscaioli,ricatti e parenti di capitani in pericolo con finale ridanciano di deafult;
a Zamberlett e questa cosa me la  fai raccontare proprio a zagor? I love you

Spadavecchia ai disegni ha un po' il vizio di diversi disegnatori zagoriani,nel senso che azzecca qualche primo piano di zagor ,ma poi e' assai approssimativo per il resto;
voto alla storia:5,5
voto ai disegni:5

La storia che fa da cornice, per il ruolo che aveva, funziona abbastanza bene,simpatica la battuta di Burattini in bocca al giornalista quando commenta l'epilogo de "il confine"  Very Happy
Voltolini assai buono ,ha forse maltrattato un po' Jenny  Laughing Very Happy benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6547
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Preacher il Sab 23 Mag 2020, 19:36

Sì, concordo con Wakopa, Venturi io l'ho visto meno ordinato e preciso del solito, ci sono dei volti inespressivi di Zagor in più parti. Sono arrivato a metà poi commento con calma.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5689
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Brunozagor il Sab 23 Mag 2020, 21:54

Finito di leggere stasera... A me è personalmente piaciuto questo Maxi.. il quarto con la formula delle mini storie... Mi piace poter vedere all opera nuovi sceneggiatori e specialmente nuovi disegnatori... Venturi, Oskar e Barrison li conoscevo già e mi sono piaciuti tutti e tre, ma anche i 2 nuovi Coppola e Spadavecchia li ho trovati bene sul pezzo.... Chiarolla a me non entusiasma, ma un 6 glielo do... Quindi un buon Maxi.... Voto 8.

Brunozagor
New Entry
New Entry

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 30.04.20

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Il tessitore il Lun 25 Mag 2020, 00:58

Letto e devo dire di tutti quelli usciti con l'impostazione della storia cornice con i mini racconti mi sembra il meno riuscito.
Buon soggetto Il delitto impossibile ma l'ho trovata di una verbosità illeggibile, Zagor Poirot in azione.
La seconda meglio, ma a rovinare tutto c'è la spiegazione didascalica sul funzionamento della diga di ghiaccio.
Quella di Enna, divertente, un buon Cico, ma mi sono chiesto che c'azzecca tutto questo su Zagor? Mi è sembrata una storia a metà tra Alan Ford e le prime storielle scritte da Gallieno e GL Bonelli.
Decisamente non male quella di Fantelli con una bella dose di mistero e inquietudine, anche se il finale con un calcio a quel braciere che causa l'incendio mi è sembrata una trovata un po' semplicistica per chiudere.
La migliore quella di Barbieri, l'ho trovata molto drammatica e intensa.
White river express soggetto e trama filano, non ci sono incongruenze ma lo Zagor di Zamberletti è troppo algido e monocorde. Al suo posto potrebbe starci un altro personaggio non me ne accorgerei.

Venendo ai disegni mi sono piaciuti tutti. Venturi però l'ho trovato affrettato e con qualche incertezza di troppo, di Voltolini non mi piace la sua Jenny per il resto ok, Oskar dovrebbe migliorare un po' alcuni volti di Zagor, non male i due esordienti Coppola e Spadavecchia, migliore Barison.

_________________________________________________
Forse un mattino andando in un’aria di vetro,
arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.
Il tessitore
Il tessitore
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 565
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Preacher il Lun 25 Mag 2020, 01:50

Comunque ragazzi, non so voi, ma per me il racconto La diga di ghiaccio disegnato da Chiarolla è lo stesso che appare in appendice alle strisce della collana scure nella storia di Rauch e Della Monica.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5689
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da sam stone il Lun 25 Mag 2020, 08:43

@Preacher ha scritto:Comunque ragazzi, non so voi, ma per me il racconto La diga di ghiaccio disegnato da Chiarolla è lo stesso che appare in appendice alle strisce della collana scure nella storia di Rauch e Della Monica.

Si è proprio quello.
Ieri Moreno Burattini sul suo blog ha scritto:
"La diga di ghiaccio" (disegni di Alessandro Chiarolla) trasforma in fumetto il racconto in prosa "Disgelo" comparso a puntate in appendice alla seconda serie delle strisce nuova versione (tutte e due le versioni nascono da un soggetto che avevo da tempo nel cassetto).



Qui l'articolo completo di presentazione del maxi sul suo blog: https://morenoburattini.blogspot.com/2020/05/lungo-il-fiume.html?fbclid=IwAR2UMrT8uoqPUxTaylX4-mmLwaeouxJ4Zm2766e-OIAwCBY9EY-9s_D7obE
sam stone
sam stone
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 556
Data d'iscrizione : 12.07.19
Località : Ferrara

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Devil Mask il Lun 25 Mag 2020, 12:49

Comincio dalla migliore alla peggiore.
La migliore è quella di Burattini e Chiarolla La diga sul ghiaccio. Un bel western tra un'ambientazione innevata e sporchi saloon degradati con tanto di scena hard che Chiarolla rende al meglio. Ben resa anche l'atmosfera della tragedia che aleggia man mano verso il finale.  Exclamation
Molto buona Il confine di Fantelli, su un soggetto simile a quello de La valle dell'Eden. Una storia dove il mistero si dipana gradualmente, bella tutta l'atmosfera claustrofobica, il finale onirico e drammatico. Peccato sia stata così corta, un soggetto del genere avrei voluto vederlo sviluppato su una storia di ampio respiro.  Exclamation
Ultima viene la neve, sufficiente. Poteva essere una storia cruda e drammatica, ma la spiegazione che Zagor aveva immaginato tutto perché ormai sente la foresta che causa qualche influsso magico su di lui rovina tutto.  flower
White river express, l'ennesimo compitino di Zamberletti in Zagor versione giustiziere. Non brilla nulla in questa vicenda scialba.  Rolling Eyes
L'ingrediente segreto, divertente quanto volete ma questa suora in versione eroina è troppo aliena su Zagor.  Rolling Eyes
La peggiore Il delitto impossibile. Burattini sfoga su Zagor la sua passione dei gialli. Fin qui nulla di male, io storie come Un capestro per Gambit le ho apprezzate, sebbene sia il genere che su Zagor farei volentieri a meno, qui però le capacità deduttive e investigative di Zagor vengono elevate al cubo producendo una storia verbosa, spiegazionista, con dialoghi ridondanti, con Zagor che spiega a tutti come si erano svolte le cose.  vabè  I love you  scratch
Disegni tutti promossi, Spadavecchia e Coppola devono migliorare ma ci sono, Oskar meriterebbe di esordire sulla regolare, Chiarolla e Barison i migliori, Venturi bene ma affrettato in qualche passaggio.

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Smash il Lun 25 Mag 2020, 13:21

@Spirito errante ha scritto:Su FB nel presentare il Maxi Burattini parla di Jenny innamorata di Zagor come se avesse dato chissà quale Hype: https://www.facebook.com/170283783059315/videos/590789534875053/

Non vedo tutta questa novità, non è la prima ragazza che sente una certa attrazione per Zagor.

Sì ma poi non ho visto tutta questa complicità tra i due superiore a quella con Gambit o anche alla brasiliana di La scorta Mohawk o a Marie Laveau.
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3370
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Lungo il fiume (Maxi n°39) - Pagina 2 Empty Re: Lungo il fiume (Maxi n°39)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum