La città della speranza (n.657/658/659)

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Capitan Kidd il Mer Giu 17, 2020 3:03 am

L'ho apprezzata molto. Exclamation Temevo sia il fatto che potesse essere una storia riempitivo inserita tra i ritorni di due villain importanti come Sophie e Kandrax, temevo anche perché Altariva in precedenza non è che mi avesse convinto molto e invece felice di essermi ricreduto. Exclamation

PUNTI POSITIVI

1) Su tutti la gestione del messicano: buffo, partecipe e vera spalla, non solo usato per lamentarsi di essere stanco o affamato. Bella la gag prima dell'evolversi della vicenda verso il finale, quasi a voler distendere un po' il clima di tensione. Exclamation

2) Qualche scampolo di filosofia tipicamente Nolittiana in Zagor nelle sue considerazioni quando accusa e condanna tutto il clima di terrore e di odio presente nella cittadina. Dialoghi dove Zagor mette in risalto la sua parte etica e morale e che fanno un certo effetto.

3) Tutta la vicenda non è particolarmente originale ma chissenefrega! Altariva con una vicenda cruda, solida e piena di azione ci mostra una cittadina e un'ambientazione lacerata dall'odio reciproco, dal clima sociale di tensione tra neri e bianchi, tra follia e violenza. Wink

4) I personaggi sono caratterizzati tutti benissimo, in particolare Virgil Boyd nella sua lucida rabbia dirompente.

PUNTI NEGATIVI

1) Che tutti gli uomini si siano bevuti la panzana di Zagor, quando fino a qualche pagina fa erano tutti votati al razzismo e straconvinti delle loro idee, mi è sembrata una soluzione un po' "facile". Secondo me per rendere meno debole questa soluzione Cole o l'altro nero ucciso uno dei due andava portato di fronte a Boyd e la gente del posto e fatto confessare.

DISEGNI

Russo non sarà un campione e qualche espressione di Zagor in primo piano non è proprio felice, ma lo apprezzo per le sue tavole ricche di particolari. Non è un disegnatore monotono, anche se migliorabile.

Storia: 8
Disegni: 7

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
Capitan Kidd
Capitan Kidd
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 05.09.16

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Smash il Mer Giu 17, 2020 2:34 pm

@rob.seven ha scritto:
@Smash ha scritto:
@Kramer76 ha scritto:

però ci sono i banditi neri a bilanciare

Sì Kramer però sempre dalla parte di Boyd stavano, quindi facevano parte anche loro della contrapposizione bianchi cattivi e neri bravi seppur dalla parte di quelli del colore diverso dalla loro pelle. Contrapposizione che trovo un po' stereotipata.

In che senso?
Il motivo che a suo tempo mi ha spinto a ideare questa storia fu proprio il fatto che ero stanco di vedere tante storie in cui i neri erano mostrati tutti buoni buonini. Uguaglianza vuol dire proprio che in tutte le razze (se si vuole usare il concetto di razze) ci sono le persone per bene e gli stronzi, quindi ho voluto scrivere una storia in cui ci fossero sia neri come personaggi positivi che negativi.
E oltre ai tre che per i soldi se ne fregano di alimentare l'odio contro altri della loro razza, c'è anche il breve flashback in cui i genitori di Boyd vengono massacrati dagli schiavi in rivolta. Che avranno avuto i loro motivi per ciò che fanno (possiamo immaginare che abbiano subito trattamenti ben poco benevoli), ma proprio "buoni" non li definirei   *.*  

Vero Rob, Boyd che subisce l'uccisione dei genitori da parte dei neri in rivolta. Hai ragione, quando è giusto è giusto, grazie della spiegazione.
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3370
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Thunderman78 il Mer Giu 17, 2020 3:05 pm

Nulla di trascendentale ma una bella storia. C'è molta violenza, temi maturi, scottanti e attuali, abbastanza dramma, tanta azione e uno Zagor molto solido e assoluto mattatore!
La gag di Cico non l'ho trovata affatto fuori luogo anche se non rientrerà tra le migliori, mentre come sottolineato da altri forse un finale più drammatico con la morte di Jerome ci sarebbe stato alla grande.
Disegni di Russo, così e così, a tratti mi pare Andreucciano, ma deve migliorare nelle scene di dinamismo.

STORIA: 7
DISEGNI: 6,5



_________________________________________________
http://www.mitiemisteri.it/index.html
Thunderman78
Thunderman78
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1249
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Andrea67 il Mer Giu 17, 2020 4:33 pm

@Preacher ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:Zagor è ben tratteggiato, ma gli manca qualcosa, forse un po’ di carisma. Si ha l’impressione che, se non ci fosse lo sceriffo, non ce la farebbe da solo a sostenere il peso della vicenda.

Andrea, ma se è anche morto lo sceriffo...
A me sembra ce l'abbia fatta da solo contro un paese intero e con l'unico appiglio della legge dello sceriffo che era saltato perché l'avevano ucciso.
Sì, é morto, ma quasi alla fine. Io mi riferivo a tutta la parte precedente.

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4607
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Preacher il Gio Giu 18, 2020 1:57 am

@Andrea67 ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:Zagor è ben tratteggiato, ma gli manca qualcosa, forse un po’ di carisma. Si ha l’impressione che, se non ci fosse lo sceriffo, non ce la farebbe da solo a sostenere il peso della vicenda.

Andrea, ma se è anche morto lo sceriffo...
A me sembra ce l'abbia fatta da solo contro un paese intero e con l'unico appiglio della legge dello sceriffo che era saltato perché l'avevano ucciso.
Sì, é morto, ma quasi alla fine. Io mi riferivo a tutta la parte precedente.

Vabbè è stato un prezioso alleato, non ci vedo nulla di strano.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5689
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Lapalette il Gio Giu 18, 2020 3:21 pm

@Thunderman78 ha scritto:un finale più drammatico con la morte di Jerome ci sarebbe stato alla grande.

Thund per me con la morte di Evelyn soprattutto e dello sceriffo poi c'è stato già abbastanza dramma nella vicenda, quindi non serviva la morte di Jerome a dare un qualcosa in più.

_________________________________________________
Chi ha paura del lupo non entri nel bosco
Lapalette
Lapalette
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1113
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da wakopa il Gio Giu 18, 2020 3:38 pm

pero' dopo quelli al femminile, per le quote azzurre un suicidio per ammore di Jeromino ci poteva stare stella2
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6547
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Spirito errante il Gio Giu 18, 2020 4:03 pm

stella2 stella2 stella2

Comunque concordo con Lapalette, ho visto un finale teso e tutt'altro che buonista e questo è l'importante. Wink

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1016
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Wallenberg il Gio Giu 18, 2020 8:51 pm

Il tema cade a fagiolo, ma penso che Altariva non poteva immaginare che sarebbe scoppiata una rivolta dopo la morte dell'afroamericano in Minnesota.
La trama è molto curata e sviluppata in maniera non banale. Sul finale si poteva fare qualcosa di più epico ed intenso nonostante sia ben costruito con Zagor che interviene nel momento topico, tuttavia come avevo rimarcato nei mesi scorsi è la parte storica e realista delle tensioni razziali, dei prodromi del KKK che prevale sull'avventura e questo su Zagor non lo ritengo giusto.
Russo non male ma inchiostra troppo: troppi neri anche dove non ce ne è bisogno.
Il mio voto un 6,5 a storia e disegni.
Wallenberg
Wallenberg
New Entry
New Entry

Messaggi : 48
Data d'iscrizione : 11.12.19

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Preacher il Ven Giu 19, 2020 12:39 am

@rob.seven
Ti volevo chiedere visto che il tema trattato e alcuni fatti sono simili e visto che uno dei titoli degli albi di questa storia corrisponde al sottotitolo del film, ti sei ispirato vagamente a Mississippi's burning?

https://it.wikipedia.org/wiki/Mississippi_Burning_-_Le_radici_dell%27odio

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5689
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da LuxorAlfa il Lun Giu 22, 2020 12:45 am

@Wallenberg ha scritto:Il tema cade a fagiolo, ma penso che Altariva non poteva immaginare che sarebbe scoppiata una rivolta dopo la morte dell'afroamericano in Minnesota.
La trama è molto curata e sviluppata in maniera non banale. Sul finale si poteva fare qualcosa di più epico ed intenso nonostante sia ben costruito con Zagor che interviene nel momento topico, tuttavia come avevo rimarcato nei mesi scorsi è la parte storica e realista delle tensioni razziali, dei prodromi del KKK che prevale sull'avventura e questo su Zagor non lo ritengo giusto.
Russo non male ma inchiostra troppo: troppi neri anche dove non ce ne è bisogno.
Il mio voto un 6,5 a storia e disegni.

Quoto. Smile  Concordo con la tua analisi. no-ta  Alla fine la parte storica e realistica prevale sull’avventura.  La sceneggiatura gira intorno ad una sorta di documentario socialmente impegnato che affronta il tema molto delicato del razzismo. Difficile con tali premesse sperare in un finale più epico, anche se Zagor riesce a risolvere la questione con astuzia, giocando tutto sul bluff della presunta confessione di Cole ( Cole in realtà era già morto). Comunque la storia di Altariva  mi è sembrata discreta, ben costruita.  I disegni di Russo li ho trovati sufficienti. I chiaroscuri mi sono sembrati elementari, poco raffinati. Inoltre l’eccesso dei neri si giustifica solo in parte con la presenza di scene notturne. Per cui anche secondo me l’uso dei neri andava dosato diversamente. I dinamismi e le inquadrature che dovrebbero esaltare l’epicita’ di una storia non hanno dato il loro contributo decisivo.

Voto alla storia  7
Voto ai disegni 6,5

_________________________________________________
Quando leggo Hegel mi diverto. Quando leggo Corto Maltese mi impegno.
Potrei leggere la Bibbia, Omero, e Dylan Dog ( di Sclavi) all'infinito, senza mai stancarmi.

Umberto Eco.
LuxorAlfa
LuxorAlfa
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 658
Data d'iscrizione : 09.02.16
Località : Bologna

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Lapalette il Gio Giu 25, 2020 6:58 pm

@wakopa ha scritto:pero' dopo quelli al femminile, per le quote azzurre un suicidio per ammore di Jeromino ci poteva stare stella2

In effetti era salito anche sul tetto, aveva già la scena pronta. q*

_________________________________________________
Chi ha paura del lupo non entri nel bosco
Lapalette
Lapalette
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1113
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Torna in alto Andare in basso

La città della speranza (n.657/658/659) - Pagina 5 Empty Re: La città della speranza (n.657/658/659)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum