FORUM ZAGOR TE NAY LA DARKWOOD DEL WEB
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Sangue Kiowa (n°654/655)

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da zannabianca^ il Dom 16 Feb 2020, 18:33

Ragazzi, ma secondo voi chi è la misteriosa figura dell'epilogo che usava Blake come pedina? Io avevo pensato a Goldberg...
zannabianca^
zannabianca^
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 07.03.18

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Preacher il Dom 16 Feb 2020, 19:05

@Andrea67 ha scritto:
Quello che mi preoccupa è che negli ultimi due anni i capolavori sono stati scritti dal solo Rauch – ne conto quattro (Vampiri, Il Samurai e questa, a cui aggiungo anche il Maxi Terre fredde) – e che Burattini, dopo l’accoppiata Mortimer/Corsa mortale, è rimasto al palo.

In effetti... flower
Questo riporta a un discorso ciclico che troppe uscite non è l'equivalente di un beneficio per il personaggio. flower

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5684
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Preacher il Dom 16 Feb 2020, 19:10

@zannabianca^ ha scritto:Ragazzi, ma secondo voi chi è la misteriosa figura dell'epilogo che usava Blake come pedina? Io avevo pensato a Goldberg...

Non penso... flower Le mani che si vedono sono normali, mentre Goldberg ha una mano di ferro. flower

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5684
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Tonka il Dom 16 Feb 2020, 19:26

@Preacher ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:
Quello che mi preoccupa è che negli ultimi due anni i capolavori sono stati scritti dal solo Rauch – ne conto quattro (Vampiri, Il Samurai e questa, a cui aggiungo anche il Maxi Terre fredde) – e che Burattini, dopo l’accoppiata Mortimer/Corsa mortale, è rimasto al palo.

In effetti... flower
Questo riporta a un discorso ciclico che troppe uscite non è l'equivalente di un beneficio per il personaggio. flower

Mah questo forse per voi ma il per voi non significa sia per tutti. Ognuno i capolavori li vede secondo le proprie sensibilità. Per me ad esempio, pur amando immensamente Rauch non trovo terre freddeun capolavoro

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da newprincevaliant il Lun 17 Feb 2020, 01:22

Letta questa perla di Rauch che dopo lo Zagor color sul passato di Fishleg ci regala una storia molto commovente sul passato di Winter Snake. Anche questo passato sarebbe dovuto essere un color, ma la scelta della serie regolare ha finito per favorire la classicità in bianco e nero dei disegni di Nuccio. Rauch riesce a calibrare con maestria quei pochi flashback per niente invasivi che nascondono il movente della storia, cioè la vendetta di Winter Snake nei confronti dello spietato " Senatore ". Il finale a sorpresa brillantemente elaborato da Rauch lascia intendere futuri colpi di scena...Insomma 130 pagine di sceneggiatura che per intensità emotiva valgono molto di più.
I disegni di Nuccio, molto curati nei particolari, hanno dato complessivamente il loro contributo, anche se (nonostante i tempi biblici impiegati) ho notato qualche sproporzione anatomica. L'ultima scena del primo albo, il vignettone a pag.98, è molto bella per l'inquadratura. Peccato che il sottopancia del cavallo sia troppo in basso. Poi nella prima vignetta a pag. 40 c'è la sproporzione anatomica del militare piegato sulle gambe. Ma la piccola delusione personale è stato il duello tra Zagor e Winter Snake che non mi è sembrato abbastanza epico ed esaltante. Forse la cosa è dovuta alle pose classiche anni 60 che non consentono certe inquadrature con dinamiche spettacolari ( non dico marveliane) ma almeno più adrenaliniche nelle scene d'azione. Eppure Ferri (con lo stile anni 60') nelle scene d'azione sapeva emozionare di più. Tra l'altro ho notato un calo della qualità nelle ultime 2/3 pagine, come se avessero una mano diversa (e meno male che non si andava di fretta...5 anni e mezzo x solo 130 pagine). Comunque la mia idea è che lo stile di Nuccio riesca ad emozionare di meno nelle storie realistiche, mentre rende di più nelle storie con animali e mostri affini. Molto più emozionante Lo Zoo di Kaufman ( per la presenza di animali esotici). Ma la mia preferita è Plenilunio. Lì Nuccio ti fa veramente emozionare.
Voto complessivo 8. ( 8,5 alla storia, 7,5 ai disegni).

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 998
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Capitan Kidd il Lun 17 Feb 2020, 01:59

Davvero una bella perla di Rauch, in 130 pagine l'autore toscano ha dimostrato che è possibile condensare dramma, azione, riflessioni, tensione senza ingolfare le scene o al contrario comprimerle. E' andata meglio così che questa storia abbia impreziosito la serie regolare anzichè la collana Color, anche perché temo che Nuccio a colori avrebbe reso meno. Ma vado con ordine.

PRO

1) E' una storia briosa, scorrevole, dove il lettore non si sforza mai di seguirla. Non ci sono punti morti e i flashback non sono mai orpelli pesanti ma servono per dire al lettore qualcosa che aveva già intuito ma non sapeva.

2) Zagor. Mi piace questo personaggio che oltre che a menare le mani ogni tanto si ferma e riflette su cosa sia giusto e cosa sia meno giusto e di conseguenza come comportarsi. Questo personaggio che per la giustizia si schiera anche contro gli amici.

3) Winter Snake. Rauch ridà una spolverata al sakem dei Kiowa che si era un po' smarrito dopo La grotta delle mummie di Toninelli riportandolo a una lucida follia. Bello anche il rapporto tra amicizia-stima/rapporti tesi-astio che si instaura con Zagor.

4) Il senatore Blake. Avido, perfido, viscido. Non il solito cattivo monodimensionale.


CONTRO

1) A voler trovare l'unico difettuccio, nel finale la storia si ingolfa un po' di troppi personaggi convogliati tutti insieme (i servizi segreti poi li avrei evitati...). Ciò comunque non inficia un bel finale, entusiasmante e teso come quell'atmosfera che permea tutta la storia.

DISEGNI

Un'attesa di un lustro ripagata. Exclamation Tutto perfetto per il talento agrigentino: dai primi piani dei Nostri a Winter Snake, i particolari delle foreste, le scene sotto la pioggia. Grande!

Storia: 8,5
Disegni: 9

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
Capitan Kidd
Capitan Kidd
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 05.09.16

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da claudio57 il Lun 17 Feb 2020, 13:08

Exclamation Exclamation :!:bravo Cap Smile
claudio57
claudio57
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3829
Data d'iscrizione : 25.06.15
Località : broni

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da doctorZeta il Lun 17 Feb 2020, 18:26

Comunque Tex ha molte più uscite di Zagor e Burattini non è che le scriva tutte. Poi Boselli in quanto a carattere si avvicina molto a RRobe, almeno con Burattini ci parli tranquillamente. Poi, Burattini è spesso in giro a pubblicizzare il nostro Zagor, Boselli solo se deve (ad esempio, negli incontri su Dampyr, si vede che è un fastidio per lui). Poi, preferisco leggere uno Zagor decadente che non leggerlo proprio (qualcuno ha detto Maxi Dampyr? [,] )

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
FORUMISTA DA LAUREA
FORUMISTA DA LAUREA

Messaggi : 12138
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Walter Dorian il Lun 17 Feb 2020, 20:09

Si faceva un raffronto tra Boselli e Burattini come sceneggiatori, non dal punto di vista caratteriale. Comunque meglio evitare perché è un tantino off topic come argomento.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.15 - LA RIVISTA
Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 2gtvj810
Walter Dorian
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 12192
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Preacher il Mar 18 Feb 2020, 00:21

@newprincevaliant ha scritto: Tra l'altro ho notato un calo della qualità nelle ultime 2/3 pagine, come se avessero una mano diversa

Allora non è solo la mia impressione flower soprattutto guardando quello Zagor a cavallo. flower

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5684
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Preacher il Mar 18 Feb 2020, 00:22

@Tonka ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:
Quello che mi preoccupa è che negli ultimi due anni i capolavori sono stati scritti dal solo Rauch – ne conto quattro (Vampiri, Il Samurai e questa, a cui aggiungo anche il Maxi Terre fredde) – e che Burattini, dopo l’accoppiata Mortimer/Corsa mortale, è rimasto al palo.

In effetti... flower
Questo riporta a un discorso ciclico che troppe uscite non è l'equivalente di un beneficio per il personaggio. flower

Mah questo forse per voi ma il per voi non significa sia per tutti.   Ognuno i capolavori li vede secondo le proprie sensibilità.  Per me ad esempio, pur amando immensamente Rauch non trovo terre freddeun capolavoro

Per te no ma per la quasi totalità delle persone lo è, magari non un capolavoro ma una bellissima storia, cosa che a Burattini manca da qualche anno di scriverne.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5684
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Sam Fletcher il Mar 18 Feb 2020, 10:36

@Preacher ha scritto:
@Tonka ha scritto:
@Preacher ha scritto:

In effetti... flower
Questo riporta a un discorso ciclico che troppe uscite non è l'equivalente di un beneficio per il personaggio. flower

Mah questo forse per voi ma il per voi non significa sia per tutti.   Ognuno i capolavori li vede secondo le proprie sensibilità.  Per me ad esempio, pur amando immensamente Rauch non trovo terre freddeun capolavoro

Per te no ma per la quasi totalità delle persone lo è, magari non un capolavoro ma una bellissima storia, cosa che a Burattini manca da qualche anno di scriverne.

Nemmeno io metterei Terre fredde tra i capolavori e neanche Sole Rosso, però sono comunque ottime storie, come effettivamente Moreno non ne sforna da un po' di tempo. Per me le sue ultime uscite a questi livelli sono state Terranova e i due maxi cittadini di qualche anno fa.
Poi ok sulla soggettività dei gusti, ma ci sono anche alcuni criteri oggettivi che rendono più o meno apprezzabile una storia e il confronto tra il gioiellino di questo topic ad esempio con Witiko (che ne ha preso il posto nella collana Color) è impietoso.

_________________________________________________
...e probabilmente Zagor è già morto!
Che gli dei ti perdonino, pazzo! Lo spirito con la scure non può morire!
Sam Fletcher
Sam Fletcher
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 446
Data d'iscrizione : 29.08.18
Località : Jesi

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Andrea67 il Mar 18 Feb 2020, 15:43

Capolavoro forse é un pò eccessivo, ma intendevo ottime storie che hanno accontentato tutti. Rauch sta tenendo alto il nome della collana con queste storie, Burattini invece si é arenato allo Zoo, dopodiché ha sfornato solo storie sufficienti o discrete, che per un Curatore è proprio poco.
E sia chiaro che io non sono un detrattore di Moreno, avendolo sempre lodato in passato. Questi sono solo fatti.

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4607
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Spirito errante il Mer 19 Feb 2020, 00:00

@Preacher ha scritto:
@newprincevaliant ha scritto: Tra l'altro ho notato un calo della qualità nelle ultime 2/3 pagine, come se avessero una mano diversa

Allora non è solo la mia impressione flower soprattutto guardando quello Zagor a cavallo. flower

A me quell'effetto del nero più marcato sembra il frutto di una scansione su stampa fatta male. Il volto di quello Zagor non è dissimile da quelli del resto di tutta la storia.

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1012
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da doctorZeta il Mer 19 Feb 2020, 12:28

Ricordiamoci che le tavole dovevano arrivare in redazione lunedì, a sabato mancavano tre tavole...

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
FORUMISTA DA LAUREA
FORUMISTA DA LAUREA

Messaggi : 12138
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da toro seduto il Gio 20 Feb 2020, 10:13

@Andrea67 ha scritto:Capolavoro forse é un pò eccessivo, ma intendevo ottime storie che hanno accontentato tutti. Rauch sta tenendo alto il nome della collana con queste storie, Burattini invece si é arenato allo Zoo, dopodiché ha sfornato solo storie sufficienti o discrete, che per un Curatore è proprio poco.
E sia chiaro che io non sono un detrattore di Moreno, avendolo sempre lodato in passato. Questi sono solo fatti.
...Verissimo Andrea , in questo momento Rauch e' l' unico fuoriclasse alla scrittura che abbiamo e bisogna tenerlo molto stretto no-ta Wink
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4729
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Dies Irae il Gio 20 Feb 2020, 11:46

Dopo gli accadimenti della storia nutro qualche riserva sul finale a tarallucci e vino con loro che si ritrovano a cavalcare insieme verso il tramonto; avrei di gran lunga preferito una sfumatura ambigua nei confronti di Winter Snake che - con tutte le motivazioni del caso - resta un sanguinario disposto a passare sopra ai suoi amici pur di portare a compimento i propri intenti vendicativi. Magari mantenendo quella sfumatura di contrasto che percorre l'intera storia e, chissà.. forse in futuro avrebbe potuto aprirsi al prosieguo dello scontro di forze e ideali fra Zagor e WS. Anche perchè diciamolo: il ruolo che gli si addice non è certo quello del compagnone e se da una parte questo appartiene al positivo processo di maturità riposto nella sua caratterizzazione, dall'altra è stato un vero peccato privarsi di un villain di così grande spessore ed elevatura.

_________________________________________________
Il rifugio degli zagoriani (gruppo Telegram)
Dies Irae
Dies Irae
New Entry
New Entry

Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 01.04.19

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Kramer76 il Gio 20 Feb 2020, 12:03

@Dies Irae ha scritto:Dopo gli accadimenti della storia nutro qualche riserva sul finale a tarallucci e vino con loro che si ritrovano a cavalcare insieme verso il tramonto; avrei di gran lunga preferito una sfumatura ambigua nei confronti di Winter Snake che - con tutte le motivazioni del caso - resta un sanguinario disposto a passare sopra ai suoi amici pur di portare a compimento i propri intenti vendicativi. Magari mantenendo quella sfumatura di contrasto che percorre l'intera storia e, chissà.. forse in futuro avrebbe potuto aprirsi al prosieguo dello scontro di forze e ideali fra Zagor e WS. Anche perchè diciamolo: il ruolo che gli si addice non è certo quello del compagnone e se da una parte questo appartiene al positivo processo di maturità riposto nella sua caratterizzazione, dall'altra è stato un vero peccato privarsi di un villain di così grande spessore ed elevatura.

premetto che per me non è un difetto, però lo trovo un aspetto interessante, l'ho notato già nel primo albo... winter snake per poco non ammazza cico, sia pure involontariamente (sicuri?), ma per zagor è tutto ok...

nel finale cico ci torna sopra con una bella frecciatina stella2 

ma zagor non vuol sentire ragioni study
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 4684
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Tonka il Gio 20 Feb 2020, 20:10

@Kramer76 ha scritto:
@Dies Irae ha scritto:Dopo gli accadimenti della storia nutro qualche riserva sul finale a tarallucci e vino con loro che si ritrovano a cavalcare insieme verso il tramonto; avrei di gran lunga preferito una sfumatura ambigua nei confronti di Winter Snake che - con tutte le motivazioni del caso - resta un sanguinario disposto a passare sopra ai suoi amici pur di portare a compimento i propri intenti vendicativi. Magari mantenendo quella sfumatura di contrasto che percorre l'intera storia e, chissà.. forse in futuro avrebbe potuto aprirsi al prosieguo dello scontro di forze e ideali fra Zagor e WS. Anche perchè diciamolo: il ruolo che gli si addice non è certo quello del compagnone e se da una parte questo appartiene al positivo processo di maturità riposto nella sua caratterizzazione, dall'altra è stato un vero peccato privarsi di un villain di così grande spessore ed elevatura.

premetto che per me non è un difetto, però lo trovo un aspetto interessante, l'ho notato già nel primo albo... winter snake per poco non ammazza cico, sia pure involontariamente (sicuri?), ma per zagor è tutto ok...

nel finale cico ci torna sopra con una bella frecciatina stella2 

ma zagor non vuol sentire ragioni study

Ma  è proprio  l'anima della storia  l'oltrepassare quel limite da parte di Winter Snake e l'andare oltre dello spirito con la scure...il vedere al di là... il rivivere e quindi il capire... e il perdonare senza proferir parola... e infine rafforzare ancor più quel legame  che li unisce. In pratica è questa la straordinarietà di Rauk non il fatto di aver portato Winter agli albori

La storia diventa capolavoro per quel che insegna non per quel che racconta

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da wakopa il Ven 21 Feb 2020, 15:26


a parte la k stella2

per me e' l'esatto contrario Shocked

Il capolavoro sta proprio nell'aver restituito ai lettori una leggenda come Winter snake dopo l'anonimato Toninel-burattiniano;
poi il fumetto o l'arte in generale che didascalicamente debba insegnare o lanciare messaggi ,ormai ha fatto il suo tempo benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6546
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Tonka il Ven 21 Feb 2020, 20:00

@wakopa ha scritto:
a parte la k stella2

per me e' l'esatto contrario Shocked

Il capolavoro sta proprio nell'aver restituito ai lettori una leggenda come Winter snake dopo l'anonimato Toninel-burattiniano;
poi il fumetto o l'arte in generale che didascalicamente debba insegnare o lanciare messaggi ,ormai ha fatto il suo tempo benvenuto

stella2 stella2 stella2 ... pensa che non me ne sono neppure accorto....vabbè ogni arrampicata sui muri sarebbe inutile...scusa Jacopo (eppure avevo anche appena finito di scrivere il pezzo di questa storia su zagorianità stella2 stella2 ... che dovete comprare !!!!!!! q* q* )

Macchè....chiunque sarebbe riuscito a riportare Winter alle origini...bastava andare a leggere la marcia della disperazione...cosa che Rauch non ne aveva assolutamente bisogno dato che zagor lo conosce a menadito.   E' tutto quello che ha aggiunto di sua inventiva che ... per me... lo rende stratosferico. Non sono stato emozioato dal vecchio Snake ...ma dal colpo geniale di Jacopo

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Dies Irae il Sab 22 Feb 2020, 15:48

@Tonka ha scritto:

Ma  è proprio  l'anima della storia  l'oltrepassare quel limite da parte di Winter Snake e l'andare oltre dello spirito con la scure...il vedere al di là... il rivivere e quindi il capire... e il perdonare senza proferir parola... e infine rafforzare ancor più quel legame  che li unisce. In pratica è questa la straordinarietà di Rauk non il fatto di aver portato Winter agli albori

La storia diventa capolavoro per quel che insegna non per quel che racconta
In questi termini verrebbe quasi da rivalutare in negativo non solo la storia (resa stucchevole dalla volontà di "insegnare" un'attitudine morale che riesce ad essere eticamente discutibile e narrativamente facilona) ma perfino la percezione di Rauch nei confronti di Zagor (un personaggio che evidentemente non ha imparato nulla dagli errori passati, proprio lui che fondamentalmente è nato per riparare un atto di cieca vendetta, negando sessant'anni di storie in cui si è strenuamente battuto contro il giustizialismo forcaiolo e la vendetta fai-da-te). Preferisco pensare che sia un finale accomodante che non ha voluto sconvolgere gli equilibri interni ai rapporti fra personaggi, dichiaratamente pensato per una diversa collocazione che assolve allo scopo celebrativo con l'inevitabile assoluzione di ogni peccato perpetrato dal comprimario di turno. Ci può stare e lo accetto, soprattutto se fino a quel momento il livello dell'azione e dei dialoghi è stato assolutamente convincente. Da qui a elevarlo a capolavoro però secondo me ce ne passa.. capisco che dopo un'estenuante camminata nel deserto perfino un bicchierino (ino-ino) di acqua fresca possa sembrare la più inebriante delle bevande, ma insomma..

_________________________________________________
Il rifugio degli zagoriani (gruppo Telegram)
Dies Irae
Dies Irae
New Entry
New Entry

Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 01.04.19

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da LuxorAlfa il Gio 27 Feb 2020, 00:05

@Tonka ha scritto:
@wakopa ha scritto:
a parte la k stella2

per me e' l'esatto contrario Shocked

Il capolavoro sta proprio nell'aver restituito ai lettori una leggenda come Winter snake dopo l'anonimato Toninel-burattiniano;
poi il fumetto o l'arte in generale che didascalicamente debba insegnare o lanciare messaggi ,ormai ha fatto il suo tempo benvenuto

stella2 stella2 stella2 ... pensa che non me ne sono neppure accorto....vabbè ogni arrampicata sui muri sarebbe inutile...scusa Jacopo (eppure avevo anche appena finito di scrivere il pezzo di questa storia su zagorianità stella2  stella2 ... che dovete comprare !!!!!!!   q*  q* )

Macchè....chiunque sarebbe riuscito a riportare Winter alle origini...bastava andare a leggere la marcia della disperazione...cosa che Rauch non ne aveva assolutamente bisogno dato che zagor lo conosce a menadito.   E' tutto quello che ha aggiunto di sua inventiva che ... per me... lo rende stratosferico. Non sono stato emozioato dal vecchio Snake ...ma dal colpo geniale di Jacopo

Completamente d’accordo con Tonka. Solo se si va oltre la trama, oltre il racconto, si può sfornare un vero capolavoro, o almeno un’ottima storia che incanta. Qui Rauch ci riesce in solo 130 pagine. L’arte fine a se stessa o la letteratura minimalista hanno la pretesa di non trasmettere nessuna morale, nessun messaggio, non c’è il “telos”,il fine. Qui subentra la cultura nichilista ( ma anche il consumismo seriale). Può andare bene per qualche storia tecnicamente ben raccontata. Dopo un po’ stufa. Non c’è più l’incanto. Svanisce la “Meraviglia” aristotelica.

_________________________________________________
Quando leggo Hegel mi diverto. Quando leggo Corto Maltese mi impegno.
Potrei leggere la Bibbia, Omero, e Dylan Dog ( di Sclavi) all'infinito, senza mai stancarmi.

Umberto Eco.
LuxorAlfa
LuxorAlfa
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 658
Data d'iscrizione : 09.02.16
Località : Bologna

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da wakopa il Gio 27 Feb 2020, 10:59

@LuxorAlfa ha scritto:

non c’è il “telos”,il fine. Qui subentra la cultura nichilista ( ma anche il consumismo seriale). Può andare bene per qualche storia tecnicamente ben raccontata. Dopo un po’ stufa. Non c’è più l’incanto. Svanisce la “Meraviglia” aristotelica.

basta cosi'? clap

Stiamo a parlare di un fumetto popolare e di un prodotto seriale non fatela cosi' filosofica e drammaturgica benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6546
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da LuxorAlfa il Ven 28 Feb 2020, 01:56

@wakopa ha scritto:
@LuxorAlfa ha scritto:

non c’è il “telos”,il fine. Qui subentra la cultura nichilista ( ma anche il consumismo seriale). Può andare bene per qualche storia tecnicamente ben raccontata. Dopo un po’ stufa. Non c’è più l’incanto. Svanisce la “Meraviglia” aristotelica.

basta cosi'? clap

Stiamo a parlare di un fumetto popolare e di un prodotto seriale non fatela cosi' filosofica e drammaturgica benvenuto

Che Zagor sia un fumetto popolare non ci piove. È una cosa ovvia. Ma fumetto popolare non vuol dire per forza “un prodotto seriale per consumatori un po’ deficienti” . Il fumetto è pur sempre la “nona arte”. Per cui se una volta ogni tanto (cosa rara) viene fuori una storia di spessore che cerca di dire qualcosa oltre la trama, o una storia che si avvicina al fumetto d’autore, perché non rimarcarlo, senza cercare di sminuirne lo spessore ?? Va beh..comunque è meglio chiuderla qui. Siamo su frequenze diverse. benvenuto benvenuto

_________________________________________________
Quando leggo Hegel mi diverto. Quando leggo Corto Maltese mi impegno.
Potrei leggere la Bibbia, Omero, e Dylan Dog ( di Sclavi) all'infinito, senza mai stancarmi.

Umberto Eco.
LuxorAlfa
LuxorAlfa
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 658
Data d'iscrizione : 09.02.16
Località : Bologna

Torna in alto Andare in basso

Sangue Kiowa (n°654/655) - Pagina 6 Empty Re: Sangue Kiowa (n°654/655)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum