Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

2 partecipanti

Andare in basso

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) Empty Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

Messaggio Da lukas luke Mer 04 Mar 2015, 18:18

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) 4u98k7

Uscita: 20/11/2014
Copertina: Giulio De Vita

Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!

Stelle di latta
Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
Disegni: Michele Benevento
Colori: Oscar Celestini

C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...

Incontro a Tularosa
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Giuseppe Camuncoli
Colori: Beniamino Del Vecchio

Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...

Nel buio
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Luca Rossi
Colori: Romina Denti

È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?

Randy il fortunato
Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
Disegni: Andrea Accardi
Colori: Oscar Celestini

Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...

Il topic nel vecchio forum http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=10223&highlight=&mforum=ramath


Ultima modifica di lukas luke il Gio 05 Mar 2015, 16:04 - modificato 1 volta.

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15793
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) Empty Re: Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

Messaggio Da lukas luke Mer 04 Mar 2015, 18:20

A me sono piaciute tutte e quattro le storie a cominciare da quella di Recchioni.
Cavoli, si dice sempre che Tex manca di originalità, che le storie sono sempre uguali e boiate varie...e poi, appena qualcuno mette in pista una storia originale non và bene...
Dopo quella di Recchioni ho apprezzato molto quella di Burattini, un vero spaghetti/western con tanto di doppio duello con sorpresa!
Al terzo posto ci metto quella di Boselli, anche se ho trovato il finale un pò troppo buonista.
Ultima, ma non per questo da bocciare, quella di Medda, che probabilmente, sarebbe stata migliore se avesse avuto qualche pagina in più per poter approfondire la fase delle indagini.
Per quanto riguarda i disegni mi sono molto piaciuti quelli di Benevento e Accardi, due disegnatori che vedrei bene sulla serie regolare.
Mi aspettavo molto da Camuncoli, invece i suoi disegni mi sono sembrati troppo ingessati, probabilmente il western non fà per lui.
Per quanto riguarda Luca Rossi il suo vero tallone d'achille sono i volti dei personaggi...cavoli, Tex e Carson si riconoscevano solo dall'abbigliamento!

Nel complesso è un deciso passo avanti rispetto alle storie brevi dell'anno scorso.

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15793
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) Empty Re: Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

Messaggio Da Andrea67 Sab 07 Mar 2015, 09:17

Iniziamo dai disegni: molto belli quelli di Benevento, seguito a ruota da Accardi. Discreto il Tex di Camuncoli. Appena sufficiente Rossi.
Le prime tre storie sono tutte, a loro modo, molto piacevoli ed hanno in comune il fatto che terminino con presunti colpi di scena ("telefonati"). Credo che in una sceneggiatura di sole trentadue pagine l'Autore, non potendo dilungarsi con una trama elaborata, voglia cercare di stupire con un finale che il lettore non si aspetta, ma lo scopo non è stato raggiunto da nessuno dei tre, sebbene si siano comunque comportati molto bene.
In particolare, sono molto soddisfatto di Burattini, che ha meritato questo onore e che, a mio parere, merita molto di più. Sono, infatti, convinto che potrebbe dare dei punti agli altri sceneggiatori texiani - Boselli escluso, ovviamente - se glielo consentissero.
Recchioni, invece, ha voluto strafare cercando di battere il record dell'originalità, sceneggiando l'unica storia della saga in cui Tex non c'è! Colpo di genio, presunzione o altro???? A me la storia non è piaciuta per niente e mi auguro che, per la sceneggiatura che sta scrivendo per un color Tex lungo, l'Autore si "normalizzi".

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5000
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) Empty Re: Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

Messaggio Da Ospite Sab 07 Mar 2015, 09:41

La formula delle 4 storie brevi non mi entusiasma, infatti le poche pagine a disposizione non consentono uno sviluppo armonico dei racconti, gli eventi vengono spiattellati da terze persone direttamente ai pards e quindi vengono evitati indagini articolate. Quanto sopra secondo me fa diminuire il pathos e l’interesse.

1) Comunque ero in trepidante attesa per l’uscita di questo color tex, perché ansioso di leggere la storia di Burattini che, a discapito delle poche pagine, è riuscito a scrivere un divertente racconto, abbondantemente il migliore dei 4!!!! Quindi un grande applauso a Moreno, il quale si dimostra perfettamente a suo agio nel mondo texiano, mi piacerebbe vederlo all’opera su una lunga storia.
Bella la trovata dello scambio tra tex e il coronel, anche se, quando ho visto tex-coronel cadere a terra trafitto dalla pallottola di bullet, ho intuito l’arcano, comunque la scena è molto godibile.
Apprezzabile anche il “non buonismo”, infatti qui la famigerata carogna di bullet uccide i due buoni, ossia il coronel e sua figlia.

Purtroppo i disegni di camuncoli non mi sono piaciuti, i personaggi assomigliano più a scimmioni che ad umani. Qualora fosse stata disegnata da accardi il racconto ne avrebbe beneficiato.

2) Il racconto di medda, anche se non esaltante, è leggibile, purtroppo, come detto nella prefazione, a causa delle poche pagine a disposizione, manca l’indagine, l’ingrediente che dà “pepe” e pathos alle storie.
Questa storia la posiziono al terzo posto nella mia gradatoria delle preferenze. Buoni i disegni di Benevento, anche se per me i migliori tra tutti sono quelli di accardi.

3) Il racconto di boselli, nella graduatoria delle mie preferenze, si piazza al secondo posto. La trama non è certamente innovativa, argomenti del genere si sono già visti e rivisti sulle pagine di tex, però la sceneggiatura è fluida e fatta con la dovuta maestria. Comunque anche qui, purtroppo, come menzionato precedentemente, manca l’indagine.
Burattini comunque è bravo a rappresentare l’ottusità della gente che, offuscata dal desiderio di vendetta, dà giudizi affrettati, senza cercare di sviscerare i fatti in profondità.

Disegni : se rossi riuscisse a migliorare i volti delle persone, sarebbero buoni. Purtroppo sulla rappresentazione dei visi è alquanto deficitario, quelli di tex e carson sono al limite dell’inguardabile.

4) La storia di recchioni invece è la nota dolente dell’albo, decisamente insufficiente. Ha scritto una storia, tra l’altro anche banalotta, sulle ossessioni del bandito randy, in cui tex compare fugacemente solo negli incubi del fuorilegge. Ma che c’entra tutto questo con tex? Molti lettori nel passato si lamentarono del fatto che in alcune sceneggiature bonelliane tex era tenuto ai margini, che diranno di questa, in cui tex non ne fa quasi parte? No, proprio non ci siamo.
Se questo, dalla dirigenza sbe, è considerato uno dei loro sceneggiatura di punta, col quale pensano di potere risollevare le sorti del fumetto italiano, siamo messi male.
Che se lo tengano per quelle storielle dei bambocci con i marziani e per le deliranti avventure di dylan dog, ma che stia lontano dalle pagine del ranger!!

Discorso completamente opposto per i disegni di accardi, veramente eccellenti!!!

5) La colorazione l’ho trovata molto buona, la brillantezza del colore contribuisce ad innalzare la godibilità dei disegni ed a renderli più attrattivi ed accattivanti

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6) Empty Re: Stelle di latta e altre storie (Color Tex n.6)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.