Patagonia (Texone n.23)

+4
osages
Andrea67
wakopa
lukas luke
8 partecipanti

Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da lukas luke Gio 26 Feb 2015, 20:41

Patagonia (Texone n.23) Iv8fh3

Uscita: 20/06/2009
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Pasquale Frisenda
Copertina: Pasquale Frisenda

Tex riceve una lettera dall'altro capo del mondo... A scrivergli è un ufficiale argentino, Ricardo Mendoza, vecchia conoscenza sua e di Montales, che gli chiede aiuto e consulenza in una delicata missione: penetrare nelle terre degli indios della Patagonia, trattare per il rilascio di un gruppo di prigionieri e punire i colpevoli di una sanguinosa scorreria. Sapendo che Mendoza è un uomo d'onore e che la spedizione ha come scopo ultimo la pace e la convivenza con gli indiani delle pampas, Tex accetta. Lui e Kit saranno alla testa degli scout gauchos e indiani che accompagnano la colonna militare. Ma le cose si complicano, quando un nuovo generale in capo assume il comando dell'esercito argentino. La direttiva, adesso, non è più la pace, ma la guerra, fino allo sterminio totale degli indiani della Patagonia! Tex e Mendoza si trovano davanti a un bivio drammatico. Quali saranno le loro scelte?

Il topic nel vecchio forum http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=8710&highlight=&mforum=ramath


Ultima modifica di lukas luke il Gio 05 Mar 2015, 18:46 - modificato 1 volta.

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15781
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da lukas luke Gio 26 Feb 2015, 20:42

C'è solo un aggettivo per commentare questo Texone: Capolavoro!
Storia epica ed intensa che si svolge nella Pampa argentina con atmosfere fantastiche e una trama da mozzare il fiato.
Stupendi i disegni di Frisenda, una vera gioia per gli occhi.


_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15781
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da lukas luke Gio 26 Feb 2015, 20:47

Questo Texone è stato ristampato dalla Bao:

Patagonia (Texone n.23) 1zqsoyw

Una delle più belle storie di Tex dell'era moderna, da un'idea di Sergio Bonelli, sceneggiata da Mauro Boselli e disegnata con perizia infinita da Pasquale Frisenda, che per quest'opera è stato più volte premiato, Patagonia racconta di una trasferta di Tex e dei suoi pard in terra argentina. Arricchita da un'ampia sezione di extra e dal link alla sceneggiatura originale completa, l'edizione BAO è la versione assoluta e definitiva di questo capolavoro del Fumetto, un libro nel quale il confine tra popolare e autoriale si scioglie definitivamente, perdendo di senso.

_________________________________________________
Welcome to this crazy time

IL BLOG DEL GATTO CON LA SCURE  hate-ok
https://ilgattoconlascure.blogspot.com/
lukas luke
lukas luke
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 15781
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da wakopa Ven 27 Feb 2015, 11:17

La storia ha una carica drammatica come poche e viene fuori il rapporto padre-figlio senza far fare a kit la solita figura barbina che negli ultimi tempi si e' spesso vista ...
ad un certo punto temono davvero di non rivedersi mai piu',quando Tex-Leonida decide di impegnarsi in una missione nobilissima ma quasi impossibile;
a voler proprio cercare il pelo nell'uovo in questo capolavoro che ha segnato sicuramente l'ultimo periodo texiano, si potrebbe dire che manca del tutto il tex strafottente di Bonelli senior che anche nelle situazioni piu' disperate non perdeva il suo sarcasmo stella2

wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 7353
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Ospite Ven 27 Feb 2015, 18:25

ATAGONIA (texone nr 23)
Un capolavoro, tra i texoni più interessanti, in quanto tratta in maniera impeccabile il tema della difficile convivenza tra uomo bianco / pellerossa.
Le prime 100 pagine introducono l’antefatto ed i vari personaggi, tutti molto interessanti e ben caratterizzati. Ben congeniato l’incontro tra Tex e Kit con gli esploratori, che al principio li accolgono con diffidenza, però Tex, in virtù della sua grande esperienza con i pellerossa, riesce a fargli cambiare idea dopo che ha sconfitto l’orgoglioso Solano in un duello tipico degli indios locali. Anche Kit riesce a guadagnarsi il loro rispetto, grazie alla sua grande abilità di cavallerizzo.
Il maggiore Ricardo Mendoza è una figura molto ben delineata, è un uomo retto ed onesto, però è anche il tipico militare tutto di un pezzo che esegue gli ordini dei suoi superiori anche se non li condivide. I suoi alter ego sono il capitano Recabarren ed il tenente Belmonte, che sono entrambi i tipici militari arroganti, ottusi, razzisti e con la puzza sotto il naso, che antepongono la propia carriera a tutto, incuranti nel rispettare ciò che avevano promesso.
Un altro bel personaggio è il fiero Manchuce, capo degli indiani Tehueleche ed amico di Ricardo Mendoza, che aiuta i nostri nella cattura dello spietato Calfucurà, per poi venire tradito dagli stessi militari che aveva precedentemente aiutato. Questa sequenza relativa all’ottusità militare, i quali chiedono la resa incondizionata di tutti gli indiani, sia quelli che li avevano aiutati nello sconfiggere il bellicoso Calfucurà, sia quelli comandati da Sayelque, che erano rimasti neutrali, è di mirabile fattura. Quest’ottusità inoltre è ciò che provocherà la battaglia tra militari ed indiani. Da applauso la scena in cui Tex, esasperato dall’arroganza del capitano Recabarre, lo prende a pugni e poi fugge dal campo dei soldati i quali, incitati dal presuntuoso capitano, cercano invano di catturarlo.
Anche Solano è un ottimo personaggio, dapprima osteggia Tex, da cui verrà sconfitto in un duello corpo a corpo, poi diserterà ma verrà catturato e fatto frustare dall’odioso ed arrogante tenente Belmonte, che lo considera un essere inferiore perché indiano. Tex interviene in suo aiuto e questo fa sì che Solano capisca di che pasta è fatto il ranger ed incominci a nutrire profonda stima e rispetto nei suoi confronti, che lo porterà a schierarsi dalla sua parte ed ad aiutarlo nelle varie peripezie.
Tex è carismatico ed astuto, è godibilissimo il trucco con cui riesce ad allontanare i guerrieri di Calfucarà dall’accampamento per liberare i prigionieri bianchi. Io adoro leggere le scene in cui si esalta l’astuzia del ranger, infatti è doveroso ricordare che Tex, oltre ad essere un temibilissimo pistolero, è anche una persona molto intelligente. Almeno questo è come lo caratterizzò il suo creatore GL Bonelli, anche se purtroppo alcuni sceneggiatori moderni si dimenticano di questa importante caratteristica, quindi Boselli fa molto bene a ricordarcela.
Un’altra importante caratteristica del ranger, evidenziata in questo racconto, è il suo spirito d’iniziativa, che lo porta a contattare direttamente il capo indiano Sayelque per informarlo di ciò che sta accadendo. Questa iniziativa suscita le ira di Mengoza che, durante un colloquio, lo cattura a tradimento. Meravigliosa la sequenza in cui Tex, prigioniero indomito, si sbarazza di Recabarran che voleva torturalo e dei due militari che lo accompagnavano. Boselli è eccellente nell’esaltare le qualità del ranger, facendo notare come si sappia togliere dagli impicci da solo.
Tex dimostra inoltre di essere un vero leader, presidiando la riunione con i vari capi indiani e convincendoli che la soluzione meno dolorosa per il popolo rosso è di emigrare in Cile.
La battaglia in cui Tex ed un drappello di indiani rimangono a difendere il passo per consentire l’esodo dei fuggiaschi in Cile è di quanto più godibile si possa leggere. Questo episodio mi ha riportato ai lontani tempi del liceo, quando studiai la battaglia delle Termopili, conclusasi con l’estremo sacrificio di Re Leonida e dei suoi valorosi guerrieri, che in poche centinaia (300) tennero testa all’oceanico esercito persiano di Re Serse.
Il finale è toccante, in quanto vi è il riscatto di Mendoza, che fa fuori il presuntuoso tenente Belmonte che intendeva uccidere Tex a tradimento. Altra scena molto apprezzabile è quando Mendoza toglie i gradi all’odioso capitano Recaberren ; questo capitano era talmente insopportabile che ne ho provato soddisfazione, quasi come se partecipassi attivamente alla scena in questione.
Quindi un’avventura spettacolare, che dopo le prime 100 pagine abbastanza introduttive, ci regala una storia mozzafiato piena di azione e colpi di scena,
Per concludere un grandissimo plauso a Boselli, che si conferma il migliore sceneggiatore attuale di Tex. Semplicemente grandioso!!!!!! Aspetto con impazienza di rileggerlo anche su Zagor.
Personalmente prediligo i disegni luminosi, mentre in questo albo viene utilizzato molto il nero, quindi questo all’inizio mi ha fatto un po’ storcere il naso, però di contro ho apprezzato molto le sequenze delle battaglie.

Voto storia : 10
Voto disegni : 7


Ultima modifica di kit carson il Dom 24 Mag 2015, 19:02 - modificato 2 volte.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Ospite Ven 27 Feb 2015, 19:43

non aggiungo niente.

Chi non conosce questa storia, lo compri.
Chi già possiede questo albo gigante, lo rilegga.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Andrea67 Mer 04 Mar 2015, 16:10

E' difficile leggere storie più epiche di questa, tanto che mi sono trovato in enorme difficoltà quando, nella mia personale classifica, ho dovuto classificarla dietro ad altri capolavori quali "Sangue navajo", "Sulle piste del nord", "El Muerto", "Sulla pista di Forte Apache" ed "Il passato di Carson". Difficoltà dovute al fatto che le storie da me citate non sono sicuramente più belle di questo splendido Texone. Forse sono soltanto più Texiane, termine da me inteso come riferimento all'ambientazione geografica o al tema trattato.
Questo vuol dire che aver avuto il coraggio (e la bravura, aggiungo) di trattare un argomento quale la guerra indiana nelle pampas deve essere un demerito?
Sicuramente no!
Però, leggendo un'avventura di Tex, un metodico come me si aspettava le assolate praterie dell'Arizona o i duelli con la pistola, ma digressione più piacevole non poteva esserci e, alla fine, nessuna storia mi ha commosso più di questa e avrei voglia di rileggerla subito, pur avendola da poco terminata.
E forse, alla prossima rilettura, avrò il coraggio di posizionarla un gradino più in alto dei capolavori da me citati, come probabilmente merita.
Grazie Boselli, per questa e per le altre storie da te scritte che, anche quando non sono dei capolavori (e ovviamente non possono sempre esserlo), sono sempre una spanna sopra le altre.
Vado, invece, controcorrente riguardo ai disegni, che reputo non brutti (ci mancherebbe) ma normali, non tali quindi - a modestissimo giudizio di chi non ne capisce molto ma si limita a giudicare dall'impatto visivo dagli stessi suscitato - da provocare le reazioni ( e dichiarazioni) di giubilo lette a tal proposito.
Voto alla storia: 9,8
Voto ai disegni: 7,5

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5000
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da osages Sab 23 Mag 2015, 12:50

Questa e` la piu` bella storia a fumetti in assoluto che ho letto negli ultimi 10-15 anni.
Tensione e drammacita` palpabili in ogni pagina dell albo,disegni stupendi adatti al racconto

Voto 10
Disegni 8
osages
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1375
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da strepa Sab 23 Mag 2015, 23:23

Non c'è nulla da aggiungere a quello che ha detto Marco.
Non sono un fan sfegatato di Tex, che leggo saltuariamente e solo se mi attirano i disegnatori o gli sceneggiatori.
Patagonia è per me uno dei più bei fumetti che abbia mai letto, in assoluto.
Imperdibile.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1861
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Ospite Dom 24 Mag 2015, 19:05

In effetti Patagonia e' consigliabile anche a chi non legge tex, in quanto è bellissimo. Sono convinto che, anche coloro che non amano il ranger, leggendo questa storia, si divertiranno

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Magico Vento Sab 25 Lug 2020, 12:49

Questo è uno dei molti Texoni che ho letto ed è il mio preferito, oltre che una delle migliori storie di Tex.
Boselli, in quest'occasione, scrive una delle sue migliori sceneggiature. Per prima cosa, ho apprezzato come in questa storia Tex decida di farsi accompagnare dal figlio Kit e non dal "solito" Carson. Mi è poi piaciuta tantissimo l'insolita ambientazione, quella della Patagonia e della Pampa argentina, e i fatti storici della reale guerra avvenuta tra i popoli indigeni e l'esercito argentino. Ma soprattutto ho apprezzato il cambiamento nella seconda parte della storia che l'ha resa una vicenda molto più complessa: infatti Tex, che prima era con l'esercito argentino (pur cercando la pace), decide di schierarsi con gli indigeni, rassegnandosi all'idea che sia inevitabile dopo i soprusi dell'uomo bianco. E questa scelta (in cui si è comunque consapevoli di essere destinati alla sconfitta), mi ha ricordato molto la decisione di Magico Vento di combattere coi Lakota di Toro Seduto e Cavallo Pazzo contro l'esercito degli Stati Uniti. Ottima la scena dell'addio tra Tex e Kit e bellissimo il finale, in cui Tex e gli indiani comunque in qualche modo vincono. Quindi grandissimi complimenti a Boselli, uno dei più grandi sceneggiatori di tutti i tempi.
Ottimo Frisenda, il mio disegnatore di fumetti preferito, che realizza delle ambientazioni bellissime nella Pampa argentina, e ne rappresenta anche la fauna in modo davvero realistico (vedi lo struzzo). Splendida l'espressività dei volti e tutte le tavole, precise e dettagliate. Superlativa anche la copertina.
In conclusione, uno dei migliori Texoni per disegni e sceneggiatura.
Storia: 10
Disegni: 10
Magico Vento
Magico Vento
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 7376
Data d'iscrizione : 03.12.19
Località : Blizzard

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Smiling Joe Dom 26 Lug 2020, 12:33

Sarò sintetico: la storia a fumetti più bella ed emozionante che ho letto negli ultimi 30 anni.
E non scherzo.
Smiling Joe
Smiling Joe
Disegnatore
Disegnatore

Messaggi : 188
Data d'iscrizione : 24.01.15

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da natural killer Dom 26 Lug 2020, 22:08

Parto dai disegni che segnano lo straordinario esordio di Pasquale Frisenda su Tex. Vero che l'esperienza maturata prima nello Studio Milazzo e poi su Magico Vento gli ha consentito di acquisire assoluta confidenza con le ambientazioni western, ma la padronanza con cui realizza Tex nella sua personalissima interpretazione del protagonista e dei pards colpisce notevolmente. Tavole bellissime e vive che accompagnano lo sviluppo della storia dall'inizio alla fine.

Storia che nata, come sappiamo, da unì'dea del grande Sergio, ci porta in una ambientazione lontana dal sud-ovest, ma allo stesso tempo straordinariamente western e dove Tex e soprattutto il mezzosangue Kit si trovano immersi fino alla immedesimazione nella malinconica sorte destinata alla popolazione indigena.
Dialoghi sempre equilibrati sia nella lunga parte preparatoria che in quella di vera e propria azione fino allo struggente finale.
Parata di personaggi ben caratterizzati e collocati efficacemente nel contesto della storia, ciascuno con il suo ruolo giocato fino in fondo.

Capolavoro!

_________________________________________________
the haematologist
natural killer
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 21542
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Torna in alto Andare in basso

Patagonia (Texone n.23) Empty Re: Patagonia (Texone n.23)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.