I sabotatori (Maxi 2013)

Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Admin il Mer 21 Gen 2015 - 15:54

I sabotatori (Maxi 2013) Idsvq0

Maxi Zagor n. 19, semestrale
I sabotatori

Soggetto e sceneggiatura: Ade Capone
Disegni: Gaetano e Gaspare Cassaro
Copertina: Gallieno Ferri

Sono migliaia gli operai impegnati nella costruzione dell'Erie Canal, una via d'acqua destinata a collegare la costa del Nord-Est degli Stati Uniti con i grandi laghi americani. Fra loro, ci sono dei galeotti costretti ai lavori forzati, ma anche uomini senza scrupoli in cerca di facili guadagni grazie al movimento di denaro, merci e persone creato dai cantieri. E ci sono dei misteriosi sabotatori, che cercano di ostacolare gli scavi. Chi sono? E perché lo fanno? E soprattutto, che collegamento c'è fra gli incidenti che si susseguono e la storia del navigatore Henry Hudson che, secoli prima, cercava il leggendario Passaggio a Nord Ovest? A indagare, e combattere, giunge Zagor
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Admin il Mer 21 Gen 2015 - 15:55

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Andrea67 il Dom 13 Set 2015 - 11:57

Migliore del precedente, ma non di molto.
Infarcita di dialoghi a volte un po' pesanti, la storia ci offre anche varie scene d'azione, con Zagor che, in almeno tre occasioni, si mette in mostra salvando operai in pericolo di vita.
I personaggi sono ben descritti e si distinguono per le proprie caratteristiche. Lo sceneggiatore dimentica, però, di offrirci una descrizione psicologica di quello che avrebbe dovuto essere il principale villain della storia, e che invece si rivela una macchietta. Praticamente non c'è scontro tra lui e Zagor: anche la sua morte arriva per un anonimo colpo di pistola.
Altro difetto, che per una storia di Zagor ritengo molto grave, è che si disconosce a che tribù appartengano gli indiani. Perfino il protagonista, caso che ritengo unico nella saga, li apostrofa chiamandoli genericamente "indiani" e non col nome della tribù cui appartengono.
Altri piccoli difetti trovati qua e là - quale, ad esempio, Robert che chiama per nome Zagor senza che nessuno glielo avesse presentato - fanno pensare che sui numeri speciali non ci sia abbastanza attenzione in sede di rilettura per eventuali correzioni.
Nel complesso, comunque, difetti a parte, la storia non è male e supera la sufficienza.
I Cassaro sono sicuramente peggiorati rispetto alle loro prime prove (vedi Incubo sul mare), nei quali mi piacevano molto di più. Cico, sempre, e Zagor, a volte, sono inguardabili. Alcune scene importanti - tipo l'ingresso di Zagor nel luogo di battaglia tra indiani e operai - sono rappresentate malissimo.
Però, per tutto il resto, si fanno valere, illustrando anche belle tavole con sfondi molto curati ed eccellendo, a differenza di altri disegnatori più quotati, nelle scene rappresentanti scontri fisici.
Voto alla storia: 6,8
Voto ai disegni: 7

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Set 2015 - 15:14

Una buona storia, un western classico con ottimi personaggi, su tutti il senatore Pollock, belli alcuni scontri verbali con Zagor. Exclamation
Simpatico anche Harrison classico impiegato che deve calare la testa a chi comanda ma che poi alla fine ha modo di rifarsi.
Ottimo anche il personaggio del vecchio trapper alla ricerca dei figli, che alla fine aiuta Zagor a fuggire. Forse nella scena della morte del figlio qui manca un pò di drammaticità alla scena. flower
I disegni non mi sono piaciuti.
Voto storia: 6.5
Voto disegni: 5.5

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Kramer76 il Lun 14 Set 2015 - 15:17

mi dispiace per capone

ma dopo questo albo, volevo abbandonare zagor
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da toro seduto il Lun 14 Set 2015 - 17:03

@Andrea67 ha scritto:Migliore del precedente, ma non di molto.
Infarcita di dialoghi a volte un po' pesanti, la storia ci offre anche varie scene d'azione, con Zagor che, in almeno tre occasioni, si mette in mostra salvando operai in pericolo di vita.
I personaggi sono ben descritti e si distinguono per le proprie caratteristiche. Lo sceneggiatore dimentica, però, di offrirci una descrizione psicologica di quello che avrebbe dovuto essere il principale villain della storia, e che invece si rivela una macchietta. Praticamente non c'è scontro tra lui e Zagor: anche la sua morte arriva per un anonimo colpo di pistola.
Altro difetto, che per una storia di Zagor ritengo molto grave, è che si disconosce a che tribù appartengano gli indiani. Perfino il protagonista, caso che ritengo unico nella saga, li apostrofa chiamandoli genericamente "indiani" e non col nome della tribù cui appartengono.
Altri piccoli difetti trovati qua e là - quale, ad esempio, Robert che chiama per nome Zagor senza che nessuno glielo avesse presentato - fanno pensare che sui numeri speciali non ci sia abbastanza attenzione in sede di rilettura per eventuali correzioni.
Nel complesso, comunque, difetti a parte, la storia non è male e supera la sufficienza.
I Cassaro sono sicuramente peggiorati rispetto alle loro prime prove (vedi Incubo sul mare), nei quali mi piacevano molto di più. Cico, sempre, e Zagor, a volte, sono inguardabili. Alcune scene importanti - tipo l'ingresso di Zagor nel luogo di battaglia tra indiani e operai - sono rappresentate malissimo.
Però, per tutto il resto, si fanno valere, illustrando anche belle tavole con sfondi molto curati ed eccellendo, a differenza di altri disegnatori più quotati, nelle scene rappresentanti scontri fisici.
Voto alla storia: 6,8
Voto ai disegni: 7
... Shocked Shocked voto 7 ai disegni ? mi sorprendi Andrea !! Wink
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Andrea67 il Lun 14 Set 2015 - 19:26

Dovevo mettere di più?

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da toro seduto il Lun 14 Set 2015 - 23:17

@Andrea67 ha scritto:Dovevo mettere di più?
.. stella2 stella2 *.*
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Kramer76 il Lun 24 Lug 2017 - 22:15

I sabotatori (Maxi 2013) Allpww

i sabotatori
come già mi è capitato altre volte mi accingo a rivalutare una storia del capone millennial, l'ultima storia pubblicata con l'autore ancora in vita, i disegni non me l'avevano fatta apprezzare, una lettura più attenta mi ha fatto capire, una volta di più, quale potente zagorianità (altrove si direbbe "La Forza") scorresse in questo uomo, anche in una storia come questa che è la versione caponiana delle storie documentate burattini style, quello che sembra un capone minore e di maniera è in realtà un'adesione sincera, dignitosa e umanista al partito burattiniano: uno zagor magnifico in difesa di indiani fieri e feroci, carcerati e operai (potrebbe intitolarsi "la classe operaia va nelle celesti praterie"), sempre pronto a irrigidirsi, a infervorarsi se necessario, non appena qualcuno dice una parola fuori posto, arbitro di parabole nolittiane  

voto 7,5


Ultima modifica di Kramer76 il Dom 21 Gen 2018 - 17:09, modificato 5 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da doctorZeta il Lun 24 Lug 2017 - 23:26

"[...] versione caponiana delle storie documentate burattini style, quello che sembra un capone minore e di maniera è in realtà un'adesione sincera, dignitosa e umanista al partito burattiniano" flower Suspect

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
FORUMISTA HONORIS CAUSA
FORUMISTA HONORIS CAUSA

Messaggi : 9557
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

I sabotatori (Maxi 2013) Empty Re: I sabotatori (Maxi 2013)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum