L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015 - 16:12

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) A1NU5LQabDkMT1Js+KGD7UUteaWbze6b4Lj54KuDR++5Auc8aHNR2e7y2frlDl2b-- L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) DRcp--
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) VnvfmCx-- L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) VZg+QiMOXQf7Xj--

Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Carlo Raffaele Marcello
Copertina: Gallieno Ferri

Da due anni, Rochas manca da Darkwood: è partito con la spedizione artica di Lord Fraser, alla ricerca del leggendario Passaggio a Nord Ovest. Ma la nave è intrappolata fra i ghiacci. Lady Emma, la moglie di Fraser, ha organizzato una spedizione di soccorso, assumendo Fishleg e l’equipaggio della sua Golden Baby. Anche Zagor e Cico si uniscono a loro.
Lungo è il viaggio della Golden Baby per raggiungere l'Aurora di Lord Fraser, fra spettacolari canyon di ghiaccio e immani tempeste, illuminati dalla stupenda aurora boreale. Ma Lady Emma è determinata a ritrovare il marito scomparso. Anche se qualcuno ha piani ben diversi…
Nat Murdo getta la maschera! Il segretario di Lady Emma ha tentato di uccidere Zagor perché è innamorato di Emma. Ma lo Spirito con la Scure sopravvive e ritrova la nave di Fraser. Sull'Aurora, però, si è verificato un ammutinamento e molti marinai si sono ribellati al capitano, alleandosi con i misteriosi Inuit dagli occhi azzurri!
La Sfinge dei Ghiacci: un enorme volto di pietra, il volto del capitano Hudson. E, incastonato nel ghiaccio, c'è un veliero, la Fury del capitano Nordhal. Ed è qui, in una specie di tempio artico, che si gioca l'ultima mortale partita tra i nostri (Zagor, Rochas, Fraser) e gli ammutinati guidati da Nat Murdo!
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015 - 16:12

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Kramer76 il Mer 25 Feb 2015 - 18:11

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 23ww9hz

passaggio a nord-ovest
"victorialand". che però sta in antartica.... "L'ESTATE STA FINENDO". capolavoro più importante (un giubileo editoriale.... boselli spacca con i suoi dialoghi.... cico si sveglia dal letargo.... marcello rompe il monopolio ferriano come una nave spacca i ghiacci) che nolittiano. la storia non è che si "spacca", è un'odissea con i rampini piantati per terra e il petto in fuori, più coerente e "realista" del re (i falchi delle nevi, viaggio nella paura, il menagramo da bar di tante storie anni ottanta... il grande buio eeeeehh??) ma dall'incontro tra zagor e rochas fino alla fine, se si eccettua l'esmeralda-calippo, non c'è più il senso di meraviglioso dei primi due albi e mezzo, sognanti ed epocali, e della traversata del "deserto". questa cosa io l'avverto anche nel personaggio di murdo, romantico ed inquietante, poi diventa nemico "normale" e nelle storie successive un nemico burlesco.

voto 10


Ultima modifica di Kramer76 il Gio 20 Lug 2017 - 18:14, modificato 3 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3864
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Andrea67 il Mer 11 Mar 2015 - 16:05

Questa è la storia della svolta, l’inizio di quello che è stato, a mio parere giustamente, chiamato “rinascimento zagoriano”, ed anche l’inizio della seconda lunga trasferta, a cui tante altre ne sarebbero seguite.
A dir la verità, di storie belle, nel dopo Nolitta, ce ne sono state tante, però erano troppo spesso alternate ad altre piuttosto insignificanti.
Tutti additano Toninelli come artefice di questa catastrofe, ma il periodo Castelli-Sclavi-Canzio-Pezzin non è stato certo migliore, anzi è proprio con qualcuno di questi autori che si sono toccati i punti più bassi della saga. Toninelli, invece, ha iniziato col botto ed ha proseguito più o meno con alti e bassi, ma questi ultimi mai ai livelli di quelli precedenti. A lui, però, viene giustamente imputata, nella seconda parte della sua carriera, una caratterizzazione di Zagor non conforme a quella data dal suo creatore.
Col binomio B & B, invece, Zagor ritorna quello che conoscevamo e le storie si arricchiscono fornendo anche parecchi spunti culturali che, magari presi a piccole dosi (ovviamente in un fumetto), non guastano mai.
Però, ad onor del vero, il cosiddetto medio evo zagoriano era già terminato ben prima di questa trasferta, con l’esordio di Burattini, che ci aveva già regalato molte belle storie, alcune delle quali considerate unanimemente dei capolavori.
Tornando alla storia in considerazione, Boselli miscela, sapientemente ed efficacemente, il vecchio ed il nuovo, creando nuovi personaggi, alcuni dei quali torneranno nella saga, ed affiancandogli “vecchie glorie”, sempre ben accette dai lettori tradizionalisti. Ma questo sarà il leit motiv, a mio parere vincente, di questa trasferta, a cui si deve aggiungere l’esordio di nuovi disegnatori che portano linfa nuova.
Il risultato è originale e sicuramente apprezzato dai lettori che rispondono generosamente.

Voto alla storia: 9,2
Voto ai disegni: 8,5


Ultima modifica di Andrea67 il Mar 12 Feb 2019 - 11:58, modificato 2 volte

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 25 Apr 2015 - 11:52

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Esplor10

La storia della svolta.
Boselli con grande abilità è come se sia riuscito a muovere bene tutti i fili, con degli intrecci spettacolari e una miscela di personaggi e ambientazioni che ne fanno una storia epica: la golden baby, gli ammutinati, gli eschimesi che sentono violato il loro territorio, un amico in pericolo e il viaggio verso un territorio aspro, ignoto e ostile. Exclamation Exclamation Exclamation

La prima parte è ottima anche se la storia non decolla, col salvataggio di Ramath, di lady fraser, la rissa alla taverna e l'uccisione del Capitano Martin (bellissimo e bizzarro personaggio! q* ).

Ancora più bella la parte del viaggio, che con dei ritmi molto lenti e grazie al diario di bordo descrive benissimo le sensazioni degli occupanti della nave, emerge lo spirito di gruppo tra Zagor e gli altri Exclamation

Poi l'agguato degli eschimesi, un Nat Murdo che gradualmente cambia atteggiamento senza apparire mai chiaro nelle sue intenzioni è stato un ottimo cattivo a sorpresa. Zagor buttato nel crepaccio, la sua momentanea cecità, sfinito e stremato nella bufera e nell'abbandono in quella distesa artica sono drammatiche e descritte e rappresentate molto bene. Exclamation

Nota di merito anche per i dialoghi: dove Cico appare simpaticissimo senza per forza dover ricorrere a gag, i personaggi sembrano vivi e reali.
Non mancano poi i continui colpi di scena, grazie anche al fatto che la storia si svolge in più scenari diversi, dall'attraversamento su ghiaccio, alle navigazioni fino alle arrampicate.
Il colpo di scena più interessante è sicuramente quello quando tutto sembrava fatto, e poi gli eschimesi cattivi catturano Zagor. Finale poi molto palpitante nella nave intrappolata in mezzo ai ghiacci.

Nota di merito per alcuni personaggi graffianti e spettacolari nella loro caratterizzazione: Rochas, Mac, Cottrel impazzito e il Capitano Martin. stella2 Exclamation

Marcello non mi ha mai entusiasmato come disegna Zagor, a volte troppo ruvido nei lineamenti, ma se la cava benissimo alla fine. Benissimo le ambientazione con la nave in mezzo ai ghiacchi ad es.


STORIA: 10
DISEGNI: 8

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11546
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Ospite il Sab 25 Apr 2015 - 13:25

ottima analisi Walter, che condivido. La storia è davvero "rinascimentale" (facciamo contento Kramer usando questo termine stella2). Ulteriori analisi le risparmio a tutti voi che avete già detto, meglio di me, cosa c'era da dire di questo immenso capolavoro per quanto riguarda la trama e i personaggi. Su Marcello una cosa però la voglio aggiungere: per me era proprio un gran disegnatore e soprattutto nei paesaggi e nell'atmosfera che riusciva a ricreare nelle avventure che disegnava mi ha sempre pienamente soddisfatto.

Da un lato, pur non facendone un'analisi dettagliata, lascio comunque spazio un po' alle emozioni sparse che tale storia suscita in me e che voglio condividere con voi. Se ripenso a questa copertina, a quanto ha significato per le mie gioie di lettore-ragazzino dell'epoca, quasi mi commuovo! Beh quando hai dodici anni, sei appassionato di Zagor e in edicola trovi una copertina del genere... può succedere che ti emozioni! Inoltre ricordo anche la pubblicità della SBE con il Giornale allegato che analizzava le prime storie dandone qualche piccola anticipazione. Insomma fu un gran rilancio e L'Esploratore Scomparso all'epoca mi fece ripiombare con la mente verso quella attonita magia di storie come Oceano e Odissea Americana che avevo letteralmente divorato nella prima ristampa con la scritta rossa che comprai su una bancarella tipica napoletana, e che poi vendetti per riacquistarli in seguito nella collana Tutto Zagor di cui posseggo gelosamente tutti i numeri.

Che cosa dire? La bellezza di L'Esploratore Scomparso sta anche nel recupero di una tradizione e dell'identità nolittiana del personaggio. Il sense of wonder c'è tutto in questa storia, non solo nella copertina, ma anche in quello che Zagor ha sempre, secondo il mio modesto parere, rappresentato per i suoi lettori: l'avventura. E l'avventura ti porta lontano da casa, in posti nuovi e pericoli da affrontare, con la consapevolezza di ritornare e trovare gli amici che hai lasciato. L'avventura è spaziare, ecco, allontanarsi e cercare l'ignoto e Nolitta ben lo sapeva eccome se lo sapeva! Per questo motivo parlo di recupero quando mi riferisco a un albo del genere, perché prima di questa storia e di quelle che si sono susseguite, si era perduto quest'aspetto del personaggio che andava assolutamente ritrovato.

Concludo con questo scambio di battute tra Zagor, Cico e il buon Fishleg hanno a fine albo:

FISHLEG: Di nuovo insieme verso l'ignoto, eh, Zagor?
ZAGOR: Come ai vecchi tempi!
CICO: Speriamo di uscirne interi anche stavolta!

Ecco gli zagoriani veri non possono non amare tutto ciò! no-ta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da toro seduto il Sab 25 Apr 2015 - 15:16

Guitarjim1982 ha scritto:ottima analisi Walter, che condivido. La storia è davvero "rinascimentale" (facciamo contento Kramer usando questo termine stella2). Ulteriori analisi le risparmio a tutti voi che avete già detto, meglio di me, cosa c'era da dire di questo immenso capolavoro per quanto riguarda la trama e i personaggi. Su Marcello una cosa però la voglio aggiungere: per me era proprio un gran disegnatore e soprattutto nei paesaggi e nell'atmosfera che riusciva a ricreare nelle avventure che disegnava mi ha sempre pienamente soddisfatto.

Da un lato, pur non facendone un'analisi dettagliata, lascio comunque spazio un po' alle emozioni sparse che tale storia suscita in me e che voglio condividere con voi. Se ripenso a questa copertina, a quanto ha significato per le mie gioie di lettore-ragazzino dell'epoca, quasi mi commuovo! Beh quando hai dodici anni, sei appassionato di Zagor e in edicola trovi una copertina del genere... può succedere che ti emozioni! Inoltre ricordo anche la pubblicità della SBE con il Giornale allegato che analizzava le prime storie dandone qualche piccola anticipazione. Insomma fu un gran rilancio e L'Esploratore Scomparso all'epoca mi fece ripiombare con la mente verso quella attonita magia di storie come Oceano e Odissea Americana che avevo letteralmente divorato nella prima ristampa con la scritta rossa che comprai su una bancarella tipica napoletana, e che poi vendetti per riacquistarli in seguito nella collana Tutto Zagor di cui posseggo gelosamente tutti i numeri.

Che cosa dire? La bellezza di L'Esploratore Scomparso sta anche nel recupero di una tradizione e dell'identità nolittiana del personaggio. Il sense of wonder c'è tutto in questa storia, non solo nella copertina, ma anche in quello che Zagor ha sempre, secondo il mio modesto parere, rappresentato per i suoi lettori: l'avventura. E l'avventura ti porta lontano da casa, in posti nuovi e pericoli da affrontare, con la consapevolezza di ritornare e trovare gli amici che hai lasciato. L'avventura è spaziare, ecco, allontanarsi e cercare l'ignoto e Nolitta ben lo sapeva eccome se lo sapeva! Per questo motivo parlo di recupero quando mi riferisco a un albo del genere, perché prima di questa storia e di quelle che si sono susseguite, si era perduto quest'aspetto del personaggio che andava assolutamente ritrovato.

Concludo con questo scambio di battute tra Zagor, Cico e il buon Fishleg hanno a fine albo:

FISHLEG: Di nuovo insieme verso l'ignoto, eh, Zagor?
ZAGOR: Come ai vecchi tempi!
CICO: Speriamo di uscirne interi anche stavolta!

Ecco gli zagoriani veri non possono non amare tutto ciò! no-ta
... Bravo Guitar analisi impeccabile Exclamation Exclamation Exclamation
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4579
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Walter Dorian il Lun 27 Apr 2015 - 13:11

Guitarjim1982 ha scritto:ottima analisi Walter

Anche la tua.

Rileggendo questa storia, mi ha fatto pensare che le trasferte(con parsimonia) se raccontate così descrivendo bene le sensazioni del viaggio e sfruttando le ambientazioni servono.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11546
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Ospite il Mar 28 Apr 2015 - 21:55

Bellissima storia, piena di ottimi personaggi e colpi di scena. Storia che apre il nuovo corso zagoriano.
Unico difetto che Zagor nell'ultima parte della storia vada in giro senza giaccone in mezzo al freddo polare!!! pale
Qui i disegni di Marcello mi sono piaciuti. Ho notato un errore nel n.348 a pag.60 dove Fishleg è disegnato con tutte e due le gambe!!
voto storia: 9
voto disegni: 7.5

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 29 Apr 2015 - 12:21

Salgor ha scritto:
Unico difetto che Zagor nell'ultima parte della storia vada in giro senza giaccone in mezzo al freddo polare!!! pale
Credo che muovendosi,correndo ha fatto circolare il sangue e ha resistito. Surprised

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11546
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da kit carson il Mer 29 Apr 2015 - 13:02

Che storia fantastica, un autentico capolavoro che rappresenta la rinascita di Zagor dopo un periodo molto buio, quindi un numero storico (il fatidico numero zero). Storia perfetta, con un fantastico Zagor ed un cattivo (Nat Murdo) di grande carisma e fascino. Una piccolissima pecca (proprio il classico pelo nell'uovo), che comunque non intacca la bellezza della storia: Zagor quando viene buttato nel dirupo da Murdo perde il giaccone e ne rimane senza per diverso tempo, anche quando arriva al villaggio esquimese. Nessun uomo (nemmeno un esquimese) riuscirebbe a vivere a tali temperature con una cannottiera, personalmente avrei gradito che Zagor fosse rimasto col giaccone, questo non avrebbe assolutamente tolto niente alla storia. Dopotutto è lo Spirito con la Scure, non lo Spirito dei Pinguini. Probabilmente sono troppo pignolo, però dal mio punto di vista alcune volte un pò più di attinenza alla realtà renderebbe la storia più interessante
kit carson
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 30 Apr 2015 - 11:41

@kit carson ha scritto: Una piccolissima pecca (proprio il classico pelo nell'uovo), che comunque non intacca la bellezza della storia: Zagor quando viene buttato nel dirupo da Murdo perde il giaccone e ne rimane senza per diverso tempo, anche quando arriva al villaggio esquimese. Nessun uomo (nemmeno un esquimese) riuscirebbe a vivere a tali temperature con una cannottiera, personalmente avrei gradito che Zagor fosse rimasto col giaccone, questo non avrebbe assolutamente tolto niente alla storia. Dopotutto è lo Spirito con la Scure, non lo Spirito dei Pinguini.

Correndo e muovendosi in continuazione è riuscito a resistere facendo circolare il sangue.
Surprised

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11546
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Marco65 il Lun 16 Nov 2015 - 11:59

Avventura manifesto, simbolica più ancora che bella.
E' con questa storia che nell'immaginario collettivo si identifica il passaggio dal medioevo al rinascimento zagoriano. In parte è vero, anche se a mio parere sono state pubblicati episodi molto interessanti per non dire ottimi di poco antecedenti a questo, mentre al contrario sono continuati ad uscirne saltuariamente anche dopo di quelli che non mi hanno convinto.
L'esploratore scomparso vuole essere nel progetto una nuova "Odissea americana" una lunga trasferta questa volta sul mare per rinverdire la miglior tradizione sul genere della serie.
Per un'operazione di questo tipo non si poteva recuperare migliori personaggi del capitano Fishleg e la sua ciurma, assenti da troppi anni dalla collana. Boselli ha il grande merito di approfondire ulteriormente i loro caratteri, anche se nella versione Nolittiana il capitano appariva più romantico e Ramath più tenebroso. Ottima l'intuizione di sfruttare di più un comprimario come Zarkoff dalle moltissime potenzialità e riguardo alla sua presunta morte ,avvenuta nel vecchio mitico "Bandiera nera", ebbi un chiarimento da parte dello stesso autore, ma questa è un'altra storia.
Sono molto riusciti anche i nuovi personaggi: lord Fraser , sua moglie Emma e soprattutto Nat Murdo un nemico che verrà in seguito ulteriormente sviluppato, fino quasi a passare dalla parte del bene. E' forse questo il personaggio più camaleontico dell'intera saga dello spirito con la scure e senza dubbio uno dei più interessanti che ha prodotto il nuovo corso.
I disegni di Marcello sono sicuramente professionali e altamente qualitativi ma secondo me il suo tratto è più adatto per Tex rispetto che su Zagor.
L'insolita ambientazione artica e l'alto tasso di drammaticità sono altri punti da tenere conto nell'assegnare il voto all'episodio , tuttavia pur apprezzandolo tantissimo non riesco a collocarlo tra i migliori in assoluto e forse lo stesso autore ha scritto anche di meglio ma "L'esploratore scomparso" va certamente inserito tra quelli più.... Importanti.
VOTO 8


Ultima modifica di Marco65 il Lun 16 Nov 2015 - 13:12, modificato 1 volta
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da wakopa il Lun 16 Nov 2015 - 12:15

@Walter Dorian ha scritto: bella la parte del viaggio, che con dei ritmi molto lenti e grazie al diario di bordo descrive benissimo le sensazioni degli occupanti della nave,
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 21kxy0g
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6162
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da wakopa il Lun 16 Nov 2015 - 12:18

@Walter Dorian ha scritto:
Poi l'agguato degli eschimesi,
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2imbdk3
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6162
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da osages il Mer 18 Nov 2015 - 13:47

Con il colore i disegni di marcello sono piu` gradevoli
osages
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Kramer76 il Mar 26 Mar 2019 - 17:34

La mia top 10 di "L'esploratore scomparso"

10. Il piccione viaggiatore

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) GQQyVSU

9. L'aurora boreale e lo stupore di Cico
Zagor l'ha già vista dice... ma quando? (indaghiamo)

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) SYhlh5x

8. Il bue muschiato

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2NLVwwU

7. Le mappe!

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) JVP9TFR

6. Cugini o amanti?

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Ad8sSSS

5. Il diario di bordo di Fishleg

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) IxwBC30

4. Gli iceberg

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Ip1t1YE

3.
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) XBpC8xo

2. Cico figlio del dio gabbiano stella2

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) VlVOskn

1. Zagor disperso in canottiera al Polo Nord!
Salvato dalla musica...

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) X2Eg7XE
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3864
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Smash il Mer 27 Mar 2019 - 12:16

Concordo con Kramer su mettere come prima scena l'allucinazione e la sofferenza di Zagor.
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3142
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da KLAIN il Mer 27 Mar 2019 - 16:44

Un capolavoro degno di quelli nolittiani , Boselli più bravo e fantasioso qui che dal ranger, ma purtroppo...noblesse obligé!

_________________________________________________
ZAGROSKY , altrove...
L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) 2la5wyo

Rispetto per i Di Vitto e per Pini Segna, grazie!!!

Detrattore con la scure!!!
KLAIN
KLAIN
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2611
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : AVEZZANO

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da toro seduto il Mer 27 Mar 2019 - 18:05

@KLAIN ha scritto:Un capolavoro degno di quelli nolittiani , Boselli più bravo e fantasioso qui che dal ranger, ma purtroppo...noblesse obligé!
no-ta
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4579
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Liberty Secular Sam il Mar 30 Lug 2019 - 10:11

Trappers + Golden Baby = avventura al cubo … e per altro anche mistero presente nelle storie  Boselliane ogni qual volta la trama si giova della linearità del viaggio ovvero quando la componente  "'Odisseica" riesce a ritagliarsi un suo spazio nell'Iliade Boselliana ( universo vivo pregno di personaggi che non possono restare a lungo nell'ombra ) .  Gran bell'inizio. L'idea di una spedizione nell'artico , la nave intrappolata nel ghiaccio , la missione di soccorso e personaggi nuovi in un ambiente ostile e allucinante nella sua desolazione .
Un secondo albo molto descrittivo con ritmi apparentemente insoliti e  lenti per il creativo autore bonelliano ( li ritroveremo anche nel deserto Sahariano ) . Il diario di bordo scandisce il viaggio, le vicende dei nostri sono ben narrate, assistiamo ad un Cico simpaticissimo, al tradimento di Murdo...e soprattutto all'incedere lento e sofferente del nostro eroe verso l'ignoto , la spettacolare desolazione della banchisa artica , l'accecante luce e l'irradiazione solare che si contrappongono al freddo e al gelo . Bravo Boselli e bravo Marcello, si veramente bravi , forse il disegnatore non è sempre preciso nelle proporzioni anatomiche dei visi , ma ugualmente molto efficace e comunque la perfezione non ha nulla a che vedere con l'emozione , l'arte e la bellezza.  
Si nota un uso massiccio delle didascalie ( che non mi ha mai disturbato ) cosa che poi si è vista sempre più raramente. Anche nel mezzo della storia c'è sempre tempo per indugiare in piacevoli dialoghi insomma un Boselli senza la frenesia di raccontare che qualche volta lo contraddistingue.
Grande azione sul pack con colpi di scena e capovolgimenti di fronte è un'ottima storia !

_________________________________________________
Per me Zagor è morto nel momento in cui  la macchia nel cuore è stata smacchiata, il mito che lasciava l'amaro in bocca è stato addolcito e sopratutto in nome di una insensata presunta coerenza logica la verità e la giustizia sono scivolate tutte da una parte...

... e se la verità e la giustizia scivolano tutte da una parte la vendetta vale quanto la giustizia e Zagor ( il suo Clone )  è solo un povero idealista preso per i fondelli da una ( voluta ) realtà molto più manichea e miseramente  banale. INACCETTABILE !
Liberty Secular Sam
Liberty Secular Sam
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 28.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348) Empty Re: L'esploratore scomparso (n.345/346/347/348)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum