L'albero sacro (n.321/322)

Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015 - 15:50

L'albero sacro (n.321/322) MB8YnoU7rJn0I-- L'albero sacro (n.321/322) 4ecg+UJE--

Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri

L’Albero Sacro dei Kickapoo è in pericolo! Vicino all’annoso tronco, infatti, si è insediato un gruppo di taglialegna guidati dal tedesco Wertmann, e alcuni militari vogliono costruire un avamposto proprio in quel punto. Teiwos, sakem dei Kickapoo, cerca di impedire il sacrilegio, ma viene misteriosamente ucciso…
Shartak è il nuovo sakem dei Kickapoo e vuole punire i bianchi per la morte del loro capo. Ma Zagor, aiutato dal gigantesco taglialegna Bo “Mallet”, riesce a scoprire i veri colpevoli dell'uccisione di Teiwos, calmando Shartak. E sarà l'albero sacro a fare giustizia!
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Admin il Dom 18 Gen 2015 - 15:51

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Andrea67 il Ven 6 Mar 2015 - 8:43

Piuttosto inconsistente questa storia, pur senza particolari errori o episodi che, normalmente, fanno innervosire, a parte il fatto che a Toninelli riesce proprio difficile far trionfare Zagor nelle sfide, che diventa così un “normale” eroe, tra l’altro completamente sconosciuto alla tribù dei Kickapoo.
In questo caso gli oppone quale avversario goliardico tale erculeo Bo Mallet, tipico gigante GLBonelliano, che successivamente diventa la sua spalla, scalzando così il buon Cico, che rimane così a poltrire per quasi tutto il tempo.
I disegni di Donatelli, molto spesso imprecisi, non aiutano a farle superare la sufficienza.

Voto alla storia: 6
Voto ai disegni: 7


_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da kit carson il Sab 7 Mar 2015 - 17:54

Me la ricordo come una storiella abbastanza scialba, con una trama decisamente noiosa. Inoltre zagor manca di miticita', nei duelli non riesce mai a prevalere, concludendo una storia da dimenticare
kit carson
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Ospite il Sab 7 Mar 2015 - 18:00

Storia discreta... piacevole per 3/4 di lettura ma con un finale deludente!!! Come al solito Zagor si fa sorprendere come un pivellino, e uno dei 2 traditori muore colpito da un fulmine nei pressi dell'albero sacro!!! Idea
Peccato perchè come i personaggi del tenente Steen e del boscaiolo Bo mi erano piaciuti!
Ottimi i disegni di Donatelli!
voto storia: 6
voto disegni: 8.5

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Marco65 il Lun 26 Ott 2015 - 16:17

Un' altra battuta d'arresto per Toninelli in una delle sue ultime avventure per lo spirito con la scure. Forse l'autore senese non avendo più completa autonomia sul personaggio non ci credeva ormai nemmeno più di tanto, fatto sta che, senza un soggetto interessante, la storia, pur senza presentare dei gravi difetti, è piuttosto piatta, alquanto banale e ad essere buoni di pura routine.
I cattivi sono di mezza tacca, gli indiani di ordinaria amministrazione, il mistero svelato quasi subito e il finale tirato via con un fulmine risolutore.
Inutile il ritorno di Wertmann, comparso in precedenza in un discreto episodio. E' controverso inoltre che Zagor prevalga nel tiro alla fune e si faccia superare in corsa da un avversario massiccio come Bo Mallet che proprio nella forza e nella prestanza fisica dimostra di possedere le doti per competere con l'eroe.
Il comprimario più azzeccato è il tenente Steen , un raro esempio di militare coscienzioso, ma il poco spazio a lui concesso ne limita lo sviluppo.
Bella la copertina del volume "L'albero sacro"
VOTO 5/6
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da wakopa il Mar 27 Ott 2015 - 10:31

@Andrea67 ha scritto:
In questo caso gli oppone quale avversario goliardico tale erculeo Bo Mallet, tipico gigante GLBonelliano, che successivamente diventa la sua spalla, scalzando così il buon Cico, che rimane così a poltrire per quasi tutto il tempo.


L'albero sacro (n.321/322) Jfaoae
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da wakopa il Mar 27 Ott 2015 - 10:33

@Marco65 ha scritto:
Il comprimario più azzeccato è il tenente Steen , un raro esempio di militare coscienzioso, ma il poco spazio a lui concesso ne limita lo sviluppo.
forti gli indiani sott'acqua di Frank ! no-ta

L'albero sacro (n.321/322) 11ltqo8
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Kramer76 il Sab 22 Lug 2017 - 11:10

L'albero sacro (n.321/322) 2d9wyuv

l'albero sacro
indubbiamente una storia grigia dimenticata da tutti, però toninelli e donatelli hanno fatto di peggio secondo me, non è così pessima (la gara con gli spaccalegna è divertente), toninelli cerca sempre di riciclare, sotto la voce "continuity", quanto di buono fatto in passato: prima i cloni di "acqua di fuoco" ("l'ultimatum", "una tribù in pericolo"), qui è il seguito di "timber bill", storia dei primi anni ottanta di certo non eccelsa ma manco da buttare via.. toninelli, in queste sue ultime comparsate, si spara una sfilza di assurdi caratteristi (in "il sergente del ferro" si lascerà andare completamente), a cominciare da uno che si fa chiamare BO Shocked torna wertmann il crucco pentito una versione boscaiola di hammad, c'è il tenentino insolitamente non ottuso, la testa calda indiana che alla fine si ravvede, e l'assurdo tronco..monco, in quanto non ne viene mai mostrata la sommità, come l'albero sacro di "l'ultimatum"... zagor alla fine rimane letteralmente con il cerino in mano

voto 6
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'albero sacro (n.321/322) Empty Re: L'albero sacro (n.321/322)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum