Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Admin il Sab Gen 17, 2015 11:39 am

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) A671a2ccebdfc3e5ff0d5bee4d7c1873.jpg--acqua_di_fuocoSentiero di guerra (n.255/256/257/258) NQnx0c3qyvhR3K1YGu-- Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) UiWdgcRtmaWrPas5cxf7ext2aPgCt--



Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri

Mercanti di whisky vendono la loro nefasta acqua di fuoco agli indiani di Darkwood. Il saggio comandante dell'Avamposto Numero Tre viene sostituito dall'ambizioso tenente Offord, che spera in una guerra indiana. I nipoti di Wandering Fitzy si presentano da Zagor… Grandi pericoli si preparano per lo Spirito con Scure!
Tutti contro Zagor! I nipoti di Wandering Fitzy lo vogliono catturare perché certifichi la morte del loro zio, il tenente Offord suscita la giusta ira dei Naskapi e il Pequot (un suo vecchio nemico) lo sfida a duello di fronte all’assemblea dei capi indiani e, con l’inganno, lo sconfigge!
Uno Zagor in fin di vita viene soccorso da Shonta Quassan, un indiano cacciato dalla sua tribù perché storpio. Riguadagnate le forze, il Re di Darkwood inizia la riscossa, contro i suoi molteplici avversari (militari, indiani, nipoti di Fitzy, trafficanti di armi e whisky), aiutato dagli amici trapper. I nemici capiranno presto di cosa è capace Za-gor-te-nay!


Ultima modifica di Admin il Sab Mag 28, 2016 4:03 am, modificato 1 volta
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Admin il Sab Gen 17, 2015 11:40 am

Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Kramer76 il Ven Feb 20, 2015 9:04 pm

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 1zcjn0y

mercanti d'armi
blamm! e fu la luce. il cavallo di troia di toninelli. i "trafficanti" sono il trojan dei pasdaran toninelliani. la migliore storia di toninelli è una storia con i trafficanti. è una storia-modello darkwoodiana, preceduta da un albo darkwoodiano tra i "meno peggio", cacciatori di scalpi. "dettato" sapiente: c'è il nuovo tawar, forse per rimediare a il villaggio sommerso. "tema libero" compiaciuto e agognata continuity. "continua" in l'ultimatum e sentinelle rosse, ma, fosse stato per toninelli, anche in altre storie. congiura dei pazzi, disfida pachidermica (come la miniera insanguinata) e incubo sclaviano caponiano. sorprendono personaggi come i trappers e cucciolo. e sorprende zagor.  

voto 10


Ultima modifica di Kramer76 il Ven Dic 29, 2017 11:29 am, modificato 4 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3859
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Andrea67 il Sab Feb 28, 2015 8:29 am

Alla sua diciottesima prova in ordine di pubblicazione (anche se recentemente abbiamo scoperto che è la terza in ordine di realizzazione) lo sceneggiatore senese introduce nella trama i tanto vituperati mercanti di whisky e di armi che gli hanno meritato un’ingiusta fama di scrittore darkwoodiano monotema.
E lo fa nella storia da me considerata il suo capolavoro.
Perché proprio di questo si tratta: di un capolavoro. Forse non tanto riconosciuto.
Eppure ve ne sono tutti gli elementi: dall’inizio cinematografico e scoppiettante alla gag cichiana, dall’introduzione di personaggi nuovi che fanno tornare alla memoria un passato non più recente a quella di vecchi nemici diventati molto più temibili, dall’ufficiale ottuso diventato padrone del campo grazie a sfortunate circostanze, al raduno dei capi con tanto di spettacolare ingresso di Zagor.
E’ una carrellata di personaggi vecchi (i Trappers, Tonka – che stranamente non apre mai bocca ai raduni dei capi – altri capi indiani già conosciuti, il Pequot) e nuovi che torneranno in altre storie dello stesso Autore ( Shonta Quassan, il Tenente Offord).
L’avventura è un susseguirsi di colpi di scena, duelli e scontri memorabili che non fanno rimpiangere le migliori Nolittiane dello stesso genere.
Ferri, infine, sfodera una delle sue migliori prove, mettendo la ciliegina sulla torta.

Voto alla storia: 9,2
Voto ai disegni: 10


Ultima modifica di Andrea67 il Dom Dic 30, 2018 7:28 pm, modificato 1 volta

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da strepa il Mar Mar 03, 2015 3:00 pm

Toninelli ci propone una delle sue storie migliori, valorizzata dai bei disegni di Ferri.
La vicenda è ottimamente costruita con personaggi, protagonisti e comprimari, tutti ben caratterizzati, alcuni dei quali, come Shonta Quassan e il tenente Offord, Toninelli recupererà in seguito.
Il racconto è avvincente, fitto di bei combattimenti e di colpi di scena.
Il ritorno del Pequot, morto nell'avventura "Un'impresa disperata", è l'unico neo.
A beneficio dei lettori della CSAC, si sarebbe potuta evitare l'incongruenza modificando la quinta vignetta di pag. 188 di quel numero: sarebbe bastato cambiare le linee cinetiche del proiettile in modo che il Pequot non venisse colpito in pieno volto, ma solo di striscio. La sequenza successiva mostra il Pequot che cade in un burrone, ma Otter-Tail non scende a controllare se è vivo o morto: il dubbio sarebbe stato lecito.
Sono conscio che questa modifica avrebbe fatto inorridire i puristi, ma già in più occasioni per la CSAC sono state rimaneggiate le tavole originali, talora anche solo per accorciare di qualche pagina la lunghezza di una storia (ad esempio Odissea Americana). Questa volta sarebbe stato per correggere una svista: io non ci avrei visto nulla di male.

Voto alla storia: 9
Voto ai disegni: 9,5

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1851
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mar Mar 03, 2015 3:26 pm

@strepa ha scritto:
Sono conscio che questa modifica avrebbe fatto inorridire i puristi, ma già in più occasioni per la CSAC sono state rimaneggiate le tavole originali, talora anche solo per accorciare di qualche pagina la lunghezza di una storia (ad esempio Odissea Americana). Questa volta sarebbe stato per correggere una svista: io non ci avrei visto nulla di male.

almeno cosi' Andrea67 e Ninaccio avrebbero avuto un valido motivo per considerarla la miglior pubblicazione zagoriana clap
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Marco65 il Mar Set 22, 2015 12:18 am

A mio parere è la miglior storia di Toninelli! Un' avventura da leccarsi mani e piedi di poco inferiore ai migliori capolavori di nolittiana memoria. Sembra strano che una storia così bella e significativa porti dei titoli banali come "Mercanti d'armi" o "acqua di fuoco"e che anche dalle prime pagine del racconto sembra confermare questo tipo di routine. Invece quella che in questo topic viene chiamata "Sentiero di guerra" è un' avventura ricchissima! Ricca di personaggi, di pathos e di approfondimenti psicologici. Tra i cattivi si segnalano i fratelli Fitzgeraldson, nipoti dell'indimenticabile Fitzy ma tanto diversi nell'indole e negli ideali. Da antologia la scena in cui Greg Fitzgeraldson in preda alla follia afferra il costume di Zagor lasciandosi trascinare lungo il fiume. Il Tenente Offord rappresenta invece il classico militare arrogante e presuntuoso ma il vero nemico di questo memorabile episodio è il Pequot un personaggio dalle mille potenzialità che qui viene giustamente sviluppato dopo la prima apparizione in "La roccaforte dei dannati" . Quasi dispiace di vederlo crivellato di colpi alla fine di uno splendido duello con Zagor perché viene tolto di mezzo uno dei villan più interessanti della saga, creato proprio dall'autore senese.
Non meno significativi i personaggi dalla parte dei buoni: ci sono i trappers, ci sono i Naskapi di Scure Gialla, uno dei capi indiani più rappresentativi (finito poi nel dimenticatoio) c'è poi Shonta Quassan un indiano emarginato per la sua menomazione fisica che tuttavia nonostante la breve apparizione svolge un ruolo importante nell'economia dell'avventura e infine c'è Cucciolo un ripescaggio umoristico nolittiano che qui viene rappresentato in modo più sobrio e disegnato in modo meno grottesco che nella prima apparizione. In coppia con Cico da vita ad una delle gag più spassose del pancione: "La belva del Guadalajara" stella2
L'avventura rappresenta efficacemente anche alcune delle caratteristiche più amate della saga come il raduno dei capi indiani e le spettacolari apparizioni di Zagor.
I sublimi disegni di Ferri rendono al tutto valore aggiuntivo
VOTO 8,5
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da toro seduto il Mar Set 22, 2015 6:14 am

@Marco65 ha scritto:A mio parere è la miglior storia di Toninelli! Un' avventura da leccarsi mani e piedi di poco inferiore ai migliori capolavori di nolittiana memoria. Sembra strano che una storia così bella e significativa porti dei titoli banali come "Mercanti d'armi" o "acqua di fuoco"e che anche dalle prime pagine del racconto sembra confermare questo tipo di routine. Invece quella che in questo topic viene chiamata "Sentiero di guerra" è un' avventura ricchissima! Ricca di personaggi, di pathos e di approfondimenti psicologici. Tra i cattivi si segnalano i fratelli Fitzgeraldson, nipoti dell'indimenticabile Fitzy ma tanto diversi nell'indole e negli ideali. Da antologia la scena in cui Greg Fitzgeraldson in preda alla follia afferra il costume di Zagor lasciandosi trascinare lungo il fiume. Il Tenente Offord rappresenta invece il classico militare arrogante e presuntuoso ma il vero nemico di questo memorabile episodio è il Pequot un personaggio dalle mille potenzialità che qui viene giustamente sviluppato dopo la prima apparizione in "La roccaforte dei dannati" . Quasi dispiace di vederlo crivellato di colpi alla fine di uno splendido duello con Zagor perché viene tolto di mezzo uno dei villan più interessanti della saga, creato proprio dall'autore senese.
Non meno significativi i personaggi dalla parte dei buoni: ci sono i trappers, ci sono i Naskapi di Scure Gialla, uno dei capi indiani più rappresentativi (finito poi nel dimenticatoio) c'è poi Shonta Quassan un indiano emarginato per la sua menomazione fisica che tuttavia nonostante la breve apparizione svolge un ruolo importante nell'economia dell'avventura e infine c'è Cucciolo un ripescaggio umoristico nolittiano che qui viene rappresentato in modo più sobrio e disegnato in modo meno grottesco che nella prima apparizione. In coppia con Cico da vita ad una delle gag più spassose del pancione: "La belva del Guadalajara" stella2
L'avventura rappresenta efficacemente anche alcune delle caratteristiche più amate della saga come il raduno dei capi indiani e le spettacolari apparizioni di Zagor.
I sublimi disegni di Ferri rendono al tutto valore aggiuntivo
VOTO 8,5
.. Recensione perfetta , Bravo Marco Exclamation Exclamation
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mar Set 22, 2015 10:33 am

@strepa ha scritto:Toninelli ci propone una delle sue storie migliori, valorizzata dai bei disegni di Ferri.
Il racconto è avvincente, fitto di bei combattimenti e di colpi di scena.
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 1387818096403
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mar Set 22, 2015 10:40 am

@Marco65 ha scritto: Il Tenente Offord rappresenta invece il classico militare arrogante e presuntuoso
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 1387818095798
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mar Set 22, 2015 10:43 am

@Andrea67 ha scritto:Alla sua diciottesima prova in ordine di pubblicazione (anche se recentemente abbiamo scoperto che è la terza in ordine di realizzazione) lo sceneggiatore senese introduce nella trama i tanto vituperati mercanti di whisky e di armi che gli hanno meritato un’ingiusta fama di scrittore darkwoodiano monotema.
Very Happy

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 1387817759959
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mar Set 22, 2015 10:46 am

@Marco65 ha scritto: ma il vero nemico di questo memorabile episodio è il Pequot un personaggio dalle mille potenzialità che qui viene giustamente sviluppato dopo la prima apparizione in "La roccaforte dei dannati" .

piu' che sviluppato, direi proprio resuscitato clap
nella prima storia era chiaramente spacciato,peccato per questa svista colossale perche' la storia come avete ribadito tutti e' davvero bella benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Marco65 il Mar Set 22, 2015 5:46 pm

@toro seduto ha scritto:
@Marco65 ha scritto:A mio parere è la miglior storia di Toninelli! Un' avventura da leccarsi mani e piedi di poco inferiore ai migliori capolavori di nolittiana memoria. Sembra strano che una storia così bella e significativa porti dei titoli banali come "Mercanti d'armi" o "acqua di fuoco"e che anche dalle prime pagine del racconto sembra confermare questo tipo di routine. Invece quella che in questo topic viene chiamata "Sentiero di guerra" è un' avventura ricchissima! Ricca di personaggi, di pathos e di approfondimenti psicologici. Tra i cattivi si segnalano i fratelli Fitzgeraldson, nipoti dell'indimenticabile Fitzy ma tanto diversi nell'indole e negli ideali. Da antologia la scena in cui Greg Fitzgeraldson in preda alla follia afferra il costume di Zagor lasciandosi trascinare lungo il fiume. Il Tenente Offord rappresenta invece il classico militare arrogante e presuntuoso ma il vero nemico di questo memorabile episodio è il Pequot un personaggio dalle mille potenzialità che qui viene giustamente sviluppato dopo la prima apparizione in "La roccaforte dei dannati" . Quasi dispiace di vederlo crivellato di colpi alla fine di uno splendido duello con Zagor perché viene tolto di mezzo uno dei villan più interessanti della saga, creato proprio dall'autore senese.
Non meno significativi i personaggi dalla parte dei buoni: ci sono i trappers, ci sono i Naskapi di Scure Gialla, uno dei capi indiani più rappresentativi (finito poi nel dimenticatoio) c'è poi Shonta Quassan un indiano emarginato per la sua menomazione fisica che tuttavia nonostante la breve apparizione svolge un ruolo importante nell'economia dell'avventura e infine c'è Cucciolo un ripescaggio umoristico nolittiano che qui viene rappresentato in modo più sobrio e disegnato in modo meno grottesco che nella prima apparizione. In coppia con Cico da vita ad una delle gag più spassose del pancione: "La belva del Guadalajara" stella2
L'avventura rappresenta efficacemente anche alcune delle caratteristiche più amate della saga come il raduno dei capi indiani e le spettacolari apparizioni di Zagor.
I sublimi disegni di Ferri rendono al tutto valore aggiuntivo
VOTO 8,5
.. Recensione perfetta , Bravo Marco Exclamation Exclamation
Grazie Toro no-ta) queste avventure si commentano con passione no-ta
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Marco65 il Mar Set 22, 2015 6:06 pm

@wakopa ha scritto:
@Marco65 ha scritto: ma il vero nemico di questo memorabile episodio è il Pequot un personaggio dalle mille potenzialità che qui viene giustamente sviluppato dopo la prima apparizione in "La roccaforte dei dannati" .

piu' che sviluppato, direi proprio resuscitato clap
nella prima storia era chiaramente spacciato,peccato per questa svista colossale perche' la storia come avete ribadito tutti e' davvero bella  benvenuto
In effetti Wakopa non hai tutti i torti, non viene data nessuna spiegazione sul come il Pequot sia sopravvissuto ad una pallottola in mezzo agli occhi e ad un lungo volo in un burrone che lasciavano presagire morte certa. Tieni conto però che Zagor non era presente al momento del presunto decesso e quindi pensa : " è stata una svista di Otter Tail" stella2 d'altronde mi sembra che hai sottolineato più volte come persino Hellingen in ora zero per giustificare la sua sopravvivenza dall'arpionata di Fishleg si limiti a dire "Mi ha aggiunto solo una nuova cicatrice" .....
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Ospite il Sab Ott 10, 2015 5:09 pm

Gran bella storia, anche se c'è sempre il solito difetto toninelliano con Zagor che si distrae e viene salvato da qualcun'altro!
Mi è piaciuta molto la scena al raduno dei capi con l'entrata di scena a "effetto" di Zagor!  Exclamation
Ottimo il Pequot, bello sia il primo duello quando sconfigge Zagor, che il duello finale!
Bella anche l'entrata in scena dei Trappers di Doc e Rochas, e successivamente quando con l'aiuto di Zagor conquistano il forte!
Ottimi anche i parenti di Fitzy, anche se l'uscita di senno di Greg nel finale non mi è piaciuta!
Belli i disegni di Ferri.
voto storia: 8
voto disegni: 9

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Smash il Lun Nov 30, 2015 11:21 am

Io ho riscontrato i soliti topoi toninelliani di spacciatori di whisky e indiani, con l'aggiunta di uno dei nemici più carismatici della serie che è il vero valore aggiunto a questa storia. Lui e Cucciolo però, nella sfilza di personaggi presenti sono gli unici che spiccano.

alcune gag come quella del pugilato l'ho trovata dozzinale, poi c'è qualche trovata dove l'autore strizza l'occhio ai classici senza convincere più di tanto(come l'arrivo di Zagor al rendez vous).

Molto bella la fine del Pequot

In definitiva un 6,5

Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3135
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Kramer76 il Mer Feb 10, 2016 10:38 am

10 motivi per bere tanta ACQUA DI FUOCO
alla salute di toninelli 

10. i titoli "auto-toninelliani"
acqua di fuoco, mercanti di armi...
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Toninelli

9. tawar risorge
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 2yuad87

toninelli vuol farsi perdonare per l'assassino di darkwood
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Mortetawar

8. i nipoti resi pazzi dall'ignavia dello zio fitzy
la bancarotta non sta mai da una parte sola   
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Fitzy

7. corri, zagor, corri
incredibile come toninelli potesse svariare da uno zagor bolso
a quello superlativo ed acrobatico delle storie disegnate da FERRI
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 2q1rynn

6. zagor il mortale  
storia zagoriana realistica per eccellenza
splendido il trucco della mongolfiera
ricopiato da burattini in magia indiana
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 148zmzo

5. torna l'improbabile cucciolo
e inaspettatamente regge bene per l'intera storia
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 5vqf5i

4. ...non solo nella bella gag con un cico, peraltro, ispirato
qui però IL MAESTRO la fa un pò sporca, smontando il meccanismo della gag
il volto di cico doveva rimanere coperto fino alla fine della gag stella2

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 2ef6emc

3. la storia è costantemente ironica
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Wivygj

da citare anche i trappers, sempre ben utilizzati dall'autore
da le cinque piume fino a le belve del black river
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 4tr8f7

2. allo stesso tempo darcheggiante
si scrive toninelli, si legge nolitta (capone), castelli, sclavi
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Darkzagor

1. finale epico
con un duello spettacolare
e con il cattivone che finisce crivellato
un altro classico del miglior toninelli
Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) 14j2b2u
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3859
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Ospite il Mer Feb 10, 2016 11:32 am

questa è una signor storia. Niente da dire. E, parlo per me, le vituperate storie dedicate a trafficanti di liquori e affini, se scritte così, ma ben vengano!

Cucciolo... che tipo!

Ferri epico. Come sempre.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Mer Feb 10, 2016 4:27 pm

@Kramer76 ha scritto:


7. corri, zagor, corri
incredibile come toninelli potesse svariare da uno zagor bolso
a quello superlativo ed acrobatico delle storie disegnate da FERRI


data la ormai nota idiosincrasia tra i due,magari era Ferri che si rifiutava di imbolsirlo stella2
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Tonka il Mer Feb 10, 2016 6:39 pm

@wakopa ha scritto:
@Kramer76 ha scritto:


7. corri, zagor, corri
incredibile come toninelli potesse svariare da uno zagor bolso
a quello superlativo ed acrobatico delle storie disegnate da FERRI


data la ormai nota idiosincrasia tra i due,magari era Ferri che si rifiutava di imbolsirlo stella2

no-ta già.... Ferri disegnava e poi consegnava le tavole a Toninelli che ci scriveva sopra la storia.

Chiedo: non correva buon sangue tra i due?

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3894
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Gio Feb 11, 2016 11:40 am

@Tonka ha scritto:

Chiedo: non correva buon sangue tra i due?

Tue sono anche le storie dei primi tre albi “Zagor Speciale”: “Zagor alla riscossa!” (n. 1, giugno 1988), “La Pietra che uccide” (n.2, giugno 1989), “La Città sopra il Mondo” (n. 3, giugno 1990). Che cosa ci puoi dire del disegnatore, il grande Gallieno Ferri?

Toninelli:"Tocchi un tasto dolente! Dunque, perché sia molto chiaro quello che vado a dire, quando ero solo un lettore di Zagor stravedevo per Ferri. Gli albi disegnati da Donatelli o Bignotti li consideravo “di serie B”. Quando ho incominciato a scriverlo, però, devo dire che sono rimasto spesso deluso dal lavoro di Ferri, sempre abbastanza frettoloso, e dalla sua incapacità di far “recitare” i personaggi come all'epoca era invece già bravissimo a fare, per esempio, Milazzo. Donatelli, al contrario, anche se il suo disegno era molto più sintetico, scarno e direi addirittura “povero” (oltre che meno ruffiano) di quello di Ferri, “accompagnava” la sceneggiatura in modo esemplare, e quando l'ho “spinto” a superarsi con la storia del viaggio da costa a costa di “Beau” Whyndam, ha dato veramente il meglio di sé. Una mia critica al disegno di Ferri sul volume di “Collezionare” (la fanzine di Burattini!) dedicato a Zagor, mi costò (?) l'ostracismo di Ferri che disse di non voler mai più disegnare una mia storia!"

e te credo scratch clap

wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Tonka il Gio Feb 11, 2016 3:04 pm

@wakopa ha scritto:
@Tonka ha scritto:

Chiedo: non correva buon sangue tra i due?

Tue sono anche le storie dei primi tre albi “Zagor Speciale”: “Zagor alla riscossa!” (n. 1, giugno 1988), “La Pietra che uccide” (n.2, giugno 1989), “La Città sopra il Mondo” (n. 3, giugno 1990). Che cosa ci puoi dire del disegnatore, il grande Gallieno Ferri?

Toninelli:"Tocchi un tasto dolente! Dunque, perché sia molto chiaro quello che vado a dire, quando ero solo un lettore di Zagor stravedevo per Ferri. Gli albi disegnati da Donatelli o Bignotti li consideravo “di serie B”. Quando ho incominciato a scriverlo, però, devo dire che sono rimasto spesso deluso dal lavoro di Ferri, sempre abbastanza frettoloso, e dalla sua incapacità di far “recitare” i personaggi come all'epoca era invece già bravissimo a fare, per esempio, Milazzo. Donatelli, al contrario, anche se il suo disegno era molto più sintetico, scarno e direi addirittura “povero” (oltre che meno ruffiano) di quello di Ferri, “accompagnava” la sceneggiatura in modo esemplare, e quando l'ho “spinto” a superarsi con la storia del viaggio da costa a costa di “Beau” Whyndam, ha dato veramente il meglio di sé. Una mia critica al disegno di Ferri sul volume di “Collezionare” (la fanzine di Burattini!) dedicato a Zagor, mi costò (?) l'ostracismo di Ferri che disse di non voler mai più disegnare una mia storia!"

e te credo  scratch  clap


Shocked pale ... incredibile.... scratch

ma perchè Toninelli ha letto anche Zagor prima di scriverlo?... credo non se ne sia accorto nessuno.
Solo la bontà infinita di Sergio ha potuto permettergli di fargli strapazzare la sua creatura svilendola in quel modo.
E allora mi domando: saranno state le mani di Ferri o la lingua di qualcun altro a essere ruffiane??

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3894
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Fabri73 il Sab Lug 23, 2016 3:16 pm

per molto tempo, anch'io ne ero convinto, si è pensato  
che Toninelli abbia fatto un errore madornale nel far riapparire  
il Pequot in questa storia, nonostante fosse "morto" nella  
precedente "Un'impresa disperata", ucciso da Otter Tail.  
Ma quando a Toninelli gli fu fatta una domanda su    
questo "errore", lui disse che, in realtà, se si guardano bene le vignette  
in cui Otter Tail spara al Pequot, c'è spazio per dire che, in  
realtà, il Pequot fu ferito gravemente, e poi svenne, ma non morì;  
Otter Tail, senza neanche controllare il corpo del Pequot che era caduto giù,  
lo ritenne, erroneamente, morto, e lo riferì a Zagor.  In effetti, io,  
dopo aver letto queste parole di Toninelli, andai a riguardarmi bene quelle vignette, e  capii che Toninelli non sbagliava: dai disegni si poteva ipotizzare benissimo che  
il Pequot, in realtà, sopravvisse, e su questa base Toninelli decise di farlo riapparire in  "Sentiero di guerra". La cosa strana è che in quest'ultima storia  
il Pequot non si mette a spiegare a Zagor come sia sopravvissuto. E Toninelli  
non lo rivela; ma, dopotutto, era proprio necessario spiegarlo?  
Bastava solo riguardarsi le vignette della storia precedente, lo scontro tra Otter Tail  
e il Pequot, per capire che la possibilità che il Pequot, in realtà, non fosse stato ucciso  da Otter Tail, era molto concreta.
perché spiegare tutto? non è sempre necessario.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4032
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da wakopa il Sab Lug 23, 2016 3:26 pm

e Fabri dai molla la bottiglia stella2

passi per: i migliori disegni di Frank sono quelli de "lo spettro del passato"

passi per: Donatelli e' meglio di Ferri

ma che adesso non vediamo nemmeno la pallottola che si becca in fronte il pequot, e' troppo ghigli

Toninelli lo ha letteralmente resuscitato, l'unica attenuante che gli do sono i non certo buoni rapporti che intercorrevano tra lui e Ferri ,per cui magari interagivano poco benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Fabri73 il Sab Lug 23, 2016 4:03 pm

riguardati bene le vignette. clap

e mollalo sto Mughini, io l'aborro ! stella2 stella2 q*

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
Fabri73
Fabri73
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4032
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Torna in alto Andare in basso

Sentiero di guerra (n.255/256/257/258) Empty Re: Sentiero di guerra (n.255/256/257/258)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum