Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Admin il Gio 15 Gen 2015 - 18:36



Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni: Pini Segna
Copertina: Gallieno Ferri

Una vecchia conoscenza, il re vikingo Guthrum, ha lasciato, con alcuni fedeli compagni, il suo villaggio in Florida, per attriti con le tribù indiane locali. E vuole raggiungere Nuova Vita, una leggendaria colonia vikinga che, secondo un'antica pergamena, sarebbe stata fondata anni prima nel Tennessee. Pur non senza perplessità, Zagor e Cico si uniscono a Guthrum...
Il viaggio verso Nuova Vita si rivela travagliatissimo. I nostri si scontrano prima con un gigantesco serpente di mare, poi con cerbiatti ferocissimi e con un'enorme e voracissima ameba. Ma, alla fine, raggiungono la colonia vikinga: i cancelli si aprono, gli abitanti sono pronti ad accogliere i loro fratelli nordici. O no?
L'arrivo a Nuova Vita è sconvolgente. Zagor, Cico, Guthrum e gli altri rimangono sconvolti quando scoprono che i vikinghi della colonia, per adattarsi al luogo, hanno subìto un orrendo cambiamento: i vapori della zona li hanno trasformati in ferocissimi lupi mannari! E allora si scatena una allucinante lotta per la vita...

_________________________________________________
il nuovo forum di ZTN http://zagortenay.forumattivo.it

ZTN pagina facebook


ZAGOR TV pagina facebook


Sleep
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3437
Data d'iscrizione : 01.01.14

Visualizza il profilo http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Admin il Gio 15 Gen 2015 - 18:37


_________________________________________________
il nuovo forum di ZTN http://zagortenay.forumattivo.it

ZTN pagina facebook


ZAGOR TV pagina facebook


Sleep
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3437
Data d'iscrizione : 01.01.14

Visualizza il profilo http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Kramer76 il Mar 17 Feb 2015 - 11:06



l'ultimo vikingo
è difficile scegliere la migliore chicca, tra i cerbiatti carnivori, l'ameba gigante (e vabbè, the winner is -),  i vikinghi mannari.... eccetera. ma forse è la storia in quanto tale, il "come", il "perchè", che mi fa impazzire. con re guthrum (quasi un rutto onomatopeizzato) nolitta sconfina, finalmente, appena prima di andarsene, nel paradosso sadico, nella lucida follia. odissea AMatriciana. la si può considerare sia una storia nolittiana ortodossa che un capolavoro assoluto e un modello del genere trash. ma tutto sommato anche terrore dal sesto pianeta è trash. titolo del primo albo che naturalmente non centra una ceppa con tutto il resto e pini, ancora alle prese con i biscioni, dopo il signore dei serpenti e fantasmi.

voto 10


Ultima modifica di Kramer76 il Lun 17 Lug 2017 - 18:42, modificato 2 volte
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3012
Data d'iscrizione : 19.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Andrea67 il Lun 23 Feb 2015 - 21:09

La penultima di Nolitta ci regala un'altra Odissea, questa volta in compagnia di Guthrum e dei suoi vichinghi, attraverso terre inesplorate ed ostili.
Il paragone con la più celebre consorella è ovviamente impietoso, ma la storia, disegni a parte, non è male e non sfigura affatto accanto ad altre meno nobili dello stesso Autore.
Il mio voto alla sceneggiatura è forse un tantino alto rispetto al valore della stessa, ma l'ho messo provando ad immaginare la stessa storia disegnata da Ferri. E allora forse lo avrebbe meritato tutto, se non qualcosa di più.

Voto alla storia: 7,6
Voto ai disegni: 6,5

_________________________________________________
Hernan Cortes
avatar
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4309
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da wakopa il Mar 24 Feb 2015 - 11:20

@Andrea67 ha scritto:
Il paragone con la più celebre consorella è ovviamente impietoso,

non sono d'accordo,questa storia riesce ad essere davvero inquietante in certi passaggi e per merito di Segna Cool
avatar
wakopa
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5349
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Andrea67 il Mar 24 Feb 2015 - 12:34

@wakopa ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:
Il paragone con la più celebre consorella è ovviamente impietoso,

non sono d'accordo,questa storia riesce ad essere davvero inquietante in certi passaggi e per merito di Segna Cool
Non mi dirai che questa storia è al livello di Odissea americana?
Inquietante sì, è vero, ma non per merito dei disegni, che non potevano essere peggiori e che hanno rovinato, a mio parere, una bella storia.

_________________________________________________
Hernan Cortes
avatar
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4309
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Marco65 il Gio 23 Apr 2015 - 18:04

Dopo il "Re delle aquile" tocca a Guthrum e ai suoi vichinghi rientrare in scena, ma questa volta l'avventura invece che a tinte marinaresche, procede in modo più simile all'indimenticabile "Odissea americana". Il risultato, pur non raggiungendo certo l'apoteosi del racconto precedente, è davvero squisito e c'è da chiedersi a che livelli sarebbe potuto arrivare il lavoro se al posto del pur bravo Pini Segna fosse stato Ferri ad illustrarlo. Splendide comunque le tavole dove viene rappresentata "Nuova vita" con un clima apparentemente idilliaco in uno scenario naturale di lussureggiante bellezza. Proprio a causa di queste scene, fa ancora più effetto il contrasto di quelle successive in cui Zagor e i suoi amici addentrandosi in questa terra presumibilmente florida, devono subito fare i conti con cerbiatti che si rivelano all'improvviso feroci quanto belve. Questa sequenza così inquietante è una di quelle destinate a rimanere scolpite nella memoria.
Il finale poi è sconvolgente:come Zagor aveva previsto solo dei mostri avrebbero potuto adattarsi ad una terra solo apparentemente ospitale ma dove in realtà strani fenomeni hanno provocato raccapriccianti mutazioni, ed infatti i coloni di "nuova vita" si rivelano tali.
Piena di Pathos la scena in cui i nostri eroi, entrati oltre la palizzata del villaggio fortificato, si rendono conto solo a poco a poco che qualcosa non va tra gli abitanti nascosti in penombra, fino a quando la luce lunare rischiara il loro raccapricciante aspetto. C'è da chiedersi però come abbiano fatto esseri divenuti così abominevoli a darsi un organizzazione così accurata con persino tanto di sentinelle. Dopo la strage, l'inseguimento di essi ai superstiti sfiora un po' il grottesco a dire il vero, ma nell'insieme il racconto risulta essere uno dei più avventurosi della serie.
VOTO 7/8
avatar
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2448
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da kit carson il Ven 24 Apr 2015 - 23:36

Questa storia mi piacque molto, l'arrivo di Zagor al villaggio e la scoperta che è abitato da mostri è eccezzionale (la suspence e la sorpresa in questo passaggio è incredibile, forse tra le più suggestive di tutta la saga). Una nota dolente di questa storia sono i disegni, veramente brutti (per fortuna che Pino Segna non ha disegnato mlti albi). Secondo me sfida all'ignoto era migliore (è un capolavoro), però questa storia l'ho molto apprezzata. Nolitta era un maestro per le storie horror, perchè riusciva sempre a "mantenere i piedi per terra", senza bisogno di mondi paralleli e divagazioni stile dylan dog (spero di avere reso abbastanza chiaro il mio concetto). Inoltre banditi senza volto e gli albi successivi sono pura azione, non c'è un attimo di tregua e questo mi prese molto.
 Volendo trovare un piccolo difetto alla sceneggiatura di questa avventura, segnalerei  figura di Guthrum che viene un pò troppo ridotto a macchietta,  per il resto niente da eccepire, secondo me è perfetta e scorre in maniera molto fluida, invogliando la lettura.
Qualche lettore dice che si nota una fase discendente di Zagor : non sono assolutamente d'accordo, anche le ultime storie di Nolitta per me erano eccezzionali, il problema era che Nolitta stava diradando le sue sceneggiature per seguire di più la casa editrice.
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da kit carson il Ven 24 Apr 2015 - 23:47

@Andrea67 ha scritto:
@wakopa ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:
Il paragone con la più celebre consorella è ovviamente impietoso,

non sono d'accordo,questa storia riesce ad essere davvero inquietante in certi passaggi e per merito di Segna Cool
Non mi dirai che questa storia è al livello di Odissea americana?
Inquietante sì, è vero, ma non per merito dei disegni, che non potevano essere peggiori e che hanno rovinato, a mio parere, una bella storia.
D'accordo con te : bella sceneggiatura, ma brutti disegni
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da osages il Ven 1 Mag 2015 - 21:21

Ottima sceneggiatura ,avventura piena d azione e carica di tensione.
Purtroppo pero` in un fumetto i disegni sono fondamentali alla stregua della sceneggiatura ed in questia stotia sono brutti, inficiando inevitabilmente il giudizio finale
avatar
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1180
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Marco65 il Ven 1 Mag 2015 - 22:32

@Andrea67 ha scritto:
@wakopa ha scritto:
@Andrea67 ha scritto:
Il paragone con la più celebre consorella è ovviamente impietoso,

non sono d'accordo,questa storia riesce ad essere davvero inquietante in certi passaggi e per merito di Segna Cool
Non mi dirai che questa storia è al livello di Odissea americana?
Inquietante sì, è vero, ma non per merito dei disegni, che non potevano essere peggiori e che hanno rovinato, a mio parere, una bella storia.
A Parte i disegni, che sono opinabili, son d'accordo con te, ed infatti l'ho scritto, che questa avventura non raggiunge certo i livelli di "Odissea americana",ma il solo fatto che si scomodi quella storia (ovverosia quanto di meglio abbia prodotto più di 50 anni di lettura zagoriana)per paragonarla, le si fa ulteriore onore.
avatar
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2448
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da strepa il Ven 1 Mag 2015 - 23:36

Una bellissima e coinvolgente storia parzialmente inficiata da disegni non sempre all'altezza.
La sceneggiatura è ricca e avvincente, il ritmo buono, il soggetto non originalissimo ma ben sviluppato.
Il punto debole di questa avventura sono proprio le tavole di Pini Segna, qui, in verità, più a suo agio che in altre storie. I suoi tratti carichi, infatti, ben si addicono ai passaggi più orrorifici che il disegnatore riesce a rendere veramente inquietanti, come l'arrivo a "Nuova Vita" popolata da mostri.
Il problema, secondo me, sono le fisionomie dei personaggi: Zagor cambia di continuo, anche in vignette consecutive, Cico non si può guardare, sembra una rana allucinata, gli altri uomini hanno talora volti così brutti e distorti che i mostri di "Nuova Vita" non sono poi tanto peggio.
Per non parlare delle corporature spesso sproporzionate ed in posizioni innaturali.
Peccato, perché avrebbe potuto essere una grandissima storia.
Una curiosità: è questa una delle poche storie in cui Cico e Zagor, dopo giorni di stenti e fatiche, al ritorno nel mondo civile hanno la barba lunga: di solito, invece, sono perfettamente rasati.
La stessa cosa accadeva nel finale di un'altra storia di Segna, "I cannibali di Green Spot", in cui Cico appariva provato dalle privazioni e con la barba di diversi giorni: evidentemente gli piaceva rappresentare così i Nostri.
Voto alla stori: 9,5
Voto ai disegni: 6,5

Questa storia in particolare è all'origine di un mio personalissimo desiderio: vederla realizzata ex novo da un altro disegnatore dello staff di Zagor.
Sono certo che in altre mani sarebbe stata un capolavoro.


Ultima modifica di strepa il Sab 2 Mag 2015 - 8:28, modificato 2 volte

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
avatar
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1727
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio (CO)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da strepa il Ven 1 Mag 2015 - 23:56

@Kramer76 ha scritto:... titolo del primo albo che naturalmente non centra una ceppa con tutto il resto ...

Anche il disegno di copertina è parecchio fuorviante...

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
avatar
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1727
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio (CO)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da kit carson il Sab 2 Mag 2015 - 8:18

I disegni non mi piacquero , comunque la rappresentazione dei vichinghi-mostri non era male
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da wakopa il Sab 2 Mag 2015 - 10:50

@strepa ha scritto: I suoi tratti carichi, infatti, ben si addicono ai passaggi più orrorifici che il disegnatore riesce a rendere veramente inquietanti, come l'arrivo a "Nuova Vita" popolata da mostri.

non mi sembra una cosa da poco flower
ci sono disegnatori piu' quotati di Segna che non riescono affatto in cio' benvenuto
avatar
wakopa
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5349
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 2 Mag 2015 - 12:03

Per me anche se non è stata disegnata da Ferri o da Donatelli, e pur non gradendo Pini Segna per certi suoi volti caricaturali, questa storia resta un capolavoro.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da strepa il Sab 2 Mag 2015 - 14:22

@wakopa ha scritto:
@strepa ha scritto: I suoi tratti carichi, infatti, ben si addicono ai passaggi più orrorifici che il disegnatore riesce a rendere veramente inquietanti, come l'arrivo a "Nuova Vita" popolata da mostri.

non mi sembra una cosa da poco flower
ci sono disegnatori piu' quotati di Segna che non riescono affatto in cio' benvenuto

Infatti non ho bocciato in toto il suo lavoro, ho detto che i disegni non sono sempre all'altezza: apprezzabili le tavole horror, poco riusciti i volti di Zagor e gli altri.
Nel complesso la prova è migliore di altre e più che sufficiente, ma non mi consente di apprezzare appieno una bella storia.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
avatar
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1727
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio (CO)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da toro seduto il Lun 17 Ago 2015 - 18:27

@wakopa ha scritto:
@strepa ha scritto: I suoi tratti carichi, infatti, ben si addicono ai passaggi più orrorifici che il disegnatore riesce a rendere veramente inquietanti, come l'arrivo a "Nuova Vita" popolata da mostri.

non mi sembra una cosa da poco flower
ci sono disegnatori piu' quotati di Segna che non riescono affatto in cio' benvenuto
... ma alla grande !!! no-ta devo essere sincero all' epoca storsi il naso per i disegni di Segna , ora che sono un po piu' grandicello ho rivalutato e anche molto questo disegnatore , e non sapevo neanche che avesse disegnato Akim , una serie che avevo seguito per un periodo pipeee no-ta
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Ospite il Lun 17 Ago 2015 - 19:31

Personalmente difendo il voto dei lettori, che l'hanno giudicata, molti anni fa, una delle cinque peggiori di quel periodo. I lupi mannari con le treccine sono tristi. Quasi un'imitazione di Odissea Americana, ma sembra scritta da un emulo di Nolitta, non da se' stesso.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Walter Dorian il Mar 18 Ago 2015 - 11:56

@Robert Gray ha scritto: I lupi mannari con le treccine sono tristi.
Boh. Erano gli abitanti di quel villaggio che quando si sono trasformati avevano quelle acconciature, che male c'è... Surprised

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Ospite il Mar 18 Ago 2015 - 20:37

Ma un lupo mannaro conserva le treccine? Sembra quasi di vedere il lupo di cappuccetto rosso quando si mette la parrucca per sembrare la nonna...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da wakopa il Mer 19 Ago 2015 - 16:53

@Walter Dorian ha scritto: Erano gli abitanti di quel villaggio che quando si sono trasformati avevano quelle acconciature,
anche questa a suo tempo la sfoglio' velocemente in edicola clap




avatar
wakopa
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5349
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Wolfenstein1976 il Gio 16 Ago 2018 - 23:28

L'ho riletta recentemente, per me questa storia e' un capolavoro, la preferisco quasi a Odissea Americana, grottesca, inquietante e avvincente.I disegni di Pini Segna sono ottimi e contribuiscono all'atmosfera cupa dell'episodio.
avatar
Wolfenstein1976
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 26.07.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da francesco67 il Mer 3 Ott 2018 - 20:11

Non la rileggo da anni ma all'epoca, quando venne pubblicata (andando a memoria, settembre/ottobre 1979), ricordo che entusiasmò tantissimo, sia me che i miei amici zagoriani, c'era tutto, avventura, mistero, il fascino legato ai luoghi ignoti e nei quali si intuiva che era avvenuta una terribile trasformazione della natura, e poi i vichinghi sono sempre stati, dai tempi di "Sfida all'ignoto", tra i personaggi a me più cari della saga. A voler trovare qualche piccolo difetto, forse i disegni non mi entusiasmarono eccessivamente, ma comunque sufficienti... Voto tra 8 e 9.

francesco67
New Entry
New Entry

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 02.10.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da biascid_70 il Mer 3 Ott 2018 - 20:22

Infatti, questa era un'ottima storia ma penalizzata dai disegni, un po' come per l'uomo invisibile

_________________________________________________
fate molto male a ridere,
al mio mulo non piace la gente che ride...
ha subito l'impressione che si rida di lui
avatar
biascid_70
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1022
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Ponsacco (PI)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Viaggio senza ritorno (n.170/171/172)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum