La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Admin il Gio 15 Gen 2015 - 18:30



Soggetto e sceneggiatura: Alfredo Castelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri

Il duca Smirnoff ha rubato la formula di un potente esplosivo al piccolo stato di Badenlandia, e la custodisce in una imprendibile cittadella canadese, all’interno di una camera blindata. Zagor e Cico accettano di recuperarla, e si servono dell’aiuto del Conte di Lapalette, abilissimo ladro e scassinatore, e degli indiani Sequin. Ma non sarà un’impresa facile…Con l’aiuto dei Sequin, i nostri riescono a lasciare incolumi la cittadella di Smirnoff, dopo aver preso la formula. Ma il duca giura vendetta allo Spirito con la Scure... E uno sconvolgente finale rimetterà in gioco tutto: qual era la vera missione di Zagor e Cico?

_________________________________________________
il nuovo forum di ZTN http://zagortenay.forumattivo.it

ZTN pagina facebook


ZAGOR TV pagina facebook


Zagorianità-La rivista


Sleep
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3428
Data d'iscrizione : 01.01.14

Vedi il profilo dell'utente http://zagortenay.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Admin il Gio 15 Gen 2015 - 18:30


_________________________________________________
il nuovo forum di ZTN http://zagortenay.forumattivo.it

ZTN pagina facebook


ZAGOR TV pagina facebook


Zagorianità-La rivista


Sleep
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3428
Data d'iscrizione : 01.01.14

Vedi il profilo dell'utente http://zagortenay.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Kramer76 il Mar 17 Feb 2015 - 10:31



la fortezza di smirnoff
altra storia bistrattatissima (la peggiore storia secondo sergio bonelli, addirittura!), ma che a me è sempre piaciuta. sicuramente poteva far pensare, e fa ancora pensare, a una deriva ridimensionatrice che la serie stava prendendo. ma, a bocce ferme, questa è una storia perfettamente cichiana, abbastanza zagoriana, naturalmente folle, con la badenlandia che è uno stato satellite della syldavia di la banda del guercio, un assaggio del medioevo migliore, per il taglio delle vignette e un donatelli ispirato. un assaggio di sclavi: c'è anche il tema preferito, trito e ritrito, di sclavi in zagor, l'illusionismo. lapalette, poi, è il mio caratterista preferito.


voto 7,5


Ultima modifica di Kramer76 il Dom 21 Gen 2018 - 13:05, modificato 8 volte
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 19.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Walter Dorian il Dom 22 Feb 2015 - 12:34



Riletta questi giorni.
Come al solito Castelli inserisce la gag di Cico come asse portante di tutta la storia; spassose alcune scenette come quando si finge prestigiatore.stella2
Spassoso anche il conte di Lapalette,che non solo fa ridere ma è il grande mattatore alle prese con cassaforti e sistemi di allarme dentro la fortezza di Smirnoff. Exclamation
La storia, a differenza di altre castelliane mantiene un tono dissacrante fino alla fine- anche se a tratti si esagera-, quando arriva il colpo di scena quando i nostri vengono a sapere che comunque Smirnoff aveva rubato la formula sbagliata stella2 Shocked Divertente anche quando uno dei due agenti di Badenlandia viene a conoscenza che il ministro si intratteneva con la moglie. Very Happy
La grande pecca è un finale sul nulla di fatto e irrisoluto, dove non solo Zagor e Smirnoff non si affrontano, ma dove i Sequin continueranno a subire il furto di una loro porzione di terra occupata dalla fortezza del pelato con i baffi ^^77ò. Insomma, per tutti i personaggi della storia il finale sembra dire: tanto tuonò che piovve.
Simpatico lo scambio di insulti a distanza tra Zagor e Smirnoff: "pagliaccio", "gorilla", "so dove trovarti" Exclamation clap
Altre cose poco convincenti, il fatto che Zagor braccato e con i soldati che gli puntavano il fucile decide comunque di buttarsi contro di loro a capofitto prima che arrivassero i Sequin.
Poi Smirnoff: una volta catturati i 3, non era più logico farli prendere in consegna dai suoi uomini, anziché azionare quella trappola alzando il livello dell'acqua per affogarli col rischio sicuro che la carta della formula si sarebbe bagnata,rovinata o andata persa ? Bah. pale Rolling Eyes
Ottimi i disegni di Donatelli, a parte qualche imprecisione nei volti di Zagor.


STORIA: 6
DISEGNI: 8,5

_________________________________________________
avatar
Walter Dorian
vincitore SUPERCOPPA Febbre 90
vincitore SUPERCOPPA Febbre 90

Messaggi : 8416
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Andrea67 il Lun 23 Feb 2015 - 14:01

Anche questa volta Castelli dimostra di non conoscere bene il personaggio principale, mostrandocelo, ad esempio, mentre pesca con canna e lenza o mentre dice a Cico "mi hai fatto spaventare", e lo era davvero purtroppo, o, infine, mentre lascia quei poveri sequin nei guai con Smirnoff e i suoi sul loro cimitero. Ma non sarebbe bastato introdursi con gli indiani attraverso il passaggio segreto?
Nel suo complesso, comunque, forse perché la precedente e la successiva dello stesso Autore sono di gran lunga peggiori, almeno per oggi mi sento di darle la sufficienza.

Voto alla storia: 6
Voto ai disegni: 8

_________________________________________________
Hernan Cortes
avatar
Andrea67
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Marco65 il Lun 6 Apr 2015 - 13:32

Secondo Sergio Bonelli "La fortezza di Smirnoff" era in assoluto la più brutta storia dell'intera saga,anzi la detestava proprio.In effetti almeno per quanto riguarda il periodo se non e' la peggiore ci va molto vicino:una missione che non c'entra per niente con gli scopi e gli ideali del re di Darkwood che si lascia facilmente convincere da Cico a lasciare la sua foresta,per accontentare dei nobili da operetta,per giunta con le rotelle fuori posto.
L'avventura e' un po' l'antenata di quelle che vedono il nostro eroe discutibilmente coinvolto in intrighi di spionaggio,inoltre la missione e' "compiuta" solo parzialmente dato che la formula recuperata si rivela una bufala e Smirnoff continua a regnare nella sua cittadella.
Tuttavia grazie al buon utilizzo di Cico(divertentissimo nei panni del mago Cicolini) e del conte di Lapalette(eccezionale nel disinnescare le trappole della fortezza)che sono i veri protagonisti del racconto,piuttosto che uno Zagor un pò imbolsito,non mi sento di bocciare completamente l'avventura e sia pure a stento le assegno la sufficienza.
VOTO 6
avatar
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2305
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Ospite il Mer 8 Apr 2015 - 22:58

Ho rivalutato questa storia con l'arrivo di Toninelli. Prima di allora davo per scontato il buon utilizzo dei comprimari zagoriani. Qui, in effetti, il conte di Lapalette è semplicemente strepitoso. Era già divertentissimo con Nolitta (ricordiamo la geniale scena al ristorante con l'aragosta "così fresca che è... viva!") ma Castelli riesce a mantenerne intatto lo spirito, in bilico tra il farsesco e il "professionale". Con Toninelli (e con altri autori come Burattini) la verve comica di questi comprimari quasi scompare, a volte si tramuta in qualcos'altro...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da wakopa il Gio 9 Apr 2015 - 11:19

@Robert Gray ha scritto:il conte di Lapalette è semplicemente strepitoso. Era già divertentissimo con Nolitta (ricordiamo la geniale scena al ristorante con l'aragosta "così fresca che è... viva!") ma Castelli riesce a mantenerne intatto lo spirito, in bilico tra il farsesco e il "professionale". Con Toninelli (e con altri autori come Burattini) la verve comica di questi comprimari quasi scompare, a volte si tramuta in qualcos'altro...

finalmente sono d'accordo su una cosa Shocked
avatar
wakopa
campione Febbre 90 Mondiale Brasile 2014
campione Febbre 90 Mondiale Brasile 2014

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 9 Apr 2015 - 11:58

@wakopa ha scritto:
@Robert Gray ha scritto:il conte di Lapalette è semplicemente strepitoso. Era già divertentissimo con Nolitta (ricordiamo la geniale scena al ristorante con l'aragosta "così fresca che è... viva!") ma Castelli riesce a mantenerne intatto lo spirito, in bilico tra il farsesco e il "professionale". Con Toninelli (e con altri autori come Burattini) la verve comica di questi comprimari quasi scompare, a volte si tramuta in qualcos'altro...

finalmente sono d'accordo su una cosa Shocked

Idem, su alcuni personaggi che sono diventati un po' seriosi e più razionali ci sarebbe da aprire un capitolo a parte. flower

_________________________________________________
avatar
Walter Dorian
vincitore SUPERCOPPA Febbre 90
vincitore SUPERCOPPA Febbre 90

Messaggi : 8416
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da kit carson il Sab 11 Apr 2015 - 21:52

storia da dimenticare, molto banale e sempliciotta, secondo me nettamente insufficiente. L'unica cosa da salvare sono :
- gli ottimi disegni di donatelli
- qualche passata di cico
- il conte che rimane simpatico e, in questa storia, non fa semplicemente da spalla, ma ne è protagonista
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Fabri73 il Dom 12 Apr 2015 - 19:52

per me è rimasta memorabile la scena
nella quale Lapalette riesce a impadronirsi del documento rubato.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3280
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Fabri73 il Dom 12 Apr 2015 - 19:54

inoltre, ricordo bene che, per errore, nella storia
originale Zenith, il cattivo Smirnoff , a volte è chiamato Conte, a volte Duca,
a volte Barone. non so se questi errori siano poi stati corretti.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3280
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da kit carson il Dom 12 Apr 2015 - 19:57

@Fabri73 ha scritto:per me è rimasta memorabile la scena
nella quale Lapalette riesce a impadronirsi del documento rubato.

In ogni caso, anche se la considero mediocre, non è senz'altro la peggiore storia della testata, ve ne sono di più brutte
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Liberty Secular Sam il Mar 7 Nov 2017 - 12:11

Ho un debole per questa storia , acquistai la fortezza di Sminoff a Roma durante un viaggio con la mia famiglia , in una bancarella di miei coetanei , la classica bancarella gestita da bambini che vendevano giornalini . La storia è divertente ed avvincente per lo meno sino all'albo centrale . Standing ovation per la gestione del Conte di Lapalette . Ci sono molte delle caratteristiche del Cico e dello Zagor Castellinano e vi sono molti punti in comune fra questa storia e quella del Tessitore :

-Le "magie" di Cico hanno lo stesso ruolo del Ventrillo
-La fortezza in cima alla rupe con il passaggio segreto ricorda la Torre di Pietra
-l'intrigo internazionale presente in entrambe
- la missione da compiere

peccato solo che questa sia stata ammazzata nella conclusione , davvero affrettata , assurda , al limite della parodia , roba da primi numeri :-D . !
avatar
Liberty Secular Sam
New Entry
New Entry

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 28.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da wakopa il Mar 7 Nov 2017 - 15:43

@Liberty Secular Sam ha scritto:
peccato solo che questa sia stata ammazzata nella conclusione , davvero affrettata , assurda , al limite della parodia , roba da primi numeri :-D . !
piu' che da primi numeri,mi pare un finale farsesco in pieno stile castelliano anche divertente per certi versi(quando il granduca scopre dalla lettera che il ministro si tromba la moglie clap )
la questione e' che davvero difficile poi dargli un seguito a questa storia se non limitandosi alla parte piu' drammatica quella centrale con gli indiani e i soldati di Smirnoff...

avatar
wakopa
campione Febbre 90 Mondiale Brasile 2014
campione Febbre 90 Mondiale Brasile 2014

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fortezza di Smirnoff (n.150/151/152)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum