Toninelli/periodo toninelliano

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Admin il Mer 14 Gen 2015 - 13:11

Topic dove si parla del periodo che vide Marcello Toninelli come sceneggiatore principale di Zagor.
Periodo che per alcuni fu nefasto e per alcuni non fu poi così male...
Link allo steso topic sul vecchio forum: http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?t=9843&mforum=ramath

_________________________________________________
il nuovo forum di ZTN http://zagortenay.forumattivo.it

ZTN pagina facebook


ZAGOR TV pagina facebook


Zagorianità-La rivista


Sleep
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3428
Data d'iscrizione : 01.01.14

Vedi il profilo dell'utente http://zagortenay.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 28 Gen 2015 - 18:22

per me non fu nefasto ma non ne ho grandi ricordi. Le storie epiche alla Nolitta qui non se ne vedono a parte Viaggio nella Paura bella saga ricca di avventura. Le storie toninelliane sul ritorno di Eskimo non era malaccio e neanche il numero 300. Però, ripeto, forse ero proprio troppo affezionato alle storie di Nolitta per apprezzare pienamente questo periodo.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Andrea67 il Mer 28 Gen 2015 - 19:53

Periodo con alti e bassi ma senza capolavori. Dobbiamo comunque ringraziare Toninelli.

_________________________________________________
Hernan Cortes
avatar
Andrea67
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3949
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Kramer76 il Gio 29 Gen 2015 - 11:23

1. n. 255/256/257/258 - MERCANTI D'ARMI
il capolavoro di toninelli e ferri, la storia-modello a darkwood, tra sclavi e nolitta, disfida pachidermica
2. n. 241/242/243 - TERRA MALEDETTA
altro capolavoro della strana coppia, tra i maggiori classici dell'avventura e dell'orrore, i rospi sono la fine del mondo, tentativo inoltre di far fuori i sullivan, insomma è un vero e proprio exaequo con acqua di fuoco
3. n. 212/213/214 - LA MINIERA INSAGUINATA
"nolitta apocrifo", storia ferriana e muscolare, il sangue del titolo...c'è davvero
4. n. 291/292/293 - LE CREATURE DELLE ACQUE MORTE
nuova intuizione di toninelli in fatto di mostri
5. n. 313/314/315 - LE BELVE DEL BLACK RIVER
storia interessante, omaggio alle marce forzate, ai trappers e agli indiani fetenti, alla darkwood di frank donatelli
6. n. 303/304 - SENTIERI SELVAGGI
ci sono due botte in testa tremende, ma la storia è troppo interessante e drammatica, con un ferri all'apice nel suo miglior periodo anni ottanta e novanta
7. n. 268/269 - INFERNO BIANCO
spettacolo, giocattolo di toninelli e pepe, forse si spegne un pò presto, ma questo genere mi sconfinfera
8. n. 281/282 - IL TESORO DELLA CITTA' FANTASMA
donatelli all'apice della sua carriera, deserto illustrato benissimo e pure qualche scena indovinata, storia felicemente anomala
9. speciale n. 3 - LA CITTA' SOPRA IL MONDO
trash fatto benissimo, con il solito gran ferri e alcune intuizioni, tra i quali la totale follia pre-atlantidea e i mostri splatter
10. n. 217/218/219 - LA GRANDE RAPINA
il mutante, in verità, è una sorta di caratterista truffaldino, nello spirito castelliano di questa storia

11. n. 300 - LA CORSA DELLE SETTE FRECCE
centenario da non disprezzare, movimentato e nolittiano, l'indiano grasso è naturalmente trash doc
12. n. 261/262/263 - L'ASSASSINO DI PIETRA
la storia ha molti ammiratori, per me è un pò noiosa, però sicuramente zagoriana e interessante
13. n. 236/237 - LA GROTTA DELLE MUMMIE
storia dal fiato cortissimo eppure con alcune belle scene d'azione e senz'altro meglio del primo olaf
14. n. 229/230/231 - LE CINQUE PIUME
giallo modesto ma onesto come i suoi protagonisti trapper, sempre puntuale gallieno
15. n. 282/283/284 - LA MALEDIZIONE DI TONKA
potenzialmente da buona in su
16. n. 332/333/334 - LA NOTTE DEL MASSACRO
capolavoro trash, la macelleria zagoriana e toninelliana definitiva, personaggi e disegni sghembi e simpatici, il sergente del titolo in coma quasi subito
17. n. 284/285/286 - L'ULTIMATUM
slasher zagoriano, interessante, è un sequel folle di acqua di fuoco, con il nemico invecchiato di trenta anni in pochi albi, e un prequel di burattini e dei bianchi che si travestono da indiani di mignacco
18. n. 231/232/233/234 - VIAGGIO NELLA PAURA
donatelli all'apice della sua carriera, la storia è cartolinesca, molto apprezzata da toninelli, da donatelli, da burattini, da boselli, eccetera, zagor più volte sul punto di crepare
19. speciale n. 2 - LA PIETRA CHE UCCIDE
splendidi disegni di ferri, storia freak
20. n. 271/272/273 - YETI!  
altra intuizione felice di toninelli per quanto riguarda i mostri, interessante il pasticcio di ramath, fantasy, nanismo, bosellismo e arcaismo torricelliano e bonelliano
21. n. 219/220/221 - COLPO SU COLPO
storia senza infamia, molto texiana, il sabotaggio sistematico di zagor potenzialmente era davvero una bella idea
22. n. 269/270/271 - LA VOCE CHE UCCIDE
uno dei massimi esponenti del genere trash, molte le chicce: le arpie, la trappola del vello e la tauromachia
23. n. 239/240/241 - IL BATTELLO DEGLI UOMINI PERDUTI
da ricordare solo la descrizione, superficiale, di alcuni buoni caratteristi
24. speciale n. 1 ZAGOR ALLA RISCOSSA!
decente ma anonimo, e il ritorno del macellaio è peggio del ritorno di stevens in ombre su darkwood
25. n. 316/317/318 - IL SEGRETO DEL CAPITANO
versione grezza di la paura corre sul fiume di colombo, storia simpatica e indicativa di un certo crescendo finale di toninelli
26. n. 215/216/217 - IL VILLAGGIO SOMMERSO
brusco risveglio post-nolitta, un giallo anonimo, drammatico ma confuso
27. n. 253/254/255 - CACCIATORI DI SCALPI
storia ultradarkwoodiana senza infamia
28. n. 287/288/289 - LA VITTIMA DESIGNATA
forse la miglior prova di michele pepe, storia noiosa ma decente, trash, e con la scena, per me cultissima, del combattimento termopilino
29. n. 265/266/267 - I PREDATORI DELLA VALLE DEL DIAVOLO
altra storia molto apprezzata, ma anche questa non mi convince, potenzialmente divertente ma noiosa e con zagor vaso di coccio tra i vasi di ferro e di granito, capolavoro trash il finale
30. n. 298/299 - UNA TRIBU' IN PERICOLO
disegnata da ferri o da altri, la storia sarebbe benvoluta dei lettori, è simpatica, è un altro disperato tentativo di prolungare il momento fortunato in acqua di fuoco, è chiaro che nella propaganda toninelliana il povero shanta quassan ha assunto davvero il ruolo di "untore", di pezza da piedi e spugna di tutti i mali toninelliani

31. n. 260/261 - I GIORNI DEL TERRORE
storia texiana senza infamia, viaggio nella paura più il capolavoro trash il bounty killer
32. n. 203/204/205 - IL FILTRO DIABOLICO
altra storia ammiratissima, c'è chi grida a nolitta, addirittura! posate il fiasco. un esordio che ridimensiona parecchio l'immaginario zagoriano, nonostante il buon bignotti
33. n. 321/322 - L'ALBERO SACRO
storia scritta su un tovagliolo di carta, sequel di timber bill, che già non era chissà quale storia complessa, però il finale è trashissimo
34. n. 306/307 - IL GRANDE BUIO
storia trash per eccellenza, autoironica, ma che sa essere drammatica, chiusa con un duello finale e delirante
35. n. 223/224 - DUELLO AI GRANDI LAGHI
grande bignotti ma storia inspiegabile
36. n. 304/305 - IL FIUME DELLE NEBBIE
poteva essere un altro inferno bianco, invece è uno dei peggiori zagor, davvero amaro in bocca
37. n. 224/225/226 - L'INVULNERABILE
eskimo con i superpoteri e la schiavitù di zagor sono idee trash d'autore, ma la storia non è zagoriana
38. n. 296/297 - IL SENTIERO DELLA VENDETTA
storia tra le più trash, vero capolavoro dell'insondabile, grandi disegni di pepe e personaggi memorabili
39. n. 243/244 - I GUERRIERI DELLA CITTA' SEPOLTA
storia brutta e trash per eccellenza, indescrivibile
40. n. 238/239 - LA MORTE NELL'ARIA
sottoterra, o sopra la terra, come le cataste di cani e cavalli morti da ricordare in questa storia, il gas mortale di verybad, una vera puzza insomma
41. n. 237/238 - AGGUATO ALL'ALBA
giallo noiosissimo, un genere che non ci azzecca assolutamente niente con zagor, eppure burattini lo riprenderà in tragedia a silver town e il figlio perduto, che infatti ritengo allo stesso livello
42. n. 301/302 - TESTA DI MORTO
giallo malinconico e acido, noiosissimo, con la più amplia sfilza di botte in testa a memoria di zagoriano
43. n. 273/274/275 - IL BOUNTY KILLER
capolavoro del genere trash, un killer per amico, un nano per nemico, una baldracca per amante, uno sfregiato per indiano, una sfilza di botte in testa memorabili, un giallo acidissimo, scritto pure con convinzione e disegnato meglio, donatelli al suo apice
44. n. 247/248 - TRAGICO ASSEDIO
pessima storia, texiana, con uno dei peggiori zagor, un inetto, altro che incubi


Ultima modifica di Kramer76 il Mer 26 Ago 2015 - 17:40, modificato 17 volte
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2171
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Nel bunker

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Andrea67 il Gio 29 Gen 2015 - 12:20

Interessante Kramer, la leggerò con calma per commentarla...

_________________________________________________
Hernan Cortes
avatar
Andrea67
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3949
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Marco65 il Mar 3 Feb 2015 - 18:06

Sto nel mezzo..difendo l'autore quando mi sembra troppo criticato ma non ho potuto fare a meno a mia volta di lamentarmi di alcune storie gravemente insufficienti.Tuttavia bisogna riconoscergli 2 grandi meriti 1)Il recupero di alcuni personaggi che hanno fatto la storia dell'universo zagoriano 2) La capacità di far ricorso con essi a situazioni e luoghi che garantivano l'omogeneità della serie cosa venuta un po' a cadere nei periodi successivi nonostante fossero magari di qualità superiore.Inoltre e cosa più importante ci ha regalato anche delle storie davvero belle(alcune le ho rivalutate nel tempo)che avevano, questo si,l'ingrato compito di misurarsi con il fresco ricordo di Nolitta.Sono in gran parte d'accordo con le valutazioni e la classifica di Kramer 76 anche se non completamente(ma sarebbe improbabile)magari pubblicherò presto anche la mia graduatoria.
avatar
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2304
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Fabri73 il Sab 7 Mar 2015 - 18:09

io penso che Toninelli sia stato maltrattato
ingiustamente da Sergio Bonelli.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3212
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Walter Dorian il Lun 9 Mar 2015 - 12:39

@Fabri73 ha scritto:io penso che Toninelli sia stato maltrattato
ingiustamente da Sergio Bonelli.

Hai ragione Fabrizio. Era giusto di permettergli di spostare Ferri e Donatelli al massimo nella loro carriera su albi extra tipo Maxi o speciali.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Fabri73 il Lun 9 Mar 2015 - 14:07

@Walter Dorian ha scritto:
@Fabri73 ha scritto:io penso che Toninelli sia stato maltrattato
ingiustamente da Sergio Bonelli.

Hai ragione Fabrizio. Era giusto di permettergli di spostare Ferri e Donatelli al massimo nella loro carriera su albi extra tipo Maxi o speciali.

questa non l'ho capita. nelle sue interviste lui ha
smentito che sia andata così.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3212
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 9 Mar 2015 - 14:27

ricordo male o Toninelli propose cambiamenti tipo levare Cico dalla serie e renderla più Dark? Poi non mi ricordo cosa Sergio fece nella fattispecie contro di lui.

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Fabri73 il Lun 9 Mar 2015 - 14:55

@Guitarjim1982 ha scritto:ricordo male o Toninelli propose cambiamenti tipo levare Cico dalla serie e renderla più Dark? Poi non mi ricordo cosa Sergio fece nella fattispecie contro di lui.


è una leggenda metropolitana.
nella fanzine DarkwoodMonitor si
può leggere il dossier originale scritto da
Toninelli in quel periodo per
riformare Zagor, ma non in
quel modo.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3212
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 9 Mar 2015 - 15:25

@Fabri73 ha scritto:
@Guitarjim1982 ha scritto:ricordo male o Toninelli propose cambiamenti tipo levare Cico dalla serie e renderla più Dark? Poi non mi ricordo cosa Sergio fece nella fattispecie contro di lui.


è una leggenda metropolitana.
nella fanzine DarkwoodMonitor si
può leggere il dossier originale scritto da
Toninelli in quel periodo per
riformare Zagor, ma non in
quel modo.  

ah ok grazie.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Preacher il Lun 9 Mar 2015 - 23:05

@Guitarjim1982 ha scritto:ricordo male o Toninelli propose cambiamenti tipo levare Cico dalla serie e renderla più Dark?
Quell'idea fu avanzata da un certo Roberto Sonaglia,non da Toninelli guitar.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 10 Mar 2015 - 10:48

@Preacher ha scritto:
@Guitarjim1982 ha scritto:ricordo male o Toninelli propose cambiamenti tipo levare Cico dalla serie e renderla più Dark?
Quell'idea fu avanzata da un certo Roberto Sonaglia,non da Toninelli guitar.

ah ci sono alcuni aspetti della gestione Toninelli che non conosco bene. Comunque non so perché Sergio l'avesse bistrattato sta di fatto che dopo il suo abbandono abbiamo avuto Boselli e Burattini... quindi non c'è andata male.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Walter Dorian il Mar 10 Mar 2015 - 11:40

@Fabri73 ha scritto:
@Walter Dorian ha scritto:
@Fabri73 ha scritto:io penso che Toninelli sia stato maltrattato
ingiustamente da Sergio Bonelli.

Hai ragione Fabrizio. Era giusto di permettergli di spostare Ferri e Donatelli al massimo nella loro carriera su albi extra tipo Maxi o speciali.

questa non l'ho capita. nelle sue interviste lui ha
smentito che sia andata così.  

Che voleva creare una collana mensile con storie legate da continuity,Pepe,Torricelli e qualche nuovo disegnatore, e affiancargli un'altra collana che sarebbe uscita a cadenza più o meno semestrale con uno Zagor più classico, dirottando su quest'ultima Ferri e Donatelli.
In merito non ha smentito nulla, anzi lo ha anche confermato, leggiti questo passaggio di una sua intervista:


Ci spieghi le motivazioni alla base della fine del tuo rapporto con “Zagor”? Volevi rinnovare qualcosa e non tutti erano d’accordo?

È solo questione di caratteri. Io non sono mai stato un “impiegato” del fumetto, così dopo dieci anni di umile servizio al personaggio, sentivo il bisogno di farlo un po' più “mio”, ma questo andava contro la filosofia di Sergio... e il personaggio era suo in tutti i sensi possibili! Per di più si erano cominciati a creare dei “fastidi” nei confronti di alcune persone della redazione, così feci una proposta di affiancare uno Zagor nuovo a quello classico, con una precisa continuity e nuovi disegnatori. Ben sapendo che era una lettera di dimissioni. E visto che nel frattempo Gino D'Antonio mi aveva chiamato a “Il Giornalino” dove potevo scrivermi e disegnarmi i miei personaggi, alzai i tacchi senza troppi rimpianti.
http://gliaudaci.blogspot.it/2012/03/quattro-chiacchiere-con-marcello.html

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 10 Mar 2015 - 12:03

sì ricordo ora questo passaggio d'intervista che Walt gentilmente ha postato. Diciamo che non me la sento di dare torto a Toninelli e l'idea di una serie parallela poteva essere interessante ma troppo... "avanti" per un Sergio che sul suo personaggio era molto conservatore, diciamocelo. Alle volte però penso: se non fossero arrivati Burattini e il primo Boselli con la conseguente seconda odessea chissà che fine avrebbe fatto il nostro amato Zagor!

Un altro punto in cui Toninelli ammette di non avere rapporti buoni con alcuni membri della redazione credo sia un chiaro riferimento a Queirolo.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Walter Dorian il Mar 10 Mar 2015 - 12:07

Sì,anche se non gli contesto tanto l'idea di una serie parallela-che poi sarebbe stata la stessa cosa degli extra oggi con maxi e speciali- ma di dirottare Ferri e Donatelli che erano all'apice della loro carriera su una serie extra. flower

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 10 Mar 2015 - 12:23

in effetti levare Ferri dalla regolare era un azzardo. I lettori MAI avrebbero accettato questa cosa seppur interessante a livello sperimentale ma come dici tu si sarebbe trattato di extra... però fino a un certo punto perché credo che questa fantomatica miniserie con continuity e nuovi disegnatori avrebbe rappresentato un punto di svolta. In America queste cose succedono nelle loro serie mentre qui si è più tradizionalisti. D'altronde il successo di fenomeni longevi e popolari come Zagor ma anche Tex dimostra che Sergio aveva ragione.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Walter Dorian il Mar 10 Mar 2015 - 13:35

@Guitarjim1982 ha scritto:in effetti levare Ferri dalla regolare era un azzardo. I lettori MAI avrebbero accettato questa cosa seppur interessante a livello sperimentale ma come dici tu si sarebbe trattato di extra... però fino a un certo punto perché credo che questa fantomatica miniserie con continuity e nuovi disegnatori avrebbe rappresentato un punto di svolta. In America queste cose succedono nelle loro serie mentre qui si è più tradizionalisti. D'altronde il successo di fenomeni longevi e popolari come Zagor ma anche Tex dimostra che Sergio aveva ragione.

Ma non sono d'accordo che con quest'impostazione stile miniserie ci sarebbe stata una svolta e un'impennata di vendite; dopotutto-come hai detto anche tu-i fumetti più popolari e longevi hanno avuto successo negli anni e sono andati avanti senza continuity serrata(Tex,Zagor ma penso anche a Diabolik o Dylan dog ad es.).


_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 10 Mar 2015 - 16:39

naturalmente la continuity inerente al concetto di miniserie da affiancare... lì potrebbe avere senso. Invece nella serie inedita la continuity io l'accetto soltanto in caso di piccoli cicli di storie, come Kraken e seguenti, oppure nelle odissee.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Fabri73 il Mar 10 Mar 2015 - 17:11

@Guitarjim1982 ha scritto:in effetti levare Ferri dalla regolare era un azzardo. I lettori MAI avrebbero accettato questa cosa seppur interessante a livello sperimentale ma come dici tu si sarebbe trattato di extra... però fino a un certo punto perché credo che questa fantomatica miniserie con continuity e nuovi disegnatori avrebbe rappresentato un punto di svolta. In America queste cose succedono nelle loro serie mentre qui si è più tradizionalisti. D'altronde il successo di fenomeni longevi e popolari come Zagor ma anche Tex dimostra che Sergio aveva ragione.

l'idea della continuity però è diventata realtà.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3212
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 10 Mar 2015 - 17:16

@Fabri73 ha scritto:
@Guitarjim1982 ha scritto:in effetti levare Ferri dalla regolare era un azzardo. I lettori MAI avrebbero accettato questa cosa seppur interessante a livello sperimentale ma come dici tu si sarebbe trattato di extra... però fino a un certo punto perché credo che questa fantomatica miniserie con continuity e nuovi disegnatori avrebbe rappresentato un punto di svolta. In America queste cose succedono nelle loro serie mentre qui si è più tradizionalisti. D'altronde il successo di fenomeni longevi e popolari come Zagor ma anche Tex dimostra che Sergio aveva ragione.

l'idea della continuity però è diventata realtà.

in parte sì Fabri anche se Zagor mantiene una struttura autoconclusiva come tipo di storie. Ai tempi di Nolitta c'erano i vari ritorni di comprimari e villain, oggi gli sceneggiatori quando possono inseriscono dei collegamenti ma non si può parlare proprio di una continuity stile Nathan Never, per esempio.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4648
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Preacher il Mar 10 Mar 2015 - 23:11

@Fabri73 ha scritto:

l'idea della continuity però è diventata realtà.
Già: a Boselli e Burattini è stato concesso di apportare la continuity a Toninelli no.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 11 Mar 2015 - 11:37

Ma quella sullo Zagor di Boselli e Burattini- e che c'è ancora oggi-è una continuity che si vede e si sente appena e minimamente; sì, ogni tanto c'è qualche ritorno che porta a qualche rimando al passato, ma non è una continuity fitta come su Dampyr o Dragonero per dire.
Toninelli voleva impostarla sul modello di una miniserie.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Smash il Mer 11 Mar 2015 - 14:08

@Guitarjim1982 ha scritto:

Un altro punto in cui Toninelli ammette di non avere rapporti buoni con alcuni membri della redazione credo sia un chiaro riferimento a Queirolo.
I riferimenti sono anche a Ferri.
I rapporti con il maestro non erano molto idilliaci.
avatar
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2060
Data d'iscrizione : 21.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Toninelli/periodo toninelliano

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum