Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da toro seduto il Sab 9 Feb 2019 - 10:20

@Thunderman78 ha scritto:La teoria che si è scelto Piccatto per avvicinare i dylandogghiani fans del disegnatore è la stessa teoria paracula che con un albo con Jovanotti si sarebbero avvicinati tanti fans del cantante... stella2
.. *.* stella2
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da toro seduto il Sab 9 Feb 2019 - 10:24

@Capitan Kidd ha scritto:Maxi con alti e bassi.

Gli alti sono stati le storie La bestia del passato di Barone e Le radici del male di Cavaletto. Nella prima interessante il rapporto conflittuale tra la filosofia zagoriana e il cinismo del paleontologo, credibile e riuscita anche la figura dell'indio. La seconda è molto bella per la minaccia horrorifica che si palesa in tutta la sua violenza e una bella atmosfera angosciante che pervade tutto il racconto.

La morte rossa non male come soggetto ma il finale svacca un po' nel solito Zagor che con troppa faciloneria ammazza tutti.
Lo spirito della vendetta, bel giallo horror con ispirazione al film di Tarantino degli intrappolati in casa per la bufera. Discreto come giallo anche se alla fine le spiegazioni del perché e per come diventano troppe e ho trovato anche un po' forzato che tutti i responsabili di quell'omicidio si trovassero tutti quella notte presenti, tutti quanti a ripararsi nella stessa casa, tutti quanti dalla bufera. Troppe, troppe coincidenze...
Quella di Barbieri è tinta da una discreta atmosfera ammorbante, la affossa un finale confusionario (forse il potere del mostro andava un attimo più sviscerato, sono storie che in poche pagine non funzionano) e disegni inguardabili, non aggiungo altro per rispetto al forum.

E arrivo all'ultima di Burattini. Il solito varco che si apre come se piovesse dal cielo a dicembre per giustificare lo spostamento di Zagor in un'altra dimensione. E che fa Zagor? Uccide come in un videogioco tutti quanti senza alcun pathos e tromba (non che mi dia fastidio, ma se è il momento top di una storia, allora è una storia scarsa). Storia trash allo stato puro.

Per i disegnatori ottimi tutti quanti a parte Piccatto come detto. Troiano va bene, ma solo per determinate storie in contesti fantasy.
Però mi viene da chiedere, ma questo tipo di Maxi non doveva ospitare disegnatori inediti, mai visti su Zagor e dal tratto eccentrico?
E allora a parte Troiano cosa abbiamo visto di sperimentale se tutti quanti sono disegnatori fissi e standard su Zagor? Ecco, mi aspetterei su Maxi del genere di vedere disegnatori esordienti, eccentrici, per la prima volta alle prese con Zagor, perché questo Maxi in merito non ha rispettato le attese.
Poi ripeto, questo dei Maxi con le storie brevi si sta rivelando una bella trovata, ma mi aspetterei sceneggiatori e disegnatori tutti esordienti su Zagor per dargli la giusta connotazione a un Maxi del genere.
...Ottima recensione Kidd .. no-ta
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da natural killer il Sab 9 Feb 2019 - 10:28

@toro seduto ha scritto:
@Thunderman78 ha scritto:La teoria che si è scelto Piccatto per avvicinare i dylandogghiani fans del disegnatore è la stessa teoria paracula che con un albo con Jovanotti si sarebbero avvicinati tanti fans del cantante... stella2
.. *.* stella2
 Quanti DyDiani hanno comprato Zenith 666?

Quanti fans di Jovanotti hanno comprato Zenith 686 o la variant?

Quanti hanno poi continuato a seguire Zagor?

Quanti Zagoriani hanno comprato il team un Mystere-Dog con Hellingen e Zagor?

Quanti hanno ancora dubbi sulla strategia editoriale?

_________________________________________________
the haematologist
natural killer
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 16151
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da AANGELO il Sab 9 Feb 2019 - 14:40

@natural killer ha scritto:

Quanti hanno ancora dubbi sulla strategia editoriale?



c'e' una strategia editoriale ?  *.* *.* *.*

_________________________________________________
Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Labels=1

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Labels=1
AANGELO
AANGELO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3666
Data d'iscrizione : 07.02.18
Località : nord-ovest Milano

https://www.deviantart.com/aangeloo

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da capelli d'argento il Sab 9 Feb 2019 - 15:28

@AANGELO ha scritto:
@natural killer ha scritto:

Quanti hanno ancora dubbi sulla strategia editoriale?



c'e' una strategia editoriale ?  *.* *.* *.*

Questa……. kulè [,]

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
capelli d'argento
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1634
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 9 Feb 2019 - 16:07

@natural killer ha scritto:
@toro seduto ha scritto:
@Thunderman78 ha scritto:La teoria che si è scelto Piccatto per avvicinare i dylandogghiani fans del disegnatore è la stessa teoria paracula che con un albo con Jovanotti si sarebbero avvicinati tanti fans del cantante... stella2
.. *.* stella2
 Quanti DyDiani hanno comprato Zenith 666?

Quanti fans di Jovanotti hanno comprato Zenith 686 o la variant?

Quanti hanno poi continuato a seguire Zagor?

Quanti Zagoriani hanno comprato il team un Mystere-Dog con Hellingen e Zagor?

Quanti hanno ancora dubbi sulla strategia editoriale?

Se per aumentare di un centinaio di copie le vendite facendo storie sconclusionate per scontentare i tuoi 32.000 lettori non è una strategia intelligente.
Di Jovanotti penso che l'aumento ci sarà stato solo per l'albo a cui l'albetto con Jovanotti era allegato.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Claudio L. il Sab 9 Feb 2019 - 17:35

Ha più senso fare un team-up per guadagnare euro, perché ipoteticamente i lettori combinati delle due testate che comprerebbero l'albo, supererebbe la media delle singole testate. Sperare che Piccatto alle matite di Zagor, porti i lettori dylaniani a fiondarsi in edicola ad acquistare Zagor… mi sembra una fantasia, non strategia.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
Claudio L.
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 6348
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da natural killer il Sab 9 Feb 2019 - 17:38

ma secondo voi quanti zagoriani avrebbero comprato un albo di Martin Mystere disegnato da Ferri?

_________________________________________________
the haematologist
natural killer
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 16151
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da newprincevaliant il Sab 9 Feb 2019 - 18:35

Beh però Ferri non e' Piccatto....

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Wonder il Sab 9 Feb 2019 - 21:19

Ciao, ho letto solo ieri il maxi,
purtroppo ne sono rimasto veramente deluso, si certo meglio di quello dell'anno scorso ( I racconti di Darkwood ) ma per i miei gusti proprio non ci siamo,
non voglio entrare nel merito delle storie o dei disegni è proprio il format (si dice cosi?? ) che non mi piace,
storie messe insieme senza una logica (o almeno io non l'ho capita),
praticamente le storie sono sempre le stesse Zagor e Cico  si trovano per caso in un paese dove succede qualcosa di strano indagano fanno un combattimento e ovviamente vincono, in questo albo non si sa se i cattivi (mostri o altre entità) sono sconfitti per sempre o se poi in un futuro magari rinascono.
Praticamente una storia dura 40 pagine mentre l'albo normale (Zenith) ha 98 pagine ma le 58 pagine di differenza sono tutto ciò che fa la"storia" quello che crea il "colore" l'atmosfera l'attesa di come si sviluppa la storia, io sinceramente non sono attratto da un prodotto di questo tipo (certo è il mio gusto personale) quindi non prenderò più sicuramente un fumetto fatto in questo modo, indipendentemente da chi lo disegna o da chi lo scrive.

Wonder
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 06.11.16

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Preacher il Dom 10 Feb 2019 - 2:53

@natural killer ha scritto:ma secondo voi quanti zagoriani avrebbero comprato un albo di Martin Mystere disegnato da Ferri?

Sì ma Ferri è un idolo, Piccatto su Dylan Dog era ben considerato una volta, ora anche i lettori dylaniati lo considerano in calo.
Piccatto sarebbe un po' un nostro Chiarolla: autore eccentrico, avanti con gli anni e che divide un po' i giudizi, e sinceramente se uscisse un albo di Dylan Dog disegnato da Chiarolla non sarei assolutamente incuriosito e interessato all'acquisto e non penso ci saranno file di zagoriani per accaparrarselo. *.* Wink

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5277
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Andrea67 il Sab 16 Feb 2019 - 21:11

Netto passo indietro rispetto al primo Maxi storie brevi. Questa volta si è puntato sull’horror e la scelta è stata, a mio parere, completamente errata. Probabilmente, questo genere ha bisogno di tempi più lunghi per poter dare al lettore quella suspence e quel pathos necessari per un coinvolgimento emotivo dello stesso.

Storia di raccordo: (Burattini/Voltolini)
Non una vera e propria storia com’era stato, invece, nel primo Maxi di questo genere, ma l’occasione per raccontare le avventure seguenti.
Positivo Voltolini.
Voto alla storia: s.v.
Voto ai disegni: 8  

La morte rossa: (Testi/Esposito Bros.)
Lungi da me voler criticare l’autore, ma probabilmente e semplicemente non è adatto a Zagor. Forse ha scambiato la testata con un’altra, tipo quella di Dylan Dog, però penso che qualcuno dovrebbe dirglielo. Difficilmente ho letto qualcosa di più inadatto e, a questo punto, contrariamente a quanto avevo pensato dopo il suo esordio nello Speciale, spero che sia finita qui.
Gli Esposito non eccelsi come in altre occasioni, ma sempre, comunque, molto bravi.
Voto alla storia: 4
Voto ai disegni: 8,5

Dal profondo della terra: (Barbieri/Piccatto-Riccio)
Barbieri, per scrivere questa storia, deve essersi ispirato allo Zagor di Testi e non a quello di Nolitta o di Burattini. Un mostro patetico, giunto dal nulla e senza alcun pathos, una soluzione suggerita a Zagor dallo stesso mostro, che quindi si sarebbe autodistrutto ed un Cico inesistente.
Disegni meno terribili di quelli del famigerato 666, ma Zagor è sempre inguardabile.
Voto alla storia: 5,5
Voto ai disegni: 5

La bestia dal passato: (Barone/Bisi)
Più Darkwoodiana delle precedenti, quantomeno ci regala dei bei personaggi ed un discreto finale. Piacevoli anche i duelli tra Zagor e la belva.
Voto alla storia: 6,5
Voto ai disegni: 9

Le radici del male: (Cavaletto/Mangiantini)
Allo stesso livello della precedente, vede Zagor e Cico alle prese con un nemico alieno che viene sconfitto dallo Spirito con la scure grazie ad una geniale intuizione. Molto coinvolgenti le scene d’azione sotto la pioggia e al buio illustrate dal bravo Mangiantini.
Voto alla storia: 6,5
Voto ai disegni: 8,5

Lo spirito della vendetta: (Paolucci/Barison)
È Paolucci a scrivere la migliore del lotto, nella quale, nonostante l’esiguo numero di pagine, c’è spazio perfino per il colpo di scena finale. Ben caratterizzati anche i vari personaggi e stupenda la location, che meritava, probabilmente, avventura di ben altro respiro.
Barison migliore che in altre sue precedenti prove.
Voto alla storia: 7,5
Voto ai disegni: 7,5

Sacrificio umano: (Burattini/Troiano)
Onesto con pim pum pam con ciliegina sulla torta finale. Moreno, è chiaro, ha fatto di meglio, ma non griderei allo scandalo per questa mini storia. E neanche per i disegni che, nonostante non siano tra i migliori, sono comunque adatti alla trama.
Voto alla storia: 6,5
Voto ai disegni: 6,5

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Il tessitore il Dom 17 Feb 2019 - 20:53

LA MORTE ROSSA
La prima parte è inquietante, bella anche l'idea del mostro che si ispira alla vera storia epigona di Poe e al Golem. Il finale scade un po' con dialoghi fanciulleschi tra Zagor e il mostro. Bella invece l'idea di Zagor di svignarsela travestendosi come le guardie mascherate. Deluso dagli Esposito! Tra volti raffazzonati e pose troppo molleggiate.

DAL PROFONDO DELLA TERRA
La meno bella, senza suspense, caotica, combattimenti senza nessuna emozione. Nemmeno i disegni improponibili l'hanno aiutata.

LA BESTIA DEL PASSATO
Storia semplice, forse troppo lineare ma che non presenta gravi falle. Bravo Barone che ha centrato molto bene Zagor coi dialoghi. Belli i disegni di Bisi.

LE RADICI DEL MALE
Molto inquietante e angosciosa, forse il finale è un po' strozzato, ma veramente buona.

LO SPIRITO DELLA VENDETTA
Bel giallo horror, complimenti a Paolucci, forse la rivelazione del giallo è un po' meccanica.

SACRIFICIO UMANO
Burattini azzarda il tema del sesso ma lo fa in una storia dove sembrava di leggere Conan e non Zagor.
L'ennesimo varco aperto senza una motivazione convincente.
Troiano va bene per il fantasy e non per Zagor.

Sulla storia di raccordo di Burattini e Voltolini, non è una storia ma più che altro un'idea di raccontare quelle successive (che è una buona idea).
Il tessitore
Il tessitore
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 447
Data d'iscrizione : 27.05.18
Località : Chiavari (GE)

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Devil Mask il Mar 19 Feb 2019 - 9:58

Nulla di cui strapparsi le vesti ma a me sono piaciucchiate tutte sul 7 o sul 6,5, compresa quella di Burattini molto surreale, buzzurra, sconcia, tamarra *.*. La migliore Le radici del male, anche se il finale l'ho trovato un po' convulso.
Male ancora Testi che parte da buone premesse ma naufraga in un finale dove Zagor a cazzotti ammazza in quattro e quatt'otto canaglie e demoni che chiacchierano. Dopo le Fearsome Critters continua a non convincere.
Disegni tutti molto buoni anche se mi aspettavo anche io più sperimentalità. Troiano è adatto solo a quel genere e il tratto di Piccatto è troppo sintetico e scarno.

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3345
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da AANGELO il Ven 15 Mar 2019 - 14:09

@natural killer ha scritto:ma secondo voi quanti zagoriani avrebbero comprato un albo di Martin Mystere disegnato da Ferri?


molti di + di quanto possa attrarre jovanotti

_________________________________________________
Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Labels=1

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Labels=1
AANGELO
AANGELO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3666
Data d'iscrizione : 07.02.18
Località : nord-ovest Milano

https://www.deviantart.com/aangeloo

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da rapallo1968 il Sab 18 Mag 2019 - 23:52

Io un Texone di Ferri l'avrei comprato di corsa pur non collezionando Tex

rapallo1968
New Entry
New Entry

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 05.07.15

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Preacher il Dom 19 Mag 2019 - 0:50

@rapallo1968 ha scritto:Io un Texone di Ferri l'avrei comprato di corsa pur non collezionando Tex

Il valore artistico di Ferri per noi zagoriani non è lo stesso di Piccatto per i lettori dylaniati. Piccatto per Dylan potrebbe essere paragonato a Chiarolla, e sinceramente se Chiarolla facesse una storia per Zona X non è che mi invoglierebbe a prenderlo non collezionando Martin Mystere.

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5277
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Dies Irae il Sab 25 Mag 2019 - 0:19

Lascio la mia tardiva opinione. La formula antologica dei racconti brevi la ritengo funzionale al formato Maxi perchè - pur nei suoi inevitabili alti e bassi - consente di diversificare il mood tenendo desta l'attenzione, senza rischiare di prendere per sfinimento causa noia imperante. Buona la cornice che fornisce respiro senza rubare spazio alle singole storie, un adeguato fil rouge che apporta osservazioni pertinenti e mai ridondanti. Numerose le citazioni da eventi o personaggi dal passato più o meno recente e la cosa non può che farmi piacere; la continuity zagoriana è un punto di forza che merita di essere sempre valorizzato. Di contro continuo a ritenere indigesta la deriva martinmystèriana con Altrove e la caratterizzazione insopportabilmente compiaciuta di Edgar Allan Poe/Agente Raven ma tant'è.. se non altro qui assolve al ruolo di ininfluente corollario. Comunque, dal meglio al peggio:

- Le radici del male (voto: 8 )
Quella che a mio avviso riesce meglio di tutte a cogliere quel senso di perturbante dovuto a una minaccia inspiegabile e irrazionale, con un plot twist d'eccezione ben integrato alla costruzione narrativa. E' quasi un peccato che un simile soggetto sia andato sprecato all'interno del contenitore Maxi ma del resto c'è abbastanza materiale valido per sviluppare un sequel collocato all'interno dello Zenith. Cavaletto promosso con riserve (troppo poco per valutare la personalità dei protagonisti), chissà se proprio con Zagor riuscirà a trovare la consacrazione che gli è sempre sfuggita su Dylan Dog.

- Lo spirito della vendetta (voto: 7)
Il riferimento a The Hateful Eight è palese e proprio in questo trova la quadratura di un'atmosfera centrata, nonostante la storia sia di una semplicità estrema con tanto di epilogo ultratelefonato. Sarà la tormenta di neve o il non-luogo senza apparente via di fuga ma c'è qualcosa che la rende superiore alle sue stesse ambizioni, probabilmente merito dell'abile storytelling di Emanuele Barison capace di andare oltre alle suggestioni scritte.

- La morte rossa (voto: 6,5)
Inizia molto bene nel solco dell'indimenticabile (benché tragico) carnevale di nolittiana memoria. Poi ovviamente si getta di culo nelle ortiche con la soluzione più scontata di sempre: il classico mostrone assurdo da sconfiggere a colpi di pugni ben assestati e botte di fortuna. Il discorso sul vampiro poteva guadagnare qualcosa se rielaborato nella definizione di un avversario ricondotto a Rakosi ma così è proprio buttato lì un tanto al kg.. In ogni caso preso come mero divertissement mantiene quanto poco promette e tanto basta per fargli guadagnare la piena sufficienza.

- La bestia dal passato (voto: 6)
Tutto qui? Sì, tutto qui. Non c'è molto da dire; storia di disarmante semplicità con un cattivo contrapposto a due vittime a loro modo destinate a fare una brutta fine (una per istinto animale, l'altra per interesse venale). Nel mezzo il processo di redenzione che porta alla giustizia con l'inevitabile contrappasso. Guadagna mezzo punto per il finale amaro in cui la vittoria corrisponde alla sconfitta ma è davvero pochissima cosa.

- Dal profondo della terra (voto: 4,5)
Sarà che a Piccatto sono da sempre abituato per via di Dylan Dog ma personalmente non lo ritengo così catastrofico, anche se alla spigolosa stilizzazione degli ultimi anni preferisco anni luce le piene e dettagliate rotondità del suo tratto storico (da qui a sostenere che non sappia disegnare ce ne passa.. ma avete mai letto Golconda!, Cagliostro o Gli spietati?). Detto ciò, su Zagor resta stridente e inadeguato come pochi. Il problema di questa storia è però dovuto alla scrittura prolissa e ridondante che a un certo punto si ferma (cinque pagine per spiegare una situazione riassumibile in meno di due) per poi tirare sbrigativamente verso un finale a dir poco frettoloso. L'escamotage della mente di Zagor unita a quella della creatura che gli mostra come sconfiggerla (?!) sembra inizialmente intrigante (l'essere alieno vuole morire? sceglie volutamente di essere ucciso da Zagor?), invece si preferisce glissare del tutto su questa ipotesi puntando verso quel finale improponibile col nostro che si spara la posa mentre la visuale si allontana verso l'alto. Imbarazzante.

- Sacrificio umano (voto: n/d)
Come dato per scontato da Howitzer, anch'io preferisco pensare che questa storia sia tutta farina del sacco di Poe; nulla più che una weird tale inventata di sana pianta in cui l'agente Raven immagina il nostro alla stregua di un invincibile barbaro che sbaraglia tutti gli avversari finendo col conquistare la bella (capirai, un bacio con la lingua e con lo schiocco e.. basta, nessun tabù è stato infranto). Vedere questa sorta di Zagor alternativo e testosteronico in stile elseworld può anche essere divertente (perchè non un fuoriserie strutturato a mò di "what if?") ma francamente lo reputo invalutabile.

_________________________________________________
Il rifugio degli zagoriani (gruppo Telegram)
Dies Irae
Dies Irae
New Entry
New Entry

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 01.04.19

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Walter Dorian il Lun 27 Mag 2019 - 15:43

@Dies Irae ha scritto:

- Dal profondo della terra (voto: 4,5)
Sarà che a Piccatto sono da sempre abituato per via di Dylan Dog ma personalmente non lo ritengo così catastrofico, anche se alla spigolosa stilizzazione degli ultimi anni preferisco anni luce le piene e dettagliate rotondità del suo tratto storico (da qui a sostenere che non sappia disegnare ce ne passa.. ma avete mai letto Golconda!, Cagliostro o Gli spietati?). .

Anche Ai confini del tempo, Dies. Non diciamo che non sappia disegnare, però ultimamente il tratto si è fatto sempre più sintetico e tirato via. E te lo dice uno che ai tempi di Dylan Dog Piccatto lo stimava.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Brividi da Altrove (Maxi n.35) - Pagina 9 Empty Re: Brividi da Altrove (Maxi n.35)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum