La giustizia di Wandering Fitzy (Color n.7)

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

Re: La giustizia di Wandering Fitzy (Color n.7)

Messaggio Da strepa il Sab 1 Set 2018 - 23:06

Per me il miglior color finora: trama gialla (gradevole: chi si aspettava che fosse lo sceriffo l'assassino? E chi si aspettava che Rafe fosse sopravvissuto mentre Percy fosse morto?) che si inserisce nel percorso di crescita del giovane Wilding, addestrato e formato da Fitzy.
Quest'ultimo poi non viene snaturato, ma al contrario si conferma personaggio fondamentale nella saga di Zagor. Molto toccante il finale.
Bravo Giusfredi.
Bravo anche Laurenti, autore di un'ottima prova.

Non mi hanno disturbato né il flashback-riassunto di Zagor racconta (chi l'ha detto che il color lo comprano solo i fedelissimi? Esce in estate, può essere acquistato per un'occasionale lettura sotto l'ombrellone o in una giornata di pioggia in montagna), nè la spiegazione sulla scure (anch'io ricordavo quella posta di Bonelli: qui l'hanno semplicemente sceneggiata a fumetti).
Bella l'idea della ballata musicata.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
avatar
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1727
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio (CO)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La giustizia di Wandering Fitzy (Color n.7)

Messaggio Da Preacher il Mar 25 Set 2018 - 1:24

Con ritardo arriva anche il mio commento, l'ho letto una settimana fa.
Bravo Giusfredi. Entra in punta di piedi nell'universo zagoriano (anche se aveva esordito con Il signore dell'isola che non mi aveva convinto) e lo fa con una storia piena di lirismo.
Lo fa dimostrando di conoscere il personaggio, e Fitzy è caratterizzato alla perfezione.  Exclamation
Mi sono anche commosso nel finale molto palpitante e finalmente con un finale amaro. Bella la dedica a Zagor che è una bella chicca a coronamento di una storia per un Color sfizioso e divertente.
Belle le pennellate di Laurenti.

Il mio voto un 8 pieno a storia e disegni. Exclamation

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La giustizia di Wandering Fitzy (Color n.7)

Messaggio Da Wandering Fitzy il Dom 30 Set 2018 - 16:30

"La giustizia di Wandering Fitzy" mi ha sorpreso, mi aspettavo qualcosa di buono ma non di eccelso come è stato.Notevole la parte iniziale con il prologo che ci presenta i personaggi cardine della vicenda la bella e cieca Adah,il malformato e tenero Percy e il prepotente geloso Rafe e in chiusura l'arrivo di Fitzy a dare un importante lezione di vita al giovane e irruento Patrick.Si passa poi ai giorni nostri con Cico protagonista di una divertente situazione che da via alla narrazione della storia, trovata ottima visto che il messicano per forza di cose sarebbe dovuto essere assente nella vicenda, situazione poi risolta da Zagor a suon di sganassoni come nella più classica rissa da saloon.La caratterizzazione di Fitzy mi è piaciuta molto, il personaggio ne esce rinforzato arrivando a capirlo e conoscerlo di più nel carattere e nell'approfondire il suo rapporto con il giovanotto non ancora spirito,cosa da non sottovalutare perchè c'era il rischio di rovinare il leggendario Fitzy, anche il suo intrattenersi con una bella donna come Jelena non dispiace non tutti vivono di sola avventura come Zagor [,] . Zagor perfetto viene caratterizzato irruento impulsivo e un pò ribelle ma già con un gran cuore e la sua propensione a difendere i deboli e i giusti,la sua impulsività delle volte l'ho intravista anche nello Zagor di Nolitta anche se comunque arginata per la sua ovvia maturazione, quindi la scelta di Giusfredi sul giovane Patrick è stata perfetta. La scelta del flashback sui fatti del Clear water non mi è dispiaciuto perchè molto breve poi mi sembrava scontato che Adah volesse sapere che fine ha fatto Fitzy sarebbe stato irrealistico il contrario ed inoltre anche se sono cose che già sappiamo quella splendida vicenda narrata da Nolitta è sempre bello riviverla.
Poi si da il via alla storia con il primo indiano trovato morto sfregiato in volto a mò di sorriso a ricordare il povero Percy con la giusta rabbia degli indiani che cercano di accanirsi subito sul principale indiziato sia per via dello sfregio simile alla sua malfarmazione sia perchè viene trovato li accanto al cadavere con il coltello in mano, viene poi evitata una degenrazione della vicenda dall'intervento di Fitzy e soprattutto dalla mediazione di Chogan,Cayuga amico di Zagor che si fida ciecamente di lui e Fitzy,i Cayuga non sono cattivi la loro reazione mi pare più che giustificata e il loro attendere e dare possibilità di trovare il vero responsabile non mi sembra scontata, anche Askook un pò "testa dura" ma sicuramente non un personaggio cattivo.Poi la storia prosegue con la ricerca dell'assassino che si rivela essere lo sceriffo del paese padre di Adah che spara a Percy dopo che lo stesso si è cimentato in un gesto eroico fondamentale ma non alla sua portata e  che tenta di uccidere Rafe sfigurandolo come faceva con i Cayuga il quale poi si sacrifica buttandosi da montacarichi per permettere a Zagor di poter salire. Mi è piacouto moltissimo il modo in cui Giusfredi gioca sul fatto di non rivelare chi sia il sopravvissuto dei due dal quale si dirigono Zagor e cico accompagnati da Adah ed è quindi un ulteriore sorpresa trovarsi Rafe ovviamente sfregiato dai tagli di Matthew alias Terence Hill e che è restato li in quella zona con Adah e diventato buono amico dei Cayuga di Askook, morte di Percy che ci sta tutta trovarsi un Percy vivo avrebbe fatto perdere molto alla storia, commovente il momento in cui una ammalata Jelena all'interno della baracca consegna il testo della canzone di Fitzy a Zagor e pur se all'epoca dei fatti si era arrabbiata con Fitzy andando via la sua considerazione di lui non è mai cambiata dicendo:"tu sai meglio di chiunque altro che uomo era Wandering Fitzy".
Bene il fatto che Jelena si arrabbi come una iena con Fitzy per la morte di percy e ci sta la sua reazione, forse non giusta ma ci sta, cosi si reagisce alla morte di un familiare non come in certe storie incui muore un fratello un padre o un caro amico e la pagina dopo si è li sereni e tranquilli a chiacchierare come se nulla fosse successo.
Anche io non sentivo il bisogno della spiegazione dell scure smussata da un lato e affilata da un altro, ma è inserita bene nel racconto e poi era stata già anticipata da Sergio questa cosa quindi ci sta,riteniamoci fortunati che non ci siano state spiegazioni strane o soprannaturali.
Ho visto delle critiche al movente degli omicidi poichè il classico oro,anche questo ci sta non era il movente delle uccisioni il fulcro della storia e anche se  gia usato spesso purtroppo nella realtà è quello che spinge maggiormente ai crimini il vil danaro o il vil oro in questo caso e ripeto il fulcro della storia non era quello dato che tutte le altre cose sono state sviluppate e approfondite in maniera egregia,addirittura qualcuno chiedeva qualcosa di soprannaturale suicide a me piacciono molto le storie soprannaturali ma in questa storia c' entrava zero l'avrebbe rovinata e mi tengo ben stretto l'oro.
STORIA:9,5
DISEGNI:9
COVER:8,5
avatar
Wandering Fitzy
New Entry
New Entry

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 05.08.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La giustizia di Wandering Fitzy (Color n.7)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum