I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Preacher il Sab 26 Mag 2018 - 0:44

@filippogiulio ha scritto:
Mi ha lasciato perplesso il fatto che Fedor sembra essere colpito a morte a pagina 183 e poi Alexis si offre di aiutarlo a prendere il potere a pagina 287.

Da quello che ho capito (sono arrivato più o meno a pag.190...), Fedor è stato soltanto colpito e ferito a una spalla, non a morte. flower

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Lapalette il Sab 26 Mag 2018 - 9:30

Alla fine voto un bel 7 alla storia.
Ma quoto il commento di Klain riguardo a:
@KLAIN ha scritto:troppe scaramucce
In effetti sì, Zagor contro i Seikan, Kozlov contro i ribelli, i cosacchi a un certo punto contro Kozlov e quest'ultimo contro Striker.
Nonché Zagor ci mette un po' per acciuffare Kozlov.

Per il resto, una storia piacevole da leggere, forse non molto scorrevole nei dialoghi, ma un finale e una soluzione del mistero molto a sorpresa col traditore inaspattato che mi fanno innalzare di molto il gradimento. Bravo anche Perniola a osare molto per quanto riguarda la soluzione spionaggio nella storia e un Principe Alexis per nulla snaturato rispetto alla storia di Nolitta.
Benino, ma non sempre perfetto Mangiantini (voto 6,5).
avatar
Lapalette
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 26 Mag 2018 - 14:12

Fino a metà albo una storia scorrevole e briosa, qualche intoppo da lì in poi.
Anche io come @Wakopa, non capisco per quale motivo un indiano in punto di morte debba cantare così facilmente e poi perché Zagor non è stato inseguito, visto che da solo contro tanti Seikan. flower
Qualche dialogo pesantuccio (gli spiegoni tra Kozlov e Alexis) e qualche situazione tirata per i capelli: Zagor che schiva quelle pallottole riuscendosi a buttare dalla finestra che peraltro non aveva vicino, o sul ponte nel finale quando si aggrappa ai bordi del ponte, volteggia arrivando all'altro lato dove c'era Stryker, sbucandogli da dietro.Shocked Va bene la sospensione di incredulità ogni tanto, ma queste sono soluzioni molto forzate. flower
Per il resto, ho trovato un bell'impianto di personaggi: un Alexis che è il solito temerario e poco incline a comandare come Nolitta lo ha fatto, un Cico divertente tra battute varie e la questione del naso d'alce essiccato mangiato q* . Positivo anche questo Stryker, che fa molto bene la parte dell'altezzoso militare, per poi rivelarsi un bandito e per il quale Perniola costruisce un finale per cui vedremo sicuramente un ritorno. Nawkaw il fiero indigeno, il geologo invece è stato soltanto utile alla risoluzione del mistero. Kozlov mi ha un po' deluso. flower Parte benissimo nella sua caratterizzazione da spietato dittatore che puntualizza sempre i discorsi del cosacco, si fa servire, ha l'aquila che caccia per lui, fa eseguire torture agli oppositori politici, e poi durante l'irruzione di Zagor per liberare Alexis dall'impiccagione si svela che praticamente nessuno degli abitanti poteva vederlo, e anche gli stessi cosacchi erano dubbiosi sul suo ruolo da dittatore. D'accordo che un tiranno governa col terrore, ma senza l'appoggio di nessuno non andrebbe da nessuna parte.
Finale con troppe scaramucce e con il brodo un po' allungato, ma godibile e soprattutto inaspettato con Stryker traditore che da vittima di possibili attacchi dei cosacchi e i Seykan, diventa il vero antagonista oscurando il duca. Attorno a tutto ciò compresa la vicenda d'amore di Alexis che si precipita per aiutare la bella Maria, Perniola costruisce una bella spy story di guerra abbastanza intricata.
Nota dolente i disegni. zzzz Mangiantini alterna belle tavole (quelle notturne su tutte) anche a bei primi piani di Zagor. Altre a dove si assiste al solito difetto dello Zagor che sembra un po' ragazzino (Alexis compreso in alcune) a tavole dove Zagor è disegnato molto approsimativamente. Un difetto che Mangiantini proprio non riesce a smussare.


Storia: 7-
Disegni: 6,5

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Devil Mask il Lun 28 Mag 2018 - 9:20

@KLAIN ha scritto:Se Mangiantini é costantemente relegato ai maxi un motivo ci sarà....

Quoto il violinista.
Ancora troppe incertezze e volti che cambiano in modo troppo repentino da tavola a tavola.
Sono quasi a metà, poi recensisco.

_________________________________________________
Maurizio
avatar
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2749
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Preacher il Lun 28 Mag 2018 - 23:18

@Devil Mask ha scritto:
@KLAIN ha scritto:Se Mangiantini é costantemente relegato ai maxi un motivo ci sarà....

Quoto il violinista.

Beh, faccio presente che dopo il ritorno di Thunderman e Marcus, la storia presente sulla serie regolare è la sua. flower
A me Mangiantini non esalta, ma ritengo non sia da buttare in questi disegni che ho visto (ho quasi terminato appropò).

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Devil Mask il Mar 29 Mag 2018 - 9:52

@Preacher ha scritto:
@Devil Mask ha scritto:
@KLAIN ha scritto:Se Mangiantini é costantemente relegato ai maxi un motivo ci sarà....

Quoto il violinista.

Beh, faccio presente che dopo il ritorno di Thunderman e Marcus, la storia presente sulla serie regolare è la sua. flower
A me Mangiantini non esalta, ma ritengo non sia da buttare in questi disegni che ho visto (ho quasi terminato appropò).

Pre', però quella storia non era nella programmazione della zenith, ma è stata inserita all'ultimo causa spostamento della storia di Rauch, Verni e Sedioli sul ritorno di Ramath e la ciurma della Golden Baby visto che Sedioli e Verni sono stati rallentati dalla storia per le strisce che stanno facendo. Quindi probabile che fosse destinata a uno Speciale (anche perché è corta).

_________________________________________________
Maurizio
avatar
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2749
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da L'uomo lupo il Mar 29 Mag 2018 - 11:59

Maxi così così , sicuramente un passo indietro rispetto al precedente sul ritorno di Eskimo. L'epilogo della storia è abbastanza scontato . I disegni di Mangiantini : buoni, ma deve migliorare soprattutto Cico.
avatar
L'uomo lupo
Oscar ZTN miglior forumista
Oscar ZTN miglior forumista

Messaggi : 754
Data d'iscrizione : 20.11.16

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Preacher il Mar 29 Mag 2018 - 21:31

@Devil Mask ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@Devil Mask ha scritto:

Quoto il violinista.

Beh, faccio presente che dopo il ritorno di Thunderman e Marcus, la storia presente sulla serie regolare è la sua. flower
A me Mangiantini non esalta, ma ritengo non sia da buttare in questi disegni che ho visto (ho quasi terminato appropò).

Pre', però quella storia non era nella programmazione della zenith, ma è stata inserita all'ultimo causa spostamento della storia di Rauch, Verni e Sedioli sul ritorno di Ramath e la ciurma della Golden Baby visto che Sedioli e Verni sono stati rallentati dalla storia per le strisce che stanno facendo. Quindi probabile che fosse destinata a uno Speciale (anche perché è corta).

Ma che sia corta non vuol dire che fosse per forza per lo Speciale.
Corte o lunghe che siano le storie le producono, poi vedono la collocazione più adatta in base a tempi e spostamenti.
Direi di chiuderla che siamo OT. Very Happy cincin

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 30 Mag 2018 - 12:20

@Preacher ha scritto:
Direi di chiuderla che siamo OT. Very Happy cincin

Infatti. Wink Very Happy benvenuto

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Kramer76 il Gio 31 Mag 2018 - 13:00



i cosacchi dello yukon
"i cosacchi dello yukon" sta a "agli ordini dello zar" come "alligator bayou" stava a "i ribelli della lousiana", perniola non ci prova nemmeno, impossibile tornare ai fasti nolittiani, vola basso con stile e sentimento, facendo un buon lavoro sul personaggio di alexis, citando e autocitandosi ("corsa mortale"), giocando con i corsi e ricorsi storici sulle fortune aleutine... tuttavia avrei preferito un finale più "russo" e meno western (i cosacchi del titolo non pervenuti), il duca si sgonfia dopo un'ottima presentazione mentre l'iscariota si propone come nuovo barranco!? quanto a mangiantini prendere o lasciare, i suoi difetti sono strutturali ma sono compensati dall'indubbio talento, ha fornito prove più costanti in passato ma se il maxi si lascia leggere serenamente è anche grazie a lui

voto 7+
avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3012
Data d'iscrizione : 19.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Kramer76 il Gio 31 Mag 2018 - 13:30

@wakopa ha scritto:
L'avventura inizia bene, il prologo funziona e il principe Alexis si manifesta maestoso,

bello, ho gradito molto  Very Happy

@wakopa ha scritto:
l'ufficiale corrotto Stryker minaccia di ammazzare il carognone Kozlov se zagor non si slaccia il cinturone e molla scure ;
e ovviamente zagor mette in pratica subito la sua nobilta' d'animo  Rolling Eyes  
poco piu' tardi Kozlov moribondo si fa salvare la vita e prontamente prova a roncolare lo spirito con la nobilta'   stella2
non c'e' due senza tre e nel finale zagor riprova a salvare Stryker, ma forse il peso dell'oro e la stanchezza gli fanno mollare la presa...

sì, davvero basta con questa cosa, non se può più  clap  /incazzato/

@wakopa ha scritto:
di solito un nemico difficilmente parla per confessare una verita', per cui non si capisce perche' l'indiano zoppicante che zagor acciuffa,risponda alla sua domanda, a maggior ragione che e' stato appena trafitto dalla freccia e capisce che sta per morire  Shocked

credo influisca il fatto che molti guerrieri non erano d'accordo con il servilismo filo-russo...

@wakopa ha scritto:
Dopo una toninelliana botta in testa sempre da parte degli indiani,zagor si riprende dopo pochi secondi:assurdo!

E' Zagor!
se toninelli avesse fatto così, oggi parleremmo di un altro mondo  pale

@Walter Dorian ha scritto:qualche situazione tirata per i capelli: Zagor che si aggrappa ai bordi del ponte, volteggia arrivando all'altro lato dove c'era Stryker, sbucandogli da dietro.Shocked

Fantastico!  pale
E' zagor

@wakopa ha scritto:
finalmente un finale non ridanciano con la solita battuta loffia   Exclamation

ok, ma adesso ce lo ritroviamo tra i piedi anche in california?

@wakopa ha scritto:
e la sfiziosa storia del Danak  che piace a Cico    Very Happy

mi ha ricordato questa gag  stella2

avatar
Kramer76
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3012
Data d'iscrizione : 19.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Lapalette il Gio 31 Mag 2018 - 15:33

@Kramer76 ha scritto:
@wakopa ha scritto:
finalmente un finale non ridanciano con la solita battuta loffia   Exclamation

ok, ma adesso ce lo ritroviamo tra i piedi anche in california?

Se questi Maxi del 2018, sono stati progettati con tre storie legate da una continuity del viaggio di Zagor dall'Ontario alla California, penso di sì. L'ho pensata anche io questa cosa.
Beh, meglio nel Maxi di settembre che in una storia a sé della zenith tra qualche anno. Che cambia ?
avatar
Lapalette
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 05.10.16
Località : Busti Grandi

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da wakopa il Gio 31 Mag 2018 - 16:33

@Kramer76 ha scritto:
credo influisca il fatto che molti guerrieri non erano d'accordo con il servilismo filo-russo...

plausibile Very Happy



@Kramer76 ha scritto:
@wakopa ha scritto:
e la sfiziosa storia del Danak  che piace a Cico    Very Happy

mi ha ricordato questa gag  stella2


clap
avatar
wakopa
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5351
Data d'iscrizione : 20.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 31 Mag 2018 - 17:42

@Kramer76 ha scritto:
@Walter Dorian ha scritto:qualche situazione tirata per i capelli: Zagor che si aggrappa ai bordi del ponte, volteggia arrivando all'altro lato dove c'era Stryker, sbucandogli da dietro.Shocked

Fantastico!  pale
E' zagor

E' lo stesso discorso di quando Zagor schiva 4 pallottole da distanza ravvicinata tutte insieme, sono scene forzate dove ci vuole troppa sospensione di incredulità per accettarle.
Sarebbe stato meglio in quell'occasione, che Zagor avesse lanciato la scure colpendo Striker, e questo avesse perso l'equilibrio per poi sfondare una parte di legno del ponte fradicia e cadere, ma non che Zagor ha dovuto fare tutti quei contorcimenti avendo il tempo di volare da sotto a sopra come se fosse l'uomo ragno per giunta con una pistola puntata !!! Shocked

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Smash il Ven 1 Giu 2018 - 13:32

Storia ineccepibile sotto il profilo del sentimentalismo del Principe Alexis alla ricerca di quella ragazza, interessanti anche tutte le disquisizioni sulla tirannia, sul coraggio, sui tradimenti e sulla caratterizzazione di un Principe Alexis in modo molto pomposo, come era quello di Nolitta.

Poi è vero anche che ogni sceneggiatore ha un suo stile e tende a esporre più o meno evidentemente ogni sua opera, qui però Perniola esagera un attimo portando se stesso un po' dappertutto: la citazione a Corsa Mortale, l'accostamento tra questa storia e Alligator Bayou. In quella storia furono i congiurati ribelli a rimanere sullo sfondo, qui sono i cosacchi ai quali viene dedicato un ingannevole titolo e i quali piano piano si smorzano con l'avanzare delle pagine alla pari del loro condottiero che inizialmente mi era piaciuto, e si trasformano in nemici secondari. Avrei preferito quindi un faccia a faccia con Kozlov e non con il trafficante di armi di stile western. Un po' ripetitivo, quindi Perniola, che aggiusta bene il tiro con un finale per nulla prevedibile.
Basta poi con questo giustificarsi di Zagor ogni qual volta fa fuori qualche nemico o lo risparmia , rinfacciando sempre che lo fa per spirito nobile e bonta d'animo. Questo pietismo una tantum va bene, e nemmeno deve essere sempre giustificato ai quattro venti...

Disegni di Mangiantini altalenanti e con il solito difetto di uno Zagor che dimostra di avere 15 anni in meno rispetto all'età che più o meno ha.

Perniola porta a casa un abbondante sufficienza e voto 6,5, per Mangiantini un 5,5.
avatar
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2545
Data d'iscrizione : 21.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Smash il Ven 1 Giu 2018 - 13:44

@Lapalette ha scritto:
@Kramer76 ha scritto:
@wakopa ha scritto:
finalmente un finale non ridanciano con la solita battuta loffia   Exclamation

ok, ma adesso ce lo ritroviamo tra i piedi anche in california?

Se questi Maxi del 2018, sono stati progettati con tre storie legate da una continuity del viaggio di Zagor dall'Ontario alla California, penso di sì.

Anche secondo me.
Sarà un po' il Barranco di questa minitrasferta dai ghiacci alla California.
avatar
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2545
Data d'iscrizione : 21.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Smash il Ven 1 Giu 2018 - 13:50

@Kramer76 ha scritto:

@wakopa ha scritto:
Dopo una toninelliana botta in testa sempre da parte degli indiani,zagor si riprende dopo pochi secondi:assurdo!

E' Zagor!
se toninelli avesse fatto così, oggi parleremmo di un altro mondo  pale


Parleremmo di un altro Toninelli se il senese non avesse mai fatto sorprendere Zagor come un allocco, non se l'avesse fatto rialzare dopo una botta con un calcio di fucile o similcose.
avatar
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2545
Data d'iscrizione : 21.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Liberty Secular Sam il Ven 1 Giu 2018 - 19:15

COSACCHI IN BRODO ...MA SAPORITO

La sensazione che la storia sia stata un po annacquata e tirata per le lunghe per macinare pagine c'è , però nonostante l'azione pura e semplice non ci si annoia . Mangiantini  funzionale l'ho gradito di più in altre storie .
avatar
Liberty Secular Sam
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 241
Data d'iscrizione : 28.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Preacher il Ven 1 Giu 2018 - 23:05

Una serie di bellissime azioni fino a metà albo, poi come dice Wakopa comincia a incrinarsi qualcosa. flower
Alcune citazioni di Perniola su sue storie sono al limite dell'aforisma, mentre mi è piaciuto che abbia limitato al massimo i flashback della storia di Nolitta del Principe Alexis.
Il resto è un coacervo di agguati, sparatorie, incursioni a palazzo, tradimenti, anche se molte di queste battaglie sembrano inserite forzatamente tanto per riempire le pagine (la sensazione è che questa storia Perniola l'abbia allungata pezzo per pezzo quando si è deciso di pubblicarla prima di essere accantonata in standby). Surprised
Il titolo in effetti è un po' ingannevole, perché 'sti cosacchi si dissolvono e restano soltanto delle pedine marginali alla vicenda. Peccato per Kozlov ridotto a fare la spalla di quello che si rivela il nemico principale che mi sembra soltano un fijo de na mignotta come lo chiamerebbero a Trieste, ma non ha il carisma di diventare un nemico fisso (al massimo come paventato da Kramer, Smash e Lapalette, potremo ritrovarcelo in California nel prossimo Maxi).
Cool
L'azione pura e una schiera di personaggi che quantomeno non sono stereotipati, fa alzare però il gradimento portando la vicenda sui binari giusti, alla pari di un Cico spassoso e anche ben presente nella vicenda con belle battute e gag. Exclamation
A parte qualche Zagor tirato via o troppo ringiovanito, Mangiantini dimostra comunque talento innato. Exclamation

Alla storia voto intorno al 7, ai disegni un 7,5

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
avatar
Preacher
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4310
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Capitan Kidd il Dom 3 Giu 2018 - 18:21

Storia non riuscita secondo me per metà Maxi, peccato perché la prima parte era briosa, si respirava una bella avventura. Il tema dei cosacchi, della tirannia del terribile Kozlov, sembra pian pianino affievolirsi nell'andare avanti della storia, per lasciare spazio a un nemico grande carogna traditore, ma disattendendo le attese. Una prima parte lenta, una seconda parte dove l'azione si fa frenetica, come se fossero due storie distinte e scritte a parte. Ma come al solito vado con ordine.

PRO

° Prima parte che scorre via molto scorrevole e briosa. Il prologo, la scoperta di Alexis in missione, la partenza per la spedizione piena di insidie, il primo assalto alla spedizione da parte dei Seiktan.

° Un Cico che durante la storia è sempre spassoso e mai di cartongesso. Divertente la gag dove viene preso a cornate dagli alci (anche se risulta improbabile). stella2

° Molta azione frenetica nel finale, in particolare dal tradimento fino alla sfida finale sul ponte contro Striker. Che tiene una certa tensione come sequenze di vignette.

CONTRO

° Come già evidenziato da Wakopa e Walter Dorian, l'indiano che viene colpito e fatto parlare, parla un po' troppo facilmente. Eppure se stava morendo che interessa aveva di vuotare il sacco a Zagor ? Mi è sembrato semplicemente forzata come scena.

° Il piano di Zagor per liberare Alexis è di una semplicità imbarazzante. Praticamente Zagor si butta in mezzo la folla incurante di tutti i cosacchi di guardia al patibolo e lungo il perimetro della scena dell'esecuzione arrivando fino al patibolo liberando Alexis. Shocked

° Dove sono i cosacchi ? Non pervenuti. O meglio, svolgono il ruolo di comparse in questa vicenda. Kozlov mi era piaciuto per come era stato presentato come un personaggio di spessore, ma poi si spegne come un lumicino dimostrandosi privo di personalità e spessore.

° Basta veramente con questo concetto della pietà e nobiltà d'animo dei nemici che alcuni autori usano quasi a voler scimmiottare male Nolitta. Adesso addirittura Stryker e i nemici lo sanno e prendono in ostaggio un nemico tanto c'è l'allocco Zagor che per pietà li lascia andare...e dai... Shocked

DISEGNI

Passi indietro per Mangiantini. Ci sono campi lunghi di Zagor imbarazzanti, in altri uno Zagor che sembra un ventenne. Ottimo a volte l'uso dei retini e l'ambientazione e la resa di Cico.

Storia: 6 (striminzito)
Disegni: 6

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
avatar
Capitan Kidd
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 05.09.16

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Walter Dorian il Dom 3 Giu 2018 - 18:35

@Capitan Kidd ha scritto:Una prima parte lenta, una seconda parte dove l'azione si fa frenetica, come se fossero due storie distinte e scritte a parte.

Secondo me questa storia Perniola l'aveva cominciata ed era in programmazione da molto tempo e poi quando hanno deciso di pubblicarla l'ha finita anche un po' freneticamente.
Del resto, Perniola su Zagor non si vedeva da 5 anni.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Wolfenstein1976 il Dom 3 Giu 2018 - 18:39

Accidenti quanto sono severi ed esigenti su ZTN ( e non solo) stella2 , solo a me e' piaciuto questo Maxi?Ma poi in "Agli ordini dello zar, Zagor si butta a testa china contro i cosacchi, si fa infinocchiare da una vecchietta di 368 anni, eccettera.Ah gia', pero' era Nolitta.
avatar
Wolfenstein1976
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 26.07.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Walter Dorian il Dom 3 Giu 2018 - 18:54

@Wolfenstein1976 ha scritto:Accidenti quanto sono severi ed esigenti su ZTN ( e non solo) stella2 , solo a me e' piaciuto questo Maxi?

Beh, io ho votato 7- (oltre la sufficienza significa).
Mi è piaciuto discretamente, ma non è una storia che ricorderò.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.10 - LA RIVISTA
avatar
Walter Dorian
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 9842
Data d'iscrizione : 03.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da toro seduto il Lun 4 Giu 2018 - 0:09

@Wolfenstein1976 ha scritto:Accidenti quanto sono severi ed esigenti su ZTN ( e non solo) stella2 , solo a me e' piaciuto questo Maxi?Ma poi in "Agli ordini dello zar, Zagor si butta a testa china contro i cosacchi, si fa infinocchiare da una vecchietta di 368 anni, eccettera.Ah gia', pero' era Nolitta.
..scusa ma che centra Nolitta ??? ....ce l' hai proprio con lui ...e' il tuo incubo perenne ... stella2 Wink
avatar
toro seduto
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3847
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Capitan Kidd il Lun 4 Giu 2018 - 0:32

@Wolfenstein1976 ha scritto:Ma poi in "Agli ordini dello zar, Zagor si butta a testa china contro i cosacchi, si fa infinocchiare da una vecchietta di 368 anni, eccettera.Ah gia', pero' era Nolitta.

Vedi Wolfenstein, durante l'irruzione alla fortezza nella storia di Nolitta, Zagor si scaglia contro i cosacchi una volta in compagnia del Principe Alexis, una volta insieme ad altri indiani in gruppo. C'è una bella differenza rispetto a scagliarsi da solo in una piazza con tutti i cosacchi a controllarla dove ha avuto il tempo di sbarazzarsene di tutti, salire sul patibolo e liberare Alexis senza che nessuno provasse almeno a farlo fuori. C'è una bella differenza...

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
avatar
Capitan Kidd
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 05.09.16

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: I cosacchi dello Yukon (Maxi n.33)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum