Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Saresti favorevole se Zagor passasse a un formato 17x23, a colori e a 64 pagine ?

5% 5% 
[ 2 ]
76% 76% 
[ 32 ]
19% 19% 
[ 8 ]
 
Totale dei voti : 42

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitar Jim il Ven 21 Lug 2017 - 0:36

Quoto Dorian, perfettamente d'accordo sulla sua disamina. Non c'è bisogno di snaturare la classicità degli albi per rincorrere per rincorrere i più svariati target di lettori, poi va a finire che perdi quelli "vecchi".
avatar
Guitar Jim
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Montebelluna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Walter Dorian il Ven 21 Lug 2017 - 12:49

Guitarjim1982 ha scritto:

Incisiva nel senso che colpisca i lettori. Attenzione non sto parlando mai di capolavoro. Incisiva nel ritmo, nella costruzione della sceneggiatura, nel modo di raccontare... visto che tu e molti altri ritenete che 64 pagine siano poche per sviluppare storie degne, io di questo parlavo. Se non risultano incisive in termini positivi che senso avrebbe scriverle? L'esempio di Zagor che citi, cioè dei tre albi, va circoscritto al tipo di personaggio e contesto narrativo... ne abbiamo parlato. Poi altro discorso è PREFERIRE le storie lunghe.

La storia della fruibilità è una cosa che disse Burattini ma credo (spero) che non sia solo per quello che intendono cambiare formato in termini di pagine. E' come si racconta una storia a fare la differenza. E tutto questo discorso dovrebbe riguardare Morgan e non Zagor comunque.

Guarda io adoro Kubrick, figuriamoci, sfondi una porta aperta, ma hai mai visto Breaking Bad? Altamente memorabile. Poi ti dirò un'altra cosa (e qui parlo sempre in termini di sceneggiatura): io ho la passione per la scrittura e posso dirti che ci sono episodi di Law & Order - Unità vittime speciali PERFETTI. Che cosa voglio dire? Che sono capolavori? Per quanto riguarda lo script sì.

Io non ritengo sia totalmente impossibile, ma maggiori sono il numero di pagine, maggiore è la possibilità di avere storie migliori. Perché la caratterizzazione, la profondità ai personaggi, la costruzione lenta e che poi sul finale prende il climax giusto, hai più possibilità di farlo se la storia è lunga. Ci sono storie lunghe che hanno anche un ritmo serrato, non è che accorciandole migliori le cose, anzi il rischio è di comprimerle troppo.

Breaking Bad è buono, ma ha anche tanti episodi che sono dei riempitivi. Preferisco le serie italiane come Romanzo Criminale o affini dove ogni episodio dura un'ora e 45', che ti permette di scandagliare meglio i personaggi, le sottotrame e creare più tensione.

_________________________________________________
(2011/12, Apertura 2016)
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 7800
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da kit carson il Ven 21 Lug 2017 - 13:12

A parte il formato (che comunque non gradisco appieno), quello che più mi darebbe fastidio sarebbe il ridotto numero di pagine.
I fumetti storici quali Zagor e tex (ossia quelli che seguo con maggiore passione) fino dalle loro origini sono stati pensati, e quindi impostati, per essere sviluppati su più albi. Ed è proprio questa lunga gestazione del racconto che, almeno nel mio caso, me lo rende interessante ed appassionante. A mio avviso Zagor e tex nelle storie corte rendono molto meno (a parte pochissime eccezioni), in quanto sono personaggi che necessitano una certa "preparazione" prima di entrare nel vivo della vicenda.
Queste testate sono state concepite per storie ad ampio respiro, quindi costiparle in poche pagine secondo me significa snaturarle
avatar
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3439
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da MASSIMO il Ven 21 Lug 2017 - 13:55

kit carson ha scritto:A parte il formato (che comunque non gradisco appieno), quello che più mi darebbe fastidio sarebbe il ridotto numero di pagine.
I fumetti storici quali Zagor e tex (ossia quelli che seguo con maggiore passione) fino dalle loro origini sono stati pensati, e quindi impostati, per essere sviluppati su più albi. Ed è proprio questa lunga gestazione del racconto che, almeno nel mio caso, me lo rende interessante ed appassionante. A mio avviso Zagor e tex nelle storie corte rendono molto meno (a parte pochissime eccezioni), in quanto sono personaggi che necessitano una certa "preparazione" prima di entrare nel vivo della vicenda.
Queste testate sono state concepite per storie ad ampio respiro, quindi costiparle in poche pagine secondo me significa snaturarle
Tranquillo, TEX e ZAGOR non verranno Mai modificati nel loro formato. Modificheranno Morgan Lost? Secondo me, la scelta avrà conseguenze negative sulla serie (spero di sbagliarmi, ovvio).
avatar
MASSIMO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2201
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Sant'Eufemia D'Aspromonte (RC)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da falask75 il Ven 21 Lug 2017 - 17:41

MASSIMO ha scritto:
kit carson ha scritto:A parte il formato (che comunque non gradisco appieno), quello che più mi darebbe fastidio sarebbe il ridotto numero di pagine.
I fumetti storici quali Zagor e tex (ossia quelli che seguo con maggiore passione) fino dalle loro origini sono stati pensati, e quindi impostati, per essere sviluppati su più albi. Ed è proprio questa lunga gestazione del racconto che, almeno nel mio caso, me lo rende interessante ed appassionante. A mio avviso Zagor e tex nelle storie corte rendono molto meno (a parte pochissime eccezioni), in quanto sono personaggi che necessitano una certa "preparazione" prima di entrare nel vivo della vicenda.
Queste testate sono state concepite per storie ad ampio respiro, quindi costiparle in poche pagine secondo me significa snaturarle
Tranquillo, TEX e ZAGOR non verranno Mai modificati nel loro formato. Modificheranno Morgan Lost? Secondo me, la scelta avrà conseguenze negative sulla serie (spero di sbagliarmi, ovvio).

credo anch'io..leggendo i commenti sulla pagina fb di ml, molti lettori si sono lamentati di questo cambio. chiaverotti, dal canto suo, ha fatto il possibile per rassicurare i lettori dicendo che la qualità non cambierà, semmai migliorerà. vedremo, anche perchè adesso è prematuro esaltare o sfasciare tutto.
secondo me la bonelli doveva proporre questo nuovo format con i partner dei suoi principali personaggi(cico escluso in quanto gia in edicola): uno dei partner di tex, java e groucho...tanto per iniziare.
oppure, proporre nuove serie o nuovi personaggi ed utilizzare il nuovo formato

_________________________________________________
se zico ha giocheto con i guanti, il mio aristoteles giocherà col cappotto
avatar
falask75
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3135
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Viareggio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 21 Lug 2017 - 19:41

Capitan Kidd ha scritto:
Guitarjim1982 ha scritto:
Capitan Kidd ha scritto:No totale.

Perché la maggior parte dei disegnatori il loro tratto è più esaltato dal bianco e nero.
Sessantaquattro pagine, a meno che non ti chiami Nolitta o GLB Bonelli, è difficilissimo fare storie che si ricordino, epiche o ottime.

Da vedere sempre se saranno episodi autoconclusivi, o se gli albi da 64 pag. avranno il seguito, ma ad ogni modo è una riduzione che fa sì che il potenziale di far uscire una buona storia venga limitato.

E poi è una follia collezionare un formato accanto a un altro di diverso formato del medesimo personaggio.

Se ci limitiamo a Zagor il tuo discorso lo sottoscrivo,

Però penso che cambiare formato per quanto riguarda le pagine possa essere positivo SOLO se le storie siano pensate apposta per essere veloci e incisive. Tipo un serial televisivo di quaranta minuti rispetto a un film di un'ora e mezzo. In questi giorni ho letto un paio di numeri di Mermaid Project e lo sceneggiatore (De Oliveira) è davvero bravissimo a condensare le storie in un numero di pagine limitato rispetto al fumetto bonelliano. Se vi capita leggetelo. Naturalmente cresciuti a pane e Nolitta (La marcia della disperazione docet) uno non può pensare minimamente di cambiare formato. E, come detto, io sarei contrario, soprattutto per quanto riguarda i personaggi classici (Cico fa eccezione, ci può stare).

Allargo il discorso e vi chiedo: non è che il successo delle serie televisive (un successo innegabile) cambierà in futuro il modo di sceneggiare in Bonelli? Mi spiego: gli autori si staccheranno dal consolidato schema romanzo lungo delle storie di Zagor e Tex (e pure Mister No) a favore di avventure fruibili più velocemente (il film e il serial televisivo di cui parlavo sopra)? E tutto ciò intaccherà la qualità? Però se l'autore è bravo si possono scrivere storie non lunghe ma buone? Mi viene in mente Storia del West, che era a capitoli autoconclusivi, seppur con una specie di continuity interna allacciata ai personaggi della famiglia MacDonald. Eppure D'Antonio nel pieno boom di Tex e quando l'avventura western bonelliana era concepita soltanto in storie di almeno trecento pagine se ne esce con una serie del genere... insomma, niente di nuovo sotto il sole, direi. Più che Sclavi o Berardi, sta a vedere che il vero rivoluzionario fu proprio D'Antonio.

Le serie televisive andavano bene anche negli anni ottanta, cito per es. La signora in giallo, I robinson, Baywatch, eppure nessuno si è sognato di adattarsi al formato mini per imitare il modo di sceneggiare delle serie televisive.
Che poi il modo di sceneggiare e lo script, quando devi mandare un copione davanti la macchina da presa, e quando lo devi mandare al disegnatore che ti fa la storia è diverso, non c'entra.

Io più semplicemente credo Guitarjim82, che ormai gli autori invece di osare e sforzarsi a fare storie più lunghe, fanno i loro prodotti in base a come va la massa. Una massa che purtroppo va sempre più di fretta, inebetita, superficiale, che legge e già dopo due giorni ha già dimenticato la storia, una massa a cui pesa anche leggere 94 tavole e allora ecco che ti riduco le pagine degli albi.
Tu citi d'Antonio come esempio positivo, io ti cito Bella e Bronco 64 pagine, serie che andò fallita dopo poco.
Le strisce e storie brevi non capisco perché porti l'esempio di Tex, io ti porto quelle di Zagor e ti posso dire che quelle prime scritte da Gian Luigi Bonelli e qualcuna da Ferri, causa eccesso brevità furono di una banalità atroce.
Incisive in quanto a banalità, a essere trasandate nella costruzione della trama e nei finali mozzati, questo sì.

Tex necessita di almeno due albi per confezionare un'avventura. Perfino tre, e anche quattro. Idem Zagor. Ma se una loro storia va vista come un lungometraggio, io scherzosamente ipotizzavo che le prossime avventure di Morgan vadano intese come una puntata di un serial televisivo (una sola non tutta la serie!). Un film in genere dura 90-120 minuti e un telefilm 40. Erano questi i parametri che sottolineavo. Io intendevo lo script come "taglio", formato, durata, poi so bene che recitare è un discorso, disegnare è un altro.

Non ho parlato delle storie a strisce di Tex, ma del fatto che negli anni Sessanta uscirono le avventure lunghe del ranger e quelle più famose riconosciute come capolavori da tutti i texani. Bene, in quel periodo D'Antonio sorprese gli appassionati del genere western proponendo albi autoconclusivi, e nessuno può dire che non siano di grande qualità. Insomma, sia GLB che D'Antonio hanno dimostrato di saper raccontare in modo diverso storie avvincenti. Non è vero quindi che bisogna avere centinaia di pagine. Leggete Adah di Berardi e ve ne accorgerete. In quella storia c'è tutto. Ed è un albo di novantaquattro pagine. C'è tutto in Memorie dall'Invisibile di Sclavi. Ma sono convinto che La marcia della disperazione sia un capolavoro per la sua epica lunghezza. Quindi io non mi lamento, anzi. no-ta

Oltre Bella e Bronco sono fallite TANTE serie di novantaquattro pagine, per dire. E, per inciso, quel fumetto non era male, anzi.

Sul fatto che ci sia da parte di alcuni lettori superficialità sono d'accordo, però non condanniamo la massa che è quella che mantiene il gran carrozzone. In fondo i Beatles facevano canzone fruibili di pochi minuti, nessuno se ne lamentava, ma penso siano bellissime anche le ballate di Guccini. Inoltre non credo che gli autori Bonelli andranno dietro questa cosa del cambio formato (almeno per ora). La serie "I romanzi a fumetti" che sta uscendo sono un esempio di storie ad ampio respiro. Zagor, Tex, anche, con le loro avventure pensate sulle centinaia di pagine. Morgan sarà un'eccezione, un esperimento, vedremo come andrà.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4549
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 21 Lug 2017 - 19:50

Walter Dorian ha scritto:
Guitarjim1982 ha scritto:

Incisiva nel senso che colpisca i lettori. Attenzione non sto parlando mai di capolavoro. Incisiva nel ritmo, nella costruzione della sceneggiatura, nel modo di raccontare... visto che tu e molti altri ritenete che 64 pagine siano poche per sviluppare storie degne, io di questo parlavo. Se non risultano incisive in termini positivi che senso avrebbe scriverle? L'esempio di Zagor che citi, cioè dei tre albi, va circoscritto al tipo di personaggio e contesto narrativo... ne abbiamo parlato. Poi altro discorso è PREFERIRE le storie lunghe.

La storia della fruibilità è una cosa che disse Burattini ma credo (spero) che non sia solo per quello che intendono cambiare formato in termini di pagine. E' come si racconta una storia a fare la differenza. E tutto questo discorso dovrebbe riguardare Morgan e non Zagor comunque.

Guarda io adoro Kubrick, figuriamoci, sfondi una porta aperta, ma hai mai visto Breaking Bad? Altamente memorabile. Poi ti dirò un'altra cosa (e qui parlo sempre in termini di sceneggiatura): io ho la passione per la scrittura e posso dirti che ci sono episodi di Law & Order - Unità vittime speciali PERFETTI. Che cosa voglio dire? Che sono capolavori? Per quanto riguarda lo script sì.

Io non ritengo sia totalmente impossibile, ma maggiori sono il numero di pagine, maggiore è la possibilità di avere storie migliori. Perché la caratterizzazione, la profondità ai personaggi, la costruzione lenta e che poi sul finale prende il climax giusto, hai più possibilità di farlo se la storia è lunga. Ci sono storie lunghe che hanno anche un ritmo serrato, non è che accorciandole migliori le cose, anzi il rischio è di comprimerle troppo.

Breaking Bad è buono, ma ha anche tanti episodi che sono dei riempitivi. Preferisco le serie italiane come Romanzo Criminale o affini dove ogni episodio dura un'ora e 45', che ti permette di scandagliare meglio i personaggi, le sottotrame e creare più tensione.

Sì, se devi accorciarle e comprimerle hai ragione, si perde in qualità. MA SE LE PENSI VOLUTAMENTE per quel tipo di formato? Qua si gioca tutto. Per me conta COME si scrive. Pensa a quante storie di Zagor sono state allungate da interminabili spiegoni, flashback e dialoghi ridondanti... ma se lo sceneggiatore SA fare il suo mestiere e capisce che cosa offre quel tipo di personaggio si possono fare grandi cose. Sia su Zagor sia su Morgan nel nuovo formato.

Però su Breaking Bad non sono d'accordo con te, pur amando Romanzo Criminale (la prima stagione è stupenda) ma dialoghi, recitazione (alcune fasi sono monumentali e di grande impatto emotivo), regia, montaggio per me va tutto a favore della serie americana. Sia chiaro, per me. no-ta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4549
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Capitan Kidd il Ven 21 Lug 2017 - 19:54

Guitarjim1982 ha scritto:

Tex necessita di almeno due albi per confezionare un'avventura. Perfino tre, e anche quattro. Idem Zagor. Ma se una loro storia va vista come un lungometraggio, io scherzosamente ipotizzavo che le prossime avventure di Morgan vadano intese come una puntata di un serial televisivo (una sola non tutta la serie!). Un film in genere dura 90-120 minuti e un telefilm 40. Erano questi i parametri che sottolineavo. Io intendevo lo script come "taglio", formato, durata, poi so bene che recitare è un discorso, disegnare è un altro.

Non ho parlato delle storie a strisce di Tex, ma del fatto che negli anni Sessanta uscirono le avventure lunghe del ranger e quelle più famose riconosciute come capolavori da tutti i texani. Bene, in quel periodo D'Antonio sorprese gli appassionati del genere western proponendo albi autoconclusivi, e nessuno può dire che non siano di grande qualità. Insomma, sia GLB che D'Antonio hanno dimostrato di saper raccontare in modo diverso storie avvincenti. Non è vero quindi che bisogna avere centinaia di pagine. Leggete Adah di Berardi e ve ne accorgerete. In quella storia c'è tutto. Ed è un albo di novantaquattro pagine. C'è tutto in Memorie dall'Invisibile di Sclavi. Ma sono convinto che La marcia della disperazione sia un capolavoro per la sua epica lunghezza. Quindi io non mi lamento, anzi. no-ta

Oltre Bella e Bronco sono fallite TANTE serie di novantaquattro pagine, per dire. E, per inciso, quel fumetto non era male, anzi.

Sul fatto che ci sia da parte di alcuni lettori superficialità sono d'accordo, però non condanniamo la massa che è quella che mantiene il gran carrozzone. In fondo i Beatles facevano canzone fruibili di pochi minuti, nessuno se ne lamentava, ma penso siano bellissime anche le ballate di Guccini. Inoltre non credo che gli autori Bonelli andranno dietro questa cosa del cambio formato (almeno per ora). La serie "I romanzi a fumetti" che sta uscendo sono un esempio di storie ad ampio respiro. Zagor, Tex, anche, con le loro avventure pensate sulle centinaia di pagine. Morgan sarà un'eccezione, un esperimento, vedremo come andrà.

Adah sono più di 100 pagine, le storie di Dylan Dog tutte da 94, molto differente da albi singoli da 64 pag., ti sei risposto da solo.
Quelle storie di D'Antonio erano rapportabili e paragonabili a un periodo dove la gente voleva leggere senza approfondire più di tanto e con una certa ingenuità. Non solo per l'eccessiva brevità che ieri andava bene, e oggi farebbe storcere il naso a tutti, ma per alcune trovate tipo che oggi un soldato che da solo assalta un plotone d'esecuzione verrebbe preso a pernacchie.
Ma guarda io non sono neanche tanto convinto che la massa accetterebbe un cambiamento simile, vedi questo sondaggio dove i no prevalgono alla grande.

_________________________________________________
Undici uomini sulla cassa del morto, e una bottiglia di rhum!
avatar
Capitan Kidd
New Entry
New Entry

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 05.09.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 21 Lug 2017 - 20:06

Adah è di 94 pagine, Kid, controlla bene. Ed è un capolavoro, giusto? Lo è anche La cella della morte e Giubbe Rosse di Tex. Però le storie di Tex sono sviluppate su quasi quattrocento pagine, Adah no, io di questo sto parlando. I fumetti bonelliani sono stati per anni il corrispettivo dei romanzi d'appendice ottocenteschi, quelli a puntate che dovevano incuriosire il lettore e tenerlo avvinghiato per mesi alla lettura. Ottimo. Berardi e D'Antonio hanno sovvertito le regole.

Ok, Dylan è 94 pagine, Morgan ne sarà 64... ma non capisco per quale presupposto quelle di Morgan dovranno essere inferiori perché con meno pagine a disposizione? Ho detto più volte è COME SI RACCONTA non la quantità di pagine a fare la differenza. Ho citato Berardi e D'Antonio apposta che, in un periodo in cui i fumetti erano sviluppati sulle centinaia di pagine, loro condensavano emozioni con maggiore brevità.

Preferisco le ingenuità di un D'Antonio ai ridondanti e pesanti spiegoni attuali di alcuni sceneggiatori che lavorano in Bonelli. D'Antonio nei dialoghi era di alto livello, avercene.

Sulla massa: beh sia chiaro nemmeno io voglio che si cambi formato per Zagor. Altri fumetti? Mi ritengo possibilista. Anche Diabolik racconta storie belle e conta il numero di pagine che ha.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4549
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 22 Lug 2017 - 15:11

Guitarjim1982 ha scritto:

Sì, se devi accorciarle e comprimerle hai ragione, si perde in qualità. MA SE LE PENSI VOLUTAMENTE per quel tipo di formato? Qua si gioca tutto. Per me conta COME si scrive. Pensa a quante storie di Zagor sono state allungate da interminabili spiegoni, flashback e dialoghi ridondanti... ma se lo sceneggiatore SA fare il suo mestiere e capisce che cosa offre quel tipo di personaggio si possono fare grandi cose. Sia su Zagor sia su Morgan nel nuovo formato.

Però su Breaking Bad non sono d'accordo con te, pur amando Romanzo Criminale (la prima stagione è stupenda) ma dialoghi, recitazione (alcune fasi sono monumentali e di grande impatto emotivo), regia, montaggio per me va tutto a favore della serie americana. Sia chiaro, per me. no-ta

No, perché è quel tipo di formato che è pensato apposta per fare delle storie compresse, leggere e con poca esplorazione dei caratteri dei personaggi delle sottotrame. Poi è vero, ci sono ministorie anche belle, penso a Puerto Juarez(quella tra Oceano e Il mio amico Guitar Jim), però siccome in Bonelli e su Zagor non abbiamo né i Nolitta, né gli Alan Moore, permettici di essere preoccupati. Neanche Boselli ritenuto il miglior sceneggiatore Bonelli sarebbe a suo agio, perché sappiamo che dà il meglio nelle storie lunghe.
Gli spiegoni, flashback ridondanti se accorciati in storie da 4 o 3 albi avrebbero ridotto di un albo la storia(Il ritorno del mutante o La trama del ragno), ma è ben lontano da far passare un concetto che con le storie da 64 pag. li eliminiamo, non è così.

_________________________________________________
(2011/12, Apertura 2016)
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 7800
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 22 Lug 2017 - 15:56

 La preoccupazione comunque è legittima, però come ho detto sopra se vai in edicola e ti leggi gli ultimi Romanzi a fumetti vedi che la Bonelli punta sempre e nonostante tutto su storie ad ampio respiro. Questo cambiamento riguarda per ora solo Morgan Lost.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4549
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitar Jim il Dom 23 Lug 2017 - 0:14

Non proprio, oltre a Morgan e Cico anche il Tex Classic è a 64 pagine anche se mantiene il classico formato Bonelli....c'è da cominciare a preoccuparsi. Ai miei tempi (sigh!) c'erano solo gli albi mensili, tutti di 98 pagine tranne Tex (tuttora a 114), poi sono arrivati i Maxi, gli speciali, i color, tutti con un numero di pagine assai consistente, il che non vuol dire automaticamente migliore qualità delle storie, ma almeno avevi in mano qualcosa di corposo da leggere....
Oh sia chiaro non sono contro il rinnovamento. E' giusto sperimentare nuove strade, non si può rimanere immobili nel tempo (vedi mini serie, mini mini serie, romanzi a fumetti, magazine, i Texoni e gli altri ...oni ecc.), capisco anche la difficoltà a contenere il costi di produzione degli albi e il fatto che, data l'era tecnologica in cui viviamo, ci sia un continuo ma fortunatamente lento calo di lettori, ma propinarci albetti di 64 pagine anche se a colori francamente lo trovo deprimente. A sto punto leggo Topolino.....
avatar
Guitar Jim
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Montebelluna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Walter Dorian il Lun 24 Lug 2017 - 13:17

Guitarjim1982 ha scritto: La preoccupazione comunque è legittima, però come ho detto sopra se vai in edicola e ti leggi gli ultimi Romanzi a fumetti vedi che la Bonelli punta sempre e nonostante tutto su storie ad ampio respiro. Questo cambiamento riguarda per ora solo Morgan Lost.

Io lo spero, anche se l'idea mi sembra che Morgan Lost sia un esperimento per vedere se può essere applicabile ad altre serie.
Che poi se fossero storie da 64 pag. ma con albi non autoconclusivi, a colori, ci potrei anche stare, ma con serie storiche come Zagor, cambiare formato, costolina e collezionare un altro formato accanto un altro è una pazzia.

_________________________________________________
(2011/12, Apertura 2016)
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 7800
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da MASSIMO il Lun 24 Lug 2017 - 14:11

Walter Dorian ha scritto:...................... ma con serie storiche come Zagor, cambiare formato, costolina e collezionare un altro formato accanto un altro è una pazzia. [/size][/font]
Non Esiste, Impensabile!
avatar
MASSIMO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2201
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Sant'Eufemia D'Aspromonte (RC)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Guitar Jim il Lun 24 Lug 2017 - 20:24

Ecco, esatto non esiste.
avatar
Guitar Jim
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Montebelluna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da falask75 il Mar 25 Lug 2017 - 16:23

Walter Dorian ha scritto:
Guitarjim1982 ha scritto: La preoccupazione comunque è legittima, però come ho detto sopra se vai in edicola e ti leggi gli ultimi Romanzi a fumetti vedi che la Bonelli punta sempre e nonostante tutto su storie ad ampio respiro. Questo cambiamento riguarda per ora solo Morgan Lost.

Io lo spero, anche se l'idea mi sembra che Morgan Lost sia un esperimento per vedere se può essere applicabile ad altre serie.
Che poi se fossero storie da 64 pag. ma con albi non autoconclusivi, a colori, ci potrei anche stare, ma con serie storiche come Zagor, cambiare formato, costolina e collezionare un altro formato accanto un altro è una pazzia.

sarebbe uno dei motivi che mi indurrebbero a lasciare zagor. l'altro è l'avvento di recchioni

_________________________________________________
se zico ha giocheto con i guanti, il mio aristoteles giocherà col cappotto
avatar
falask75
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3135
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Viareggio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da doctorZeta il Mar 25 Lug 2017 - 22:40

Sti ca... Recchioni! Arriverebbe lui, comprerei lo stesso Zagor. L'opportunità bisogna darla a tutti, tanto peggio del 666 non si può fare stella2

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
avatar
doctorZeta
Oscar ZTN miglior forumista
Oscar ZTN miglior forumista

Messaggi : 5768
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da MASSIMO il Mer 26 Lug 2017 - 9:27

L'opportunità bisogna darla a chi è direttamente proporzionale al personaggio, non a chi non è adatto. Recchioni lasciamolo a 'Monolith' , lontano da Zagor: lo affosserebbe definitivamente. Secondo me.....
avatar
MASSIMO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2201
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Sant'Eufemia D'Aspromonte (RC)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da falask75 il Mer 26 Lug 2017 - 9:33

MASSIMO ha scritto:L'opportunità bisogna darla a chi è direttamente proporzionale al personaggio, non a chi non è adatto.     Recchioni lasciamolo a 'Monolith' , lontano da Zagor: lo affosserebbe definitivamente.     Secondo me.....

Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation Exclamation

_________________________________________________
se zico ha giocheto con i guanti, il mio aristoteles giocherà col cappotto
avatar
falask75
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3135
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Viareggio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da doctorZeta il Mer 26 Lug 2017 - 9:45

Non è che lo facciamo diventare curatore, l'opportunità di una storia va data a tutti e comunque tranquilli, nessuno ha parlato di Recchioni su Zagor

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
avatar
doctorZeta
Oscar ZTN miglior forumista
Oscar ZTN miglior forumista

Messaggi : 5768
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da MASSIMO il Mer 26 Lug 2017 - 10:26

doctorZeta ha scritto:Non è che lo facciamo diventare curatore, l'opportunità di una storia va data a tutti e comunque tranquilli, nessuno ha parlato di Recchioni su Zagor
Meno male.... benvenuto
avatar
MASSIMO
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2201
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Sant'Eufemia D'Aspromonte (RC)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 26 Lug 2017 - 15:15

Restate in topic, Recchioni non c'entra nulla, grazie.

_________________________________________________
(2011/12, Apertura 2016)
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 7800
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da JhonSavor il Lun 31 Lug 2017 - 18:21

per Zagor non ne vedo il motivo. anzi non sarebbe male un 110 pagine come per Tex così magari si va a blocchi di albi e non a pezzi
avatar
JhonSavor
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 30.11.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Formato 17x23, a colori e a 64 pagine: pro o contro ?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum