I Fratelli di Tex

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 3 Giu 2017 - 16:41



L’opera di GLB è talmente vasta che ci sono decine di personaggi interessanti da analizzare, leggere e condividere sul forum, senza per questo però aprire altrettanti dispersivi topic. Dall’alto della mia incredibile e infinita saggezza ho dunque pensato di aprirne uno soltanto dedicato a questi “fratelli” - figli di uno stesso padre - che per alterne situazioni non hanno avuto la stessa fortuna editoriale di Tex. Dell’odiato Tex. Due (ma anche tre) parole su Bonelli Padre: viaggiatore, pugile, poeta, romanziere, editore innovativo e traduttore di novelle rosa, il papà dell’inossidabile ranger è stato un po’ (e anche di più) tutto questo. Ripercorrere interamente la sua carriera è impossibile. Sono troppe le opere del Grande Vecchio, migliaia le pagine scritte, soprattutto quei cineromanzi degli anni Trenta ormai introvabili in cui ha saputo spaziare in ogni genere narrativo, dal romanzo di cappa e spada alla fantascienza, dall’avventura esotica allo spionaggio. Tornando a noi, sempre dall’alto della mia incredibile saggezza, ho pensato che questo spazio potrà diventare una vera e propria galleria di personaggi, non solo quelli creati dal mitico GLB, ma anche di altri autori. Un piccolo viaggio nel mondo dei fumetti del Dopoguerra, quindi, in quello che è stato un periodo pionieristico ma incredibilmente fertile che ci ha regalato tantissime storie. Storie e personaggi oggi forse dimenticati ma che voglio ripercorrere insieme agli altri appassionati. Mentre scrivo sto leggendo Occhio Cupo (cui dedicherò un post in occasione nel centenario del mitico Galleppini), fumetto straordinario della premiata ditta Bonelli&Galep. Ma è presto per parlarne. Dico solo che i disegni sono straordinari.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 3 Giu 2017 - 17:22

YUMA KID – LA STORIA

Questa è la storia di Yuma Kid, un uomo temerario e indomito, temuto e ammirato… un uomo che aveva alle spalle un misterioso passato… un uomo nel cui nello sguardo spietato i fuorilegge potevano raramente scorgere la luce di morte che precedeva di qualche attimo il tragico lampeggiare dell’infallibile pistola.

Inizia così, forse in maniera un po’ enfatica, la grande avventura di Yuma Kid. Nelle prime vignette GLB costruisce e delinea, grazie alle immancabili didascalie, un affresco davvero sui generis per il suo personaggio: abbandonato non si sa da chi nel deserto di Gila, il Kid viene è un bambino bianco ritrovato da una banda di indiani Yuma. Tra le sue mani ha una fascia sacra, il Wampum. GLB è avaro di altri dettagli, non ci rivela altre spiegazioni e qualsiasi considerazione, domanda, quesito sul passato di Yuma Kid resta avvolto nel mistero. Dopo aver parlato con la saggia Wa-No-Tah (la classica vecchia strega indiana vista in tante avventure bonelliane di Tex), il nostro eroe decide di partire per andare incontro al suo destino. Un destino di morte, ma non per lui. Per i suoi avversari. Nella prima avventura, Yuma Kid si confronta con una banda di trafficanti d’armi, predoni Apache, indiani in rivolta e la bella figlia del colonnello da salvare. Memorabile l’assedio finale sul roccione, con Yuma Kid che decide di affrontare la sorte avversa risparmiando una pallottola per la giovane e bella Miss Jennie, ma per fortuna ci sarà il classico "arrivano i nostri" con tanto di trombetta. Nel prosieguo della storia, Yuma Kid giunge a Robber Roost, la famigerata città dei fuorilegge (città che ritroveremo anche in una classica avventura di Tex come Gilas). Questa serie, come tante altre del papà di Tex, si legge tutta d’un fiato, come un bicchiere di whisky. GLB ti tiene avvinto alla lettura, pur non approfondendo in nessun modo l’introspezione dei personaggi e con una trama improvvisata e "in divenire". La vicenda, infatti, è piuttosto semplice, gli eventi si susseguono a ritmo incalzante e sotto il segno di un dialogo sempre avvincente (memorabile lo scambio di battute tra Yuma e il doc della storia). Insomma quello che conta è l’avventura. E con Yuma Kid il lettore ne ha in abbondanza!

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 3 Giu 2017 - 17:30

PERCORSO EDITORIALE



I diciotto numeri di Yuma Kid escono dal mese di aprile al novembre del 1953 e furono pubblicati nella Collana Arco dell’Audace, nel classico formato a Striscia. In quel periodo non era una novità denominare una testata a fumetti con nomi immediati e riconoscibili. Ad esempio un personaggio come Il Cavaliere Nero, scritto da GLB e disegnato dalla mitica ESSEGESSE, fu pubblicato nella Collana Fiamma, mentre il nostro Zagor nella Collana Lampo.

La Collana Arco pubblicò tanti eroi a fumetti creati da GLB ma anche da altri autori (penso a Roy D’Amy). In questa collana dal 1953 al 1958 sono usciti:

Yuma Kid
Zà La Mort
El Kid
Terry
Cherri Brandy Racconta
La Pattuglia dei Bufali
Big Davy
Rocky Star

La Collana Arco ospita dunque otto serie diverse di personaggi, tutti scritti e creati da GLB, tranne La Pattuglia dei Bufali e Cherry Brandi Racconta di Roy D’Amy, e Rocky Star di Andrea Lavezzolo.

Il disegnatore di questa serie è Mario Uggeri, collaboratore dei primissimi Tex, disegnatore eclettico che si è occupato di pittura. Uggeri è bravissimo nel disegnare i primi piani e nel dare una certa atmosfera all’azione generale. Le copertine della serie a Striscia sono però opera di Giovanni Benvenuti, tranne le ultime tre, disegnate da Giovanni Sinchetto (ma in realtà furono utilizzati tre disegni tratti da Il Cavaliere Nero, forse per esigenze editoriali).
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 3 Giu 2017 - 17:47

LE RISTAMPE

Sergio Bonelli ha riproposto molte volte Yuma Kid in varie ristampe che hanno ottenuto un discreto successo negli anni. La prima riproposizione del personaggio arriva grazie a Le avventure del West, collana nel formato Albo D’Oro (cm.17x24) suddivisa in dieci serie che, a partire dal 1954 fino al 1960, ha rieditato tantissimi personaggi bonelliani.

Nella Quarta Serie de Avventure del West, dal numero 4 al 9, viene riproposto appunto Yuma Kid. Ecco il numero uno (4):



In seguito la Bonelli ristamperà Yuma Kid nella celebre collana Rodeo (numero 32) e in Tutto West (numero 28):





Una curiosità: sono solo i primi nove numeri della serie a Striscia sono stati pubblicati in queste due ristampe, mentre per leggere gli altri nove bisogna procurarsi gli albi originali. Le spiegazioni probabili sono due: mancanza del materiale o scelta editoriale. Infatti, fu lo stesso Sergio Bonelli in una rubrica della posta di Tutto West a spiegare che avrebbe mandato in edicola quelle storie meritevoli di pubblicazione. Ora io non so se i restanti nove numeri di Yuma Kid fossero o meno meritevoli, però sarei curioso di leggerli perché ho trovato interessanti i primi nove albetti.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 3 Giu 2017 - 17:51

YUMA KID - IL REMAKE



Caso più unico che raro Yuma Kid è stato protagonista di un remake uscito negli anni Settanta. I testi sono sempre di GLB ma i disegni di Jeorge Luis Moliterni. In questo caso l’autore spagnolo ci dà una versione più matura ed energica del personaggio, disegnandolo come un gigante. Bellissime le scene notturne, tra l’altro. Leggendo questo remake c’è da dire che in pratica l’avventura è uguale perfino nei testi a quella dei primi nove albetti a striscia (come detto, proposti nella Rodeo e in Tutto West) ma curiosamente manca la parte in cui Yuma si reca a Robber Roost. Il remake fu realizzato nel 1975 e pubblicato l’anno seguente per la Mondadori nella collana I Grandi Fumetti.

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 5 Giu 2017 - 13:26

YUMA KID - LE RACCOLTE

Integro con questo post il discorso sulle ristampe di Yuma Kid. Si tratta di due raccolte uscite come supplemento alla Collana Zenit, più precisamente il 9 e il 10:





In queste due Raccolte sono riproposti i diciotto numeri usciti nel formato a Striscia, quindi la serie completa che non è stata ristampata nella Rodeo e in Tutto West.

Piccola parentesi sulla Collana Zenit, pubblicata dall'Audace dal 1950 al 1958. Come la Collana Arco, anche in questo caso vengono proposti vari personaggi:

Red Carson
Buffalo Bill
Lo Sceriffo di Ferro
I Tre Bill
Rio Kid - Il Cavaliere del Texas
Il Sergente York
Il ritorno dei Tre Bill
Hondo

Hondo e Rio Kid sono due personaggi di GLB, così come I Tre Bill (che, pare, dovranno comparire come guest star in una futura storia di Tex nella serie Maxi), mentre Il Sergente York è creazione di Roy D'Ami. Red Carson, Lo Sceriffo di Ferro e Buffalo Bill sono tre serie statunitense tradotte (e integrate con testi inediti) sempre dal vulcanico GLB.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 7 Giu 2017 - 14:53

RIO KID, IL CAVALIERE DEL TEXAS - LA STORIA

Intorno al 1864, da Laredo sino a El Paso e in tutto il territorio che dal sud del Texas giunge sino ad Austin, un nome correva sulle bocche di moltissimi: Rio Kid! Un nome che significava generalmente fastidi e preoccupazioni per gli sceriffi, seccature e vetri rotti per i proprietari dei saloon, e aria di cimitero per i fuorilegge che infestavano quelle regioni!

Ancora una volta è una fulminante didascalia a presentare la breve avventura di Rio Kid. Un sistema che GLB utilizzava in quei periodi eroici dell'editoria a fumetti per delineare in modo immediato le caratteristiche del suo nuovo eroe. In questa storia Rio e il suo pard Whisky Bill (che ricorda i forzuti Pat Mc Ryan e Gros-Jean, solo ancora più scapestrato, arrogante e fuori di testa dei due amici di Tex) incontrano la solita coppia di archeologici composta da padre e figlia: il professor Dayton e sua figlia Anna, quest’ultima accompagnata dall’imberbe Tom Harvey, il classico fidanzato dell’Est. La coppia Papà Dayton e figlia mi ricordano quella già vista nella memorabile I Figli della Notte (il Professor Nizon e sua figlia Gloria) una delle avventure di Tex più affascinanti del primo centenario. Anzi l’incipit è pressoché uguale. Anche GLB rivisitava le sue stesse opere. Dayton è alla ricerca di un disco d’oro, che dovrebbe trovarsi tra le rovine di un antico tempio Maya situato nei pressi della Sierra Encantada (un luogo che i lettori di Tex e gli appassionati di El Morisco conoscono bene). A far loro da guida è l’infido Benito Rosales detto “El Escorpiòn”, uno che accopperebbe la mamma per un bicchiere di latte in più, e che si è alleato con gli indiani di Yamada per ottenere i suoi loschi scopi. Rio e Whisky, venuti a conoscenza della situazione in cui si trovano i Dayton, decidono di intervenire a modo loro salvando prima il povero Tom e poi aiutando Anna e suo padre. In questo racconto ci sono tutti i tipici elementi bonelliani: tanta azione, dialoghi scoppiettanti, ironia, le classiche e antiche rovine del tempio, deserti e impervi canyon, e l’anaconda (serpente che perfino Tex incontra in una sua vecchia avventura). Anche il finale è tipicamente bonelliano, con la galleria allagata e i nostri che rischiano di morire annegati (Il Veliero Maledetto). Naturalmente Rio Kid riuscirà a salvare i suoi amici e a sconfiggere il temibile El Escorpiòn per poi tornare, insieme al fido Whisky Bill, nella loro Laredo. Verso nuove avventure che non sono mai state raccontate.

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 7 Giu 2017 - 15:24

PERCORSO EDITORIALE



Tra il 1948 (anno dell’uscita di Tex) e il 1959 GLB per l'Audace produce e scrive decine di serie inventando numerosi personaggi dall'alterna fortuna, oltre a tradurre le avventure di tre saghe americane: Giubba Rossa, Verdugo Ranch, Lo Sceriffo di Ferro. Ed è proprio in questo periodo di fertile creatività che, nel 1953, esce nel consueto formato Striscia, la serie Rio Kid – Il Cavaliere del Texas pubblicata nella Collana Zenit. Questo personaggio esce nello stesso anno di Yuma Kid ma è un eroe molto diverso, una specie di Pecos Bill per quanto riguarda l'abbigliamento ma meno damerino rispetto all'eroe del grande Guido Martina. Accompagnato da una divertente e inseparabile spalla come Whisky Bill, Rio vive le sue avventure principalmente nei territori tra il Texas e il Mexico. Il suo percorso editoriale nelle edicole fu alquanto breve: soltanto nove numeri che corrispondono alle 98 pagine del consueto formato bonelliano. I disegni di questa breve serie sono affidati all'esperto Roy D'Amy che, in quel periodo, era un valido collaboratore delle serie Audace.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 7 Giu 2017 - 15:57

LE RISTAMPE

Pur essendo una collana dalla breve durata Rio Kid - Il Cavaliere del Texas è stato comunque riproposto varie volte e in diversi formati dalla casa editrice di Sergio Bonelli.

Inizio con l'immancabile Raccolta:



Questo è il numero 11 e fu pubblicato nella Collana Zenit - Raccoltine. Ecco un elenco di come è composta questa serie di Raccolte:

Buffalo Bill - 1-2
Lo Sceriffo di Ferro - 3
Gordon Jim - 4-5
I Tre Bill - 6-7-8
Yuma Kid - 9-10
Rio Kid - 11

Rio Kid - Il Cavaliere del Texas è stato riproposto in Le Avventure del West:



Nel numero 14 della Collana Rodeo:



E numero 1 dell'immancabile Tutto West, con cover inedita del bravo Vincenzo Monti:



Infine, Rio Kid è stato riproposto nella Prima Serie Zenith Gigante, da non confondersi con la Seconda Serie Zenith Gigante (dove, a partire dal numero 52, furono pubblicate le storie di Zagor che tutt'oggi proseguono nelle edicole). Ecco la cover del numero 6:



La copertina è uguale a quella utilizzata per Le Avventure del West (infatti furono usate le rese invendute di questa collana per formare questa serie) e il valore di un pezzo del genere raggiunge prezzi da capogiro sul mercato dei fumetti.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da natural killer il Mer 7 Giu 2017 - 17:43

A me rimane solo la tuttoWest


_________________________________________________
the haematologist
avatar
natural killer
MASTER IN ZAGOR
MASTER IN ZAGOR

Messaggi : 8578
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Gio 8 Giu 2017 - 11:49

La collezione completa di Tutto West è quella che ho anch'io. Magari avessi le raccoltine, le strisce o altre serie d'epoca. Poi posseggo qualcosina che ho trovato in rete, tipo le avventure francesi di Hondo, Il Cavaliere Nero, Un ragazzo nel Far West e altre chicche...

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 14 Lug 2017 - 15:43

EL KID - LA STORIA

Sulle frontiere nord del Messico, al tempo in cui solo i ricchi e i pezzi grossi dell'esercito godevano della protezione della legge, un uomo sorse in difesa dei poveri e degli oppressi... El Kid!

La consueta didascalia introduce questo nuovo eroe bonelliano, nato dalla fervida fantasia di GLB e dal magico pennino di Dino Battaglia. Pistolero, ribelle, anarchico, El Kid è un personaggio che agisce nei territori arroventati del Messico, in fuga dai Rurales. Don José de Altamura y San Diego y Almaviva, governatore di Cohamila, ha posto un taglia sulla sua testa: mille pesos. Cominciano in questo modo le gesta di El Kid, un hombre dalla battuta e dalla pistola facile. Nella sua prima storia affronta banditos, aiuta i suoi amici Comanches e sconfigge l'astuto Laredo. Nella seconda aiuta un suo vecchio amico, Nick Tatum, gestore di un saloon che fa gola a Tom Brady, il solito opportunista che vuole mettere le mani su tutta la città. Come sempre la mancanza di originalità delle trame è sopperita dai dialoghi sempre avvincenti di Giovanni Luigi Bonelli. El Kid è un personaggio che assomiglia molto a Tex, potremmo definirlo la sua "versione messicana", ma agisce da solo, come nelle primissime storie del ranger. E ha i suoi stessi guai con la legge, una taglia sulla testa, e sulle sue tracce, al posto dello sceriffo e i suoi scagnozzi, le truppe di più o meno onesti rurales.

avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 14 Lug 2017 - 15:52

PERCORSO EDITORIALE



El Kid è un personaggio uscito nella Collana Arco (di cui già ho parlato). Divise in due serie (oggi le chiameremmo stagioni) le sue avventure sono state pubblicate tra l'ottobre del 1955 al marzo del 1956 e nel classico formato a striscia. I disegni della prima serie, suddivisa in quindici numeri, sono appannaggio di un giovanissimo Dino Battaglia (che per l'Audace aveva pubblicato lo stupendo e sognante Peter Pan, sempre sui testi del poliedrico GLB), aiutato in un numero da Renzo Calegari. Nella seconda serie, invece, subentreranno il citato Calegari e Gino D'Antonio, autori della parte grafica dei restanti nove albetti a striscia.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Guitarjim1982 il Ven 14 Lug 2017 - 16:08

LE RISTAMPE

Come per gli altri personaggi presi in esame in questo topic, anche El Kid è stato oggetto di numerose riproposizioni nel corso degli anni. Una curiosità rispetto alle precedenti ristampe, è che sia la Collana Rodeo che Tutto West, non hanno pubblicato la seconda serie delle sue avventure. Un caso simile a quanto già evidenziato per Yuma Kid. Mancanza di materiale originale dove attingere? Problemi di programmazione? Un vero peccato perché dei nove albetti a striscia che costituiscono la seconda serie di questo eroe, bisogna recuperarli o nella versione originale o nelle ristampe più antiche, e per questo difficili da reperire.

Come di consueto, ecco la carrellata di ristampe. A partire dalla famigerata (e introvabile) Raccoltina:



Alla versione Le Avventure del West:



E alle recenti (per modo di dire) riproposizioni per la Collana Rodeo 29 e 30:



E per i numeri 2 e 3 di Tutto West:



El Kid potremmo definirlo un fumetto figlio dei suoi tempi e delle esigenze tipiche di quel periodo editoriale, ossia: storie di pura evasione, prive di approfondimento psicologico, ma solo SANA e meravigliosa avventura. A differenza di Tex, anche questa serie è finita nell'oblio, ma al lettore appassionato e nostalgico, nonché amante dell'opera omnia del grande Giovanni Luigi Bonelli, le storie di El Kid vanno lette e valutate per quello che riescono a dare e alla positività di queste avventure, scritte in un periodo in cui il fumetto era il media più apprezzato dai ragazzi.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4452
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I Fratelli di Tex

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum