Le strade di New York (Maxi n.29)

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da osages il Mar 21 Feb 2017 - 21:58

@Thunderman78 ha scritto:Sul senso di spaesamento che manca a Zagor trovandosi in città la vedo come Contericci, e fa il paio con la considerazione che mancano quei momenti di riflessione e coinvolgimento emotivo nel personaggio Zagor.

Lo zagor attuale non si spaventa ne` si stupisce davanti a mostri venuti dallo spazio,o di viaggiare in metropolitana nella foresta amazzonica ,figuriamoci se puo` avvertire disagi nel muoversi in una metropoli stella2
osages
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Daimon il Mer 22 Feb 2017 - 9:26

@contericci ha scritto:Purtroppo non si può prescindere dal paragone con la storia verso la quale la presente vorrebbe esserne una riedizione.

Mi è sfuggito il momento in cui "Le Strade di New York" è stata presentata come una riedizione di "Solo Contro Tutti".
Ma forse mi sarò distratto io.

I have a dream... che le storie un giorno saranno giudicate per ciò che sono in sé e per sé (anche stroncandole, se è il caso), senza tirare in ballo quanto fosse bello e bravo Nolitta.
Daimon
Daimon
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 24.08.16

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da kit carson il Mer 22 Feb 2017 - 13:10

@Preacher ha scritto:
@contericci ha scritto:Qui siamo in presenza di un criminale pazzoide e sadico sorto dal nulla  

Avrà avuto il suo passato che lo ha portato a diventare boss, non è che tutto deve esserci spiegato.
In questo modo giustificate Burattini a fare pagine di spiegazionismo poi. flower

ma che ce ne può importare di come ha fatto ad arrivare ad essere un boss??? E' boss e basta. Il saperlo non avrebbe contribuito a rendere la storia più interessante, anzi avrebbe sortito l'effetto contrario in quanto avrebbe tolto pagine alla più interessante azione in diretta.

Comunque il paradosso è che ci si lamenta dello spiegazionismo e poi ci sono lettori che vorrebbero spiegazioni sull'inutile.
In questa ottica bisogna anche metterci nei panni del povero Burattini : ma come fa ad accontentarci tutti? C'è chi non vorrebbe lo spiegazionismo, altri che lo chiedono.......che vita grama quella dello sceneggiatore
kit carson
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Tonka il Mer 22 Feb 2017 - 13:17

@kit carson ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@contericci ha scritto:Qui siamo in presenza di un criminale pazzoide e sadico sorto dal nulla  

Avrà avuto il suo passato che lo ha portato a diventare boss, non è che tutto deve esserci spiegato.
In questo modo giustificate Burattini a fare pagine di spiegazionismo poi. flower

ma che ce ne può importare di come ha fatto ad arrivare ad essere un boss??? E' boss e basta. Il saperlo non avrebbe contribuito a rendere la storia più interessante, anzi avrebbe sortito l'effetto contrario in quanto avrebbe tolto pagine alla più interessante azione in diretta.

Comunque il paradosso è che ci si lamenta dello spiegazionismo e poi ci sono lettori che vorrebbero spiegazioni sull'inutile.
In questa ottica bisogna anche metterci nei panni del povero Burattini : ma come fa ad accontentarci tutti? C'è chi non vorrebbe lo spiegazionismo, altri che lo chiedono.......che vita grama quella dello sceneggiatore

concordo...poi anche sul fatto che Zagor non si stupisca come "una volta"... non è nient'altro che normale . Il tempo se pur graficamente non passa... ha un suo valore e questo ipotetico tempo è fatto di esperienze che ...come nella realtà ... eliminano .... in determinate occasioni ...quel certo stupore.

_________________________________________________
JOEVITO NUCCIO: colui che disegna l'anima a Zagor
Tonka
Tonka
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3894
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da toro seduto il Mer 22 Feb 2017 - 14:18

@kit carson ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@contericci ha scritto:Qui siamo in presenza di un criminale pazzoide e sadico sorto dal nulla  

Avrà avuto il suo passato che lo ha portato a diventare boss, non è che tutto deve esserci spiegato.
In questo modo giustificate Burattini a fare pagine di spiegazionismo poi. flower

ma che ce ne può importare di come ha fatto ad arrivare ad essere un boss??? E' boss e basta. Il saperlo non avrebbe contribuito a rendere la storia più interessante, anzi avrebbe sortito l'effetto contrario in quanto avrebbe tolto pagine alla più interessante azione in diretta.

Comunque il paradosso è che ci si lamenta dello spiegazionismo e poi ci sono lettori che vorrebbero spiegazioni sull'inutile.
In questa ottica bisogna anche metterci nei panni del povero Burattini : ma come fa ad accontentarci tutti? C'è chi non vorrebbe lo spiegazionismo, altri che lo chiedono.......che vita grama quella dello sceneggiatore
....non sapevo che a qualcuno piace e vuole lo spiegazionismo .... Rolling Eyes Very Happy
toro seduto
toro seduto
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4578
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : parma

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 22 Feb 2017 - 17:05

@Daimon ha scritto:

Mi è sfuggito il momento in cui "Le Strade di New York" è stata presentata come una riedizione di "Solo Contro Tutti".
Ma forse mi sarò distratto io.

I have a dream... che le storie un giorno saranno giudicate per ciò che sono in sé e per sé (anche stroncandole, se è il caso), senza tirare in ballo quanto fosse bello e bravo Nolitta.

Exclamation

Comunque è vero: c'è qualche riferimento simile( una bambina rapita da ritrovare in città, l'ambientazione cittadina), ma non è una rivisitazione o riedizione di Solo contro tutti. Wink

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11531
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Smash il Mer 22 Feb 2017 - 21:20

@Kramer76 ha scritto:
@Smash ha scritto:Una cosa che manca rispetto a quella pietra miliare, è il senso di impotenza dato dalla persecuzione della legge che deve subire Zagor, mentre qui di un poliziotto neanche l'ombra

ma la storia di burattini non parla di questo...
infatti il titolo originario è "giungla d'asfalto" o una cosa del genere: è una nuova york off limits

mentre "solo contro tutti" (CHE DIO ABBIA IN GLORIA I SUOI AUTORI) parla proprio di quel che dici tu

Il titolo originario veramente era "New York" quando la storia era in lavorazione, Kramer
poi in un primo momento due mesi prima di uscire si pensò a Giungla di pietra e poi si optò per il titolo corrente definitivo

comunque era solo un'osservazione e non un paragone con Solo contro tutti
anche perché il fatto che la polizia non entri in quel quartiere è motivato dal fatto che era corrotta da Mad Saddler e la sua banda
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3136
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Preacher il Mer 22 Feb 2017 - 22:56

@kit carson ha scritto:
@Preacher ha scritto:
@contericci ha scritto:Qui siamo in presenza di un criminale pazzoide e sadico sorto dal nulla  

Avrà avuto il suo passato che lo ha portato a diventare boss, non è che tutto deve esserci spiegato.
In questo modo giustificate Burattini a fare pagine di spiegazionismo poi. flower

ma che ce ne può importare di come ha fatto ad arrivare ad essere un boss??? E' boss e basta. Il saperlo non avrebbe contribuito a rendere la storia più interessante, anzi avrebbe sortito l'effetto contrario in quanto avrebbe tolto pagine alla più interessante azione in diretta.

Immagino che barba a sorbirsi 10 pagine sul passato di Mad Saddler dagli albori della sua carriera criminale. Shocked colaz

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5275
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Thunderman78 il Gio 23 Feb 2017 - 22:26

@osages ha scritto:
@Thunderman78 ha scritto:Sul senso di spaesamento che manca a Zagor trovandosi in città la vedo come Contericci, e fa il paio con la considerazione che mancano quei momenti di riflessione e coinvolgimento emotivo nel personaggio Zagor.

Lo zagor attuale non si spaventa ne` si stupisce davanti a mostri venuti dallo spazio,o di viaggiare in metropolitana nella foresta amazzonica ,figuriamoci se puo` avvertire disagi nel muoversi in una metropoli stella2

stella2

_________________________________________________
http://www.mitiemisteri.it/index.html
Thunderman78
Thunderman78
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1178
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da kit carson il Sab 25 Feb 2017 - 11:45

Dato che le storie cittadine su una testata come Zagor si contano sulla punta delle dita, mi è sembrato abbastanza normale che alcuni forumisti abbiano rammentato solo contro tutti.

Comunque le due  storie sono completamente dissimili, l'unica cosa in comune e' l'ambito cittadino. Tra l'altro anche le città sono diverse, una è New York e l'altra Chicago.

In ogni caso concordo con daimon : fare un confronto con Solo contro tutti non ha molto senso, l'epoca di nolitta oramai è finita. Sulle strade di New York va valutata a se stante, senza farci prendere dalla nostalgia nolittiana
kit carson
kit carson
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3502
Data d'iscrizione : 24.01.15
Località : Lucca

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Liberty Secular Sam il Mer 26 Apr 2017 - 10:14

MOLTO MEGLIO DI SCORSESE

La lettura di questa storia sembra richiamare alla mente due opere  :  <<Gangs of New York>> film  bizzarro , sopra le righe , involontariamente comico e Kitsch del 2002 e  il classico Nolittiano << Solo contro tutti >> del 1968 .
Fortunatamente il racconto non sfigura con l'opera Nolittiana e certamente è nettamente superiore all'insensato film di Scorsese con il quale condivide solo la fonte di ispirazione  . Divertente , pieno di suspense avventurosa e con una spalla o  coprotagonista veramente simpatica , anche se rischia di rubare la scena al nostro amato Cico . Che altro dire , scorre che è un piacere , avvince e convince . Disegni eccellenti di Maggiantini .
Liberty Secular Sam
Liberty Secular Sam
FORUMISTA GRINTOSO
FORUMISTA GRINTOSO

Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 28.01.15

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da capelli d'argento il Mer 7 Giu 2017 - 22:45

Finalmente, dopo parecchi mesi sono riuscito a leggere questo Maxi. rolleyes
Molta azione con Zagor sugli scudi ( mi son piaciute diverse scene, come la rissa nella taverna ed alcuni "interrogatori", che mi son parse parecchio "texiane", tanto che, ormai, non si vedono nemmeno più da tempo proprio su Tex; la lotta nella gabbia con i due molossi; le acrobazie sui tetti ), "spiegazionismi" ridotti al minimo, dialoghi scorrevoli, passabili le gags di Cico che si riscatta, con la colt, almeno nel finale.
Deluso un poco dall' epilogo dove confidavo in uno Zagor più "incisivo" e/o "decisivo" con il sadico Saddler.
Qualche colpo in testa di troppo allo SCLS. pale  
Disegni passabili, forse un poco "legnosi", ma con il volto di Zagor ( pure quello di Cico, direi ) non ci siamo: troppa poco omogeneità, talvolta addirittura da una vignetta all' altra. Idea
Nel complesso sceneggiatura e disegni più che sufficienti: personalmente, una piacevole lettura. C'è stato di peggio. old
Obiettivamente, lo vado scrivendo da tempo, non è facile sfornare storie all' altezza con tutte queste uscite collaterali.
Vedremo dove si andrà a finire...... ^^77ò flower
Hasta luègo.

_________________________________________________
“Il domani spera che noi si abbia imparato qualcosa dallo ieri.”
John Wayne
capelli d'argento
capelli d'argento
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1632
Data d'iscrizione : 02.08.16
Località : canaveìs

Torna in alto Andare in basso

Le strade di New York (Maxi n.29) - Pagina 6 Empty Re: Le strade di New York (Maxi n.29)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum