Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Pagina 10 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12  Seguente

Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Ospite il Mer 14 Set 2016 - 10:55

Preacher (così rispondo anche all'amico Thunderman) non è in discussione il suo modo di scrivere la fantascienza su Zagor. Si capisce che ogni autore doserà i generi narrativi come vuole (cosa dovevano dire Boselli o Sclavi con i loro ritorni di Hellingen? Loro hanno osato MOLTO di più di Burattini). Il punto è che i lettori gli dicono che certe cose nelle sue storie sono assurde o alcuni personaggi non in linea con la serie. Giocoforza LUI specificherà: eh ma che volete, anche Nolitta usava mostri, alieni, creature misteriose eccetera. Non vuol dire che promuove la sua storia o la giustifichi. Mi sembra chiaro. Cosa deve dire mai? Dal punto di vista dello sceneggiatore ha perfettamente ragione, anche se io non mi giustificherei con i lettori se fossi un autore.

Però, spesso bisogna anche mettersi nei panni di Burattini (e gliene dicono tante). Spesso anche Boselli, accusato di scrivere un Tex non canonico, nei vari forum ripete: eh non è vero, il mio Tex è perfettamente glbonelliano (spesso non lo è, meno male che le storie sono quasi sempre ottime) quindi in linea con lo spirito del creatore.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da wakopa il Mer 14 Set 2016 - 11:47

@Preacher ha scritto:
E' vero comunque che vedere Zagor Stallone a petto nudo e con la fascetta in testa, imbracciare una specie di mitragliatore e sparare all'impazzata, si è scaduti veramente sul trash Shocked , mi aspettavo davvero che spuntasse fuori il colonnello Trautman. stella2 Suspect
Allora le cose sono due: o Burattini sta deviando sul genere che ama scrivere anche nei suoi racconti Dall'altra parte a briglia sciolta, oppure sta cercando di accaparrarsi le simpatie dei lettori giovanissimi. Surprised
Rambo e' del 1982, mica tanto giovanissimi,ammettiamo che avessero 10 anni all'epoca ora ne hanno 44 stella2
"ANCHE NOLITTA" clap si ispirava alla cinematografia,forse sceglieva meglio quella da vedere e da citare *.*

@Preacher ha scritto:
Se però per questo dobbiamo inventarci Wendighi buttati lì a forza e Rambi vari, allora preferisco rimanere ancorato a storie western o fantastiche, ma che non si scada sul trash, c'è una bella differenza. Wink Perché vedere Zagor guidare una navicella a forma d'uovo non è più fantastico, ma è fantatrash, non è coerente con quanto visto nella saga precedentemente e la cosa stona.
direi che il trash su zagor e' stato sdoganato almeno da 35 anni,Castelli e Sclavi si sono sbizarriti in tal senso stella2 e quello di Buurattini mi sembra comunque "involontario" il che e' peggio zzzz

sulla querelle Barison si'/no, a mio avviso raccoglie l'eredita' di Donatelli col suo zagor granitico e lontano dal canone ferriano benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 14 Set 2016 - 15:01

@doctorZeta ha scritto:Attenzione, io non stavo difendendo Burattini, stavo semplicemente esprimendo il parere che molti se non leggono Nolitta nei crediti bocciano la storia a priori. Io quando leggo un fumetto, non vado a vedere chi l'ha scritto, ma spero di leggere una buona storia. Essere prevenuti, modifica psicologicamente il giudizio

Io non sono assolutamente d'accordo con questa teoria.
Tra l'altro nel periodo in cui Burattini qualche perla la tirava fuori, anche i più critici e contrari alla sua gestione(Redford o Graziano), lo dicevano che qualche bella storia la stava scrivendo. Quindi non vedo alcun pregiudizio nei confronti di Burattini, sta passando soltanto un periodo dove sta osando, ma con alcuni elementi un po' strampalati, e la gente le nota queste cose.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da graziano il Mer 14 Set 2016 - 15:25

l'uomo che sconfisse la morte,il primo mortimer sono bellissime ma anche altre,chi è che se non legge nolitta sui credits la boccia a priori?
io no sicuro vero è che mi piacciono molto , storie di sclavi,toninelli e anche rauch ultimamente
quello che penso seriamente adesso è che burattini deve staccare con zagor,non è che se per un periodo non lo scrive lui zagor muore,anzi mi sa che gli fa solo del bene
penso che tutti in ambitolavorativo hanno dei periodi di crisi,che c'è di male?
graziano
graziano
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2867
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : falconara marittima

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da doctorZeta il Mer 14 Set 2016 - 16:05

Beh, la stragrande maggioranza riconosce la storia o bella o brutta, una via di mezzo non c'è, o meglio: l'ha scritta Nolitta? No! Ahiahiahi... Fare le pulci a ogni singola virgola, non fa bene al fumetto: trovo commenti di storie carine, non completamente da bocciare o semplicemente godibili, letteralmente massacrate!

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
FORUMISTA HONORIS CAUSA
FORUMISTA HONORIS CAUSA

Messaggi : 9558
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 14 Set 2016 - 16:14

@doctorZeta ha scritto:Beh, la stragrande maggioranza riconosce la storia o bella o brutta, una via di mezzo non c'è, o meglio: l'ha scritta Nolitta? No! Ahiahiahi... Fare le pulci a ogni singola virgola, non fa bene al fumetto: trovo commenti di storie carine, non completamente da bocciare o semplicemente godibili, letteralmente massacrate!

Vabbé, sottolineare che due alieni vengono fatti parlare come due banditi di frontiera, o far notare qualche dialogo innaturale che Hays per la sua mania di spiegare tutto, si mette a svelare a Zagor i suoi piani futuri, non è assolutamente "fare le pulci".

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da doctorZeta il Mer 14 Set 2016 - 16:27

Ok, il riferimento era ad altri albi, questa storia ancora non l'ho letta

_________________________________________________
E ti sta parlando un Bonelli-dipendente...
doctorZeta
doctorZeta
FORUMISTA HONORIS CAUSA
FORUMISTA HONORIS CAUSA

Messaggi : 9558
Data d'iscrizione : 08.06.16
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Thunderman78 il Mer 14 Set 2016 - 20:56

Guitarjim1982 ha scritto:Preacher (così rispondo anche all'amico Thunderman) non è in discussione il suo modo di scrivere la fantascienza su Zagor. Si capisce che ogni autore doserà i generi narrativi come vuole (cosa dovevano dire Boselli o Sclavi con i loro ritorni di Hellingen? Loro hanno osato MOLTO di più di Burattini).
Invece è quello in discussione Guitar, perché se si osa come fatto in quelle due storie che hai nominato va bene.
Burattini mai saprebbe sceneggiare e raccontare il sense of wonder di quelle due avventure, ma perderebbe tempo in pagine di spiegazioni a raccontare come è stato ricostruito Hellingen o come lo stesso si sia insinuato negli incubi di Zagor, pensando che la prima cosa è che tutto debba essere spiegato come se fosse un perfetto meccanismo a incastro, facendo estraniare il lettore dalla lettura e dal sense of wonder. Oltre a scadere sul trash.
Potrà anche osare, ma a Burattini è questo che manca.

_________________________________________________
http://www.mitiemisteri.it/index.html
Thunderman78
Thunderman78
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1178
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Preacher il Mer 14 Set 2016 - 22:46

Guitarjim1982 ha scritto:Preacher (così rispondo anche all'amico Thunderman) non è in discussione il suo modo di scrivere la fantascienza su Zagor. Si capisce che ogni autore doserà i generi narrativi come vuole (cosa dovevano dire Boselli o Sclavi con i loro ritorni di Hellingen? Loro hanno osato MOLTO di più di Burattini). Il punto è che i lettori gli dicono che certe cose nelle sue storie sono assurde o alcuni personaggi non in linea con la serie.

Nessun lettore ho mai sentito o qui, o altrove, sostenere che la fantascienza deve essere bandita da Zagor: ma quando mai Guitar? Shocked flower E' lui che riporta cose inesatte.
E' proprio il suo modo di scrivere la fantascienza su Zagor, troppo patinata, troppo marcata che è in discussione invece. Allora va bene la fantascienza, ma bisogna stare attenti: non vuol dire che sei autorizzato a fare volare Zagor con una navicella a forma ovale,Shocked o a lasciare un mutaforma in giro per Darkwood.  
Non è coerente, e ci sono delle cose che devi fare per rispettare un'identità che fa parte della serie stessa flower quel realismo contorniato di fantastico, ma che faccia solo da cornice, c'è poco da fare!

@wakopa, è vero che Rambo è datato anni '80, ma il fatto che è diventato un'icona del cinema talmente famoso è entrato anche nella mente di qualcuno delle nuove generazioni.Wink
La mia non è una giustificazione a Moreno, la penso come te che vedere Zagor conciato in quel modo e sparare con quel tipo di arma mi ha dato un senso di straniamento. flower

_________________________________________________
"Non c'è cosa più deprimente dell'appartenere a una moltitudine nello spazio.
Né più esaltante dell'appartenere a una moltitudine nel tempo."Nicolás Gómez Dávila
Preacher
Preacher
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5277
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Vasto(CH)

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Devil Mask il Gio 15 Set 2016 - 10:38

@chinaski89 ha scritto:
@Devil Mask ha scritto:
Lo Zagor di Barison è sempre arrabbiato, cupo, ma con un fisico esplosivo, a me piace. Il problema trovo che sia adatto solo a questo tipo di storie a tematica orrore e fantascienza/horror per i suoi disegni cupi. In una storia di indiani e avventura lo troverei non adatto.

Beh basta usarlo solo per questo tipo d'avventure

Certo, però non sarà mai un immenso disegnatore.
A me piace, ma la grandezza di un disegnatore(vedi Ferri, Andreucci e altri) è perché si sono dimostrati validi ed adatti a ogni genere di storia...che sia stata avventurosa, western, misteriosa.

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3345
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Ospite il Gio 15 Set 2016 - 10:56

Beh a Darkwood girano animali di tutte le specie, sono giunti demoni e altro... che volete che sia un alieno mutaforma? stella2

Ogni autore ha il suo stile. Le storie di Burattini possiamo attaccarle nei meccanismi, certo, possiamo notare se i dialoghi sono ripetitivi o verbosi, i personaggi poco ispirati, ma non possiamo fargli le pulci (noi intesi come TUTTI, cioè i lettori che gli mandano la posta, le e-mail, o che scrivono nei forum) dicendo che il suo Zagor non sia rispettoso dei canoni. Lo è e lo sapete bene anche voi. Poi che Sclavi riesca a trasmettere più il sense of wonder che dite voi in Incubi (storia che, diciamocelo, a tanti non piace) è un altro discorso. Ma ricordiamoci anche il finale boselliano della storia con Hellingen in quella sorta di "nulla"... lì pure si è sconfinato. E di tanto, direi.

Burattini scrive Zagor nel 2016. Ed è uno Zagor che va bene per QUESTO periodo. Io ora non ricordo tutte le critiche, ma a ogni volta che lui diceva "anche Nolitta l'ha fatto" pur se può essere paraculismo o come volete voi per me era coerente come ragionamento. Ripeto: COERENTE COME RAGIONAMENTO. Ma "anche Nolitta l'ha fatto" non significa che la storia sia riuscita. Questo è il punto per me importante e che vorrei fosse chiaro. Non è giustificare la storia ma solo la sua coerenza nella serie.

Ora qualcuno dirà: ma Nolitta certe libertà non le ha prese. Beh, si potrebbe discutere. Dirò che è un fatto di calibrazione. Se un'avventura come Magia Indiana non fosse uscita nel 1980 oggi non avremmo avuto le storie hellingeniane e gli alieni, probabilmente anche il filone atlantideo non sarebbe comparso. Ma chissà se la serie sarebbe andata avanti perché, alla fine, tiri tiri la corda ma i canovacci e i soggetti son sempre gli stessi:

Zagor contro trafficanti di liquori
Zagor alle prese con i militari cattivi
Zagor e gli indiani in rivolta

Poi la versione Zagor viaggi e tutte le storie annesse

Zagor contro creature più o meno inverosimili (vampiri, druidi, demoni, mostri eccetera eccetera)

Ecco, alla fine tutto ruota intorno a questi spunti narrativi. Cosa fare di nuovo? Nulla.

Gli Assassini venuti dallo spazio è una buona storia, non perfetta, ma sfrutta la versione "fantascientifica" (che ormai c'è, ha iniziato Nolitta con gli Akkroniani anche se a voi può piacere di più ma quella storia è un capolavoro di fanta-western) del nostro eroe e lascia spazi aperti in futuro. Perché qualcosa mi dice che si collegherà anche con il prossimo ritorno di Hellingen. Ma sono ipotesi le mie, sia chiaro e magari mi sbaglierò.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da chinaski89 il Gio 15 Set 2016 - 11:19

Io infatti non la critico mica perchè ci sono gli alieni. A me da molto più fastidio il going going per esempio, quello si che mi è sempre parso una cacchiata bambinesca. I motivi per cui trovo la storia una ciofeca sono altri: dialoghi assurdi-noiosi, spiegoni, alieni caratterizzati come trappers, soluzione della vicenda "facilona"

Sull' "anche Nolitta" mi hai convinto ma potrebbe dirlo con minor frequenza ecco. Sta litania ormai è una barzelletta. Io in ogni caso continuo a pensare che col fantasy-fantascienza spinti Burattini non dia il meglio di se
chinaski89
chinaski89
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3242
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 15 Set 2016 - 12:37

Recensione de Lo spazio bianco, anche se più che recensione è un commento ai disegni di Barison:

Il #665 di Zenith Gigante, serie che ospita le avventure dello Spirito con la scure, deve essere ricordato in primis come l’ultimo albo di Zagor racchiuso da una copertina di Gallieno Ferri, scomparso ad aprile 2016.
Al suo interno troviamo la seconda parte di una storia scritta da Moreno Burattini, ricca di alieni e di ritorni di vecchi nemici che si erano persi nello spazio profondo. L’autore toscano si diverte a contrapporre a Zagor una galleria di nemici che omaggiano il fantastico popolare, dai comics statunitensi alla letteratura di genere fantascientifico, passando attraverso la citazione di pellicole cult come Rambo.
La storia corre sui binari dell’avventura tipici della tradizione zagoriana, dove western e fantastico si contaminano, seppur questa volta in toni più oscuri stemperati da un finale buonista, ma delicato e commovente, tipico di Burattini.
Proprio i toni oscuri si sposano al tratto di Emanuele Barison che con questa doppia avventura ha esordito sul mensile. Lo stile del disegnatore, fatto di figure e forme scavate dentro vignette dominate dai neri e dalle ombre, è lontano dal tratto classico che di solito troviamo nella testata, ma perfetto per il tipo di racconto qui imbastito.
Il pubblico di Zagor è forse il più tradizionalista tra i lettori dei mensili bonelliani, ma l’arrivo di autori come Barison sulla serie che regalino interpretazioni più personali del personaggio deve essere visto come un fattore positivo, nonostante si alzino voci di protesta e allarmi di “tradimento” della tradizione ferriana, che non può e non deve essere l’unica presente su Zagor.

http://www.lospaziobianco.it/186284-zagor-614-gli-assassini-venuti-dallo-spazio-burattini-barison/

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 15 Set 2016 - 12:53

Guitarjim1982 ha scritto:che Sclavi riesca a trasmettere più il sense of wonder che dite voi in Incubi (storia che, diciamocelo, a tanti non piace) è un altro discorso. Ma ricordiamoci anche il finale boselliano della storia con Hellingen in quella sorta di "nulla"... lì pure si è sconfinato. E di tanto, direi.

Due storie(soprattutto quella sclaviana) che sono impregnate di un senso di ironia ficcante nei personaggi, nelle scene, che è quello che manca a Burattini quando sconfina nella fantascienza o nel fantastico.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11538
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Ospite il Gio 15 Set 2016 - 13:35

@Walter Dorian ha scritto:
Guitarjim1982 ha scritto:che Sclavi riesca a trasmettere più il sense of wonder che dite voi in Incubi (storia che, diciamocelo, a tanti non piace) è un altro discorso. Ma ricordiamoci anche il finale boselliano della storia con Hellingen in quella sorta di "nulla"... lì pure si è sconfinato. E di tanto, direi.

Due storie(soprattutto quella sclaviana) che sono impregnate di un senso di ironia ficcante nei personaggi, nelle scene, che è quello che manca a Burattini quando sconfina nella fantascienza o nel fantastico.

ecco, giusto. Questo penso sia lecito. Critichiamolo su questa linea, se la storia sia riuscita o meno, se i personaggi siano di spessore, se il genere (che sia fantascienza, horror o il fantasy classico) sia stato usato male e non se lui come autore sia stato "canonico" e nolittiano. Perché così eviteremo di fargli usare il noto mantra "e ma l'ha fatto anche Nolitta".

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da newprincevaliant il Gio 15 Set 2016 - 13:50

@Capitan Kidd ha scritto:
3)Molto ben realizzato il finale. I due mostri alieni sembrano praticamente indistruttibili e inattaccabili, sembra tutto finito, lo scenario con Cico, Tonka, il cieco, Miles e l’indiana si tinge di una cupezza senza nessuna speranza, quando arriva Zagor in versione Schwarznegger, l’impatto è notevole e spiazzante a livello emotivo. La storia si trasforma in un Davide contro Golia a livello tecnologico, però mi sarei evitato quel mitra da Nathan Never.

Non mi è piaciuto:

1)Hays che praticamente è a capo di una banda di alieni cattivi. Forse sarebbe stato più credibile che gli alieni, dotati di mezzi ipertecnologici avessero organizzato loro l’evasione da un penitenziario spaziale, e non un trapper. A Hays avrei ritagliato più un ruolo di spalla e non di capo promotore.

[b]Storia: 7,5

Intanto e' grazie a quel mitra alla Nathan Never, che tu ti saresti evitato ,che lo scontro diventa alla pari, e non si trasforma a livello tecnologico in David e Golia. Mentre se Zagor fosse rimasto con la scure e la pistola sarebbe stato un duello fra David e Golia. Insomma e' il contrario di quello che hai espresso a livello logico/grammaticale...
Inoltre, come tu stesso hai notato,affidare ad un personaggio come Hays, un semplice trapper,il  ruolo di capo di una banda di alieni ipertecnologici, mi sa tanto di una barzelletta degna delle situazioni comico/grottesche alla Cico Story. Cos'e'..uno spot pubblicitario per i prossimi speciali di Cico? Basta solo questo passaggio direi fondamentale per far crollare questa storia come un castello di carta.


Ultima modifica di newprincevaliant il Gio 15 Set 2016 - 16:07, modificato 1 volta

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da newprincevaliant il Gio 15 Set 2016 - 14:45

@Spirito senza scure ha scritto: .... o di Arnold Schwarzenegger in Commando (non Predator)

 :

Ho citato volutamente Predator perche' in quel mitico film ci vedo piu' similitudini sia per la location, l'ambientazione, sia per alcune situazioni della trama. Nel primo Predator ci sono degli alieni "Assassini venuti dallo spazio", che sono in agguato nella giungla sudamericana. Qui ci sono degli alieni "Assassini venuti dallo spazio", che sono in agguato nella foresta di Darkwood. Inoltre nel film Commando non ci sono alieni..


Ultima modifica di newprincevaliant il Gio 15 Set 2016 - 16:04, modificato 1 volta

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da wakopa il Gio 15 Set 2016 - 15:49

@Walter Dorian ha scritto:
Guitarjim1982 ha scritto:che Sclavi riesca a trasmettere più il sense of wonder che dite voi in Incubi (storia che, diciamocelo, a tanti non piace) è un altro discorso. Ma ricordiamoci anche il finale boselliano della storia con Hellingen in quella sorta di "nulla"... lì pure si è sconfinato. E di tanto, direi.

Due storie(soprattutto quella sclaviana) che sono impregnate di un senso di ironia ficcante nei personaggi, nelle scene, che è quello che manca a Burattini quando sconfina nella fantascienza o nel fantastico.

oddio nel personaggio kiki manito io non ci ho visto mai tutta questa ironia,anzi nel suo essere didascalico e' insopportabile all'ennesima potenza stella2
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Capitan Kidd il Gio 15 Set 2016 - 16:56

@newprincevaliant ha scritto:
@Capitan Kidd ha scritto:
3)Molto ben realizzato il finale. I due mostri alieni sembrano praticamente indistruttibili e inattaccabili, sembra tutto finito, lo scenario con Cico, Tonka, il cieco, Miles e l’indiana si tinge di una cupezza senza nessuna speranza, quando arriva Zagor in versione Schwarznegger, l’impatto è notevole e spiazzante a livello emotivo. La storia si trasforma in un Davide contro Golia a livello tecnologico, però mi sarei evitato quel mitra da Nathan Never.

Non mi è piaciuto:

1)Hays che praticamente è a capo di una banda di alieni cattivi. Forse sarebbe stato più credibile che gli alieni, dotati di mezzi ipertecnologici avessero organizzato loro l’evasione da un penitenziario spaziale, e non un trapper. A Hays avrei ritagliato più un ruolo di spalla e non di capo promotore.

[b]Storia: 7,5

Intanto e' grazie a quel mitra alla Nathan Never, che tu ti saresti evitato ,che lo scontro diventa alla pari, e non si trasforma a livello tecnologico in David e Golia. Mentre se Zagor fosse rimasto con la scure e la pistola sarebbe stato un duello fra David e Golia. Insomma e' il contrario di quello che hai espresso a livello logico/grammaticale...
Inoltre, come tu stesso hai notato,affidare ad un personaggio come Hays, un semplice trapper,il  ruolo di capo di una banda di alieni ipertecnologici, mi sa tanto di una barzelletta degna delle situazioni comico/grottesche alla Cico Story. Cos'e'..uno spot pubblicitario per i prossimi speciali di Cico? Basta solo questo passaggio direi fondamentale per far crollare questa storia come un castello di carta.

Ohibò, mi sa che sei tu che non hai interpretato la mia metafora Principe Valiant.

Quando tutto sembra perduto e gli alieni sembrano invincibili la parte di Davide è interpretata da Zagor e quella dei giganti agli alieni, nel finale tutto si capovolge, gli alieni sembrano vittime sacrificali che a vedere i fatti, nel combattimento, mettono in difficoltà pochissimo Zagor che li fa fuori senza tanti patemi.

Ho gradito la soluzione, ma al posto del mitra avrei preferito dei vecchi e rudimentali candelotti di dinamite, per rendere l'idea, quindi non vedo un'incoerenza logica in ciò che penso.

Per Hays sono d'accordo, ma è un grosso difetto che non fa cadere la trama come un castello di carte, perché è vero che era a capo, ma c'era anche la soluzione dei condizionatori mentali tra gli alieni e lui che lo rendevano inattaccabile, altrimenti penso lo avrebbero eliminato. Tuttavia, questo Hays rivalutato e a capo di questa banda l'ho trovata abbastanza grottesca.
Capitan Kidd
Capitan Kidd
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 05.09.16

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da newprincevaliant il Gio 15 Set 2016 - 23:36

@Capitan Kidd ha scritto:

Ohibò, mi sa che sei tu che non hai interpretato la mia metafora Principe Valiant.

Quando tutto sembra perduto e gli alieni sembrano invincibili la parte di Davide è interpretata da Zagor e quella dei giganti agli alieni, nel finale tutto si capovolge, gli alieni sembrano vittime sacrificali che a vedere i fatti, nel combattimento, mettono in difficoltà pochissimo Zagor che li fa fuori senza tanti patemi.

Ho gradito la soluzione, ma al posto del mitra avrei preferito dei vecchi e rudimentali candelotti di dinamite, per rendere l'idea, quindi non vedo un'incoerenza logica in ciò che penso.

Per Hays sono d'accordo, ma è un grosso difetto che non fa cadere la trama come un castello di carte, perché è vero che era a capo, ma c'era anche la soluzione dei condizionatori mentali tra gli alieni e lui che lo rendevano inattaccabile, altrimenti penso lo avrebbero eliminato. Tuttavia, questo Hays rivalutato e a capo di questa banda l'ho trovata abbastanza grottesca.

Sicché sarei io a non aver interpretato la tua metafora?? pale pale  Nel tuo primo intervento tu hai parlato genericamente di una situazione che si trasforma.  Ora in questa ultima spiegazione hai aggiunto le parole "capovolgimento della situazione", ma il fatto che gli alieni diventino delle vittime sacrificali di Zagor non era mica così evidente nel tuo intervento precedente...Alla faccia dell'interpretazione.... qui si trattava di avere dei poteri telepatici per leggerti nel pensiero. Vabeh....comunque adesso è tutto chiaro su quello che volevi dire no-ta.  Solo una cosa però, tu hai detto che preferivi una soluzione del tipo "candelotti di dinamite" flower Rolling Eyes...... Peccato che la dinamite sia stata inventata nel 1867, e la trovi solo nelle storie di Tex,  in quelle di Zagor puoi trovare solo la polvere da sparo( usata di recente contro i robot akkroniani).Vedi cosa succede a leggere troppo Tex Willer.... Che alla fine vedi candelotti di dinamite dappertutto, anche nelle storie di Zagor. stella2 stella2 stella2
Per concludere devo dirti che la soluzione del mitra alla Nathan Never è quella più sensata, anche se è la più forzata. Ma del resto Burattini crea una storia con delle situazioni paradossali, per cui alla fine Zagor si trova in un vicolo cieco senza più via di scampo.Non ci sono alternative valide,  solo con quell'arma poteva vincere gli alieni.  Insomma è la soluzione molto forzata ad essere quella più sensata, all'interno di una storia senza senso. Rolling Eyes flower


Ultima modifica di newprincevaliant il Ven 16 Set 2016 - 1:30, modificato 2 volte

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Capitan Kidd il Ven 16 Set 2016 - 0:37

@newprincevaliant ha scritto:
Sicché sarei io a non aver interpretato la tua metafora?? pale pale  Nel tuo primo intervento tu hai parlato genericamente di una situazione che si trasforma.  Ora in questa ultima spiegazione hai aggiunto le parole "capovolgimento della situazione", ma il fatto che gli alieni diventino delle vittime sacrificali di Zagor non era mica così evidente nel tuo intervento precedente...Alla faccia dell'interpretazione.... qui si trattava di avere dei poteri telepatici per leggerti nel pensiero.
Non servivano poteri telepatici, ma leggere tra le righe: ho parlato di due mostri che sembravano indistruttibili, ho detto "entra in scena Zagor, la storia si trasforma", (quello che interpretava la parte di Davide riesce a battere i giganti); era sottinteso che intendevo un cambiamento e capovolgimento, di ruoli, situazioni e finale.

Solo una cosa però, tu hai detto che preferivi una soluzione del tipo "candelotti di dinamite" flower Rolling Eyes...... Peccato che la dinamite è stata inventata ne 1867, e la trovi solo nelle storie di Tex,  in quelle di Zagor puoi trovare solo la polvere da sparo( usata di recente contro i robot akkroniani).Vedi cosa succede a leggere troppo Tex Willer.... Che alla fine vedi candelotti di dinamite dappertutto, anche nelle storie di Zagor. stella2 stella2 stella2
Non è vero, perché i candelotti di dinamite a memoria, vengono utilizzati da Jess e i due evasi nel Tesoro della città fantasma, quando ai lavori forzati per creare caos e fuggire fanno strage di soldati. E se non vado errato anche in Territorio indiano con Black Jordan nella missione, e forse spulciando bene la memoria troverei anche qualche storia.

È la realtà, non conta la mia comune passione e lettura per Tex.
Capitan Kidd
Capitan Kidd
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 05.09.16

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Daimon il Ven 16 Set 2016 - 0:59

Sì, la dinamite si trova in diverse storie di Zagor, ma solo in quelle più vecchie (correggetimi se sbaglio).
Oggi gli autori evitano di inserire questo anacronismo* in quanto il lettore odierno è decisamente più informato/preparato sul contesto storico rispetto al lettore degli anni '60-'70.
Nelle storie dei giorni nostri, quando ci vuole un bel botto, si opta per un barilotto di polvere da sparo: per esempio, nel finale della recente "Fiamme su Merrywell".

*Ci sarebbero anche altri anacronismi, più o meno voluti, come la armi a ripetizione... ma questo è un altro argomento.
Daimon
Daimon
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 24.08.16

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da newprincevaliant il Ven 16 Set 2016 - 1:26

@Capitan Kidd ha scritto: i candelotti di dinamite a memoria, vengono utilizzati da Jess e i due evasi nel Tesoro della città fantasma, quando ai lavori forzati per creare caos e fuggire fanno strage di soldati. E se non vado errato anche in Territorio indiano con Black Jordan nella missione, e forse spulciando bene la memoria troverei anche qualche storia.


Tu mi citi "Il tesoro della città fantasma"  di Toninelli, per fortuna che Burattini e Rauch si guardano bene dal ripetere questi anacronismi che al giorno d'oggi sarebbero impensabili. ^^77ò pipeee

_________________________________________________
Pensa in grande e manda tutti al diavolo (tutti i mediocri)
newprincevaliant
newprincevaliant
FORUMISTA IN CRESCITA
FORUMISTA IN CRESCITA

Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da wakopa il Ven 16 Set 2016 - 11:03

@Daimon ha scritto:

*Ci sarebbero anche altri anacronismi, più o meno voluti, come la armi a ripetizione... ma questo è un altro argomento.

invece e' l'argomento Cool
se passa questo,passano tutti Very Happy

che poi sta cosa degli anacronismi fa ridere , ci sorbiamo le cose piu' incredibili e poi facciamo le pulci ad un po' di dinamite clap benvenuto
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Daimon il Ven 16 Set 2016 - 12:00

Diciamo che Zagor ha un determinato contesto temporale che gli autori, tramite studio e ricerche, cercano più o meno di rispettare.
Vi è, indubbiamente, il peccato originale delle armi a ripetizione, voluto da Nolitta, conscio che fosse un errore, ma ha preferito così piuttosto che armare i personaggi di armi ad avancarica: il pubblico dell'epoca era troppo abituato alle centinaia di pellicole con Colt et similia... non voleva spiazzarli, diciamo.
Ricordo anche, addirittura, un mitragliatore Gatling nella storia dei Lupi Neri... a seguire mi sembra che nessun altro autore lo abbia inserito.
Per il resto, da quello che mi ricordo delle mie ricerche sull'argomento, anche ferrovie e telegrafi sono un po' "forzati" nelle avventure zagoriane... nel senso che erano tecnologie nascenti, non così diffuse.
Al di là di questo, ritengo che il contesto storico sia abbastanza rispettato, sia in merito alle tribù che orbitano attorno alla foresta di Darkwood (seppure immaginaria, ma comunque sita fra Ohio, Pennsylvania e West Virginia) che per i personaggi famosi che fanno capolino nella serie: Marie Laveau, Poe etc.
A me, francamente, piace questo rispetto (pur con qualche eccezione) del contesto storico.
Poi, beh, il fatto che ci siano alieni, Hellingen eccetera non significa che può essere sdoganata qualunque tecnologia per i personaggi "comuni" come Zagor, i trapper e compagnia... se no, ci tocca lo Spirito con la Scure con lo smartphone, come un certo inquilino di Craven Road. Very Happy

Ma forse è meglio non divagare troppo... che sto andando giusto un po' OT.
Daimon
Daimon
MATRICOLA DEL FORUM
MATRICOLA DEL FORUM

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 24.08.16

Torna in alto Andare in basso

Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614) - Pagina 10 Empty Re: Gli assassini venuti dallo spazio (n.613/614)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 10 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum