Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da osages il Mar 5 Gen 2016 - 10:12

Storia bruttina,dialoghi pesanti,spiegoni di zagor ben riportati da kramer in un post precedente.
Finale abbastanza scontato.
Disegni di russo sufficienti considerando che si tratta di un esordio, ma dai prossimi lavori mi aspetto dei sostanziali miglioramenti soprattutto sul volto di zagor e cico.

Voto storia 5,5
Disegni 6
osages
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Walter Dorian il Mar 5 Gen 2016 - 12:21

Sono rimasto deluso.
Le aspettative dopo aver letto il primo albo, erano buone, vista l'atmosfera molto cupa e angosciosa che si intravedeva in un ambiente cittadino; mi aspettavo un giallo-thriller psicologico dove si potessero vedere anche vari omicidi.
In questa seconda parte invece, oltre a qualche dialogo verboso, la storia si riduce soltanto a una serie di vari rimandi in flashback a Le avventure di Gordon Pym, condita da un giallo col colpevole che è sì una soluzione inaspettata-questo è da dirlo-, ma non è nemmeno chissà quale grande mistero che ti tiene incollato alle pagine.
Se anche in una storia che dura un albo e mezzo scarso la si riempie di flashback, vuol dire veramente che è flashback-dipendente Burattini.
Fra l'altro questo Poe è troppo realistico(anche nella realtà era un alcolista) di conseguenza però lontano da quell'affascinante personaggio boselliano.

Disegni di Russo: buone le scene degli inseguimenti sui tetti, bene il suo Cico e Zagor in primo piano. Qualche miglioramento deve apportarlo su Zagor di profilo e sul dinamismo(in alcune vignette delle scazzottate, Zagor sembrava un po' ingessato mentre menava le mani). Comunque è un disegnatore che nonostante sia migliorabile, lascia intravedere buone potenzialità.


Storia: 5
Disegni: 7

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11531
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Thunderman78 il Mar 5 Gen 2016 - 12:59

Un giallo senza tante pretese, senza infamia e senza lode.
Poe praticamente poco attivo, in pratica l'unico compito che ha fatto è stato quello di narrare a Zagor la vicenda del suo libro. Gli è mancato quel carisma e ingegno di Ombre su Darkwood.
La vicenda dei 2 superstiti ha fatto accapponare la pelle anche a me, ma il danno è che è più interessante tutta la vicenda tratta dal libro che quella a tinte gialle.
Russo mi è piaciuto abbastanza.

Storia: 6
Disegni: 7

_________________________________________________
http://www.mitiemisteri.it/index.html
Thunderman78
Thunderman78
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1178
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Marco Felipe il Mar 5 Gen 2016 - 20:34

Personalmente molto soddisfatto. Un'ottima storia che sfrutta nel modo migliore la presenza dei "nostri eroi" alla base di altrove dando continuità all'episodio precedente. Storia che non ritengo di transizione perchè pur dipanandosi nell'arco di meno di 150 pagine, ha tutti gli ingredienti di un'ottima avventura giallo noir. Trama e sceneggiatura scorrevole, personaggi ben caratterizzati nonostante la breve comparsata. Davvero belli i disegni di Russo: ottimi i primi piani di Zagor, avvincenti e dinamiche le scene d'azione; molto curati gli sfondi e le inquadrature.
Storia: 8
Disegni : 8,5
Marco Felipe
Marco Felipe
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1363
Data d'iscrizione : 31.01.15
Località : sassari

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Kramer76 il Mer 6 Gen 2016 - 12:20

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 168wvtv

il mostro di philadelphia
l'unico difetto è che un riempitivo.. ma forse è meglio così. anzi, è giusto così. la storia è una curiosa appendice sia di mad doctor (altrove e l'anatomia), sia di antartica. dove li avete visti tutti questi spiegoni? basta con questo antispiegazionismo di maniera. mi è parso che burattini sia molto contenuto, vuoi lo spazio, vuoi che non è un vero giallo, ma solo un omaggio a poe e pym (le avventure di gordon-). la prima vera storia "antropophagus" di zagor: esplicita, intendo. zagor spieca poco, ma mena tanto e sgambetta viepiù: quanta acqua sotto i ponti da quello spurgo di il bounty killer! divertente la prima scena sui tetti: russo è stato bravo. molto bello l'inizio tributo involontario a velluto blu. poe non è quello di boselli, ma mi ha divertito e commosso il tentativo di zagor di disintossicarlo. momento scult:"mr. wilding, metta una firma". dategli il tesserino!

voto 6,5


Ultima modifica di Kramer76 il Dom 8 Set 2019 - 11:16, modificato 6 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 6 Gen 2016 - 12:49

@Kramer76 ha scritto: dove li avete visti tutti questi spiegoni? basta con questo antispiegazionismo di maniera. mi è parso che burattini sia molto contenuto, vuoi lo spazio, vuoi che non è un vero giallo, ma solo un omaggio a poe e pym (le avventure di gordon-). !

Lo spiegazionismo è pochissimo e poco fastidioso, ma questi omaggi e citazionismi su cui vengono fondate certe storie tipo questa, mascherano un compitino che si è limitato a fare l'autore, nonché poca creatività. La stessa cosa la dissi per Labirinto verde di Mignacco.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11531
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Devil Mask il Gio 7 Gen 2016 - 10:23

Un riempitivo con poco mordente e molto parlato.
Di giallo e thriller c'è praticamente pochissimo perché la maggior parte delle tavole è dedicata alla narrazione delle parti salienti del libro di Poe.
Tra le peggiori di Burattini dell'epoca.

Ottimi i disegni di Russo, un bell'esordio. Abilissimo nel disegnare l'ambiente di Philadelphia, belli anche alcuni volti.

Storia 4,5
Disegni 8,5

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3342
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Spirito senza scure il Gio 7 Gen 2016 - 11:46

Il soggetto della storia è quasi da "ottimo", l'idea di base è nel complesso geniale, ma la sceneggiatura fa un po' acqua ... comunque, essendo una storia riempitiva, seguente a un grande ritorno, bisogna ammettere che in passato abbiamo letto ben di peggio!
Ultimamente ho notato diversi errori di battitura nei testi, come ad esempio a pag. 75 dove Zagor afferma di "essere sucuro di sì"...strano non si accorgano e correggano...
Non sono un esperto di armi, ma è possibile che il killer, nel finale, spari ben 8 colpi senza ricaricare? Al di là del ben noto e accettato anacronismo che sappiamo voluto da Nolitta, circa le armi da fuoco ricaricabili e nella realtà non ancora prodotte all'epoca di Zagor, ma anche ai tempi di Tex, ad esempio, esisteva un tamburo con 8 proiettili? Rolling Eyes
Infine i disegni: discreti, ma migliorabili; come spesso accade a molti disegnatori, tra l'altro, non mi è piaciuto per nulla Cico, mentre Poe anche meglio di Zagor!

_________________________________________________
Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 AAD22eAzDkdil2mHOCFAMUgDa
Spirito senza scure
Spirito senza scure
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2864
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Abruzzo

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Devil Mask il Gio 7 Gen 2016 - 12:42

@Spirito senza scure ha scritto: Al di là del ben noto e accettato anacronismo che sappiamo voluto da Nolitta, circa le armi da fuoco ricaricabili e nella realtà non ancora prodotte all'epoca di Zagor, ma anche ai tempi di Tex, ad esempio, esisteva un tamburo con 8 proiettili? Rolling Eyes

La smith & wesson che ha il tamburo a 8 colpi, ai tempi di Zagor esisteva.

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3342
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Spirito senza scure il Gio 7 Gen 2016 - 19:43

@Devil Mask ha scritto:
@Spirito senza scure ha scritto: Al di là del ben noto e accettato anacronismo che sappiamo voluto da Nolitta, circa le armi da fuoco ricaricabili e nella realtà non ancora prodotte all'epoca di Zagor, ma anche ai tempi di Tex, ad esempio, esisteva un tamburo con 8 proiettili? Rolling Eyes

La smith & wesson che ha il tamburo a 8 colpi, ai tempi di Zagor esisteva.

Come ho scritto non sono un esperto, ma leggendo su Wikipedia: La Smith & Wesson è una fabbrica statunitense di armi leggere fondata nel 1852 ... Questo calibro nato nel 1935 si chiama 357 Magnum e fu camerato per la prima volta in pistole di telaio N, estremamente grande in rapporto al calibro, ma la metallurgia dell'epoca non permetteva di resistere ad elevate pressioni senza elevati spessori, mentre oggi con le stesse dimensioni il numero dei colpi è stato aumentato da 6 a 8 colpi.

Da quanto ne deduco ai tempi di Zagor non esisteva, ma ripeto, evidentemente c'è una spiegazione flower

_________________________________________________
Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 AAD22eAzDkdil2mHOCFAMUgDa
Spirito senza scure
Spirito senza scure
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2864
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Abruzzo

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Smash il Ven 8 Gen 2016 - 10:16

Gialletto patinato ma senza alcun mordente per il personaggio che torna in scena e per delle caratterizzazioni di personaggi praticamente assenti. Cico è uno stoccafisso e non convince per nulla questo Poe in versione cantastorie alcolizzato: quasi l'ombra di quel fascinoso e brillante agente Raven di marca Boselliana.

Burattini strizza l'occhio a un classico del vero EA Poe, ci infila qualche inseguimento ad effetto come quando Zagor aggranfia Tibbs o l'entrata casuale spacca vetri dentro la casa di quelle signore, ma in alcune parti risulta molto verbosa e si trascina stancamente verso la fine.

Non coinvolge soprattutto per la leggerezza con la quale alcuni generi di questa storia vengono trattati: scarsa la tensione, assente il giallo-psicologico

Molto buono Russo(voto 7,5) al suo esordio.

Voto complessivo(soggetto e sceneggiatura) 5
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3136
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Smash il Ven 8 Gen 2016 - 10:31

@Kramer76 ha scritto:poe non è quello di boselli, ma mi ha divertito e commosso il tentativo di zagor di disintossicarlo.

Certo...flower dal geniale personaggio che aveva gabbato Hellingen a un semplice narratore: che fine.
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3136
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Jeremiah Johnson il Sab 9 Gen 2016 - 9:54

Sarebbe bello che almeno qualcuno di voi sottolineasse che Cico non c'è!
E' sparito, non conta nulla, gli si concede solo qualche battuta cretina, non è più l'amico di Zagor paffuto e maldestro.
Perchè state zitti?
Perché vi siete adattati silenti a questa forzatura?
Perché?

_________________________________________________
Sky his is ceiling,
grass his is bed,
a saddle is the pillow
for a cowboy's head.
Where the eagles scream
and the catamounts squall,
the cowboy's home
is the best of all.
Jeremiah Johnson
Jeremiah Johnson
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Kramer76 il Sab 9 Gen 2016 - 10:09

perchè le gag-fiume sono terribili attualmente

quindi meglio niente... o dell'umorismo latente
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Smash il Sab 9 Gen 2016 - 10:57

Redford ha scritto:Sarebbe bello che almeno qualcuno di voi sottolineasse che Cico non c'è!
E' sparito, non conta nulla, gli si concede solo qualche battuta cretina, non è più l'amico di Zagor paffuto e maldestro.
Perchè state zitti?
Perché vi siete adattati silenti a questa forzatura?
Perché?

"Cico è uno stoccafisso", l'ho scritto nel mio commento.
mi sembra eloquente.
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3136
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da natural killer il Sab 9 Gen 2016 - 11:14

@natural killer ha scritto:.....
Cico.
Il mio messicano preferito resta decisamente in ombra in questa storia che pur avrebbe potuto regalarci qualche suo intervento a smorzare la tensione di una vicenda cupa dall'inizio alla fine.
.....


già scritto...

_________________________________________________
the haematologist
natural killer
natural killer
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 16146
Data d'iscrizione : 27.01.15
Località : Sardegna centro orientale

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da graziano il Sab 9 Gen 2016 - 12:38

io nemmeno commento più,tanto è la solita storia,c'è bisogno di gente nuova o all'altezza e meno permalosa
saluti
graziano
graziano
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2867
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : falconara marittima

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da chinaski89 il Sab 9 Gen 2016 - 12:41

Quindi qualcuno l'aveva già sottolineato e non c'è adattamento silente
chinaski89
chinaski89
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3242
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Walter Dorian il Sab 9 Gen 2016 - 12:45

Io non l'ho sottolineato per il semplice fatto che quando ho scritto che Burattini quando si ferma e spiega tutto con i rimandi a Gordon Pym verbosi, toglie spazio a quello che potrebbero essere i momenti belli ed emozionanti di una sceneggiatura: e tra questi c'è anche Cico.
Poi @Kramer76, basterebbe anche qualche siparietto di 2/3 vignette o qualche battuta fatta bene, non serve per forza la gag di 15 pagine.

_________________________________________________
PRENOTAZIONI ZAGORIANITA' N.12 - LA RIVISTA
Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 2gtvj8z
Walter Dorian
Walter Dorian
campione Febbre a 90
campione Febbre a 90

Messaggi : 11531
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da osages il Sab 9 Gen 2016 - 13:39

Ora ci si acconteterebbe anche di solo 2-3 vignette divertenti di cico pur di non vederlo emarginato come adesso....,pensare che una volta era talmente protagonista che oltre alle gag di 10-15 pagine, spessissimo toglieva dai guai zagor,salvandogli la vita:^yawn^:
osages
osages
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Jeremiah Johnson il Sab 9 Gen 2016 - 18:42

Esatto Osages.
Ma potete immaginare che potenziale aveva una storia ambientata a Philadelphia?
Tra ristoranti di lusso, anziane nobildonne, la stessa base di Altrove...
E sì che Burattini il messicano nelle proprie corde lo ha eccome!
Degli altri non parlo, sono totalmente incapaci di gestire Cico, a parte forse Rauch.
Mi chiedo solo chi glielo faccia fare di scrivere per Zagor!
Ah già, la pagnotta..

_________________________________________________
Sky his is ceiling,
grass his is bed,
a saddle is the pillow
for a cowboy's head.
Where the eagles scream
and the catamounts squall,
the cowboy's home
is the best of all.
Jeremiah Johnson
Jeremiah Johnson
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Andrea67 il Sab 9 Gen 2016 - 23:11

Poco più che sufficiente, e quindi abbastanza deludente, questa cittadina di Burattini che ad un buon soggetto non fa seguire un’altrettanto fluida sceneggiatura.
Troppi racconti, troppi flashback, addirittura lo stesso racconto ripetuto due volte: da Poe nel riassunto del romanzo e dall’armatore che raccontava quanto realmente accaduto. Eppure, era stato già detto che la prima parte del romanzo era in gran parte basata su una storia realmente accaduta. Che bisogno c’era di ripetersi?
Anche il personaggio dell’armatore, sia pure inserito per depistare il lettore, mi sembra abbastanza debole, così come è debole la motivazione dei suoi gesti.
Insieme a questo, per fortuna, c’è anche tanta azione, con Zagor che si mette in mostra più volte in piroette e scontri fisici.
Infine, non ho capito da dove è uscita la spiegazione finale data da Poe: cioè, come ha appreso quello che ha raccontato e perché non lo aveva intuito prima?
Molto buono invece l’esordio di Fabrizio Russo che si trova molto a suo agio con le illustrazioni cittadine e che vorrei rivedere in scenari Darkwoodiani.
Voto alla storia: 6,7
Voto ai disegni: 8,5


Ultima modifica di Andrea67 il Dom 10 Lug 2016 - 10:02, modificato 1 volta

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da graziano il Dom 10 Gen 2016 - 8:56

Redford ha scritto:Esatto Osages.
Ma potete immaginare che potenziale aveva una storia ambientata a Philadelphia?
Tra ristoranti di lusso, anziane nobildonne, la stessa base di Altrove...
E sì che Burattini il messicano nelle proprie corde lo ha eccome!
Degli altri non parlo, sono totalmente incapaci di gestire Cico, a parte forse Rauch.
Mi chiedo solo chi glielo faccia fare di scrivere per Zagor!
Ah già, la pagnotta..
dai tempo e vedrai che se ne uscirà paragonandola a solo contro tutti.... incaz
graziano
graziano
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2867
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : falconara marittima

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Jeremiah Johnson il Dom 10 Gen 2016 - 10:31

@Andrea67 ha scritto:Poco più che sufficiente, e quindi abbastanza deludente, questa cittadina di Burattini che ad un buon soggetto non fa seguire un’altrettanto fluida sceneggiatura.
La storia della sua vita... Cool

_________________________________________________
Sky his is ceiling,
grass his is bed,
a saddle is the pillow
for a cowboy's head.
Where the eagles scream
and the catamounts squall,
the cowboy's home
is the best of all.
Jeremiah Johnson
Jeremiah Johnson
Novellino del forum
Novellino del forum

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Devil Mask il Lun 11 Gen 2016 - 10:04

@Spirito senza scure ha scritto:
@Devil Mask ha scritto:
@Spirito senza scure ha scritto: Al di là del ben noto e accettato anacronismo che sappiamo voluto da Nolitta, circa le armi da fuoco ricaricabili e nella realtà non ancora prodotte all'epoca di Zagor, ma anche ai tempi di Tex, ad esempio, esisteva un tamburo con 8 proiettili? Rolling Eyes

La smith & wesson che ha il tamburo a 8 colpi, ai tempi di Zagor esisteva.

Come ho scritto non sono un esperto, ma leggendo su Wikipedia: La Smith & Wesson è una fabbrica statunitense di armi leggere fondata nel 1852 ... Questo calibro nato nel 1935 si chiama 357 Magnum e fu camerato per la prima volta in pistole di telaio N, estremamente grande in rapporto al calibro, ma la metallurgia dell'epoca non permetteva di resistere ad elevate pressioni senza elevati spessori, mentre oggi con le stesse dimensioni il numero dei colpi è stato aumentato da 6 a 8 colpi.

Da quanto ne deduco ai tempi di Zagor non esisteva, ma ripeto, evidentemente c'è una spiegazione flower

Ho sempre il vizio di collocare la temporalità di Zagor a metà 1800.
Comunque se è così hai ragione tu.

_________________________________________________
Maurizio
Devil Mask
Devil Mask
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3342
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Isola della Scala(VR)

Torna in alto Andare in basso

Il mostro di Philadelphia (n.605/606) - Pagina 3 Empty Re: Il mostro di Philadelphia (n.605/606)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum