NICK RAIDER

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 6 Mar 2016 - 14:34



DI NIZZI E ANTINORI (SOGGETTO DI COLOMBO)

Vite vendute arriva come un fulmine a ciel sereno nella saga del nostro detective preferito. L'inizio è esplosivo: una sparatoria iniziata in un piccolo mini-market coinvolge Nick, Marvin e due banditi. Durano lo scontro a fuoco un bambino viene ferito e la pallottola è uscita dalla pistola del nostro eroe. Immediata la sospensione da altri incarichi, Nick consegna a malincuore la patacca al vecchio Rayan. Ma è solo l'inizio, perché in Vite vendute c'è molto di più. Un albo strapieno di personaggi che sono persone, di sorperse, di narrazione calibrata e dolorosa ma anche di sottile senso di colpa e voglia di rivincita. Nick decide di impiegare il tempo libero e di indagare per conto di un padre disperato su una vicenda torbida e che riguarda un giro di prostituzione, due biechi malviventi che sembrano usciti da I Miserabili di Victor Hugo, una ragazza tutto pepe di nome Holly che sogna di diventare un'attrice famosa e due agenti degli affari interni. Il fulcro di questa storia sono le ricerche della povera Lisa Van Damme coinvolta, insieme a un gruppo di innocenti bambini, in un circuito di perversi snuff-movies. Basta leggere, osservare, apprezzare la scena di pagina 85, vedere come Nizzi, con rara sensibilità, ci mostra un eroe che, incurante delle fiamme... non posso rivelare di più! Albi come questo dovrebbero far cambiare idea ai detrattori di Nizzi. Un soggetto noir e colombiano come non mai che si adatta meravigliosamente a un episodio senza dubbio tra i migliori della serie. Restando nell'ambito del giallo, non leggere questa storia è davvero un delitto!


Ultima modifica di Guitarjim1982 il Dom 6 Mar 2016 - 15:22, modificato 1 volta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 6 Mar 2016 - 14:52



DI NIZZI E ROSSI

Questa storia non è solo un albo special ma anche un rendez-vous. Tornano in scena vari personaggi visti in altre storie della serie, tra cui la sosia di Marilyn Monroe di Il quarto testimone, l'agente Random dell'FBI e il boss della mafia Vito Saracyno conosciuto in La maschera dell'assassino. Che Nick avrebbe prima o poi pestato i piedi a cosa nostra era inevitabile, ma che lo facesse proprio a casa nostra una novità! Infatti il nostro eroe, insieme alla bella Marilyn, parte per Roma, in una vicenda che ruota su un patto scellerato tra Triadi cinesi, Yakuza giapponese e Mafia italiana. Un Jimmy versione Sigmund Baginov che s'insinua nei computer dell'FBI, un Nizzi malizioso che ci mostra una scena sì e l'altra pure un Nick in preda a crisi ormonali che manco un tredicenne, e perfino un improbabile (ma divertente) Nando Moriconi-Alberto Sordi! E cosa dire dei baffi posticci di Nick così improponibili rispetto alla barba incolta vista nell'episodio Vite perdute? Nel mirino della Mafia è una vicenda stramba, Nizzi si diverte, gioca, ma io preferisco la drammaticità di altre sue sceneggiature. Ma in fondo so di sbagliarmi perché il finale di quest'albo, "girato" a Città del Vaticano qui sede ideale per le organizzazioni criminali, è uscito nel 1991: visti gli scandali recenti di Vatileaks questa storia potrebbe apparirmi perfino attuale!
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 6 Mar 2016 - 16:03



DI NIZZI E RAMELLA

Il sogno di una rapina, di mettere a segno un colpo che possa sistemare le cose, salvarci da un futuro di povertà e debiti. Chi non ha mai sognato di svaligiare una banca? Da perfetto peccatore di pensiero io l'ho fatto varie volte e Tragica Rapina parte proprio da questo presupposto ma poi prende una piega inaspettata. Johnny, Berni Kruger e Shorty sono tre ladri per caso o per bisogno che s'invischieranno in una faccenda in cui - mal per loro - sono coinvolti il rozzo Capitano White degli affari interni e un membro dell'antimafia complice della criminalità organizzata capeggiata da Mike Laganà. E, naturalmente, il nostro Nick. Morale della favola? L'amicizia. Quella che lega un personaggio come Alfie, informatore dei madama che abbiamo apprezzato in tanti episodi della serie, che a causa del legame con un dei tre ladri invoca l'aiuto del migliore agente della Omicidi. Inine due righe per il disegno di Ramella, perfetto nel delineare una New York notturna ma soprattutto le figure i tre ladri di questo episodio: personaggi molto più umani di chi, invece, dovrebbe rappresentare la legge e che, in Tragica Rapina, si scopre essere una mela marcia. Tre perdenti... proprio come noi.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 20 Mar 2016 - 14:06



Che Claudio Nizzi sia un narratore straordinario e un grande del fumetto non sono io a sostenerlo: basta leggere le sue migliori produzioni per capirlo. Nella mia rilettura delle sue storie di Nick Raider mi sono accorto di come questo autore si sia sacrificato per portare avanti la "causa" Tex sobbarcandosi per anni l'intera produzione sulle sue spalle delle avventure del ranger. Storie come Un ranger del Texas e Fuga da Anderville sono due capolavori assoluti e la nella fascia 300-400 di Tex abbiamo un autore in totale asservimento verso il personaggio in grado di scrivere ottime storie.

Certo, poi c'è stata la prima crisi di Nizzi che, a inizio anni Novanta, lo costrinse ad allontanarsi dal fumetto e ad abbandonare sia Tex che Nick. Ed è proprio con Nick che Nizzi ha avuto il grande rimpianto di aver dovuto abbandonarlo prima del tempo per dedicarsi solo ad Aquila della Notte. Dopo Tragica rapina, nel 1992 uscirono solo tre sceneggiature firmate dall'autore di Fiumalbo. Bisognerà aspettare più di un anno per rivederlo sulla serie regolare.

E voglio riprendere ad analizzare le storie di Nizzi da Il Budda scomparso, albo che segna l'esordio di Ramella alle copertine e una maggiore esposizione, a suo tempo, di Nick in edicola con l'uscita dell'Almanacco e l'innesto di altri autori come Paolo Ongaro (che sulla serie utilizzerà lo pseudonimo di Alfredo Nogara). In quella che definisco la "seconda fase" di Nizzi, avremo un autore più maturo e con la piena padronanza del suo fumetto. Il Budda scomparso è ancora una storia del "primo" Nick, ma già dalla successiva Immagini di morte e con le altre che analizzerò in seguito potremo capire come questo fumetto dalle enormi potenzialità meriti non solo un ritorno nelle edicole con storie inedite, ma anche uno di quei bei volumi Omnibus che la Bonelli sta lanciando in libreria.


Ultima modifica di Guitarjim1982 il Mar 29 Mar 2016 - 18:55, modificato 1 volta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 20 Mar 2016 - 14:17



DI NIZZI E CARAMUTA

Una nuova indagine per il nostro Nick Raider e un'avventura che inizia nella lontana Honk Kong. Tre pericolosi malviventi nascondono la refurtiva della loro rapina, un consistente numero di diamanti, in un piccolo Budda che solcherà l'oceano per arrivare a New York sulla nave del Capitano Vickers. I diamanti interessano anche Lao Chang, personaggio orientaleggiante che abbiamo conosciuto nello special Nel mirino della Mafia. E sarà proprio il buon Lao a indirizzare Nick nelle indagini e a capire chi diavolo ha fatto sparire i diamanti. Un episodio tutto sommato di transizione ma ben scritto, e che diventa pregevole grazie al personaggio di Velda Norris, femme fatale che sembra uscita da un noir degli anni '30 e che Nizzi, nell'ispiratissimo dialogo finale tra lei e Nick, consegna alla storia di questa serie.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 20 Mar 2016 - 14:30



DI NIZZI E RAMELLA (SOGGETTO DI COLOMBO)

Immagini di morte non è un poliziesco come tanti ma un efficace thriller con tanto di paranoramale. In questa storia Nizzi torna ai suoi fasti in quello che è l'albo più sclaviano della serie. Già, perché nella tavola iniziale sembra di essere sul set di Memorie dall'Invisibile, capolavoro dell'autore di Dylan Dog, mentre il personaggio di Efrem, un venticinquenne affetto da una malattia che non gli ha permesso di crescere, anticipa di qualche anno il concetto dell'essere "mostri" in albi memorabili come Johnny Freak. E se Nizzi gioca, anticipa e cita Sclavi, è Efrem il protagonista di questa vicenda, o meglio, le sue "visioni" (imagini) che permettono a Nick di scoprire chi sia l'assassino della povera prostituta... una vicenda toccante, che sfiora il lirismo di storie come Vite Vendute e che è efficacemente disegnata da un Ramella capacissimo di donare a Efrem una dolcezza e purezza insolita insieme a una debolezza che fa breccia nel cuore del lettore e in quello di Nick. Un episodio "umano", sotto certi aspetti, ma anche angosciante e snervante. Qualcosa di "diverso".
I mostri, o meglio, Efrem - per dirla alla Sclavi - siamo noi?


Ultima modifica di Guitarjim1982 il Dom 20 Mar 2016 - 14:52, modificato 1 volta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Dom 20 Mar 2016 - 14:49



DI NIZZI E POLESE (SOGGETTO DI COLOMBO)

Una serie di successo si basa anche e soprattutto sui comprimari. Marvin Brown, lo scanzonato detective amico fraterno di Nick è più che un comprimario ma un vero pard (per dirla alla Tex) tanto da coinvolgere il nostro eroe in quella che doveva essere una rassicurante vacanza che, però, si trasforma nel solito gioco della morte. In La palude dei veleni Nizzi manda i nostri eroi in Lousiana, tra acquitrini, Cajun e alligatori per assistere al matrimonio della cugina di Marvin. Uno scenario perfetto per una storia di bande rivali, trafficanti di droga, e poliziotti dai metodi poco ortodossi, ma anche per presentare parte della famiglia Brown e dei suoi parenti, un autentico campionario di caraterristi da commedia. Tutto inizia dal rapimento di Gideon (novello sposo di Harriett, cugina di Marvin) un ragazzo con qualche precedente che fa gola ai trafficanti, che vorrebbero trasformarlo in un epigono di Walter White ("Jessy dobbiamo cucinare!": questa la capiranno solo i fan di Breaking Bad). E a proposito di citazioni post e meno post, dopo la Marilyn Monroe di Il quarto testimone Nizzi ci presenta Dominique - che qui ha le fattezze della cantante Cher prima della chirurgia plastica - facendoci capire quali sono i suoi ideali di bellezza, personaggio che avrà un ruolo centrale in un'avventura ricca di sparatorie, inseguimenti, paludi mefitiche, vendette tra bande e spargimenti di sangue. Davvero una bella vacanza Nick!
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 21 Mar 2016 - 16:01



DI NIZZI E ROI

Questo special è una sorta di Che fine ha fatto Mary Rose? 2.0. con, in più, i disegni superlativi e claustrofobici di Corrado Roi. La trama è una rivisitazione del primo albo special, c'è poco da dire, ma Nizzi con buon mestiere riesce a imbastire una storia tra il giallo e l'horror. La setta di assassini rituali, la bimba e la nonnina scomparse e Julia Meyer (che, guarda un po', ha il volto di Julia Roberts, con Nizzi che continua a citare dive famose del cinema americano nelle storie fuoriserie), una donna che ha la capacità di fare sogni premonitori e che ha avuto una visione su cosa sia successo alle vittime di questo special e sui suoi assassini. E' tutta l'architettura di L'Incubo è incentrata proprio su dubbi, le paure, le nevrosi di Julia con il nostro detective che assiste agli eventi quasi in balia e attendendo, come noi lettori, lo sviluppo della vicenda. Il "montaggio" della storia insieme ai disegni è il punto vitale di questo episodio, con un Nizzi più regista che scrittore che significa: meno Nick, poca azione, ma decisamente più atmosfera roiana.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 21 Mar 2016 - 16:28



DI NIZZI E RAMELLA

Pescare nel passato dei protagonisti principali di un fumetto è una cosa che è sempre piaciuta ai lettori. Marvin consultando un vecchio album di famiglia si lascia andare ai ricordi: dalla cotta per la cugina Harriet, alle partite di baseball in strada, ai dollari spesi per vedere le tette di una procace prostituta, alle prime marachelle da teppista. Immagini di vita vissuta. E poi c'è Brubaker, poliziotto tedesco che ha preso di mira lui e i suoi amici del cuore, Sammy e Shorty, in questa storia urbana e di quartiere. Ma i nostri eroi-bambini escogiteranno un espediente per levarselo definitivamente di torno davvero divertente. Ne Il giovane Marvin si respira un'aria positiva, da buon fumetto, di storia onesta mirata al puro intrattenimento e, rileggendolo, mi è parso di tornare indietro nel tempo, tra gli anni Ottanta e Novanta, quando in tv impazzavano le sit comedy con protagonisti uomini e famiglie di colore, da Otto sotto un tetto a I Robinson, passando per i primi film di Spike Lee. E a fine albetto Marvin promette ai lettori di raccontare altre storie del suo passato, di quando decise di diventare poliziotto piuttosto che un criminale. Già, perché in un universo o fumetto alternativo avremmo potuto assistere al nostro eroe dall'altra parte della barricata perché la vita s'intreccia al destino e può essere imprevedibile: per fortuna il "giovane Marvin" ha lasciato spazio al detective dalla battuta facile e la pistola pronta, amico fraterno di Nick.


Ultima modifica di Guitarjim1982 il Lun 21 Mar 2016 - 17:13, modificato 1 volta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da chinaski89 il Lun 21 Mar 2016 - 17:09

Accidenti questa di Marvin me la ricordo benissimo anche se l'avrò letta almeno dieci anni fa, forse di più. Lo speciale invece per nulla. Dovrei averla ancora da qualche parte in soffitta o qualche altro meandro di casa mia insieme a fumetti vari che compravo di tanto in tanto senza seguirli con costanza. Mi ricordo molto bene soprattutto l'espediente per togliersi di mezzo il crucco. Molto divertente questo allegato
avatar
chinaski89
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3104
Data d'iscrizione : 21.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Lun 21 Mar 2016 - 17:18

@chinaski89 ha scritto:Accidenti questa di Marvin me la ricordo benissimo anche se l'avrò letta almeno dieci anni fa, forse di più.  Lo speciale invece per nulla. Dovrei averla ancora da qualche parte in soffitta o qualche altro meandro di casa mia insieme a fumetti vari che compravo di tanto in tanto senza seguirli con costanza. Mi ricordo molto bene soprattutto l'espediente per togliersi di mezzo il crucco. Molto divertente questo allegato

sì l'allegato è davvero divertente, come ho scritto sopra, mentre lo special è a tratti una bella storia ma che lascia poco spazio all'eroe. Non che sia un dramma ma in un poliziesco io voglio che sia l'eroe a indagare e risolvere il caso. Nick lo fa ma in quest'avventura mi sembra più uno spettatore... ma forse per una storia particolare come questa, e non a caso fu scelto Roi per illustrarla, ci sta un albo diverso dal solito...

Decisamente meglio lo special numero 8 che analizzerò prossimamente, e che è davvero un capolavoro magistralmente scritto da un Nizzi super e disegnato da un grande Mastantuono.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Gio 24 Mar 2016 - 18:41



DI NIZZI E BRINDISI

Non poteva mancare un albo in parte hard boiled incentrato su un amico di Nick, tale Frank "Bogey" Bishop. Occhio privato è il titolo di questa storia scritta da Claudio Nizzi, un omaggio proprio quelle atmosfere anni '40 di cui Nick Raider (Falcon) doveva avere a inizio serie. Il vecchio "Bogey" è una stralunato e perdente detective con tanto di ufficio privato, che vive in un trascurato appartamento sprofondato tra lattine di birra e cicche di sigarette mentre guarda vecchie vhs. Non ha l'aria del "duro, il vecchio Frank, anche se assomiglia come una goccia d'acqua a Humphrey Bogart. Ma Occhio privato è una storia tesa e drammatica sulla sparizione di una ragazza, un imprevedibile scambio d'identità e il solito corrotto che vuole nascondere un omicidio. Belli i siparietti tra Nick e Marvin, ma il protagonista questa volta è lui, Frank "Bogey" Bishop, detective privato alla ricerca di un ruolo d'autore ma anche un "duro" dal cuore buono.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Gio 24 Mar 2016 - 19:08



DI NIZZI E BRINDISI

Lo ammetto, mi sono divertito. Una storia godibilissima scritta da un Nizzi in gran forma. Il ritorno di Frank "Bogey" Bishop, coinvolto questa volta nelle vicende di un ricco finanzierie e sulla vita peccaminosa della sua balda figliola. Foto rubate, doppi ricatti, un ragazzo innamorato e una donna che ha un segreto da nascondere. Nick, come Tex, va contro la legge e i regolamenti e me ne compiaccio. Tanti i personaggi di contorno de Il grande inganno: "Bogey", Violet, Alfie, Bowmann e tutta la squadra omicidi e in più il buon Sammy "Cicca", ladro sfortunato che abbiamo visto in altri episodi e che questa volta è al soldo dei "madama". Un solido giallo che procede lento ma finisce in crescendo fino alla stupenda sparatoria finale, alternando momenti di gran ritmo e altri di puro police procedural, sorretto dai disegni di un ottimo Brindisi. Nick questa volta rischia la patacca e la sospensione per compromettere il cattivo di turno e fargli abbassare la cresta. Ma per il trionfo della giustizia, qualsiasi sia il prezzo da pagare, il nostro eroe è pronto a tutto.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Gio 24 Mar 2016 - 19:28



DI NIZZI E BRINDISI

Dopo Jimmy e Juanita l'occhialuto ed esile amico di Nick ha ancora una volta l'onore della ribalta e un episodio tutto per sé. Questa volta i toni del racconto sono meno drammatici, anzi, qui ci troviamo di fronte a una storia piena di humor, anche se quella della timidezza può essere una faccenda dannatamente seria. Innamorarsi della propria vicina può capitare, essere impacciati anche. Di fronte a Jasmine Mac Coy Jimmy fa la figura del fesso e spera di poter aprirsi e confidarle il suo amore. Altro che appostamenti, inseguimenti e sparatorie: parlare con la dolce pulzella non sarà facile per uno timido come Garnet! Nizzi costruisce un racconto breve ma ricco di atmosfere oniriche, scene divertenti, battute ed equivoci. Jimmy è il più "umano" tra tutti gli agenti della squadra omicidi, non è un eroe e quindi è facile identificarsi in lui e sorridere sornioni sulle sue disavventure, sui suoi tentativi di corteggiamento. In fondo, è un po' come guardarsi allo specchio.


Ultima modifica di Guitarjim1982 il Mer 30 Mar 2016 - 18:40, modificato 1 volta
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Gio 24 Mar 2016 - 19:33

In un serial con personaggio fisso conta molto l'abilità degli autori di rendere credibile il suo mondo e tutti i comprimari che ne fanno parte. Anche per Nick vale l'aurea regola che per rendere interessante le storie bisogna costruire intorno all'eroe un passato significativo fatto di tanti piccoli tasselli che dovranno poi incastrarsi.

E' il caso delle prossime storie, comparse per la serie regolare e di cui parlerò nei prossimi giorni, che vanno a chiarire molti aspetti della vita privata del nostro eroe: dalle sue amicizie giovanili a un passato che nasconde torbidi segreti. Storie in cui compaiono amici bisognosi di aiuto e altre in cui scopriremo la verità sui tragici fatti che sconvolsero la vita del papà di Nick. Ma ne riparleremo.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 29 Mar 2016 - 19:31



DI NIZZI E PARLOV

Harry Shannon è un vecchio amico che Nick ha conosciuto in passato, quando da ragazzo decise di scappare di casa per vagabondare in Arizona e visitare la Monument Valley. E' un monumento bisogna farglielo al nostro eroe che non esita ad aiutare il suo vecchio compagno di vagabondaggi, nonostante sia ormai un poco di buono. E poi a tutti capita di sbandare, ed Harry lo fa alla grande innamorandosi della donna sbagliata. Vera Lennox, ennesima femme fatale, amante dei veleni e degli intrighi è disposta a tutto pur di mettere le mani su un certo malloppo, così come tre energumeni che vogliono la pelle di Harry e recuperare i soldi di una vecchia rapina. Una storia dal sapore amaro, un solido intreccio a incastro, ma anche un noir seppellito nella bianca neve delle amicizie perdute.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 29 Mar 2016 - 19:43



DI NIZZI E MASTANTUONO

Un uomo nel mirino, o meglio, Sangue sotto la neve 2.0: Eddie Caruso è un altro amico di Nick, un altro amico che cerca aiuto e una spalla su cui raccontare i propri guai. A differenza di Harry Shannon, però, Eddie è uscito dal carcere e vorrebbe riprendere in mano la sua vita. Rigare diritto, insomma. Magari fidanzarsi con la bella assistente sociale di cui si è innamorato. Ma non è semplice quando i complici di una rapina cui hai preso parte pensano che tu abbia nascosto i diamanti in un posto sicuro! La storia di Eddie assume poi i tratti di un melodramma con il coinvolgimento di una famiglia mafiosa che sembra una versione apocrifa dei Corleone. Nizzi cita e mischia sprazzi della saga del Padrino e Quei bravi ragazzi, ma ci e si consente, a differenza di Sangue sotto la neve, il lieto fine. Un uomo nel mirino, grazie a Nick, diventa un uomo che può guardare con ottimismo al futuro.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 29 Mar 2016 - 20:03



DI NIZZI E RAMELLA

Prima doppia storia di Nizzi che, come Nolitta in Zagor Racconta e il grande Bonelli in Il Passato di Tex svela alcuni retroscena sulla giovinezza del nostro eroe e il dramma di suo padre John. Ma anche l'incipit è drammatico: Nick ferito a morte e trasportato in ospedale con l'accusa di aver ucciso una donna coinvolta in un'indagine della narcotici. Nizzi gestisce bene i vari flashback, dal viaggio del nonno Nicola Raidero in America, alla carriera di John in polizia fino alla giovinezza di Nick. Ed è il rapporto conflittuale che nasce tra padre e figlio a reggere due albi tesi, narrati in modo magistrale, intimisti dove Nick deve fare i conti con il suo passato e con il senso di colpa che ha covato nei confronti del suo genitore. John è un poliziotto che nasconde un'onta nella sua carriera, che ha tradito sua moglie, che ha ucciso un collega ed è proprio per riscatto che Nick si arruola in polizia, per dimostrare di essere un uomo migliore di suo padre. Una vicenda frammentaria e famigliare in cui, una volta tanto, il nostro eroe assiste agli eventi, li ricostruisce e capisce di essere un uomo nuovo e ritrovato soltando facendo i conti con il proprio passato. Come un certo Patrick Wilding scoprirà che la verità e le verità possono avere varie sfaccettature.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 30 Mar 2016 - 18:55



DI NIZZI E POLESE

Ancora un piccolo spiraglio sul passato di Nick. Ancora un'indagine legata in qualche modo alla sua famiglia e a suo padre John. I misteri di Northport è una vicenda lineare come i ritardi della linea Vesuviana nella mia Napoli ma incentrata su Lorna, l'amante di papà Raider. Nizzi non spinge mai sull'acceleratore e in questo caso si limita a mostrarci un giallo in cui tutto è evidente: il cattivo, i colpevoli, la provincia che odia lo straniero. Tutto chiaro, semplice e scontato seppur narrato con mestiere ma il lettore capisce tutto sin da subito. Un Nizzi orfano di Colombo - e il soggetto ne risente - ma l'autore di Fiumalbo sembra odiare le sviolinate come direbbe Carson: nonostante in questa storia il lettore scoprirà che Nick ha una sorellastra (oh John, fedrifrago John!) non abbiamo il tempo di affezionarci a lei. La scena al cimitero è commovente e ricorda quella di Tex e Kit Willer de Ritorno a Coulver City, ovvero: anche gli eroi hanno famiglia e piangono i loro cari.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 30 Mar 2016 - 19:10



DI NIZZI E BIGLIA & COPELLO

Qui ci si diverte! Nessuno è innocente è un titolo bellissimo e c'è il ritorno di Sammy "Cicca" il ladro più sfortunato del mondo. L'FBI vuole una cassetta, la Mafia e Vito Saracyno anche. Ma pure Nick e Marvin se è per questo. Un giallo spionistico (in parte) basato su un fatto storico veramente accaduto: l'assassinio di Kennedy, evento che ha ispirato film, un libro a Stephen King e un episodio di Bones. Diciamocelo: dopo l'11 settembre, gli americani hanno dei motivi dannatamente seri per ricordare e sapere tutto di quel maledetto 22 novembre del 1963 (ah, gli anni Sessanta!). O almeno credono di sapere tutto. Perché nel filmato in questione che la mala cerca ci sono le prove che non fu solo Lee Oswald a sparare, ma che l'uccisione del Presidente era premeditata e non il gesto di un folle. Un video che fa gola a tutti e che è il perno degli eventi. Dunque un buon Nizzi, diciamocelo, che torna alla regia di un episodio calibrato come quello dei primi numeri e che tenta di riscrivere la Storia. Utopia, certo, ma, signori, qui davvero nessuno è innocente. Nemmeno Nick che, questa volta, nonostante vorrebbe diffondere il video, divulgare la Verità e cambiare il mondo, accetta di buon grado gli ordini dall'alto e archivia il caso. A differenza di Tex, stavolta la patacca ha pesato! Eccome se ha pesato!
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 9 Apr 2016 - 13:32



DI NIZZI E BRINDISI

Art è uno dei miei personaggi preferiti nella serie: quella sua aria bonaria, quel suo modo un po' brontolone di trattare Nick e Marvin, ma soprattutto il suo essere integerrimo, me l'hanno fatto amare sin da subito. In questa breve, brevissima storia, vediamo il lato famigliare di Art, o meglio, il suo ruolo di nonno. Ma non un nonnetto qualunque, uno di quelli che possiamo vedere inesorabili davanti ai cantieri dei lavori in corso. Un nonno-tenente che conduce i suoi nipotini al parco e se li fa soffiare da due delinquenti. Ma niente allarmismi: come recita il titolo, ad avere paura saranno soprattutto i due energumeni in questione! Insomma, una storia giocosa e natalizia ma con quel lieto fine divertente che non deve e non può mancare... ben disegnata da un Brindisi certosino nel tratteggiare una splendia New York invasa dalla neve.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 9 Apr 2016 - 13:53



DI NIZZI E POLESE

Dov'è il Vudu? E' questo il vero giallo di una storia doppia che poteva diventare una pietra miliare della saga. Intendiamoci, un poliziesco deve basarsi sul ragionamento, sulla logica delle azioni che devono avere coerenza, ma un pizzico di sano mistero e paranormale non guasta (Mefisto docet?). Nizzi inserisce tanti elementi per condire un piatto in cui c'è tutto: azione, intrigo, bei personaggi, dialoghi scattanti e la femme fatale che assomiglia a Naomi Campbell. Leroy Brown è accusato di omicidio, ma Marvin farà di tutto per difendere suo fratello, che resta comunque un poco di buono. Nick invece deve vedersela con un vice-procuratore che aspira a una poltrona in politica. E per salvare Marvin e Leroy ritorna in Louisiana, proprio dai divertenti parenti Brown visti nel quarto special. E nel rocambolesco finale risolve l'intero caso. Ma la domanda resta spontanea: che c'entrava il Vudu che, in questo doppio episodio, è più fuori ruolo di Hamsik durante la gestione Benitez?
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 9 Apr 2016 - 14:05



DI NIZZI E MASTANTUONO

Mai titolo più inutile ma mai sceneggiatura fu più meravigliosa! Un Nizzi in forma e un Mastantuono maestoso realizzano un noir in cui le torbide vicende famigliari, ancora una volta, sono il perno principale su cui si sorreggono i gialli raideriani. Ma come in Nessuno è innocente, l'autore mixa un caso di cronaca (quello della Dalia Nera) realmente accaduto con un omicidio simile avvenuto nella New York del nostro eroe. Insisto quando parlo di regia perché in Acque torbide (mai titolo più inutile e insisto) c'è un montaggio delle vignette sapiente, un uso alternato di sequenze temporali e azioni che s'incastrano alla perfezione come in un episodio di Law & Order. Ma qui siamo nel noir, e tralasciando la televisione, Nizzi consegna alla saga un albo in cui, forse per la prima volta, il nostro eroe ha amato. Dolorosamente amato. Questa storia conclude idealmente la saga, l'epitaffio finale su cui far comparire i titoli di coda.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 9 Apr 2016 - 14:15



DI NIZZI E MASTANTUONO

Alfie mi sta sinceramente antipatico. Ma i soffia sono necessari per un detective che ha bisogno di informazioni come il nostro Nick. Alfie è uno spione, dunque, e nonostante la sua condizione, il suo essere nano, non mi ispira sentimenti di nessun tipo. Però è un tipaccio e, a modo suo, è un ragazzo su cui si può contare. Ma in questo noir il lettore può conoscere una parte della sua vita quando era anche lui dall'altra parte della barricata, o meglio, quando collaborava con un detective hard boiled privo di scrupoli. Altro che "Bogey" Bishop! Jeff J. Kane è una carogna e si approfitta anche di una cliente, così come sfrutta Alfie, facendogli fare il lavoro sporco (ma non il sesso: i rapporti intimi con le bionde platino sono una sua esclusiva). Quindi Alfie si vendica e lo fa a modo suo e, pur restandomi profondamente antipatico, la sua è una vendetta lecita. Ma una botta alla bionda gliela avrei data anch'io, come ti capisco Jeff!
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Guitarjim1982 il Sab 9 Apr 2016 - 14:23



DI NIZZI E RAMELLA

Questo è un giallo italiano, un'indagine alla Commissario Montalbano ambientata in provincia. Nick torna in Italia, nel casolare di campagna del fratello di suo nonno, morto in circostanze misteriore. Un tutto nel passato, in quelle voci che arrivano dalla Seconda Guerra Mondiale, e da un paese che, come da tradizione, nasconde un segreto. Un giallo anche storico, che racconta una pagina (vera) di cronaca italiana, quando i nazisti nelle campagne si facevano giustizia da soli. Nizzi inserisce anche un tema d'attualità, diremo noi, come quello del recupero dei tossicodipendenti, e lo unisce al solito politicante che cerca una facile carriera e che ha idee conservatrici. Una buona storia, l'addio di Nizzi alla serie (che come gli zombie ritornerà in un'altra celebrazione centenaria) e l'addio di Ramella alle copertine. In mezzo a questi più o meno lunghi addii gli spettri del passato tormenteranno per l'ultima volta il nostro eroe.
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4622
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: NICK RAIDER

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum