L'inferno dei vivi (n.20/21)

Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Admin il Gio 8 Gen 2015 - 16:24

L'inferno dei vivi (n.20/21) SardUso4dAMmRsCs3ZoYZg--
L'inferno dei vivi (n.20/21) 24 L'inferno dei vivi (n.20/21) 25
L'inferno dei vivi (n.20/21) 26 L'inferno dei vivi (n.20/21) 27
L'inferno dei vivi (n.20/21) 28

Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri

Lo Spirito con la Scure deve fare da scorta per il trasporto di una grossa somma di denaro. Ma il convoglio è vittima di un agguato: i militari che Zagor accompagnava vengono uccisi e il nostro eroe rimane ferito gravemente. Soccorso da Tawar, uno stregone che ha lasciato la sua tribù, viene accusato di aver rubato il denaro e condannato ai lavori forzati a vita!
Riuscito a riconquistare la libertà, Zagor scopre chi è la mente diabolica dietro al complotto che gli è costato la prigionia. Ma deve anche saldare il debito con Tawar, che gli ha salvato la vita. Lo stregone è, infatti, prigioniero del capo dei Tunican, Mister-Mister, che vuole imitare i lati peggiori dei bianchi! Una volta aiutato l’amico, lo Spirito con la Scure deve vedersela con antiche mummie egiziane che riprendono vita!
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Admin il Gio 8 Gen 2015 - 16:26

qui per leggere il topic del vecchio forum : http://ramath.forumup.it/viewtopic.php?p=17190&mforum=ramath#17190
Admin
Admin
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 3440
Data d'iscrizione : 01.01.14

http://zagortenay.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da strepa il Dom 8 Feb 2015 - 0:49

La storia è un classico rimasto nella memoria dei lettori più che altro per la condanna di Zagor ai lavori forzati nella famigerata prigione di Hellgate.
Il convoglio militare che Zagor scorta viene assalito, tutti i soldati uccisi ed il carico rubato. Zagor, ferito gravemente, scampa per miracolo ad un branco di lupi e viene curato dallo stregone Tawar. Al suo rientro al forte, viene ritenuto responsabile della strage e del furto e condannato all'ergastolo ai lavori forzati.
Il racconto dell'ingiusta prigionia di un innocente e dei suoi tentativi di evasione è uno dei capisaldi della narrativa e del cinema d'avventura: basti pensare a "Il Conte di Montecristo" di Dumas, a "Le ali della libertà" di King, al film "Papillon" con Steve McQueen, a "L'isola dell'ingiustizia" con Kevin Bacon ed anche ai nostri amati fumetti con "Relitti umani" del Mister No di Castelli & Bignotti, tanto per citarne alcuni.
Nolitta si rifà ai tanti esempi a sua disposizione e, senza dilungarsi troppo, ci offre un quadro della dura vita e delle umiliazioni di Zagor a Hellgate, dalle liti con i carcerati, alle punizioni corporali, fino al tentativo di evasione fallito ed alla successiva reclusione nella "tana della talpa". L'eroe è in grave difficoltà, non sembra avere via di scampo, ma a salvarlo, con uno stratagemma che ricorda quello usato da Sandokan per sfuggire al patibolo, interviene il medico del penitenziario.
Riacquistata la libertà Zagor, creduto da tutti morto, riesce a smascherare i veri colpevoli della furto. Riabilitato, perdona persino il colonnello Dillon che lo aveva fatto condannare.
Il racconto è piuttosto lungo e la permanenza di Zagor ad Hellgate occupa solo una trentina di tavole, ma tanto è bastato per fare entrare questa vicenda nell'immaginario zagoriano come uno dei momenti più intensi vissuti dallo Spirito con la scure. Toccante la scena di Cico che piange l'amico che crede morto, finché questi non esce dalla bara e lo colpisce con un calcio per fargli capire che è vivo e la scena si stempera in una gag.
In realtà, il limite più grande di questa storia è la mancanza di equilibrio tra gli elementi  drammatici e quelli comici.
Lo spazio dedicato alle gag di Cico è veramente notevole. Ce ne sono ben sei: l'incontro con l'allevatore di orsi da pelliccia, l'arresto pretestuoso  da parte dei militari, i vari tentativi di fare evadere Zagor prima del processo, le botte prese dai cacciatori cui libera le prede e per non avere liberato un trapper, il risveglio di Zagor nella bara e la sua richiesta di uscire e, infine, la consueta battuta finale riservata al messicano.
In totale oltre 20 tavole: troppe. Inoltre, anche Zagor a Hellgate è protagonista di un siparietto comico con lo strangolatore di Boston.
Il ritmo della storia viene continuamente spezzato e la tensione narrativa cala. L'effetto di tutto questo è che la vicenda sembra divisa in più parti, anziché apparire un'unica narrazione:
!) l'assalto al convoglio militare, con il ferimento di Zagor e la sua guarigione ad opera di Tawar
2) il ritorno al forte, il processo e la condanna
3) la permanenza a Hellgate
4) la ricerca dei veri colpevoli.
Il tutto inframmezzato dalle gag di Cico, tra le quali, sia chiaro, non ne mancano di memorabili (quella della nonna di Zagor, ad esempio).
L'avventura, però, come dicevo, risulta disunita.
Siamo solo all'inizio della serie e Nolitta ha ripreso in mano le redini della collana solo da pochi numeri, dopo averla lasciata al buon Ferri ed al padre per qualche tempo, e sta ancora rodando: le potenzialità si vedono tutte, ma Sergio sceneggiatore sta ancora crescendo.
Con lui sta crescendo anche Ferri che, invece, ha già raggiunto una certa padronanza dei personaggi e che fornisce qui una buona prova.

Voto alla storia: 8-
Voto ai disegni: 8+

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1851
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da wakopa il Dom 8 Feb 2015 - 11:04

@strepa ha scritto:

In realtà, il limite più grande di questa storia è la mancanza di equilibrio tra gli elementi  drammatici e quelli comici.
Lo spazio dedicato alle gag di Cico è veramente notevole. Ce ne sono ben sei: l'incontro con l'allevatore di orsi da pelliccia, l'arresto pretestuoso  da parte dei militari, i vari tentativi di fare evadere Zagor prima del processo, le botte prese dai cacciatori cui libera le prede e per non avere liberato un trapper, il risveglio di Zagor nella bara e la sua richiesta di uscire e, infine, la consueta battuta finale riservata al messicano.
In totale oltre 20 tavole: troppe. Inoltre, anche Zagor a Hellgate è protagonista di un siparietto comico con lo strangolatore di Boston.
Il ritmo della storia viene continuamente spezzato e la tensione narrativa cala.


Voto alla storia: 8-
Voto ai disegni: 8+

condivido in pieno l'osservazione,un po' meno il voto,storia al massimo da 7 Wink
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Andrea67 il Dom 8 Feb 2015 - 11:32

Invece io non avevo mai notato questa mancanza di equilibrio di cui parla Strepa, segno che non mi aveva mai dato fastidio né me ne dà adesso.
Alla storia, invece, ho dato un 8,5.

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da strepa il Dom 8 Feb 2015 - 14:23

@wakopa ha scritto:
@strepa ha scritto:

In realtà, il limite più grande di questa storia è la mancanza di equilibrio tra gli elementi  drammatici e quelli comici.
Lo spazio dedicato alle gag di Cico è veramente notevole. Ce ne sono ben sei: l'incontro con l'allevatore di orsi da pelliccia, l'arresto pretestuoso  da parte dei militari, i vari tentativi di fare evadere Zagor prima del processo, le botte prese dai cacciatori cui libera le prede e per non avere liberato un trapper, il risveglio di Zagor nella bara e la sua richiesta di uscire e, infine, la consueta battuta finale riservata al messicano.
In totale oltre 20 tavole: troppe. Inoltre, anche Zagor a Hellgate è protagonista di un siparietto comico con lo strangolatore di Boston.
Il ritmo della storia viene continuamente spezzato e la tensione narrativa cala.


Voto alla storia: 8-
Voto ai disegni: 8+

condivido in pieno l'osservazione,un po' meno il voto,storia al massimo da 7 Wink

La mia prima valutazione sarebbe stata intorno al 7,5, per i motivi che ho esposto sopra.
Mi ha indotto ad alzarla ia presenza di numerose scene di impatto (la lotta con i lupi, la fustigazione di Zagor, la disperazione di Cico per la morte dell'amico, la lotta a mani nude con i puma) e le belle gag di Cico.
Come dicevo la fluidezza della narrazione ne risente, ma l'avventura è molto ricca di spunti ed emozioni.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1851
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Smash il Lun 9 Feb 2015 - 16:57

Nemmeno a me come Andrea hanno dato fastidio la moltitudine di gags

storia che per me segna la maturazione di Nolitta e Ferri
Smash
Smash
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3136
Data d'iscrizione : 21.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Andrea67 il Lun 9 Feb 2015 - 17:33

@Smash ha scritto:Nemmeno a me come Andrea hanno dato fastidio la moltitudine di gags

storia che per me segna la maturazione di Nolitta e Ferri
Tra le primissime, la migliore insieme ad Ironman.

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da strepa il Lun 9 Feb 2015 - 17:54

@Andrea67 ha scritto:
@Smash ha scritto:Nemmeno a me come Andrea hanno dato fastidio la moltitudine di gags

storia che per me segna la maturazione di Nolitta e Ferri
Tra le primissime, la migliore insieme ad Ironman.

E' un Nolitta in crescita, che, a mio modo di vedere, non ha ancora trovato un perfetto equilibrio tra la sua verve comica e la vena drammatica.
La storia è sicuramente valida, ma il salto di qualità si avrà di lì a poco con l'Avvoltoio, forse meno scoppiettante ma più cupa e tragica.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1851
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Andrea67 il Lun 9 Feb 2015 - 18:34

..la quale storia (L'avvoltoio) ho sempre ritenuto sopravvalutata rispetto al suo reale valore.
Ma che ricordi eh???

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da strepa il Lun 9 Feb 2015 - 21:12

@Andrea67 ha scritto:..la quale storia (L'avvoltoio) ho sempre ritenuto sopravvalutata rispetto al suo reale valore.
Ma che ricordi eh???

Ci sono storie cui si è più legati e che si ricordano piú belle di quanto non siano. Rilette a distanza di tempo, quell'aura dorata che le circondava nella nostra mente si dissolve, in tutto o in parte, svelando pecche o difetti prima invisibili.
Ho riletto "L'inferno dei vivi" e "L'avvoltoio" tre anni fa quando furono riproposti nella CSAC, a distanza di più di trent'anni dall'ultima volta: fu un tuffo nel passato, acritico e nostalgico, un ritornare bambini.
Oggi, dopo avere riletto quattrocento numeri, nel riprendere in mano "L'inferno dei vivi" vedo delle imperfezioni che la ridimensionano un poco.
Rileggerò L'avvoltoio", non è  detto che non mi faccia lo stesso effetto.

_________________________________________________
Andrea

Per aspera ad astra
strepa
strepa
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1851
Data d'iscrizione : 19.01.15
Località : Tavernerio

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Marco Felipe il Mar 10 Feb 2015 - 13:16

Nolitta è sempre stato uno sceneggiatore con un talento incredibile e l'alternanza del tratto drammatico fortemente realistico con le gag di Cico al limite del possibile, se non oltre, il suo marchio di fabbrica. Forse nel fatto che nella storia ce ne siano ben sei può essere il segno del definitivo distacco dall'ingombrante ombra del padre Gianluigi, meno incline alle divagazioni comiche che nella storia non riguardano soltanto le gags di Cico.Infatti, il momento della storia in cui il talento di Nolitta nel comtaminare momenti drammatici con intermezzi da sorriso si esprime al massimo è, secondo me, la scena del dialogo fra Zagor ed il compagno di cella. La capacità di strappare un sorriso nei momenti più drammatici non è davvero da tutti. Non so se il mio voto può essere influenzato dalle emozioni che mi diede tanti anni fa quando, bambino, la lessi per la prima volta (o forse proprio per quello) , ma per me è una storia da 9 e 1/2. Twisted Evil
Marco Felipe
Marco Felipe
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA
DIPLOMATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 1363
Data d'iscrizione : 31.01.15
Località : sassari

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Andrea67 il Mar 10 Feb 2015 - 16:23

Questa la recensione sul vecchio topic:

Bellissima storia che alterna comicità a drammaticità senza neanche minimamente stonare. Un pregio di Nolitta era, infatti, quello di inserire delle spassosissime gags all'interno di storie dall'elevato pathos, senza intaccare assolutamente la carica di emotività provocata dalle stesse.
Certo, il finale é un pò forzato, come hanno notato altri forumisti prima di me, ma a quei tempi erano tante le imprecisioni e le contraddizioni, su tutti i fumetti.
Disegni spettacolari, con uno Zagor a torso nudo assolutamente perfetto.

Voto alla storia: 8
Voto ai disegni: 9


Ultima modifica di Andrea67 il Dom 23 Dic 2018 - 22:15, modificato 1 volta

_________________________________________________
Hernan Cortes
Andrea67
Andrea67
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4541
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Kramer76 il Mer 11 Feb 2015 - 10:42

L'inferno dei vivi (n.20/21) 2s1xhtt

l'inferno dei vivi
il primo classico della "golden eve", con le prime vere sequenze di culto della collana, all'insegna del martirio e della camicia forzata. come in "iron man" si soffre abbastanza (addirittura si piange, insieme a cico, e si pensa al suicidio) e come in "i mercanti di schiavi" c'è un'icona architettonica, maligna. ultimi, ma tutt'altro che ultimi, i due primi non-protagonisti di un certo peso: tawar e mckenneth.

voto 10


Ultima modifica di Kramer76 il Ven 4 Ago 2017 - 16:20, modificato 3 volte
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da lukas luke il Dom 1 Mar 2015 - 22:12

Storia drammatica con Zagor che prima viene salvato da morte certa dallo stregone Tawar e poi viene ingiustamente condannato ai lavori forzati nel terribile carcere di Hellgate.
Buono il finale con Zagor che viene salvato dal medico del carcere e poi smaschera il Capitano Grayson.
Divertenti le molteplici gag di Cico, specialmente quelle nel cercare di far evadere Zagor

_________________________________________________
Il blog del gatto con la scure   hate-ok
http://ilgattoconlascure.blogspot.com/

50238 post nel vecchio forum
lukas luke
lukas luke
vincitore CHAMPIONS/EUROPEO-Febbre a 90

Messaggi : 15236
Data d'iscrizione : 03.01.14
Località : Last Chance Hotel

http://ilgattoconlascure.blogspot.it/

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Ospite il Ven 10 Apr 2015 - 22:12

Storia bellissima, tra le migliori di quel periodo, a tratti drammatica, ma non mancano le scene comiche, su tutte quando Cico cerca di fare evadere Zagor! stella2
Belle alcune scene dentro Hellgate, tipo quando Zagor "stende" Mackett o durante la fuga! Bella la scena della resurrezione!
Si vede per la prima volta lo stregone Tawar, un grande personaggio che Toninelli stranamente fece morire!
Magnifici i disegni di Ferri!
voto storia: 8.5
voto disegni: 9.5

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Marco65 il Mar 12 Mag 2015 - 18:11

Un' avventura tra le più quotate del primo lotto ma che a me non ha mai convinto del tutto. Il tema dell'eroe ingiustamente imprigionato è trattato bene, con la sua psicologica vicenda che ne mette in risalto il carattere positivo mai disposto ad arrendersi.Ci sono anche delle belle scene drammatiche all'interno del carcere di Hellgate che rimane talmente nell'immaginario collettivo di tutti da essere riproposto poi più volte. Buona anche la trama gialla con diversi personaggi ed inoltre c'e' la prima comparsa dello stregone Tawar. Cosa non funziona a mio parere è per una volta l'utilizzo di Cico ed il rapporto fra i due amici. Non si è mai visto infatti che Zagor faccia rinchiudere in carcere il pancione al solo scopo di prevenire eventuali suoi guai, non esiste poi che dopo i suoi per quanto assurdi tentativi di farlo evadere,venga insultato dal compagno mentre i soldati gli sparano addosso( come riesce dopo ad evitare a sua volta la cattura?).
Tutto questo andrebbe bene in uno speciale del messicano oppure in un prologo a parte ma all'interno di un racconto così drammatico ne stempera la tensione. Questa a mio modo di vedere è una delle poche volte se non l'unica che l'autore non riesce a dosare per il meglio dramma e umorismo.
VOTO 7
Marco65
Marco65
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 2563
Data d'iscrizione : 20.01.15
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Kramer76 il Dom 3 Mar 2019 - 22:28

La mia top 10 di "L'inferno dei vivi"

la golden age per me inizia con "I cacciatori di uomini", ma "L'inferno dei vivi" è una storia da GOLDEN AGE

10. Anche Cico in galera..

L'inferno dei vivi (n.20/21) Hc3RHnc

9. La nonna di Zagor..

L'inferno dei vivi (n.20/21) IejdVTc

8. Zagor condannato ai lavori forzati a vita

L'inferno dei vivi (n.20/21) 7Lq5m33

7. Zagor ricorre alla tortura

L'inferno dei vivi (n.20/21) HPfKTQX

6. Zagor in cella di rigore

L'inferno dei vivi (n.20/21) 8cZfZdg

5. Zagor fustigato

L'inferno dei vivi (n.20/21) AfFIUxs

4. Tawar

L'inferno dei vivi (n.20/21) LK25sHq

3. Zagor moribondo

L'inferno dei vivi (n.20/21) Skkmy6M

2. Il tentativo fallito di evasione

L'inferno dei vivi (n.20/21) QyDDJ1B

1. Cico reclama il cadavere di Zagor...

L'inferno dei vivi (n.20/21) PzHv73B
Kramer76
Kramer76
Vincitore EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA
Vincitore  EUROPA LEAGUE/SUPERCOPPA

Messaggi : 3860
Data d'iscrizione : 19.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da wakopa il Lun 4 Mar 2019 - 10:57

@Kramer76 ha scritto:
5. Zagor fustigato

L'inferno dei vivi (n.20/21) AfFIUxs


3. Zagor moribondo

L'inferno dei vivi (n.20/21) Skkmy6M

Didascalie d'autore  tz/






strisce per il moderatore da issare in cima al topic Very Happy
L'inferno dei vivi (n.20/21) 24 L'inferno dei vivi (n.20/21) 25
L'inferno dei vivi (n.20/21) 26 L'inferno dei vivi (n.20/21) 27
L'inferno dei vivi (n.20/21) 28
wakopa
wakopa
Vincitore COPPA ITALIA
Vincitore COPPA ITALIA

Messaggi : 6154
Data d'iscrizione : 20.01.15

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Kandrax il druido il Mar 5 Mar 2019 - 11:25

@Kramer76 ha scritto:La mia top 10 di "L'inferno dei vivi"

1. Cico reclama il cadavere di Zagor...

L'inferno dei vivi (n.20/21) PzHv73B

Complimenti Kramer! A mio parere è la scena piu memorabile dell'intera storia!!!!  Exclamation Exclamation Exclamation
Kandrax il druido
Kandrax il druido
ZTN BABY
ZTN BABY

Messaggi : 322
Data d'iscrizione : 12.02.19
Località : Port Whale

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Spirito errante il Mar 5 Mar 2019 - 12:30

Molto bella.
Tutti i momenti emozionanti si concentrano nella parte a Hellgate dove vengono messi in risalto i momenti drammatici e sofferenti che patisce Zagor.

Finale un po' sbrigativo ma che non manca di intensità e c'è anche qualche bel momento leggero di Cico.

_________________________________________________
La scienza non ci ha ancora insegnato se la pazzia sia o no più sublime dell'intelligenza.
(Edgar Allan Poe)
Spirito errante
Spirito errante
FORUMISTA D'ASSALTO
FORUMISTA D'ASSALTO

Messaggi : 779
Data d'iscrizione : 15.05.18
Località : Abbottabad

Torna in alto Andare in basso

L'inferno dei vivi (n.20/21) Empty Re: L'inferno dei vivi (n.20/21)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum