Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Ven 4 Mar 2016 - 15:16


_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Lun 7 Mar 2016 - 7:44

Ho finito di scrivere un nuovo racconto,
si intitola "Il colore rosso". parla di
un crimine rimasto impunito.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da gigi brivio il Lun 7 Mar 2016 - 12:26

@Fabri73 ha scritto:Ho finito di scrivere un nuovo racconto,
si intitola "Il colore rosso". parla di
un crimine rimasto impunito.

Olè, lo pubblichi anche?
avatar
gigi brivio
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4788
Data d'iscrizione : 28.01.15
Località : Biassono

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Lun 7 Mar 2016 - 13:53

@gigi brivio ha scritto:
@Fabri73 ha scritto:Ho finito di scrivere un nuovo racconto,
si intitola "Il colore rosso". parla di
un crimine rimasto impunito.

Olè, lo pubblichi anche?

Finora ho scritto una decina di racconti in prosa.
quando ne avrò qualcuno di più, andrò
da un editore e pubblicherò almeno
un volume di racconti. giusto per soddisfazione
personale, non altro. a me piace scrivere racconti,
è una passione che ho scoperto da poco. Wink

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Lun 7 Mar 2016 - 18:34

Non avevo mai aperto questo topic, mea culpa.
Complimenti per la tua passione, i racconti sono tutti dei gialli o scrivi altri generi?
Anch'io spero di trovare un editore quando finirò il mio, ma sondando un pò' in giro sembra un'impresa molto difficile, altrimenti bisogna vedere la pubblicazione tramite siti online, ma non è che mi ispirino molto, ma per ora non voglio pensarci.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Lun 7 Mar 2016 - 19:19

@Claudio L. ha scritto:Non avevo mai aperto questo topic, mea culpa.
Complimenti per la tua passione, i racconti sono tutti dei gialli o scrivi altri generi?
Anch'io spero di trovare un editore quando finirò il mio, ma sondando un pò' in giro sembra un'impresa molto difficile, altrimenti bisogna vedere la pubblicazione tramite siti online, ma non è che mi ispirino molto, ma per ora non voglio pensarci.

ho conosciuto un tipo che pubblica libri da anni, e credo
che la sua piccola editrice sia la cosa giusta nel mio
caso. i racconti che ho scritto sono del mistero,
horror, criminali, pseudofantascienza, drammatici, realistici.
Il prossimo che scriverò dovrebbe essere, se ci
riesco, del tipo "Operette morali" di Leopardi. se ci riesco...
Tu stai finendo un racconto o un romanzo?

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Lun 7 Mar 2016 - 19:39

Nessuno dei due, come ho avuto modo di dire in varie occasioni nel forum, sono un appassionato della guerra civile americana, e ho cominciato a scrivere un libro storico sull'argomento, poi un paio di anni fa ho leggermente cambiato direzione, primo perchè un libro prettamente storico in Italia non è che tiri molto, e due perchè volevo sfruttare la mia dote, il disegno. Così sta diventando un libro storico-uniformologico con le mie illustrazioni, ma fra lavoro e famiglia le tavole vanno a rilento. Conto di completarle in un anno e già ci lavoro da due, sperem.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Lun 7 Mar 2016 - 20:41

se sei appassionato della guerra civile americana,
credo che tu conosca bene Ambrose Bierce, che io
adoro, e i suoi "Tales of Soldiers and civilians".

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Lun 7 Mar 2016 - 22:18

Certo, grande Bierce! I suoi racconti furono ispirati dalle sue esperienze di combattente in guerra, e le sue storie omaggiate da Berardi nel favoloso Ken Parker 50, che avrai sicuramente letto.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Mar 8 Mar 2016 - 9:11

@Claudio L. ha scritto:Certo, grande Bierce! I suoi racconti furono ispirati dalle sue esperienze di combattente in guerra, e le sue storie omaggiate da Berardi nel favoloso Ken Parker 50, che avrai sicuramente letto.

è proprio con quell'albo di KP che conobbi
Ambrose Bierce.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mar 8 Mar 2016 - 11:02

pubblicare racconti... è bello. Il punto è che le case editrici vogliono una quota, cioè vogliono che l'autore collabori attivamente alla componente editoriale e sui costi di impaginazione e stampa. Per me è una situazione infelice perché mi sembra un atto di prostituzione. Insomma, se io scrivo un buon racconto, o un buon romanzo, la casa editrice deve pubblicarmi a SUE spese. Investire su di me. Non favorire la prostituzione.

Naturalmente questo mio ragionamento non va contro gli autori che si trovano in un mare aperto e senza salvagente, costretti a pubblicare per forza in questo modo. Perché le case editrici non sono strutturate per favorire le opere inedite, non vogliono investire e rimetterci soldi su un esordiente, quindi puntano sulla co-produzione-prostituzione.



avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4647
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Mar 8 Mar 2016 - 18:40

Premetto che, quando ho pensato di cominciare a scrivere un libro (così come credo Fabrizio) un eventuale guadagno non mi è passato neppure per l'anticamera del cervello.
Detto questo un pensiero che ho fatto recentemente e che una volta lo scrittore proponeva il suo lavoro e veniva pagato, adesso è lo scrittore che deve pagare per la pubblicazione. A meno che non si presenti Stephen King, allora qualche soldo lo tira su.
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 9 Mar 2016 - 11:24

il punto è che se si scrive per passione ok, ci sta che uno partecipi alle spese. Anni fa comprai il libro di una mia amica, quando ero ancora iscritto a Facebook, e mi disse che lei aveva collaborato alle spese e invitò i suoi amici interessati ad acquistare la sua opera. Ma non era una scrittrice, o meglio, non intendeva diventarlo. Mi spiegò che lo faceva per sfizio. Se, però, poniamo uno intenda farne un lavoro e se, sottolineo SE, il lavoro è buono o magari ottimo pur essendo un esordiente, la casa editrice DEVE sobbarcarsi lei le spese! Mi sembra un atto dovuto. Ma se uno è davvero bravo l'editore dovrebbe favorire il giovane talento e dargli i mezzi per crescere e affermarsi perché, in caso contrario, l'autore esordiente avrà il velato sospetto che se è stato pubblicato il suo librò non è per il suo reale valore come opera, ma soltanto perché ha collaborato alle spese. Ed è un dubbio tremendo per uno scrittore. Secondo il mio umile parere.

King è il mio MITO. Avercene di altri narratori così...
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4647
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Walter Dorian il Mer 9 Mar 2016 - 15:12

Ho lavorato e lavoro tuttora(come secondo lavoro a tempo perso) presso una piccola casa editrice come correttore di bozze, vi posso dire che purtroppo è così: a meno che uno non sia il nuovo H.P. Lovecraft o che alle spalle abbia dietro un agente letterario(tipo i procuratori per i giocatori) che ti "inserisce" non ci si guadagna nulla, né si potrà sperare di farlo come mestiere per farci uscire uno stipendio fisso.
Per un autore esordiente scrivere va bene per una soddisfazione personale di scrivere qualcosa di un genere che gli piace o di qualcosa che sente suo, e si sarà ripagato al massimo le spese di stampa.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8223
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Guitarjim1982 il Mer 9 Mar 2016 - 18:59

@Walter Dorian ha scritto:Ho lavorato e lavoro tuttora(come secondo lavoro a tempo perso) presso una piccola casa editrice come correttore di bozze, vi posso dire che purtroppo è così: a meno che uno non sia il nuovo H.P. Lovecraft o che alle spalle abbia dietro un agente letterario(tipo i procuratori per i giocatori) che ti "inserisce" non ci si guadagna nulla, né si potrà sperare di farlo come mestiere per farci uscire uno stipendio fisso.
Per un autore esordiente scrivere va bene per una soddisfazione personale di scrivere qualcosa di un genere che gli piace o di qualcosa che sente suo, e si sarà ripagato al massimo le spese di stampa.

lucida e veritiera analisi la tua...
avatar
Guitarjim1982
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA
LAUREATO IN ZAGOROLOGIA

Messaggi : 4647
Data d'iscrizione : 20.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Gio 10 Mar 2016 - 10:21

comprendo e condivido la figura del correttore di bozze, anzi è indispensabile.
quel che non condivido è invece l'attività di editing fatta dalla casa editrice,
perché trasforma il testo originale, così come voluto e scritto dall'autore, in
un testo modificato, parzialmente diverso, a volte parti di testo vengono
omesse nella pubblicazione definitiva, su iniziativa di chi fa l'editing, non
dell'autore. spero che l'editing , oggi, sia in diminuzione rispetto al passato.
Il caso di August Derleth e H.P. Lovecraft fu clamoroso, tantopiù se si pensa che i
due erano amici. Dopo la morte di Lovecraft, Derleth ebbe il gran merito,
che nessuno gli negherà mai, di pubblicare in modo antologico e a grande diffusione popolare,
le opere di Lovecraft che, da allora, cominciò a diventare una leggenda; però, negli anni successivi,
si scoprì che lo stesso Derleth, il quale a sua volta era uno scrittore di talento, fece una
massiccia attività di editing sui testi lovecraftiani: agì in buona fede, non c'è dubbio, tuttavia,  
addirittura un terzo dell'opera originale di Lovecraft risultava censurata e mancante, a causa dell'editing di Derleth.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Walter Dorian il Gio 10 Mar 2016 - 12:48

@Fabri73 ha scritto:comprendo e condivido la figura del correttore di bozze, anzi è indispensabile.
quel che non condivido è invece l'attività di editing fatta dalla casa editrice,
perché trasforma il testo originale, così come voluto e scritto dall'autore, in
un testo modificato, parzialmente diverso, a volte parti di testo vengono
omesse nella pubblicazione definitiva, su iniziativa di chi fa l'editing, non
dell'autore. spero che l'editing , oggi, sia in diminuzione rispetto al passato.
Il caso di August Derleth e H.P. Lovecraft fu clamoroso, tantopiù se si pensa che i
due erano amici. Dopo la morte di Lovecraft, Derleth ebbe il gran merito,
che nessuno gli negherà mai, di pubblicare in modo antologico e a grande diffusione popolare,
le opere di Lovecraft che, da allora, cominciò a diventare una leggenda; però, negli anni successivi,
si scoprì che lo stesso Derleth, il quale a sua volta era uno scrittore di talento, fece una
massiccia attività di editing sui testi lovecraftiani: agì in buona fede, non c'è dubbio, tuttavia,  
addirittura un terzo dell'opera originale di Lovecraft risultava censurata e mancante, a causa dell'editing di Derleth.

Vabbé, se a me editor mi si presenta uno come Lovecraft nemmeno mi ci metto a discutere su dove intervenire nel testo: carta bianca.
Ma se il libro è di un autore esordiente ma anche un autore qualunque l'editing serve eccome. Il fatto è che quando uno scrive si pensa che ha fatto il meglio, quando poi se vai a rivedere i punti da smussare, affinare e rivedere ce ne sono; anche quando scrive gente acculturata, insegnanti di professione o autori che hanno alle spalle già qualche pubblicazione.
L'editing serve, pensa al libro di Melissa P cento colpi di spazzola, che se ha venduto tanto è grazie anche a un editing massiccio che gli hanno fatto, in pratica da quello che si dice l'hanno rivoltato come un calzino. Poi lascia perdere che come libro sarà stato una tazzata.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8223
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Gio 10 Mar 2016 - 14:45

@Walter Dorian ha scritto:
@Fabri73 ha scritto:comprendo e condivido la figura del correttore di bozze, anzi è indispensabile.
quel che non condivido è invece l'attività di editing fatta dalla casa editrice,
perché trasforma il testo originale, così come voluto e scritto dall'autore, in
un testo modificato, parzialmente diverso, a volte parti di testo vengono
omesse nella pubblicazione definitiva, su iniziativa di chi fa l'editing, non
dell'autore. spero che l'editing , oggi, sia in diminuzione rispetto al passato.
Il caso di August Derleth e H.P. Lovecraft fu clamoroso, tantopiù se si pensa che i
due erano amici. Dopo la morte di Lovecraft, Derleth ebbe il gran merito,
che nessuno gli negherà mai, di pubblicare in modo antologico e a grande diffusione popolare,
le opere di Lovecraft che, da allora, cominciò a diventare una leggenda; però, negli anni successivi,
si scoprì che lo stesso Derleth, il quale a sua volta era uno scrittore di talento, fece una
massiccia attività di editing sui testi lovecraftiani: agì in buona fede, non c'è dubbio, tuttavia,  
addirittura un terzo dell'opera originale di Lovecraft risultava censurata e mancante, a causa dell'editing di Derleth.

Vabbé, se a me editor mi si presenta uno come Lovecraft nemmeno mi ci metto a discutere su dove intervenire nel testo: carta bianca.
Ma se il libro è di un autore esordiente ma anche un autore qualunque l'editing serve eccome. Il fatto è che quando uno scrive si pensa che ha fatto il meglio, quando poi se vai a rivedere i punti da smussare, affinare e rivedere ce ne sono; anche quando scrive gente acculturata, insegnanti di professione o autori che hanno alle spalle già qualche pubblicazione.
L'editing serve, pensa al libro di Melissa P cento colpi di spazzola, che se ha venduto tanto è grazie anche a un editing massiccio che gli hanno fatto, in pratica da quello che si dice l'hanno rivoltato come un calzino. Poi lascia perdere che come libro sarà stato una tazzata.

messa così, non contesto che in certi casi l'editing può servire.
ma, a mio avviso, non deve essere la regola, ma
deve esser fatto quando ce n'è bisogno, come dici tu.
è ovvio che una valutazione è sempre soggettiva.
però se l'autore è d'accordo, gli si può fare tutto
l'editing che si vuole, pubblicare il libro a suo nome,
ma di fatto è un libro che , per metà, o per 3/4 ,
è stato scritto da colui che fa l'editing;
io non ho letto il libro di Melissa P., ma se
mi dici che è stato rivoltato come un calzino dall'editing,
allora la cara Melissa P. non ha nessun merito sul successo
del libro; e magari molta gente questo non lo sa.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Gio 10 Mar 2016 - 14:49

Ancora sull'editing, personalmente, se riuscirò
a pubblicare il mio libro di racconti, e l'editore
vuol fare editing sui miei testi, gli chiederò di
collaborare anch'io all'editing, e se vogliono stravolgere il
mio testo, cambierei editore. Ti ringrazio, Diego, di
avermi dato queste info sull'editing, perché a
questo punto sarà una delle primissime domande
che farò all'editore, quando verrà il momento.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Gio 10 Mar 2016 - 18:37

In linea teorica sono contrario a qualunque 'ritocco' venga fatto su un'opera artistica, indipendentemente dal fatto che questa sia una scultura, un fumetto, un romanzo, un film, una sinfonia etc. Un conto che mi si corregga un errore ortografico, un altro che si agisca direttamente sull'opera, ma questa è solo un'utopia immagino.
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Gio 10 Mar 2016 - 19:21

Pensa che Lovecraft ci teneva tanto anche
ai titoli dei suoi racconti, e si arrabbiava se
gli editori glieli cambiavano; una volta, un racconto
che lui intitolò "The electrical executioner", l'editore
lo cambiò in "The electric executioner", e lui
si arrabbiò anche in quel caso, perché preferiva
l'aggettivo inglese piuttosto che la versione slang americana
dello stesso aggettivo. Electrical piuttosto che Electric.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Claudio L. il Gio 10 Mar 2016 - 19:28

Non posso che essere d'accordo con Lovecraft.

_________________________________________________
Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca. - Jorge Luis Borges
avatar
Claudio L.
PROFETA DI ZTN
PROFETA DI ZTN

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 08.02.15
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Walter Dorian il Ven 11 Mar 2016 - 11:13

@Fabri73 ha scritto:
@Walter Dorian ha scritto:
@Fabri73 ha scritto:comprendo e condivido la figura del correttore di bozze, anzi è indispensabile.
quel che non condivido è invece l'attività di editing fatta dalla casa editrice,
perché trasforma il testo originale, così come voluto e scritto dall'autore, in
un testo modificato, parzialmente diverso, a volte parti di testo vengono
omesse nella pubblicazione definitiva, su iniziativa di chi fa l'editing, non
dell'autore. spero che l'editing , oggi, sia in diminuzione rispetto al passato.
Il caso di August Derleth e H.P. Lovecraft fu clamoroso, tantopiù se si pensa che i
due erano amici. Dopo la morte di Lovecraft, Derleth ebbe il gran merito,
che nessuno gli negherà mai, di pubblicare in modo antologico e a grande diffusione popolare,
le opere di Lovecraft che, da allora, cominciò a diventare una leggenda; però, negli anni successivi,
si scoprì che lo stesso Derleth, il quale a sua volta era uno scrittore di talento, fece una
massiccia attività di editing sui testi lovecraftiani: agì in buona fede, non c'è dubbio, tuttavia,  
addirittura un terzo dell'opera originale di Lovecraft risultava censurata e mancante, a causa dell'editing di Derleth.

Vabbé, se a me editor mi si presenta uno come Lovecraft nemmeno mi ci metto a discutere su dove intervenire nel testo: carta bianca.
Ma se il libro è di un autore esordiente ma anche un autore qualunque l'editing serve eccome. Il fatto è che quando uno scrive si pensa che ha fatto il meglio, quando poi se vai a rivedere i punti da smussare, affinare e rivedere ce ne sono; anche quando scrive gente acculturata, insegnanti di professione o autori che hanno alle spalle già qualche pubblicazione.
L'editing serve, pensa al libro di Melissa P cento colpi di spazzola, che se ha venduto tanto è grazie anche a un editing massiccio che gli hanno fatto, in pratica da quello che si dice l'hanno rivoltato come un calzino. Poi lascia perdere che come libro sarà stato una tazzata.

messa così, non contesto che in certi casi l'editing può servire.
ma, a mio avviso, non deve essere la regola, ma
deve esser fatto quando ce n'è bisogno, come dici tu.
è ovvio che una valutazione è sempre soggettiva.
però se l'autore è d'accordo, gli si può fare tutto
l'editing che si vuole, pubblicare il libro a suo nome,
ma di fatto è un libro che , per metà, o per 3/4 ,
è stato scritto da colui che fa l'editing;
io non ho letto il libro di Melissa P., ma se
mi dici che è stato rivoltato come un calzino dall'editing,
allora la cara Melissa P. non ha nessun merito sul successo
del libro; e magari molta gente questo non lo sa.
Ritoccare per 3/4 o metà un testo non è sempre la regola, alcune volte ci si limita soltanto ad affinarlo su alcune piccole cose.
Quello che verrà fuori è che sarà anche un libro ritoccato, però verrà fuori un libro presentabile, godibile.
Ti devi anche mettere nei panni di una casa editrice che ci mette i soldi e il marchio; tu pubblicheresti un libro pieno di passaggi ripetuti e inutili, incongruenze narrative, personaggi che non servono a nulla, sottotrame accennate e non portate a termine o cose del genere ?
Melissa P non avrà avuto meriti, ma intanto se ha fatto quel boom è merito di chi come editor ha lavorato dietro le quinte.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8223
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Walter Dorian il Ven 11 Mar 2016 - 11:17

@Fabri73 ha scritto:Ancora sull'editing, personalmente, se riuscirò
a pubblicare il mio libro di racconti, e l'editore
vuol fare editing sui miei testi, gli chiederò di
collaborare anch'io all'editing
, e se vogliono stravolgere il
mio testo, cambierei editore. Ti ringrazio, Diego, di
avermi dato queste info sull'editing, perché a
questo punto sarà una delle primissime domande
che farò all'editore, quando verrà il momento.

Ma guarda che infatti l'editing tra l'autore e l'editor si concorda; non è che un editor ti può dire "questo personaggio va tolto e si fa come dico io", le cose si cercano di concordare, poi se non si trova un accordo l'ultima parola è dell'editore.
Poi come detto sopra, non si tratta di stravolgere il testo, si tratta di affinarlo, aggiustarlo. Difficile che trovi una casa editrice che decida di non intervenire sull'editing a un libro di un esordiente.

_________________________________________________
I miei sogni, i miei incubi vanno ancora a 45 giri
avatar
Walter Dorian
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA
DOBLETE SCUDETTO/SUPERCOPPA

Messaggi : 8223
Data d'iscrizione : 03.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Fabri73 il Ven 11 Mar 2016 - 12:40

Sì, avevo capito quel che hai detto e lo condivido.
Poi se l'editing è concordato tra autore e editore, meglio.
però, nel caso di Melissa P. , dal momento che è stato
rivoltato come un calzino dall'editing, mi fa ridere che
il pubblico impazzisca per Melissa P. , quando in realtà il
libro, per buona parte, non è stato scritto da lei; non è
una cosa corretta. in alcuni libri vengono citati i correttori
di bozze, forse anche gli autori dell'editing: questo sarebbe
più trasparente.

_________________________________________________
ARSÈNE LUPIN, LADRO GENTILUOMO

FABRIZIO
avatar
Fabri73
DOTTORE DEL FORUM
DOTTORE DEL FORUM

Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 21.01.15
Località : Quartu S.E. (CA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fabri73, l'Arsène Lupin del forum

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum